NEWS

Seat: l'auto connessa con la strada

13 agosto 2018

In un test, una Seat Ateca è stata messa in comunicazione con due semafori speciali, ricevendo informazioni per migliorare la sicurezza.

Seat: l'auto connessa con la strada

RETI ULTRAVELOCI - I sistemi di assistenza alla guida diventeranno molto più efficaci quando potranno contare sulle reti mobili 5G per la trasmissione dei dati, uno standard più evoluto rispetto a quello odierno (chiamato 4G) che permetterà di trasferire grandi quantità di informazioni in modo pressoché istantaneo, ad esempio fra vetture e vetture e fra automobili e infrastrutture (come ad esempio parcheggi). Come tante altre case, la Seat crede in questa tecnologia, tanto ad aver organizzato una prima sperimentazione pratica nella città spagnola di Segovia, dove aziende specializzate (a partire dalla Nokia) hanno creato le condizioni affinché la suv compatta Seat Ateca potesse “comunicare” ad esempio con un semaforo, in maniera da ricevere aggiornamenti in tempo reale per evitare potenziali incidenti (guarda il video qui sotto).

AVVISI UTILI - La Seat ha mostrato che il semaforo di Segovia può inviare all'auto messaggi d'allarme, ad esempio quando il guidatore si appresta ad effettuare una svolta a destra (dopo aver messo la freccia) e sulle strisce pedonali si trovano dei passanti. In questo caso nel cruscotto della suv appare un avviso. Lo stesso avviene pochi secondi prima che scatti il rosso, quando il veicolo calcola automaticamente se il guidatore riesce a superare in sicurezza l'incrocio prima che si accenda il rosso. Ciò è possibile grazie ai sensori presenti nel semaforo, ma soprattutto all'elevata velocità di trasmissione dei dati fra semaforo e auto. A fare da “ponte” c'è il software di uno speciale server, messo a punto dalla Nokia, che elabora i dati in poche frazioni di secondo e invia all'auto il messaggio di allarme da far vedere nel cruscotto.

RETI DA CREARE - Sistemi di questo tipo rappresentano il futuro e non c'è dubbio che possano migliorare la sicurezza delle persone a bordo delle automobili, perché in altri casi segnalano ingorghi sulle autostrade o dicono al guidatore dove dirigersi per trovare parcheggi liberi nelle vicinanze. Resta però l'ostacolo della diffusione della rete 5G, un protocollo ad oggi utilizzato solo per iniziative sperimentali: la città italiana scelta per questo scopo è Torino, dove entro il 2018 tremila clienti della Tim potranno usufruire di una prima “micro-rete” 5G. La Seat ed i suoi partner hanno effettuato la sperimentazione basandosi sul protocollo di comunicazione C-V2X, che consente di utilizzare i semafori esistenti.

VIDEO
Seat Ateca
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
79
58
52
28
60
VOTO MEDIO
3,2
3.245485
277
Aggiungi un commento
Ritratto di Agl75
14 agosto 2018 - 23:07
Immagino in meridione la rete 5G coi semafori connessi o connettibili....
Ritratto di otttoz
15 agosto 2018 - 16:40
Seat in italia: l'auto connessa con la strada sconnessa!