SEM DX3: il design è della Pininfarina

27 aprile 2016

Al Salone di Pechino c'è anche la concept della South East Motor che anticipa una suv per il mercato cinese.

SEM DX3: il design è della Pininfarina
CREATIVITA ITALIANA IN SALSA CINESE - Tra le protagoniste del Salone di Pechino c’è anche la concept car DX3, progettata e realizzata a Torino dalla Pininfarina per conto della cinese SEM (South East Motor). La DX3 prefigura una suv compatta dalle linee moderne, mix di sportività ed eleganza, proprio come la tradizione della Pininfarina. La SEM ha infatti in programma di sviluppare nel prossimo quinquennio tutta una linea di suv per il mercato cinese, che si sta dimostrando particolarmente ricettivo per questo tipo di auto, con incrementi mensili nell’ordine del 40 e oltre per cento. 
 
SUCCESSO CON LA DX7 - Del resto la SEM DX3 Concept segue a distanza di un anno la proposta DX7, anch’essa frutto della collaborazione tra SEM e Pininfarina (qui per saperne di più). La DX7 ha ottenuto grande successo in Asia, dove è stata premiata con numerosi riconoscimenti, tra cui quello di “SUV of the Year 2015”. La sua produzione di serie è iniziata nel luglio dell’anno scorso, con un ottimo andamento delle vendite (oltre 10 mila esemplari venduti al mese). 
 
LAVORO LOCALE - Con un importante ruolo di interfaccia in loco tra la realtà cinese e quella italiana, protagonista particolare dell’operazione Pininfarina-SEM è la Pininfarina Automotive Engineering Shanghai (PAES), società cinese succursale con sede a Shanghai della casa madre torinese. Alla PAES lavorano attualmente venti persone di varia nazionalità, anche se la vena ispiratrice ha sempre come riferimento Torino e la sua cultura e storia automobilistica. In sostanza, la PAES è una sorta di “avanposto” della Pininfarina per lo scenario asiatico. 
 
POLO SATELLITE CREATIVO - Nel corso del 2015 la PAES ha realizzato un fatturato di tre milioni di euro ed ha ampliato il suo parco clienti. I modelli progettati sono stati 20: 7 in collaborazione con il centro progettazione di Torino e 13 nati invece con un lavoro autonomo del team di progettisti della PAES di Shanghai. Da notare che la Pininfarina cominciò a collaborare con l’industria automobilistica cinese già nel 1996, e in tutti questi anni ha accumulato collaborazioni - oltre che con la SEM - anche con le case AviChina (Hafei), Chery, Changfeng, Brilliance, BAIC, JAC. La collaborazione con la SEM è iniziata nel 2012.


Aggiungi un commento
Ritratto di probus78
27 aprile 2016 - 12:29
davanti il plagio della Qashqai è imbarazzante. Il posteriore è originale, ma non mi piace.
Ritratto di Moreno1999
27 aprile 2016 - 12:31
4
Fino a ieri la chiamavo Qashqai
Ritratto di Ercole1994
27 aprile 2016 - 13:05
Una Ix35 con frontale diverso.
Ritratto di Fr4ncesco
27 aprile 2016 - 14:52
Si sono cinesizzati? Altro che sportività ed eleganza italiana, è un plagio alla Nissan. Tuttavia è giustificabile dal fatto che si tratta di una sede cinese e non quella di Torino.
Ritratto di AMG
27 aprile 2016 - 18:37
Santo cielo! Che spavento di auto. Copia da Qashqai il frontale per essere quanto mai associabile al nome del design italiano. Getteranno alle ortiche il nome, che avevo detto?
Ritratto di TheBlackCat
27 aprile 2016 - 22:13
davanti mitsubishi, di fianco peugeot - renault dietro una ciofeca e tutto ciò dimostra che il design italiano non esiste in quanto tale ma si adegua ai gusti di chi stacca l'assegno
Ritratto di green machine
28 aprile 2016 - 17:40
la linea non è male ,bisogna vedere le dotazioni di sicurezza e come si comporta nel crash test.
Ritratto di caronte
26 gennaio 2017 - 18:21
Bella ma un po'anonima e priva di carattere.