Skoda Vision C, in corsa per il 2016

5 marzo 2014

Svelata al Salone di Ginevra la berlina che potrebbe andare in produzione, posizionandosi tra Octavia e Superb.

Skoda Vision C, in corsa per il 2016
LA COUPE' ANTICIPA - Ci sono molte probabilità che dal prototipo Skoda Vision C, presentato qui Ginevra, derivi un modello di serie. Questa berlina-coupé a cinque porte filante e dalle linee estremamente affilate è importante anche perché anticipa i concetti estetici che costituiranno la base delle future Skoda. Prima fra tutte la “quattro metri” Fabia, in versione berlina a cinque porte e wagon, il cui arrivo è previsto prima della fine di quest'anno, mentre nel 2015 sarà la volta della grossa Superb. Mentre il modello di serie derivato dalla Vision C dovrebbe arrivare nel 2016, basato sulla piattaforma MQB per posizionarsi nella gamma Skoda tra la Octavia e la Superb.
 
 
NON LE VUOLE VISTOSE - La Skoda Vision C costituisce un ulteriore passo avanti nello sviluppo dello stile della casa ceca, basato su linee tese e prive di orpelli, iniziato con la Octavia  e la Rapid e legato all'opera del direttore del design Jozef Kaban (foto qui sopra). Ex Bugatti (sua è la supercar Veyron) ed ex Audi (dal 2003 al 2008 è stato il “papà” di gran parte dei modelli), Kaban ha sviluppato tutta la sua carriera nell'ambito del gruppo Volkswagen, arrivando al vertice dello stile Skoda nel 2008. Giovane (41 anni) e appassionato, Kaban ci dice di ammirare i “maestri” italiani, i carrozzieri come Bertone e Pininfarina, che negli anni 60 “hanno dato vita a linee così pure da essere senza tempo”, e li prende a esempio per andare alla ricerca di forme eleganti, semplici, che “non seguano la moda del momento e non si facciano notare troppo, ma proprio per questo possano restare “fresche” per lungo tempo”. 
 
 
DISPLAY A GO-GO - Convinto che questi concetti di stile possano andare di pari passo con la praticità che da sempre contraddistingue le Skoda, porta a esempio proprio il prototipo Vision C. Che ha sì delle linee basse e affusolate, ma è molto spaziosa anche dietro, oltre ad avere un bagagliaio enorme e pure un ampio portellone. E a confermare che la Skoda vuole offrire un mix di eleganza e praticità rifuggendo da ostentazione e aggressività, c'è anche la meccanica: mentre nei prototipi da Salone spesso si montano motori ultrapotenti, la Vision C ha il “1400” a metano da 110 cavalli che ha debuttato di recente sui modelli medi del gruppo: Volkswagen Golf, Audi A3 Sportback e (presentata proprio qui a Ginevra) Skoda Octavia G-TEC. Insomma, un motore niente affatto esagerato, ma anzi amico dell'ambiente (le emissioni di CO2 dichiarate sono di soli 91 g/km) e del portafogli (il consumo medio ufficiale è di 3,4 kg di gas naturale ogni 100 km). Chiudiamo dicendo che la Skoda Vision C ci ha convinto, per lo stile e per il “messaggio” che vuole far passare. Ora resta solo da attendere la nuova Fabia, per capire se davvero praticità e forma si possono unire a un alto livello anche in un'utilitaria da famiglia.


Aggiungi un commento
Ritratto di PariTheBest93
5 marzo 2014 - 10:41
3
In pratica una CC/A7 per il popolo, ma rispetto a queste è più filante e spigologa, se la produrranno sarà una vettura interessante per il marchio, poiché sarebbe la prima vera (quasi) sportivetta... La Fabia RS non è che sia tutta questa sportività nell'aspetto, idem per l'octavia RS...
Ritratto di Chromeo
5 marzo 2014 - 17:27
Bella come una martellata sulle gengive
Ritratto di PariTheBest93
5 marzo 2014 - 17:39
3
Se un EMO legge il tuo commento capirà che ti piace :)))
Ritratto di Chromeo
5 marzo 2014 - 21:08
Questa è bella
Ritratto di lele31
6 marzo 2014 - 12:14
quoto ahahahahahahahahh
Ritratto di lucios
5 marzo 2014 - 20:37
4
....quest'Audi?
Ritratto di BMW_
5 marzo 2014 - 21:54
2
ben fatta, forse qualche linea presa dalla A7. .
Ritratto di evilwithin
5 marzo 2014 - 23:20
Mi sembra che da uno o due anni stiano pericolosamente usando lo stesso trattamento delle superifici (con spigoli vivi che sporgono appena da superfici leggermente curve) e le stesse proporzioni sia per VW, Audi, Seat e Skoda. Rimangono alcuni stilemi (fari, calandre, interni) e le tipologie di auto a distinguerle, ma insomma, anche solo pochi anni fa c'era molta più differenza... Non è una tendenza che mi convinca molto...
Ritratto di ilpilota
6 marzo 2014 - 13:20
Molto bella! Adesso si vede la vera svolta... sempre bravi i tecnici di Wolfburg.
Ritratto di ilpilota
6 marzo 2014 - 13:20
Molto bella! Adesso si vede la vera svolta... sempre bravi i tecnici di Wolfburg.