NEWS

È per gli amanti della pista la SRT Viper TA

19 marzo 2013

Edizione limitata a 33 esemplari per la Viper, nessuna modifica al possente V10 ma una serie di modifiche sotto pelle per divertirsi in pista.

È per gli amanti della pista la SRT Viper TA

PER POCHI - Ad un anno dalla presentazione della nuova Viper al Salone di New York, la SRT toglierà i veli ad una variante ancor più specialistica della sua supersportiva, sviluppata appositamente per la pista pur garantendo l’omologazione stradale. L’appuntamento è fissato per il 27 marzo al Jacob Javis Center di New York. Si chiama Viper TA, che, tanto per chiarire sta per Time Attack, e sarà realizzata in soli 33 esemplari, tutti verniciati con la speciale tinta Crusher Orange. 

TARATA PER LA PISTA - Se sotto il lungo cofano della SRT Viper TA frulla sempre il V10 8.4 interamente in alluminio in grado di erogare 649 CV e 813 Nm di coppia massima, sotto pelle la Viper TA riceve nuove “cure” per garantire una dinamica di marcia ancor più coinvolgente. Merito soprattutto delle sospensioni Bilstein Damptronic impostabili in due posizioni, delle nuove barre stabilizzatrici e del rinforzo strutturale nel cofano motore ora interamente in carbonio a tutto vantaggio del peso (1.520 kg il dato dichiarato) e della rigidità torsionale della Viper. I pneumatici sono dei Pirelli PZero Corsa montati su cerchi in lega ultra-leggeri Sandwinder II con finitura nera, l’impianto frenante Brembo è ancor più performante grazie all’aumentata capacità termica. 
 
 
PASSIONE ARANCIONE - Il design esterno della SRT Viper TA si arricchisce di un nuovo pacchetto aerodinamico in fibra di carbonio che include lo splitter anteriore e lo spoiler posteriore mentre l’abitacolo, dotato dei sedili Sabelt con guscio in fibra di vetro, è adornato da cuciture arancioni su cruscotto, consolle centrale, volante, pannelli porta, leva del freno a mano e del cambio. I 33 esemplari previsti saranno costruiti nello stabilimento di Conner Avenue, Detroit, a partire dal terzo trimestre del 2013, ancora nessun accenno ai prezzi.
SRT Viper
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
47
9
6
0
1
VOTO MEDIO
4,6
4.603175
63


Aggiungi un commento
Ritratto di carmelo.sc
19 marzo 2013 - 15:04
la viper è bella, c'è poco da dire, però il frontale è poco cattivo per una sportiva del genere, quello del modello vecchio era più possente
Ritratto di Delicious
19 marzo 2013 - 15:16
3
Bello il colore. Dopo questa devono assolutamente fare la versione ACR.
Ritratto di MatteFonta92
19 marzo 2013 - 15:24
3
Uhm... ora che la guardo bene, i fari di questa Viper mi sembrano praticamente identici a quelli della Corvette C7, e anche la grande presa d'aria frontale ricorda parecchio la 'Vette... sarà un caso? O si sono copiate a vicenda? Mah... comunque tra le due preferisco la Viper, ha un fascino davvero intramontabile... forse è solo un po' troppo attaccata alle tradizioni: come è possibile che nel 2013 un'auto del genere monti ancora un motore con 2 sole valvole per cilindro e con un singolo albero a camme, peraltro non in testa, ma nel basamento? Mi sembra assurdo, specialmente considerando il fatto che si tratta di un motore da 649 CV, e dunque ad altissime prestazioni. Ok attenersi alla tradizione, però il mondo va avanti, ed è da sciocchi non tenere il suo passo, per come la vedo io.
Ritratto di Chromeo
19 marzo 2013 - 15:44
E poi vista l'esclusività del modello, gli potevano fare qualche miglioramento più grosso, magari più carbonio, qualche cavallo in più o uno spoiler retrattile, comunque mi piace
Ritratto di MatteFonta92
19 marzo 2013 - 18:27
3
Sì, sul fatto che sia una bellissima auto non si discute, ha una linea stupenda, specialmente dietro... peccato, perché le soluzioni "all'antica" del motore rovinano un po' tutto l'insieme, e questa Viper sinceramente non lo merita.
Ritratto di Chromeo
19 marzo 2013 - 20:40
E' una cosa bruttissima quando un'auto che ti piace, tecnicamente non è un gran chè sopratutto se confrontata con le dirette avversarie, ad esempio la Giulietta Quadrifoglio Verde (un'auto ottima per carità) sarebbe meritata una trazione posteriore o integrale, un motore da più o meno 300 CV ed un cambio robotizzato a doppia frizione a 7 marce come quello della 4C, insomma fare concorrenza alle BMW, Subaru, Audi, Mitsubishi ecc...
Ritratto di MatteFonta92
19 marzo 2013 - 22:23
3
Beh, stando a quello che dice Marchionne i futuri modelli Alfa Romeo saranno tarati per far concorrenza ad Audi, BMW e simili. Vedremo se sarà veramente così, certo è che comunque la 4C è già un bel passo avanti.
Ritratto di Chromeo
20 marzo 2013 - 12:35
Cayman, TT RS Plus, Serie 1 M Coupè la 4C a più o meno lo stesso prezzo è avanti anni luce, e questo fa ben sperare VAI ALFA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Ritratto di AyrtonTheMagic
20 marzo 2013 - 10:44
2
La tradizione di un marchio per me è fondamentale perché lo contraddistingue in modo chiaro dal resto. Il fatto di avere 2 valvole per cilindro è legato al fatto di avere l'albero centrale nel basamento. Gli Hemi ad esempio, sono ancora così perché loro li vogliono ancora così. Sbagliato? Non lo so, so solo che con questa tipologia di motori in Nascar ci corrono raggiungendo regimi intorno ai 10000 giri! Non male direi! I pregi sono la semplicità di costruzione e la poca dispersione di potenza. Aggiungerei anche un baricentro più basso rispetto ad uno con doppio albero in testa. ciao
Ritratto di MatteFonta92
20 marzo 2013 - 11:30
3
Sarà... ma del resto agli americani non è mai importato molto dell'innovazione tecnologica, e questa Viper ne è un esempio. Per questo le supercar americane costano circa la metà di quelle europee, perché hanno soluzioni tecniche che per noi sono obsolete. E anche perché sono meno raffinate tecnicamente: per gli americani per fare un'auto dall'alta potenza basta mettere un motore da 7 o 8 litri sotto il cofano, poco importa se è sovradimensionato, per loro la cosa più importante è la coppia, e in quei motori lì ce n'è fin che si vuole.
Pagine