NEWS

Stop alle diesel Euro 3 nelle città emiliane

06 ottobre 2015

Dal primo di ottobre nelle città con oltre 50 mila abitanti dell'Emilia Romagna le auto diesel Euro 3 non possono circolare nei centri abitati.

Stop alle diesel Euro 3 nelle città emiliane
PER TUTTA LA STAGIONE - Nei centri abitati di tutti i capoluoghi di provincia della Regione Emilia Romagna, più Carpi, Imola e Cesena, il primo ottobre è entrato in vigore la nuova regolamentazione regionale della circolazione ai fini ambientali che sarà in vigore sino al 31 marzo 2016. L’aspetto più vistoso è quello che interessa le auto diesel omologate secondo gli standard Euro 3 (ed Euro 1 e 2), verso cui è scattato il divieto di circolazione nei centri abitati delle città con oltre 50 mila abitanti, che in pratica sono appunto tutti i capoluoghi di provincia più Carpi, Imola e Cesena. Le limitazioni in questione sono infatti contenute in un’ordinanza comunale così come previsto dal PAIR - Piano Area Integrato Regionale 2020, adottato dalla Giunta Regionale il 21 luglio 2014. Il PAIR è lo strumento regionale che ha come obiettivo il raggiungimento per il 2020 di livelli di inquinamento inferiori di quelli attuali e anche a quelli che probabilmente ci saranno tra un paio d’anni. 
 
DAL 2018 ANCHE LE DIESEL EURO 4 - Per la limitazione della circolazione dei veicoli diesel Euro 3 e precedenti prevede anche un calendario dettagliato per i giorni festivi. Il divieto di circolazione ha riguardato anche domenica 4 ottobre e sarà in vigore il 1° novembre, 6 dicembre, 10 gennaio, 7 febbraio, 6 marzo 2016. La circolazione sarà invece libera nelle giornate festive di martedì 8 dicembre, venerdì 25 dicembre, venerdì 1° gennaio, mercoledì 6 gennaio. Da aggiungere che la Giunta Regionale dell’Emilia Romagna ha anche già deliberato l’introduzione del divieto di circolazione delle auto diesel Euro 4 a partire dal 2018 (sempre nel periodo 1 ottobre-31 marzo). Inoltre, è da sottolineare come il PAIR preveda le limitazioni della circolazione per i comuni oltre i 30 mila abitanti, ma che per le difficoltà di attuazione pratica della regolamentazione in questi comuni i divieti sono stati introdotti solo per i comuni oltre i 50 mila. Per quelli da 30 mila a 50 mila i limiti di circolazioni scatteranno dal 1° ottobre 2016.




Aggiungi un commento
Ritratto di Flavio Pancione
6 ottobre 2015 - 13:48
7
Non importa qui il combustile, l'inquinamento, le emissioni e cose simili. È discriminazione e basta per quanto mi riguarda. Come detto sopra la strada non è questa, non bisogna sempre rompere le scatole ai cittadini. Se si hanno voglie ambientaliste e ne dubito, si punta a incentivare il mercato in una specifica direzione e non in questo modo. Con questo io non sono me di quelel parti ne ho problemi su auto o simili ma queste cose proprio non le tollero.
Ritratto di napolmen4
6 ottobre 2015 - 13:46
..quindi le VW nn possono circolare piu'?
Ritratto di italico
6 ottobre 2015 - 14:02
1
????? AHH NON LO SO .....so solo che i nostri beati governanti stanno discutendo di come rifare il senato ( ma se lo tolgono visto che non può legiferare per noi Stato ci sarabbe una spesa di meno) ma su questo argomento fanno finta di niente...a questo punto direi DI FAR RISPETTARE IL CdS ( che parla chiaro, guarda un pò) alle Autorità preposte a questo scopo!...cosi almeno qualcosa si muove.
Ritratto di Claus90
6 ottobre 2015 - 13:56
Io non riesco a capire quasi obbligare 50.000 persone a cambiare auto e se non possono permettersi una nuova auto aggiornata vanno a piedi? Non si può proprio stare tranquilli in città meglio i pesini di mare o di montagna da 500 abitanti Prima o poi questi proprietari di auto euro 3 si scocciano in quanto non possono esaurirsi a pensare di la si può circolare di la no di la si faccio un'altra strada ecc ecc
Ritratto di italico
6 ottobre 2015 - 14:47
1
vero....poi c'è una considerazione da fare che è piu drammatica e ti fa capire come ci prendono in giro e che alla fine della filiera sarà autotartassato a pagare tutto..( cioè noi)..la considerazione è ....io ho comprato un'auto euro 3 o euro 4 e nel preciso istante che l'ho comprata ho rispettato le norme UE sull'inquinamento perchè quello mi si chiedeva al momento dell'acquisto, ho una macchina omologata per circolare, sono posto con tutte le direttive possibili ed immaginabili ( pensa un pò ho comprato anche le gomme termiche rispettoso delle leggi) mo mi si viene a dire che ....non posso circolare perchè inquino? ...prima non inquinavo...adesso si????????....se andiamo sul grottesco penso ad uno che si è comprato un'euro 4 con filtro fap ( che non significa che hai un'euro 5) nel 2013 hai fatto 72 rate per comprarti la tua auto tanto sognata ....e ti ritrovi che nel 2018 la tua auto non potrà circolare in città e tu ancora stai pagando le rate!!!!!........questi non ci dormono la notte!
Ritratto di Claus90
6 ottobre 2015 - 16:18
Hai ragione, ottime osservazioni anche sul discorso esposto su, sembra quasi che ogni tot. di anni qualcuno sia obbligato a prendere un'auto nuova, ma una persona comune che prende uno stipendio normale dai 1200 ai 1800 e compra l'auto magari a rate ecc.. non può neanche avere il pensiero sai la tengo 10-15 anni e la consumo perbene, potere occulto di lobby.
Ritratto di Mattia Bertero
6 ottobre 2015 - 14:51
3
DIVIETO. Inizia la caccia alle streghe. Questa è una bella discriminazione. Invece di prendersela con i cittadini che pagano le tasse esorbitanti, che vadano a vedere se le loro industrie rispettano il livello di emissioni previste dalla legge...altro che macchine.
Ritratto di acterun
6 ottobre 2015 - 15:05
Sono anni che bloccano i diesel, le euro-0, i 2 tempi, ma l'inquinamento è un'emergenza più di prima. Tutte balle per vendere.
Ritratto di gbvalli
6 ottobre 2015 - 15:19
1
A leggere i commenti, non mi sembra che ci sia in giro molta coscienza ecologica. Pure io uso una Euro 3, ma anche una bicicletta in città, e quando ho letto la notizia mi son detto "coraggiosi gli amministratori emiliani, tutte le regioni dovrebbero fare così": qui in Veneto divieto in città alle Euro 1 e appena appena una o due domeniche all'anno senza auto, e abbiamo valori di inquinamento oltre i limiti ammessi. Circolare in auto è comodo, ma rispettare l'ambiente e ridurre il rischio di tumori per sè e i propri figli è più importante .
Ritratto di bluspazioprofondo
6 ottobre 2015 - 15:28
È questione che se si incentivassero dei mezzi pubblici economici ed ecologici, in parecchi limiterebbero l'uso della macchina in generale: chissenefrega dell'eurominchia e del modello 2016 col tablet figo, fammi spostare facendomi risparmiare e sentire ecofriendly allo stesso momento.
Pagine