NEWS

Lo strano caso di “spionaggio” tra Ferrari e Mercedes

29 novembre 2014

Durante le prove della Formula 1 ad Abu Dhabi una donna in rosso Ferrari è stata fotografata mentre riprendeva le Mercedes.

Lo strano caso di “spionaggio” tra Ferrari e Mercedes
ALTRI TEMPI - Finiti i tempi di meccanici mimetizzati con tute con scritte di case di gomme a girare nei box per occhieggiare l’impostazione delle macchine avversarie (la bonanima di Giulio Borsari, a Monza, con tuta Pirelli, negli stand dell’invincibile Mercedes di Fangio e Moss), e anche finiti i tempi di cercare tecnici del team avversario da corrompere e attendere i fax con i disegni della macchina vincente (vedi vicenda Ferrari-McLaren di non troppi anni fa). 
 
DIAMO UNA SBIRCIATINA - Ora “sbirciare” cosa fanno gli avversari lo si fa alla luce del sole. È successo all’autodromo di Abu Dhabi nei giorni dei test dopo la disputa del Gran Premio che ha concluso la stagione di Formula 1 con il successo di Hamilton e della Mercedes. E appunto le monoposto Mercedes sono state l’oggetto di interesse di una bionda Mata Hari, evidentemente in forze al Cavallino. Il fotografo spagnolo Miquel Liso (qui la sequenza di foto sulla sua pagina Twitter) ha infatti immortalato una bionda dallo sguardo molto interessato e con in mano una telecamera termica mentre inquadrava e presumibilmente filmava le monoposto Mercedes. La donna però non era vestita in modo da passare inosservata: aveva la divisa del team Ferrari. Dunque la foto ha fatto il giro del web.
 
SENZA TRUCCHI - Lo staff della Mercedes poi se ne è accorto e ha prima fatto “velo” sulle macchine per poi far allontanare la bionda, che comunque non si era intrufolata in nessun spazio vietato o riservato, ma era semplicemente sulla terrazza che corre sopra i box con vista sulla pit lane e dunque sulle monoposto. Evidentemente non per fare qualche immagine fotografica suggestiva, ma per raccogliere tutto ciò che si poteva raccogliere da quella posizione, meglio se con l’aiuto di una telecamera termica.
 
FOTOGRAFARE IL CALORE - L’apparecchio è una telecamera che riprende immagini simili a quelle che si vedono nelle pellicole negative in bianco e nero, con la particolarità di presentare colorate le parti calde, con colori che variano appunto con l’innalzarsi della temperatura delle cose filmate, dunque con le componenti delle vetture che si presentano con colori diversi. In pratica le riprese con la telecamera termica consente di “vedere” dove un motore scarica il suo calore, oppure dove un abitacolo è più caldo, oppure ancora come si surriscaldano i dischi freni, eccetera. 
 
CHE COSA INTERESSAVA? - Alla Ferrari è stato chiesto che cosa stesse filmando la bionda-cameramen. La risposta è stata laconica: niente di speciale, che se fosse vero vorrebbe dire che ancora non sanno da che parte voltarsi per capire dove nasca il gap dalla monoposto tedesca. Meglio credere che sia stata una risposta diplomatica…
Aggiungi un commento
Ritratto di Mauro Facchetti
1 dicembre 2014 - 08:31
Lo spionaggio esiste da quando esiste la formula 1....ricordo nel 99 quando ho avuto la fortuna di entrare ai box durante i test a monza che Jordan, Benetton e Sauber avevano il box aperto durante la pausa pranzo, la mclaren aveva tirato un tendone davanti all' uscita del box e la ferrari addirittura aveva giù tutta la serranda...cioè non vedo dove sia la notizia...
Ritratto di monodrone
1 dicembre 2014 - 11:41
Si copiano a vicenda da sempre. E comunque quando non sai che pesci pigliare e' normale copiare dai più forti. Ancora un bravo a Niki per i campionati vinti quest'anno. La classe non è acqua!
Ritratto di PongoII
1 dicembre 2014 - 15:02
7
Se quello è spionaggio... sembra una turista, seppur con telecamera termica... E poi che fa quella decina di meccanici Mercedes... prende l'aria? Credo che lo spionaggio sia ben altro. Chiedetelo alla McLAren nel 2007....
Ritratto di SINISTRO
1 dicembre 2014 - 17:27
3
Che la Gestapo è sempre in agguato! (Per Deckster & Ostreca)
Ritratto di alexbellodi
1 dicembre 2014 - 17:32
17
spionaggio! Rilevamenti fatti alla luce del sole!!!!!! Come giustamente scrivete lo spionaggio esiste da quando è nata la Formula 1
Ritratto di Mattia Bertero
1 dicembre 2014 - 17:37
3
...AlVolante avete scoperto l'acqua calda!! Sempre ammesso che questa bionda sia dello staff Ferrari, non ci vedo nulla di eclatante da fare una notizia per una persona che riprende con una videocamera, che tra l'altro non riprende nemmeno una vettura. Lo spionaggio (quello vero) esiste da sempre in Formula 1, tante volte si sono viste in pista macchine clone di un'altra. Magari sta piando il disegno delle divise Mercedes per darle al centro stile della Ferrari ahahahahah.
Ritratto di Mauro Facchetti
3 dicembre 2014 - 08:35
Non sapete quanti meccanici ferrari giravano per il paddok durante le prove libere a monza....almeno il doppio di quelli assunti :-) ...dal tifoso sfegatato che ha comprato la divisa intera, al turista che ha preso la maglia per ricordo al mercatino dietro i box, e tutti con la telecamera o la macchina fotografica...tutte spie???
Ritratto di osmica
1 dicembre 2014 - 18:00
Quasi da non accorgersene...