NEWS

Subaru Outback: fedele alla linea

18 aprile 2019

Debutta la sesta generazione della Subaru Outback, la wagon con sospensioni rialzate per chi non ama troppo le suv.

Subaru Outback: fedele alla linea

LA PRIMA 25 ANNI FA - Pochi altri costruttori hanno l'esperienza della Subaru con le wagon alte da terra, un genere di automobile che proprio la casa giapponese è stata fra le prime a lanciare: era il 1994 quando debuttò la prima generazione della Subaru Outback, una famigliare che avrebbe ispirato le Audi Allroad e Volvo Cross Country. Al salone di New York 2019 fa il suo debutto la sesta generazione della Subaru Outback, che al pari dei vecchi modelli ha un look votato all’avventura, per effetto delle grandi protezioni antigraffio sui fascioni, della mascherina ampliata, dei passaruota maggiorati e della luce a terra di 22 cm, superiore a tante suv. L’aspetto però rimane quello di una wagon, e della wagon la Subaru Outback ha anche il bagagliaio: la sua capacità massima è di 2120 litri e il pavimento lungo 198 cm consente di stivare anche oggetti molto lunghi.

SCHERMO VERTICALE - L’interno della nuova Subaru Outback è sobrio, come da tradizione per la casa giapponese, ma con dettagli di maggior pregio come le plastiche e il rivestimento in pelle della plancia. Tutto ciò senza dimenticare la vocazione per il tempo libero del modello: l’allestimento Onyx ha infatti sedili rivestiti con un tessuto impermeabile. Non mancano però una serie di attenzioni al comfort di bordo, come i vetri più spessi anti-rumore, i sedili riscaldabili (anche quelli posteriori) e con la ventilazione interna, 4 porte usb e 2 prese a 12 volt per ricaricare anche i pc. Con la nuova Subaru Outback debutta un inedito impianto multimediale con schermo a sfioramento di 11,6”, montato in posizione verticale nella consolle (è di serie dal primo livello di allestimento): integra la compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto per gestire gli smartphone e si può aggiornare via internet come i telefonini. Fra le dotazioni c’è anche il router wi-fi per navigare su internet sfruttando la connessione dell’auto. Caricate nel sistema multimediale ci sono le informazioni su oltre 400 parchi statunitensi, oltre a suggerimenti scritti da esperti locali.

TI “LEGGE” IN FACCIA - Sotto il “vestito” la Subaru Outback è tutta nuova rispetto al vecchio modello, perché si basa sul pianale Subaru Global Platform condiviso con le ultime Impreza e XV, più rigido della vecchia piattaforma e quindi in grado di migliorare le doti di guida: l’Outback dovrebbe rivelarsi più precisa e confortevole, perché con un telaio irrigidito le sospensioni lavorano meglio. Inedito è anche il motore a benzina con architettura a 4 cilindri contrapposti, un 2.4 turbo da 264 CV che trasferisce la potenza alle quattro ruote tramite un cambio automatico a variazione continua. La Subaru Outback è molto ben dotata sul fronte degli aiuti alla guida, perché oltre a dotazioni come la frenata automatica, il monitoraggio dell’angolo cieco e il mantenimento in corsia c’è anche l’evoluto sistema DriverFocus Distraction Mitigation System, che attraverso una telecamera a infrarossi monitora il volto del guidatore ed emette segnali visivi e sonori se sta per assopirsi. La Outback sarà in vendita negli Stati Uniti dall’autunno del 2019.

Subaru Outback
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
23
7
5
0
2
VOTO MEDIO
4,3
4.324325
37


Aggiungi un commento
Ritratto di Gwent
18 aprile 2019 - 12:43
5 volanti: L'auto perfetta. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di Roomy79
18 aprile 2019 - 22:55
1
Stupenda, ma non potevano montare delle barre un po piu snelle e sobrie? Rovinano tutta la linea di cintura che invece sarebbe pulita e perfetta
Ritratto di ELAN
19 aprile 2019 - 09:42
1
Si dovrebbe bilanciare col brancardo, solo che nelle foto è in ombra e non risalta.
Ritratto di ELAN
19 aprile 2019 - 09:42
1
dovrebbero (le barre)
Ritratto di Fr4ncesco
18 aprile 2019 - 13:00
2
Da noi è un modello di nicchia, in Australia, Nuova Zelanda, Scandinavia, è molto apprezzata e negli USA vende più delle VW. Del resto è un pratico e robusto modello adatto a condizioni estreme, perfetta per quei posti dove si sta a - 15 e neve per 4 mesi o dove terreni e distanze diventano difficili. Le vendite alle nostre latitudini sono limitate principalmente dai consumi visto che la trazione integrale permanente non è sempre un'esigenza. Riguardo nella fattispecie l'auto, non stupisce esteticamente ma la ritengo molto godibile, adesso più elegante.
Ritratto di francesco.87
18 aprile 2019 - 13:01
ho sempre criticato la subaru per fare auto sempre uguali, ma qui devo fare complimenti, dentro e fuori ben fatta, profilo molto bello
Ritratto di FiestaLory
18 aprile 2019 - 13:03
La Outback ha sempre avuto un fascino tutto suo. È una World car ma non nel senso negativo attuale, bensì perché mantiene una forte identità in ogni zona del globo: aspetto avventuriero ma discreto, solida ma non grossolana: ha qualità effettive, agli antipodi rispetto ai plasticoni posticci ad obsolescenza precoce di oggi: 5 volanti sentiti.
Ritratto di nik66
18 aprile 2019 - 13:15
secondo me è seconda solo alla land rover defender
Ritratto di mika69
18 aprile 2019 - 14:48
In che senso ? Come le compari?
Ritratto di Dr.Torque
18 aprile 2019 - 13:29
Auto concreta, solida, ben realizzata. Poca moda e tanta sostanza come testimonia il successo sui mercati che hanno esigenze pratiche reali. Poi non oso pensare cosa è in grado di fare con il boxer da 264 cv!
Pagine