NEWS

Sulle BMW presto la strumentazione digitale

18 aprile 2018

La casa tedesca ha mostrato il suo nuovo sistema operativo per il cruscotto, più evoluto di quello presente oggi su alcuni modelli.

Sulle BMW presto la strumentazione digitale

ADDIO LANCETTE - Gli amanti della classica strumentazione a lancette dovranno rassegnarsi, visto che la BMW ha deciso di seguire la strada “tracciata” da altri costruttori e puntare sul cruscotto digitale, uno schermo ampiamente configurabile e ricchissimo di funzioni al posto degli strumenti analogici. La casa tedesca ha parlato di questa e altre novità durante il Digital Day 2018, una giornata in cui ha mostrato le novità tecnologiche attese nei prossimi anni. Fra queste c’è proprio il BMW Operating System 7.0, un quadro strumenti anticipato da alcune ricostruzioni grafiche che appare molto più personalizzabile e “ricco” di quello odierno.

PIÙ INFORMAZIONI - Alcune BMW ospitano già uno schermo nel cruscotto, ma questo è racchiuso all’interno di cornici vere che danno l’impressione di avere davanti agli occhi i classici strumenti a lancette. Ciò cambierà con l’Operating System 7.0, stando a quanto anticipato, visto che il quadro sarà interamente digitale e verrà disegnato per integrare la mappa della navigazione satellitare fra gli strumenti digitali di tachimetro e contagiri. Le immagini mostrano sia la versione sportiva del cruscotto, con dettagli di colore rosso, ma anche le schermate per le altre modalità di visualizzazione. Non è chiaro al momento quanto sarà grande lo schermo. 


Nel disegno in alto l'aspetto del cruscotto digitale delle future BMW, qui sopra una schermata del sistema multimediale al centro della plancia.

A PORTATA DI DITO - La BMW ha anticipato inoltre che presto aggiornerà anche il sistema multimediale nella consolle centrale, migliorando la reattività dei comandi a sfioramento e suddividendo il menù in 10 pagine personalizzazione: in questo modo il guidatore potrà richiamare più velocemente le informazioni di cui ha bisogno. A differenza di altri costruttori, che hanno deciso di eliminare del tutto pulsanti e rotelle, il costruttore bavarese manterrà anche nell’evoluzione del suo sistema multimediale il classico rotore per “navigare” fra i menù. I primi modelli a ricevere le novità saranno quelli più costosi, ovvero la coupé Serie 8, la suv di lusso X7 e l’aggiornamento dell’ammiraglia Serie 7.

AUTO “PARLANTI” - In parallelo a queste migliorie la BMW sta lavorando anche per affinare il sistema di avvisi in tempo reale, che oggi invia alle auto compatibili informazioni su incidenti, nebbia, ghiaccio, pioggia forte e avvisa quindi il guidatore sui pericoli nel tratto di strada da percorrere. Nel 2018 diventeranno ancora più precise le allerte di traffico intenso, che terranno in conto anche l’entrata in funzione delle frecce d’emergenza, mentre il sistema multimediale sarà in grado di ricevere alcuni messaggi da una centrale, ad esempio quello di creare un corridoio per i veicoli di soccorso. La BMW è al lavoro inoltre sui collegamenti ad internet di bordo del tipo 5G, in grado di trasferire una grande quantità di dati al secondo per far “comunicare” l’auto con altre vetture o con parcheggi, semafori o caselli. L’obiettivo è implementare questa tecnologia non appena saranno pronti i ripetitori adatti.

Aggiungi un commento
Ritratto di IloveDR
19 aprile 2018 - 09:07
4
i tempi cambiano, il mondo si evolve, la meccanica delle emozioni appartiene a decenni ormai passati...la migliori Case Automobilistiche si orientano sempre più verso la Digitalizzazione delle emozioni...
Ritratto di MAXTONE
19 aprile 2018 - 10:33
Quando gli ologrammi che stanno mettendo a punto Lexus e Mercedes saranno realtà le strumentazioni digitali saranno opere da modernariato anni 70/80. E allora l'analogico di una vera youngtimer, che nel frattempo sarà divenuta oldtimer, sarà la vera unica alternativa.
Ritratto di tramsi
19 aprile 2018 - 20:58
Ci sta lavorando anche BMW, che ha già presentato il prototipo un anno e mezzo fa.
Ritratto di mika69
19 aprile 2018 - 09:29
Mi piacciono queste nuove tecnologie. +++
Ritratto di mika69
19 aprile 2018 - 09:30
Da Subarista dovrò aspettare il 2038 prima di vedere un digitale su una loro auto... :-)))
Ritratto di Pellich
19 aprile 2018 - 10:03
Ne' più nè meno, la risposta BMW al sistema MBUX della Mercedes, appena introdotto sulla nuova Classe A.
Ritratto di alex_rm
19 aprile 2018 - 12:43
Prima di merecedes hanno usato i display digitali Citroën-PSA(2 anni fa ho guidato un C4 Picasso con display digitale importabile e tutti i comandi touch screen in un altro display centrale)nel cruscotto ed Audi-VW.
Ritratto di Pellich
19 aprile 2018 - 17:35
anche la Tipo nel 1988.. qui si parla di infotainment integrato di livello ..
Ritratto di alex_rm
20 aprile 2018 - 10:51
Tralasciando la tipo dgt del 1988(avuta in famiglia)che aveva dei semplici led tipo le radiosveglie digitali ma faceva effetto a suo tempo il primo il primo infotainment di un certo livello è stato quello sulla C4 Picasso il quale ospitava un display penso lcd regolabile con i vari tipi di rappresentazione dei valori di velocità e contagiri,mappe per navigazione a colori,foto,messaggi telefono,ecc oltre allo schermo lcd-touch screen centrale per le funzioni di navigatore,multimedia,clima.poi in seguito è arrivato il virtual cockpit Volkswagen e adesso c’è il mbux della Mercedes e poi ci sarà quello bmw.Industrialmente i prezzi di questi sistemi sono molto bassi(un tablet costa 100 euro)e tutti i costruttori li utilizzeranno e già sono installati su tutte le auto cinesi vendute in Cina.E non è che sia fatto da Audi Mercedes o bmw sia migliore ma costerà di più solo per il fatto che loro vendono gli accessori a prezzi gonfiati.
Ritratto di Fdet_
19 aprile 2018 - 10:09
Sarà ora che svecchino anche il design degli interni? Volante, plancia ma in generale tutta l'impostazione va rivista. Speriamo che introducano nuove soluzioni con la serie 3.
Pagine