NEWS

Tata Hexa: destinazione Europa?

5 febbraio 2016

La nuova Hexa è una suv che evidenzia lo sforzo dell'indiana Tata per raggiungere più elevati standard qualitativi.

Tata Hexa: destinazione Europa?
PER ORA IN INDIA - Potrebbe arrivare anche da noi la Tata Hexa, visto che la concept da cui deriva ha fatto capolino lo scorso anno al Salone di Ginevra: per adesso, il debutto è avvenuto all’Auto Expo il salone dell'auto di Nuova Delhi. La veste definitiva della Hexa è quella di una suv lunga 476 cm dalle linee squadrate, con un’evidente parentela con la monovolume Aria: il risultato finale è quello di un certo squilibrio visivo tra le proporzioni del frontale e della coda: davanti lo sbalzo è decisamente ridotto, dietro sin troppo abbondante. Non mancano, tuttavia, alcuni elementi di stile che si avvicinano alle suv più moderne, dai fari a Led ai doppi scarichi integrati nel paraurti posteriore. Completano il quadro vistose protezioni plastiche su passaruota e sottoporta.
 
SEI AIRBAG - Gli interni sembrano confermare una certa vocazione ai mercati non solo domestici della Tata Hexa: c’è un sistema multimediale con schermo di 5” e comandi tattili di provenienza Harman; il sedile del guidatore prevede otto diverse regolazioni; il comparto audio è a firma JBL e prevede 10 altoparlanti, e non manca nemmeno l’illuminazione interna commutabile su otto differenti tonalità. Nell’esemplare che sarà presentato in patria, ci sono anche gli interni in pelle, la retrocamera e il cruise control; l’equipaggiamento relativo alla sicurezza prevede sei airbag, ABS, controllo elettronico di stabilità e di trazione - imprescindibili per i mercati più evoluti.
 
400 NM DI COPPIA - Sotto il cofano della Tata Hexa c’è un motore i cui dati di targa sono in linea con le aspettative: un turbodiesel 2.2 accreditato di 156 CV di potenza e 400 Nm di coppia massima, accoppiato a una trasmissione con cambio manuale a 6 marce o automatico con analogo numero di rapporti. Non mancheranno neppure quattro modalità di guida (automatica, confort, dinamica più una riservata al fuoristrada): in India la Hexa sarà in vendita nella seconda metà dell’anno. In Europa potrebbe arrivare (con il beneficio del dubbio) nel 2017.
Tata Hexa
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
2
2
1
5
VOTO MEDIO
2,1
2.1
10


Aggiungi un commento
Ritratto di armyfolly
5 febbraio 2016 - 11:48
Il risultato finale è una rivisitazione di un'auto di fine anni 90. Nemmeno troppo male se il prezzo per la 2.2 Full Optional sarà intorno ai 20.000 euro.
Ritratto di armyfolly
7 febbraio 2016 - 13:06
Dipende dai punti di vista. Percorro quotidianamente 50km al giorno, in solitaria, di strade trafficate. La mia umile utilitaria consuma meno, si parcheggia meglio, è più veloce e scattante, paga meno di bollo e assicurazione.
Ritratto di Co_Bra
5 febbraio 2016 - 12:16
Fa un po' verso a certe Peugeot nel frontale, ma nel complesso non male
Ritratto di Davide-S
5 febbraio 2016 - 12:38
1
A me ricorda il Vitara... cmq la linea, tutto sommato, è carina.
Ritratto di maxstilo
5 febbraio 2016 - 12:54
Ma che novità è? È la peugeot 4007, con lo stesso motore da 156 cv. Che vergogna non lo scrivete nemmeno nell'articolo. Poi volevo aggiungere che delle ultime news 7/8 sono suv che francamente non sentivamo la necessità di vedere in vendita.
Ritratto di maxstilo
5 febbraio 2016 - 13:07
Ma i tagliandi si fanno presso i meccanici peugeot??
Ritratto di maxstilo
5 febbraio 2016 - 13:17
Solo il pianale è della Land Rover Freelander (di proprietà di tata group) tutto il resto è peugeot.
Ritratto di maxstilo
6 febbraio 2016 - 06:05
Ma se non si dice che è una 4007/c-crosser/outlander, a cosa serve un forum di appassionati d'auto?? Io mi sono inscritto per scambiare pareri e non per offendere persone che non conosco come fai tu.
Ritratto di theone87
5 febbraio 2016 - 16:27
beh non male, carian dentro e fuori, ad un buon prezzo venderebbe
Ritratto di FRANCESCO31
5 febbraio 2016 - 18:00
3 anni fa Tata aveva avuto l' offerta dalla Ford x l'acquisto della Mazda , hanno rifiutato , x me hanno fatto male. Io avrei fuso le 2 aziende, usato solo il marchio Mazda e costruito auto di livello medio-premium
Pagine