NEWS

Primi problemi tecnici per la Tata Nano

22 ottobre 2009

Possibili guai per la Tata Nano, l'auto del popolo del ventunesimo secolo. Alcuni esemplari hanno preso fuoco a causa di un corto circuito. Ma la Casa precisa: "il nostro richiamo è solo una misura precauzionale".

A RISCHIO INCENDIO - La Tata Nano, l'auto del Costruttore indiano che vanta il primato di essere la più economica al mondo, ha dei problemi elettrici che potenzialmente potrebbero causare un incendio a bordo. Almeno tre vetture hanno infatti preso fuoco a causa di un corto circuito al motorino di accensione.

A far dubitare che il problema non fosse casuale, ma che riguardasse un difetto di fabbrica, è il fatto che l'incidente sia stato registrato in almeno tre vetture vendute in diverse parti del paese (la Tata Nano è venduta per ora solo in India).

 

Tata nano 06Tata nano 05
Due versioni della Tata Nano: a sinistra la "Luxury", a destra la "Standard".

PARTITO IL RICHIAMO - Proprio per prevenire altri problemi, la Tata ha programmato un richiamo su alcune vetture già in circolazione. La Casa ha però voluto fare delle precisazioni in merito al problema. Un suo portavoce ha infatti riferito alla stampa indiana che la Tata “non crede che questo sia un problema generale, per questo non abbiamo eseguito un richiamo globale. I controlli approfonditi sono solo una misura precauzionale”.

 

Tata nano 08
Gli interni della Nano.

UN SUCCESSO A METÀ - La Nano, che in India costa l'equivalente di circa 1.700 euro e che è stata voluta fortemente dal presidente del Gruppo indiano, Ratan Tata, fino ad ora non si è rivelata il successo preventivato. Gli ordini sono stati inferiori alle aspettative e molti indiani, che avevano prenotato l'auto, si sono tirati indietro.

In India una parte dell'opinione pubblica critica la Tata Nano perché, a fronte di un prezzo basso, il Costruttore indiano avrebbe risparmiato troppo sui materiali.

Tata Nano
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
1
1
2
37
VOTO MEDIO
1,3
1.261905
42
Aggiungi un commento
Ritratto di Nicknos
22 ottobre 2009 - 18:08
Con un prezzo del genere era prevedibile un bug del genere...immagino l'ira di quei 3 possessori che hanno dovuto lavorare sodo per averla
Ritratto di Oscar
22 ottobre 2009 - 19:53
va bè ke la tata non è oro però con quel prezzo..... in ogni caso immaginatevi che avete l'auto nuova e poi appena portata a casa....... va a fuoco!!!! comunque io non la vorrei, è una BARACCA!!!
Ritratto di Puglio
22 ottobre 2009 - 21:25
6
Sono 4 lamiere in tutto è normale che sia poco sicura. E poi linea ed interni non sono un granche. Anche se costa come un motorino non è accettabile. Con gli stessi soldi si può comprare un'auto usata che abbia degli interni decenti, che sia più sicura e con motori più potenti. Non bisognerebbe nemmeno nominarla, da cartare, ALL'ISTANTE!!!
Ritratto di drago
23 ottobre 2009 - 09:11
Io non capisco perchè se ne parla solo male di quest'auto e perchè non la fanno entrare in europa ...forse in un momento di crisi come questo se ne venderebbero troppe? Le case automobilistiche europee, sono loro che ne bloccano l'ingresso nel nostro paese!! paura hee??Vogliono la torta tutta per loro!
Ritratto di Al86
23 ottobre 2009 - 11:06
Tutte le auto nuove hanno dei problemi (persino le marche più blasonate) certo che però prendere fuoco non è esattamente come un piccolo difetto o malfunzionamento. Per quanto riguarda le rifiniture, per 1700€ non ci si può certo aspettare finiture di lusso, neanche le auto cinesi costano meno; sicuramente se si cerca tra le auto usate si trova di meglio per quel prezzo, ma sono comunque auto anziane con parecchi chilometri, non euro IV e tutti i possibili rischi dell'acquisto di un usato (personalmente sceglierei comunque l'auto usata), ritengo che la nano sia adatta ad un pensionato che con poco si porta a casa un' "auto" che va bene per andare a fare la spesa o al circolo degli anziani.
Ritratto di hrc
23 ottobre 2009 - 11:11
Forse c'è un errore di fondo in alcuni commenti che ho letto : 1700 euro è l'equivalente in valuta locale ma non corrisponde al nostro potere d'acquisto . Se mai venisse commercializzata in europa ,al di là delle modifiche per rientrare nella nostra normativa , non costerebbe così poco . 1700 dei nostri euro per un indiano rappresentano una bella somma !
Ritratto di Al86
23 ottobre 2009 - 11:52
Se dovesse essere commercializzata in europa non sarebbe praticamente più la stessa auto perchè per rispettare le nostre normative dovrebbero cambiare gli interni per poter aggiungere airbag e altro e dovrebbero renderla molto più sicura per poter essere omologata e tutto questo ha un costo; il mio precedente commento è riferito al modello indiano così com'è, non ad un ipotetico modello "europeizzato"
Ritratto di bombolone
23 ottobre 2009 - 19:14
Ma certo, in Europa una macchina come questa non costerà meno di 6.000 euro.
Ritratto di komoguri
24 ottobre 2009 - 17:05
Inizialmente, vedendo le fotografie tra la versione Standard e Luxury mi è venuto da ridere. Perché mi son detto: ma dove và la gente con quella scatoletta del tonno con le ruote? Poi però mi è sovvenuto che questa macchina è destinata, per ora, al solo mercato indiano. E per loro che sono sempre andati in giro coi risciò o con le biciclette (con 3 o 4 persone sopra), la Tata Nano è un lusso. Un pò come la 500 degli anni '60 per noi italiani. Però che succedano certe cose proprio...assurdo! Già costa poco...però prestare più attenzione alla progettazione al fine di garantire l'incolumità degli acquirenti, sarebbe opportuno.
Ritratto di Montreal
27 ottobre 2009 - 11:25
butta tutto....0 parole....