NEWS

La Tata Vista elettrica arriva per l’estate

21 gennaio 2011

La casa automobilistica indiana ha annunciato l’introduzione della Tata Vista EV elettrica. Prodotta in Inghilterra, sarà inizialmente offerta alle flotte e dal 2012 anche ai clienti privati.

La Tata Vista elettrica arriva per l’estate

COMMERCIALIZZAZIONE - La Tata ha annunciato che, a partire dall’estate, partirà la commercializzazione della Vista EV in Gran Bretagna ed in altri Paesi europei. Inizialmente, l’utilitaria elettrica indiana sarà destinata solo alle flotte, mentre il lancio per la clientela privata partirà ufficialmente nel 2012, dato che la realizzazione dei servizi post-vendita dedicati è ancora in fase di sviluppo.

GIÀ CONSEGNATI 25 ESEMPLARI - Tuttavia, i primi 25 esemplari della Tata Vista EV sono stati consegnati lo scorso mese di dicembre al Technology Strategy Board. Inoltre, il dipartimento dei Trasporti britannico ha inserito la Vista EV nel gruppo di automobili che beneficiano dei sovvenzionamenti governativi. Infatti, fino a marzo 2012, sono previsti 5.000 euro di sconto per chi acquista una Tata Vista EV.

tata_vista_ev_02.jpg

CARATTERISTICHE - La Tata Vista EV elettrica è omologata per 4 passeggeri e, secondo il costruttore indiano, raggiunge i 115 km/h di velocità massima e ha un’autonomia di 180 km. La vettura è prodotta dalla britannica TMETC, acronimo di Tata Motors European Technical Center, ovvero la divisione europea della casa automobilistica indiana. In futuro, la Tata Vista EV sarà commercializzata anche in Asia, visto il grande interesse suscitato dall’auto al Motor Expo 2010 di Bangkok, in Thailandia.

> Saperne di più della Tata Vista

Aggiungi un commento
Ritratto di armyfolly
21 gennaio 2011 - 13:31
insieme alla macchina...
Ritratto di Mister Grr
21 gennaio 2011 - 14:02
mi chiedo perchè il gruppo fiat non ci stia pensando all'elettrico...mah.
Ritratto di apm
24 gennaio 2011 - 10:50
Stanno lavorando per la 500 elettrica grazie alla collaborazione con Chrysler. Ma finchè per produrre elettricità si inquina quanto una macchina a motore termico, i vantaggi sono solo monetari, annullati dal prezzo elevato della vettura, tutto sto vantaggio alla fine io non lo vedo
Ritratto di allocco
21 gennaio 2011 - 18:49
Con le Citroen, Peugeot e Nissan, queste sono le auto proposte da alcune industrie auto. Il futuro dirà quanto potrà essere accettabile la soluzione elettrica pura: sono necessarie strutture per il rifornimento di energia elettrica e il noleggio mi sembra la forma migliore per introdurle. Io però intanto mi affido alle ibride: con la mia Prius ho percorso 170000 km consumando sempre meno di 5 litri/100 km con autonomia di 900 km. La mia prossima sarà ancora una ibrida, ma aspetto l'uscita delle nuove Opel , Honda , Toyota e Hyundai che si svilupperanno in questa direzione. Per favore, lasciamo perdere le Porsche, le Lexus e le Ferrari ibride che sono alla portata dei neo ricchi che assimilo ai russi e ai cinesi (parere personale) ai quali del consumo non gliene frega niente.