NEWS

Thierry Bolloré è il nuovo ceo della Jaguar Land Rover

di Fabio Madaro
Pubblicato 28 luglio 2020

Ex Michelin e Renault, il manager francese guiderà la ristrutturazione e il rilancio del gruppo inglese controllato dall’indiana Tata.

Thierry Bolloré è il nuovo ceo della Jaguar Land Rover

LA TATA HA DECISO - È di queste ore la notizia che l’ex ceo di Renault, Thierry Bolloré (qui sopra in una foto di repertorio), è stato nominato il nuovo amministratore delegato del gruppo Jaguar Land Rover. L’incarico diventerà ufficiale a partire dal prossimo 10 settembre e Bolloré, manager francese di 57 anni, prenderà il posto di Ralf Speth che resterà comunque all’interno del gruppo britannico come vice presidente non esecutivo. La decisione maturata in questi giorni dai vertici di Tata Motors, gruppo indiano che detiene il controllo della Jaguar Land Rover, è un chiaro segnale della volontà di cambiare registro il più velocemente possibile in un periodo piuttosto difficile per Jaguar e Land Rover.

UN MOMENTO DIFFICILE - Thierry Bolloré è una vecchia conoscenza del mondo automotive e negli anni ha ricoperto diversi incarichi, l’ultimo dei quali terminato con il suo allontanamento da Renault nell’ottobre del 2019 che, si disse all’epoca, in qualche modo fosse legato alla sua poco gradita vicinanza con Carlos Ghosn. Per Bolloré si tratta comunque di un impegno particolarmente difficile e non privo di ostacoli, considerando appunto le difficoltà che stanno colpendo la Jaguar Land Rover. Che esce particolarmente provata dal primo semestre del 2020 con la forte contrazione delle vendite in Cina, seguite dal calo in Europa e in Nord America nel periodo più acuto della pandemia. Insomma una situazione complicata che ha significato la chiusura dell’anno fiscale al 31 marzo scorso con perdite pari a 465 milioni di euro.





Aggiungi un commento
Ritratto di 82BOB
28 luglio 2020 - 18:38
Mi sa che gli piacciono le sfide...
Ritratto di marcoluga
28 luglio 2020 - 19:19
1
Comunque non comprerò ne’ una Jaguar ne’ una Land Rover. Preferisco altri marchi.
Ritratto di otttoz
29 luglio 2020 - 08:03
In periodo di crisi dovrebbe prendere duemila euro al mese
Ritratto di Giuliopedrali
29 luglio 2020 - 12:45
Riescono ormai a vendere solo SUV come qualsiasi marchio cinese o coreano molto più economico, anche se secondo me sono notevoli come design però scontano una certa fama di scarsa affidabilità, cioè Land Rover vende ed è specializzata in SUV e veri 4x4 però anche Haval ormai, e Jaguar non riesce a vendere berline o sportive come la triade tedesca, quindi un bel grattacapo per questo Bolloré.