NEWS

Torna la Fiat 600 in una concept della Seat

04 maggio 2017

Per i 60 anni della Seat 600 la casa spagnola realizzerà una concept derivata dall'originale, che era basata sulla Fiat 600.

Torna la Fiat 600 in una concept della Seat

L’AUTO DEL BOOM - Dai primi Anni 50 al 1982 la Seat ha costruito automobili su licenza della Fiat, avvalendosi così di un partner molto solido per ricevere modelli già pronti e collaudati. Una di queste vetture è stata la Seat 600, utilitaria del 1957 basta sulla Fiat 600, che restò in produzione fino al 1973 e diventò un modello fondamentale nel processo di boom economico vissuto in Spagna dopo la fine della Guerra Civile. La Seat 600 compie 60 anni nel 2017 e viene coinvolta in una operazione “amarcord”, che la Seat ha in programma durante il Salone dell’automobile di Barcellona (11-21 maggio): nel corso della rassegna verrà esposta la 600 BMS, modello di stile realizzato a partire da una 600 D.

SI RIFÀ IL TRUCCO - La Seat 600 BMS, della quale la casa ha diffuso un disegno (qui sopra), mantiene lo stile e l'impostazione meccanica della vettura d’origine, a partire dalle ruote fino all’impianto frenante, ma è stata riverniciata e adotta particolari specifici: all’esterno sono presenti adesivi color arancione, il logo 600 ha un disegno più accattivante e nell’abitacolo si trovano rivestimenti in pelle di qualità superiore. La Seat 600 BMS conserva però il tetto apribile e le portiere apribili controvento, dotazioni previste sulla più ricca D (il tetto era optional), lanciata nel 1963 con un motore a 4 cilindri maggiorato rispetto alla 600 (767 cc e 25 CV contro 633 cc e 21 CV) e prestazioni più elevate: la velocità massima raggiunge i 108 km/h dai 95.



Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
4 maggio 2017 - 14:53
2
Grande auto che ha motorizzato diversi Paesi, qui per chi la 500 stava "stretta". Bella iniziativa, sarebbe ancora più bello se realizzassero una piccola serie limitata di questi modelli restaurati e personalizzati dalla casa madre.
Ritratto di AMG
4 maggio 2017 - 19:38
Già, la qual cosa non mi dispiacerebbe affatto... Creare un mercato di nicchia che riprende le forme fedelissime delle auto d'epoca (con una dote meccanica più moderna però) del passato. Una cosa come succede con le moto con le cafe racer per intenderci.
Ritratto di Fr4ncesco
5 maggio 2017 - 01:08
2
Per le auto forse è più complesso o più ostico per le omologazioni ecc. Almeno qui, in America tra restomod, hot rod ecc è una vera realtà parallela.
Ritratto di FiestaLory
6 maggio 2017 - 14:41
@AMG Condivido
Ritratto di nicktwo
4 maggio 2017 - 14:59
con motore e trazione posteriore fu, con i dovuti relativismi, una specie di porsche alla portata economica di tutti... fra le varie fiat ancora sulla cresta dell'onda dopo interi mezzi secoli come non ricordare poi la 124 ancora prodotta in russia fino a giusto qualche anno fa sotto marchio lada? ...mi torna sempre a galla memorialmente nei vari video che spesso i russi fanno al volante (e poi si ritrovano in rete) se ne vedono con una certa frequenza e nella sua linearita' estetica fa ancora la sua proca figura... saluti
Ritratto di CiccioBe
4 maggio 2017 - 16:56
Strano che non parli della Giulia....sei a dir poco ridicolo.
Ritratto di massimo curno
4 maggio 2017 - 15:02
grande bella idea quella di FIAT, complimenti, dal restyling della 500 in poi ha sbagliato ben poche macchine. Ora bisognerà vedere se oltre al vintage le motorizzazioni che hanno usato siano al passo con le case straniere.
Ritratto di autolog
4 maggio 2017 - 16:37
L'idea è di Seat, Fiat non c'entra nulla
Ritratto di massimo curno
10 maggio 2017 - 12:45
chiedo venia
Ritratto di pad
4 maggio 2017 - 15:24
Fosse per me alla seat farei fare solo queste tipo di auto
Pagine