NEWS

Tornano i Tutor: per la Cassazione sono legali

Pubblicato 17 agosto 2019

Autostrade ha dichiarato che i Tutor saranno di nuovo attivi già a partire dai primi giorni di settembre.

Tornano i Tutor: per la Cassazione sono legali

OK DALLA CASSAZIONE - Torna ufficialmente il sistema Tutor di misurazione della velocità media in autostrada. A comunicarlo è direttamente Autostrade per l’Italia, che fa riferimento a quanto stabilito dalla Corte di Cassazione la quale ha ritenuto infondati i motivi per i quali la Corte di Appello di Roma, in data 10 aprile 2018, aveva accertato la contraffazione del brevetto del sistema da parte di Autostrade per l’Italia ai danni della piccola azienda toscana Craft, ordinando la distruzione di tutte le attrezzature esistenti gestite da Autostrade costituenti violazione del brevetto.

DUE TUTOR - Autostrade nel frattempo aveva sanato la situazione introducendo il SICVe PM, una sorta di evoluzione del Tutor. La parziale riattivazione dei dispositivi è quindi avvenuta sostituendo al precedente sistema Sicve il SICVe PM. Con questo, nell'ultimo anno, fino al recente pronunciamento della Cassazione, si sono potuti presidiare 420 chilometri di autostrade a fronte dei 2500 monitorati col Tutor. Facendo riferimento alla sentenza della Corte di Cassazione, Autostrade per l’Italia ha comunicato di essere già al lavoro per il ripristino dei Tutor (che si andranno ad integrare a quelli già attivi che utilizzano il sistema SICVe PM), che molto probabilmente saranno funzionanti a partire dai primi di settembre su circa 1000 km di tratte autostradali.





Aggiungi un commento
Ritratto di Pavogear
20 agosto 2019 - 13:31
@mbutu guarda che a me di essere ribelle non importa proprio niente, e ancora meno mi importa di essere figo. Semplicemente trovo assurdo il limite di 130 in autostrada e in ogni caso, se me lo concedi, di sicuro andare a 160 è più divertente, o meno noioso, di andare a 130. Tutto qui
Ritratto di Mbutu
20 agosto 2019 - 18:13
Pavogear, io posso concederti tutto quello che vuoi. Resta il fatto che le autostrade non sono fatte per "divertirsi e provare emozioni alla guida". Ci sono altri luoghi per farlo. Pretendere di correre in autostrada perché amanti della velocità è come se i cacciatori chiedessero di poter sparare ai piccioni in piazza San Marco o gli sciatori volessero fare slalom dalle scale di piazza di Spagna. Poi, come ho già ripetuto mille volte, si può anche discutere su quale sia il miglior equilibrio fra sicurezza ed esigenze di mobilità. Ma il focus deve essere quello, non il divertimento o l'emozione.
Ritratto di Pavogear
20 agosto 2019 - 20:02
@Mbutu sinceramente io non vedo un grande pericolo nel correre oltre i 130, anche perché non mi metterei certo a correre in mezzo al traffico. L' autostrada senza limiti di velocità potrebbe essere ugualmente sicura. Solo un pazzo si metterebbe a correre a zig zag tra le corsie superando tutti in pieno traffico, ma questo lo può fare anche andando a 130 con il resto del traffico che procede a 110 solo per fare un esempio. Io quando corro oltre i 130 lo faccio se non ci sono troppe auto, o quantomeno quando in corsia di sorpasso ho una visibilità molto buona su ciò che accade e non mi sognerei mai di cercare di correre quando è pieno di auto, a meno che tutte quelle auto non procedano a velocità simili alla mia. Inoltre se sono sulla corsia di destra non vedo problemi nel vedermi superare da qualcuno che sfreccia a 170 mentre io magari sono a 120, perché comunque non mi crea fastidio. Se devo buttarmi in corsia di sorpasso guardo e se vedo che da dietro sta arrivando qualcuno molto velocemente non mi butto. Ora, mi si può replicare che non tutti guardano gli specchietti e quindi aumentare la velocità è un fattore di pericolo e in parte è vero, ma ciò non toglie che in quel caso la colpa del pericolo che si viene a creare non è di chi viaggia oltre il limite, ma di chi non presta attenzione. Stesso discorso per chi corre e non presta attenzione al flusso del traffico. Io forse sarò troppo anticipato nelle frenate, ma appena vedo un'auto frenare in autostrada, a prescindere dalla velocità che sto facendo, alzo il piede anche se sono a grande distanza in modo da avere tutto il tempo per rallentare ed eventualmente fermarmi in sicurezza. Tutto questo per dire che una velocità fatta con testa non crea pericolo e allo stesso tempo chi preferisce un' andatura tranquilla può rimanere lontano dai guai
Ritratto di Mbutu
20 agosto 2019 - 22:45
Pavogear, di nuovo, io dico solo che nello stabilire a che velocità si debba andare su una strada il fattore "emozione/piacere" non debba essere preso in considerazione. E sei tu che ne hai parlato nel tuo primo intervento. Ti ho poi fatto notare l'incongruenza di appellarsi a quel fattore parlando di guida in autostrada. A maggior ragione se poi la tua guida in autostrada è quella che hai descritto che è tutto tranne che "emozionante" (e lo considero un pregio, sia chiaro). Riguardo al tuo specifico caso poi non dico nulla (e nemmeno mi interessa farlo) perché non ha importanza mettere in dubbio che tu sia una persona assennata ed un bravo guidatore. Quello che conta è solo che resta scientificamente provato che la velocità, anche laddove non è la causa primaria di incidenti, ne è un moltiplicatore degli effetti. E visto che gli incidenti capitano (anche alle persone assennate ed ai bravi guidatori) per mille motivi che senso ha farli diventare più gravi? Per consentire a te o a me di risparmiare pochi minuti su un tragitto di centinaia di chilometri? Permettere al multibabbeo di prendere una multa più bassa quando avrà la patente? Dirottare il complottismo del disagiato su qualche altra congiura dei poteri forti che dia un senso alla sua esistenza? Personalmente preferisco sciropparmi i limiti e poi pagarmi le giornate in pista per fare sul serio quello che mi piace.
Ritratto di Thunder1
21 agosto 2019 - 14:46
1
Hai capito Pavogear, sulle autostrade italiane puoi tranquillamente usare il cellulare, non mantenere le distanze di sicurezza, guidare drogato o ubriaco, usare le gomme lisce con ammortizzatori da buttare e freni usurati. Tanto mbutino non ti dirà niente, ma se provi a superare i 130 guaaaaiiii!!!! Allora mbutino si scatena passando intere giornate a commentare. Da nomunque che a mbutino non basta solamente rallentare le auto in autostrada occupando inutilmente la corsia di sorpasso, col suo chiodo frullante cvt va anche in pista a fare traffico, povere le persone che se lo beccano nel turno insieme, fino a quando qualcuno non lo speronerà...
Ritratto di supermax63
26 agosto 2019 - 02:29
Ridicolo l'accanimento al CVT
Ritratto di DavideK
20 agosto 2019 - 20:30
@Mbutu: nel mondo libero potersi comportare da persone normali, e non da carcerati in un campo di prigionia a cielo aperto, è giusto, sacrosanto, e proprio nulla di cui doversi vergognare. Tu preoccupati invece di non voler imporre a tutti, con la prevaricazione, le tue fobie fuori dalla realtà.
Ritratto di DavideK
20 agosto 2019 - 20:34
PS per Mbutu: ribadisco che le autostrade sono state inventate e costruite per far muovere velocemente le auto. A differenza delle altre strade. Velocemente ed al passo coi tempi. Oggi si va molto più piano che 50 anni fa, non ha alcun senso.
Ritratto di supermax63
26 agosto 2019 - 02:35
x DavideK: Nelle sue illuminanti elcucubrazioni...non ha forse considerato che rispetto a 50 anni fa circolano milioni di veicoli in più
Ritratto di supermax63
26 agosto 2019 - 02:31
x davideK:Campi di Prigionia, Carcerati Si faccia un bel ripassino delle grandiose imprese germaniche
Pagine