NEWS

Toyota bZ4X: ecco la versione di serie

Pubblicato 29 ottobre 2021

La prima auto elettrica della Toyota è una crossover dalla linea grintosa, offerta con trazione anteriore o integrale e autonomia di circa 450 km.

Toyota bZ4X: ecco la versione di serie

PRIMA DI UNA FAMIGLIA - La crossover Toyota bZ4X è la prima auto elettrica della casa giapponese basata sulla nuova piattaforma e-TNGA, che verrà utilizzata anche per altri modelli contraddistinti dall’iniziale del nome “bZ”, che significa “beyond Zero”. Dopo queste prime immagini e informazioni diffuse dalla Toyota, la bZ4X sarà presentata ufficialmente il 2 dicembre, con l’apertura dei preordini online subito dopo.

TUTTA SPIGOLI E CURVE - La Toyota bZ4X è esteticamente molto simile alla concept svelata due mesi fa. Lunga 469 cm, larga 186, alta 165 e con un passo di 285 cm, la vettura è ben proporzionata e ha un design caratterizzato da innumerevoli spigoli e curvature nelle lamiere e da estese superfici in plastica non verniciata che sormontano i passaruota e, nel frontale, si estendono fino a toccare i fari.

ANTERIORE O INTEGRALE - La Toyota bZ4X sarà disponibile sia a trazione anteriore che integrale. La prima è alimentata da un motore elettrico da 204 CV e 265 Nm di coppia, consentendo un'accelerazione 0-100 km/h in 8,4 secondi e una velocità massima di 160 km/h. La versione a trazione integrale si serve di due motori, uno per ciascun asse, e può contare su una potenza complessiva di 218 CV e una coppia di 336 Nm: la velocità massima è sempre di 160 km/h mentre lo 0-100 è ridotto a 7,7 secondi. La trazione integrale può essere regolata in diverse modalità, con la possibilità di selezionare specifici programmi per neve o fango.

AUTONOMIA DI CIRCA 450 KM - La batteria agli ioni di litio della Toyota bZ4X, integrata nel pavimento del pianale (quindi ha anche una funziona strutturale), ha una capacità di 71,4 kWh, il che dovrebbe garantire un'autonomia di oltre 450 km. Per tenere sotto controllo la vettura è dotata di un sistema di riscaldamento con pompa di calore. La batteria può essere ricaricata velocemente dal 0 all’80% in circa 30 minuti con le colonnine da 150 kW (CCS2). In alternativa è possibile utilizzare il caricabatterie di bordo trifase da 11 kW. Sarà poi disponibile come optional il tetto con pannelli solari per portare ulteriore energia alla batteria: secondo la Toyota sfruttando l’energia solare sarà possibile percorrere fino a 1.800 km. 

LO STERZO È “BY WIRE” - La bZ4X sarà la prima Toyota di serie a offrire un sistema di sterzo “by wire” che, però, in Europa sarà introdotto in un secondo momento. Eliminando il collegamento meccanico tra il volante e le ruote anteriori, questo sistema elettronico imprime un angolo di sterzo in base all’azione del guidatore servendosi di motori elettrici. Tra i vantaggi di questa soluzione c’è quello di liberare spazio per le gambe del guidatore (non c’è più il classico piantone dello sterzo) e offrire maggiore comfort grazie alle minori vibrazioni. Il volante tradizionale può essere sostituito da uno in stile cloche, che la Toyota chiama One Motion Grip (una sterzata completa può essere ottenuta con una rotazione di 150°).

COMANDI VOCALI - Gli interni della Toyota bZ4X sono stati progettati all'insegna dell'essenzialità, anche se la plancia si presenta alta e massiccia. Il pannello degli strumenti di 7 pollici è posizionato in alto, sopra la corona del volante (come nelle Peugeot): una collocazione che, secondo il costruttore, ne migliora la visibilità. Al suo fianco il grande display dell’infotainmet, che può contare su un sistema operativo in grado di aggiornare la vettura via internet (proprio come fanno gli smartphone) e su un sistema di riconoscimento vocale evoluto, capace di eseguire anche comandi complessi, come quello di azionare l’aria condizionata o i tergicristalli. La capacità di carico del bagagliaio è di 452 litri con lo schienale dei sedili posteriori in posizione rialzata. La bZ4X monta la terza generazione del Toyota Safety Sense, l’insieme dei sistemi di assistenza alla guida che, tra le altre cose, include un nuovo dispositivo in grado di riconosce i veicoli che potenzialmente ci taglieranno la strada.

VIDEO
Toyota bZ4X
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
47
14
10
12
22
VOTO MEDIO
3,5
3.49524
105




Aggiungi un commento
Ritratto di Vadocomeundiavolo
29 ottobre 2021 - 16:39
Praticamente la risposta alla volkswagen I D. 4
Ritratto di Quello la
29 ottobre 2021 - 16:47
Ma il nome? Già vedo chi la compra andare al bar e dire: mi è arrivata la nuova Vh24yfd78. Offro io.
Ritratto di Volpe bianca
29 ottobre 2021 - 17:13
:)))) nemmeno il nome è decente...
Ritratto di Turbostar48
29 ottobre 2021 - 17:15
:-))))))))))
Ritratto di Flavio8484
29 ottobre 2021 - 20:30
:D
Ritratto di Miti
30 ottobre 2021 - 10:36
1
@Quello la# io mi chiedo se in cinese si dice " state tlanquilli , sono solo la plima " come si dice in giapponese la stesa cosa ?
Ritratto di Quello la
30 ottobre 2021 - 10:52
Sei sicuro, caro Miti, che in cinese si dica così? Hai chiesto a Giulio?
Ritratto di Miti
30 ottobre 2021 - 11:07
1
@Quello la : Gualda , non lo so sincelamente ...ma il mio venditole cinese palla così. Anche Giulio palla così a furia di Honqui
Ritratto di giulio 2021
30 ottobre 2021 - 12:45
Su 4R di novenbre , non di novembre 1983 come le riviste su cui vi basate voi, c'è scritto chiaro e tondo che le auto arrivano col contagocce dai concessionari non tanto per la crisi dei chip ma perchè vengono spesso dirottate sui mercati del far east molto più redditizi e che svariati nuovi modelli noi li dobbiamo aspettare perchè tanto ormai conta solo un mercato: quello lì...
Ritratto di Quello la
30 ottobre 2021 - 14:00
Che siano quelli i mercati, caro Giulio, non c'è alcun dubbio. Il nostro è banalmente di sostituzione, mentre quelli sono vergini. Altro è dire che le case cinesi stanno facendo sfracelli. Ad oggi non risulta. Tra dieci, quindici anni comanderanno loro (e anche questo è certo), ma non ora.
Pagine