NEWS

La Toyota i-Road diventa realtà

11 marzo 2014

Presentata a Ginevra nel 2013, la piccola elettrica giapponese è entrata in servizio nel car sharing di Toyota City.

La Toyota i-Road diventa realtà
PROMESSA MANTENUTA - Annunciato lo scorso ottobre, il debutto della Toyota i-Road (guarda il video qui sotto) nel progetto “Ha:mo” è diventato realtà lo scorso 6 marzo. Il triciclo elettrico del costruttore delle tre ellissi è entrato ufficialmente a fare parte del piano di trasporto urbano di Toyota City aggiungendosi ad altri veicoli elettrici e alle bici a pedalata assistita della Yamaha che costituiscono la flotta del car sharing cittadino. Un servizio a zero emissioni pensato per gli spostamenti brevi che prevede diverse stazioni presso le fermate del trasporto pubblico, i centri commerciali e gli uffici Toyota dove prelevare e rilasciare i veicoli a costi contenuti (non più di 0,16 centesimi al minuto). A semplificare il “nolo” sono l'app per smartphone per la localizzazione e la prenotazione e il servizio informativo che calcola il percorso ottimale per effettuare il tragitto desiderato tenendo conto del traffico. 
 
 
PRESTO IN EUROPA - Entro la fine del 2014 le Toyota i-Road approderanno in Europa per l'avvio di un progetto analogo a Grenoble, in Francia. Un piano sperimentale di tre anni realizzato dal Comune della città transalpina in collaborazione con diversi partner, tra i quali la Toyota che fornirà 70 i-Road e l'operatore energetico EDF addetto all'installazione delle colonnine di ricarica. Come per Toyota City, l'obiettivo è di realizzare stazioni nei principali punti strategici della località alpina per consentire spostamenti elettrici a breve raggio tra uffici e i principali snodi del trasporto pubblico, come la stazione ferroviaria o quelle degli autobus extraurbani. 
 
 
TRA SCOOTER E AUTO - La Toyota i-Road è un triciclo molto compatto (è lunga 235 cm e larga 85) e leggero (300 kg) con carrozzeria chiusa e abitacolo monoposto dotato di tutti i comfort, come riscaldamento, impianto hi-fi, navigatore e connettività Bluetooth. Dotata di ruota posteriore sterzante da 10” e di un sistema che regola l'inclinazione del mezzo in base alla velocità e altri parametri, consente una grande agilità e di effettuare manovre in spazi ridottissimi. A muoverla sono due motori elettrici da 2 kW (circa 2,7 CV) inseriti tra le due ruote anteriori che le consentono di raggiungere i 45 km/h. Le batterie al litio si ricaricano in 3 ore da una normale presa e permettono di viaggiare fino a 50 km a emissioni zero.
VIDEO
loading.......
Aggiungi un commento
Ritratto di PariTheBest93
11 marzo 2014 - 20:31
3
Una sera a Bari mentre camminavo nella via più "in" del centro passo una corvette c3 blu con striscia bianca al centro. Alcuni, me compreso, hanno cercato di immortalarla ma sfortunatamente nello scatto avevo inquadrato una orrenda renault twizy delle poste, e mi sa che solo questo potrà fare questa Toyota: rovinare il paesaggio!!!
Ritratto di gbvalli
12 marzo 2014 - 18:44
Per il traffico cittadino è una buona soluzione, sia in riguardo alla mobilità, sia all'inquinamento; nel servizio è indicato il tempo di ricarica, ma non l'autonomia, dato fondamentale . La Fiat (pardon, FCA) queste cose non sa nemmeno che esistano.. poveri noi !
Ritratto di ClaudioBi
12 marzo 2014 - 20:32
Spero che in un prossimo futuro possa essere disponibile per l'acquisto anche da parte dei privati cittadini, credo proprio che la prenderei: agile, sfiziosa, protetta dalle intemperie...pensaci Toyota!
Ritratto di robedec
12 marzo 2014 - 23:22
Questa si che è carina come linea!!! Altro che quella "crapa de mort" di Twizy
Ritratto di Pinorg59
14 marzo 2014 - 10:39
1
Penso che una motorizzazione ibrida sarebbe meglio. Se, la PIAGGIO, utilizzasse la meccanica del "Piaggio MP3 Ibrid", potrebbe produrre un'ottimo mezzo di trasporto urbano ed extraurbano da offrire in alternativa ai mezzi con esclusiva propulsione elettrica.