Toyota Rav4: fuori atletica, dentro tecnologica

02 ottobre 2018

La Toyota Rav4 adotta una stile squadrato che ne enfatizza la grinta e cresce molto in termini qualità degli interni e dotazioni di sicurezza.

Toyota Rav4: fuori atletica, dentro tecnologica

TUTTA MUSCOLI - Possente e ricca di spigoli, la nuova generazione della Toyota Rav4 non rischia di essere scambiata per la vecchia: ha una grande mascherina anteriore, archi passaruota spigolosi e il lunotto inclinato. La casa giapponese ha deciso insomma di rinnovare completamente la suv media e disegnare una vettura dall'aspetto più muscoloso e personale rispetto al vecchio modello. Le dimensioni della Toyota Rav4 2019 sono rimaste quasi del tutto invariate rispetto alla generazione uscente: è lunga 460 cm, guadagna un 1 cm in larghezza (per un totale di 185,5 cm) e cresce di 3 cm nel passo, ovvero la distanza fra le ruote anteriori e posteriori (ora di 269 cm). Gli sbalzi accorciati e la superiore altezza da terra (+1,5 cm) fanno sì che l'auto appaia più imponente.

LA GUIDA DOVREBBE MIGLIORARE - La nuova Toyota Rav4 utilizza la nuova nuova piattaforma modulare TNGA (Toyota New Global Architecture) condivisa con Prius e Corolla. Grazie ad essa guadagna le più raffinate sospensioni posteriori multilink e vede aumentare del 57% la rigidità strutturale, a vantaggio della precisione di guida. Fra le novità ci sono il pavimento del bagagliaio più lungo di 6 cm rispetto al vecchio modello (la capacità aumenta di 79 litri a 595 litri), il sedile di guida ribassato di 1,5 cm e la regolazione in altezza del volante ampliata di 5 cm, oltre alle bocchette di aerazione per i posti posteriori. L'interno appare molto razionale e tecnologico, grazie allo schermo a sfioramento nella consolle e allo specchietto retrovisore digitale: può essere utilizzato o come un normale specchietto riflettente oppure come uno schermo, collegato alla telecamera grandangolare esterna (migliora la visibilità).

PIÙ CAVALLI SULL'IBRIDO - In Italia dovrebbe arrivare solamente la Toyota Rav4 Hybrid, dotata di un 2.5 a benzina e di un motore elettrico, che erogano una potenza combinata di 222 CV (erano 197). La casa dichiara percorrenze medie di 22,2 km/l, molto valide considerando gli ingombri dell'auto e la presenza della trazione integrale: in condizioni normali sono le ruote anteriori a muovere la Toyota Rav4, ma in caso di bassa aderenza quelle dietro possono ricevere fino all'80% della coppia. Il tutto avviene automaticamente. Il guidatore può regolare il comportamento di guida attraverso l'AWD Integrated Management, un sistema che controlla la risposta dei freni, dell'acceleratore, dello sterzo, del cambio e la ripartizione della coppia secondo le modalità Normal, Eco e Sport, al fine di avere un'auto più “economa” o reattiva. La Toyota Rav4 dispone inoltre della funzionalità Trail Mode, utile in fuoristrada quando una ruota non fa presa sul terreno: questa viene frenata, così che in automatico la coppia motrice raggiunga l'altra ruota dello stesso asse, dotata di maggiore grip.

VIDEO
Toyota Rav4
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
50
46
29
33
39
VOTO MEDIO
3,2
3.177665
197


Aggiungi un commento
Ritratto di Mattia Bertero
2 ottobre 2018 - 17:45
3
RAV4. Distante anni luce dalla sua vocazione iniziale, con il passare degl'anni è diventato un semplice SUV. Come linea mi sembra un'accozzaglia di stili di altre case: davanti fa tanto Ecosport e dietro sa di Edge, mentre la fiancata sa tanto di Jeep. Interni migliori rispetto alla proposta della Corolla, almeno per i miei gusti. Però non capisco se la trazione integrale rimane "elettrica" come nella generazione precedente oppure se è una trazione integrale meccanica.
Ritratto di MAXTONE
2 ottobre 2018 - 18:09
Non è diventata un suv, lo è sempre stato, Toyota ha inventato il SUV, prima di lei nel 94 non esistevano vere suv con caratteristiche prettamente automobilistiche come il RAV: Tanto per cominciare la base era si esclusiva ma prendeva in prestito elementi di Corolla e Carina, nulla di fuoristradistico o particolarmente specialistico. E poi la linea: ruota di scorta esterna a parte era morbida, aggraziata, non certo rude come quella del Land Cruiser. Oggi semmai stilisticamente almeno, sembra mostrare una linea da off road puro infatti ricorda molto il 4Runner e a tratti appare quasi sfrontata con quel frontale aggressivo e il posteriore geometrico con tanto di vista laterale molto "boxy". È di fatto lontanissima dalle tre morbide generazioni che l'hanno preceduta.
Ritratto di Agl75
2 ottobre 2018 - 22:14
@maxtone con la prima Rav4 ho fatto (da passeggero) del fuoristrada vero, insieme a gente con Defender. Sarà stato bravo chi guidava ma non abbiamo avuto problemi se paragonati agli altri. Poi il Rav4, un po’ alla volta ha perso quella vocazione riconvertendosi ad auto.
Ritratto di slvrkt
2 ottobre 2018 - 19:05
3
assomiglia tantissimo soprattutto alla nissan rogue
Ritratto di Mattia Bertero
3 ottobre 2018 - 09:55
3
Grazie Maxone, ho capito, non c'è bisogno di rispondermi due volte con un altro dei tuoi profili.
Ritratto di alex_rm
3 ottobre 2018 - 10:15
La trovo migliorata,ma preferisco la versione trail con lo stemma al centro della mascherina anteriore.
Ritratto di sarco92
2 ottobre 2018 - 17:48
1
Dietro sembra una Mitsubishi Outlander e dentro una Hyundai...
Ritratto di Fdet_
2 ottobre 2018 - 17:49
E' nata perfetta per l'europa, adesso è palesemente fatta per l'America. Non a casa per ogni rav4 in circolazione ci sono 50 chr che, personalmente, preferisco di gran lunga. La rav è diventata troppo grande..
Ritratto di Jumputer
2 ottobre 2018 - 21:13
I dati di vendita parlano per i 9 mesi 2018 di circa 13.878 chr e poco meno di 5704 RAV4.... Vista la differenza di categoria e di prezzo mi sembra normale.... Scusa... solo ibride chiaramente,,,, il diesel per queste auto non è mai esistito (chr) o non esiste più (rav4). Sottolineo RAV4 ibrido oltre 190 CV 4x4 , 121 gr co2/km senza FAP e senza Adblue/urea . La co2 è poco superiore ad una Golf con il "modernissimo" 1,5 tsi.... Ricordo che la co2 emessa è direttamente proporzionale al consumo di benzina.... Per info il chr ibrido 86 gr co2/km. Guardatela la co2 delle auto....
Ritratto di dottorstrange
3 ottobre 2018 - 08:54
La co2 la guardano gli omologatori, al consumatore finale frega poco o nulla. È il legislatore che deve occuparsene. Al consumatore spetta stare attento ai consumi ed ai costi, quello si. O ai ban dei comuni verso le auto inquinanti. Rigirata in questi termini può avere senso il discorso co2.
Pagine