Toyota

Toyota
Rav4

da 40.000

Lungh./Largh./Alt.(cm)

460/186/165

Posti

5

Bagagliaio (litri)

520-580/1604-1690

Garanzia (anni/km)

3/100.000

In sintesi

La quinta generazione di questa suv medio-grande c'è solo ibrida, ma in più versioni: full hybrid (a trazione anteriore o 4x4) e plug-in (solo a trazione integrale). Per tutte le Toyota Rav4, il motore a benzina è un quattro cilindri 2.5 da 178 cavalli (185 nella ricaricabile), abbinato tramite una trasmissione a ingranaggi epicicloidali; un'unità elettrica (che arriva a ben 182 cavalli nella plug-in). I modelli a trazione integrale prevedono un secondo motore elettrico, che muove le ruote posteriori. I tagli decisi della carrozzeria tutta spigoli e il frontale traforato di prese d'aria danno grinta alla Rav4, che in effetti sa scattare con grinta (soprattutto nella versione plug-in). Ma le sue doti migliori vengono a galla soprattutto usandola in modo tranquillo. I motori garantiscono una marcia fluida, cui si aggiungono il buon lavoro delle sospensioni nell'incassare le buche e il valido isolamento acustico. Se si chiede lo sprint, invece, possono dare fastidio il rollio accentuato in curva e l'"effetto scooter" generato dalla trasmissione (il regime di rotazione del motore termico cresce parecchio a ogni accelerata). Rifinito con una certa cura (se non per le plastiche meno in vista), l'abitacolo è molto spazioso: anche in tre sul divano non si sta male. Comoda la posizione di guida rialzata, ma, nel muovere il volante, il bracciolo fra i sedili può essere d'intralcio per il gomito. La strumentazione è chiara e completa, i comandi sono piuttosto intuitivi (pratiche la maxi manopole del climatizzatore nella consolle) e l'impianto multimediale con display di 9" è valido. Note positive arrivano anche dal bagagliaio (che, però, è nettamente meno ampio nelle plug-in) e dai consumi, soprattutto in città. Da questo punto di vista, le versioni full e le plug-in sono molto simili. Ma le seconde possono ricaricare la batteria dall'esterno, che è molto capiente (18,1 kWh nominali): per la casa, si possono coprire in media 75 km senza usare della benzina. 

Versione consigliata

Per gli allestimenti c'è molta scelta. Quello meno costoso abbinato alle due ruote motrici offre già parecchio, compresi aiuti alla guida come il monitoraggio dell’angolo cieco nei retrovisori e la frenata automatica d’emergenza che può “vedere” i ciclisti e, anche in assenza di luce, i pedoni. Passare alle versioni a trazione integrale comporta un supplemento non indifferente, e il discorso si amplifica con le plug-in: anche ricaricandole tutti i giorni, recuperare i soldi spesi in più è praticamente impossibile. 

Perché sì

Comfort L'auto è ben insonorizzata e filtra a dovere buche e tombini.

Dotazione di sicurezza Aiuti alla guida come la frenata automatica d'emergenza sono di serie.

Spazio L'abitacolo è grande e il baule pure.

Perché no

Bracciolo Quello fra i sedili è alto e può essere d'intralcio nella guida.

"Effetto scooter" In certe situazioni, il cambio fa girare a regimi troppo elevati il motore, che si sente.

Portaoggetti Nemmeno uno è dotato di bocchetta collegata al climatizzatore.

SALIAMO A BORDO

Toyota Rav4
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
99
78
61
55
92
VOTO MEDIO
3,1
3.096105
385

Photogallery