NEWS

Toyota, "produrremo più auto e a costi inferiori"

28 dicembre 2009

Aumento della produzione del 17% nel 2010 e abbattimento dei costi del 30% entro il 2013. Questo l'ambizioso traguardo, che la Toyota vorrebbe raggiungere senza intaccare la sua fama di marca più affidabile: ci riuscirà?

PIÙ AUTO - La Toyota potrebbe aumentare la sua produzione a livello mondiale del 17% nel 2010, arrivando a 7.500.000 veicoli. Lo afferma una ricerca della Nikkei, la borsa giapponese, secondo cui la previsione riguarda la sola Toyota (in foto la recente Land Cruiser) e non gli altri marchi del Gruppo come Dahiatsu o Hino (la Casa che produce camion).

VIA DALLA CRISI - La notizia rappresenterebbe un primo segnale di uscita dalla crisi di cui la Toyota è stata una delle principali vittime per tutto il 2008 e il 2009, soprattutto a causa del pessimo andamento del mercato americano e giapponese, “piazze” di riferimento del più grande costruttore al mondo.

La Toyota tornerebbe dunque ai livelli produttivi del 2005, con una crescita rispetto al 2009, ma ancora al di sotto rispetto all'anno dei record, il 2007, quando produsse ben 9.500.000 veicoli.

Secondo la Nikkei, il numero reale di auto prodotte dalla Toyota potrebbe anche essere superiore alla previsione, perché l'analisi non tiene conto dell'impatto degli incentivi 2010 a favore dell'acquisto di auto, che molti governi stanno per varare o prorogare.

COSTI RIDOTTI - La notizia di un aumento così importante della produzione arriva quasi in contemporanea con l'annuncio, da parte del Costruttore del Sol Levante, di ridurre il costo di produzione delle sue vetture del 30% entro il 2013.

E L'AFFIDABILITÀ? - Per attuare un taglio così importante, il più grande negli ultimi dieci anni, la Toyota avrebbe chiesto ai suoi fornitori di abbattere drasticamente i prezzi di alcuni componenti, anche del 30-40%, per le auto che arriveranno sul mercato nel 2013. Sembra, inoltre, che la Casa giapponese utilizzerà materiali meno costosi.

La mossa della Toyota sarebbe finalizzata a ridurre i prezzi delle sue auto nei mercati emergenti, ma desta più di una preoccupazione perché potrebbe andare ad inficiare la proverbiale qualità costruttiva e l'affidabilità delle Toyota.  La Casa giapponese sa bene che il segreto del suo successo è proprio l'affidabilità dei suoi modelli. Sembra dunque difficile che commetta l'errore di giocarsi quanto ha di più prezioso.

Aggiungi un commento
Ritratto di El bocia
29 dicembre 2009 - 13:25
almeno in italia, credo di poter dire che toyota non ha sti gran modelli in vendita...tolta la yaris, l' aygo e la rav4 altri modelli "prorompenti" non mi sembra esistano...poi come tecnologia non mi sembrano così avanzati, i motori consumano tantissimo, le prestazioni non sono eccezzionali...per quei soldi molto meglio una punto (lo so che è strano detto da me) ma alla fine è la verità...
Ritratto di Oscar
29 dicembre 2009 - 14:36
ma le toyota non è ke costano tanto
Ritratto di 31032003
29 dicembre 2009 - 15:15
sono affidabili e' consumano poco
Ritratto di Pito28
30 dicembre 2009 - 18:43
In famiglia abbiamo 2 Toyota: una RAV 4 2.0 del '96 e una Yaris del 2003 1.4 diesel. La prima, oltre agli ammortizzatori scoppiati dopo 120.000 km ha fuso la guarnizione della testata a 130.000 km. NIENTE MALE! La seconda invece ha pensato bene di rompere la turbina dopo ben 75.000 km. OTTIMO DIREI! (fra l'altro il meccanico da cui abbiamo ricomprato la turbina ci ha detto che è una rottura molto frequente nelle vecchie yaris diesel). A ciò va aggiunta un'estitica riluttante ad eccezione di Yaris (vecchie e nuova) e RAV 4 (seconda versione la prima e laterza insomma...) e delle finiture di certo non eccelse.
Ritratto di mdp1974
10 febbraio 2010 - 10:10
Risposta Sopra
Ritratto di mdp1974
10 febbraio 2010 - 10:09
Caro Pito28, se vogliamo fare statistica prendendo in esame il singolo caso, ti posso dire che sono un agente di commercio che ha posseduto in passato 2 toyota e ne possiede altre 2 tutt'ora. Ho percorso km su Toyota per un totale di 350.000 senza mai avere un problema. La Yaris e l'Avensis che possiedo adesso sembrano seguire la stesso trend. Ti assicuro che altri miei colleghi che possiedono altre marche non possono dire la stessa cosa. E' per questo che le statistiche si fanno sui grandi numeri. Se dovessimo farle sulla base della tua esperienza la Toyota dovrebbe sparire e per me dovrebbe essere la padrona del mondo dell'auto. Ciao.