NEWS

Trend stabile per gli incidenti in autostrada

30 giugno 2014

Le statistiche rivelano che nei primi tre mesi dell’anno i sinistri sono aumentati proporzionalmente con il traffico. Ma sono aumentati i morti.

Trend stabile per gli incidenti in autostrada
I NUMERI - Sui 5.573 chilometri di autostrade associate nell’Aiscat (Associazione italiana società concessionarie autostrade e trafori) da gennaio a marzo si sono verificati 1.349 incidenti che hanno avuto conseguenze per le persone. Ciò significa che c’è stato un aumento dell’1% rispetto al 2013, quando furono 1.336. Quasi l’82% (1.105) dei sinistri ha avuto come protagonisti veicoli leggeri, mentre il rimanente 18% (244) ha interessato mezzi pesanti. Da notare che gli incidenti in cui sono rimasti coinvolti i “pesanti” sono aumentati del 3,8% mentre quelli con le auto sono cresciuti di appena lo 0,4%.
 
SITUAZIONE STABILE - I numeri testimoniano in pratica la stabilità del fenomeno, in quanto il citato numero di incidenti è scaturito in un quadro di traffico aumentato all’incirca appunto dell’1%. Secondo le statistiche Aiscat, nel trimestre la somma dei dati di traffico delle varie concessionarie è infatti di 16.086 milioni di veicoli/km, contro 15.943,8 del 2013 (+0,9%). 
 
LE CONSEGUENZE PER LE PERSONE - L’andamento costante contiene però dati discordanti a proposito dei feriti e dei deceduti negli incidenti. Le statistiche mostrano che i primi sono diminuiti dell’1,5% (2.092 contro i 2.123 del primo trimestre 2013) mentre i morti sono stati 42 contro 38, che significa un aumento del 10,5%. Analizzando più in dettaglio i dati si rileva che negli incidenti riguardanti i mezzi leggeri si è registrato un calo sia per i feriti che per i morti: i primi sono stati 1.731 contro 1.801 del 2013 (-3,9%); i morti 28 contro 29. Purtroppo invece per i mezzi pesanti c’è stato un incremento sensibile: 361 feriti invece di 322 e 14 deceduti contro 9 (pari al 55% in più). 
Aggiungi un commento
Ritratto di Mattia Bertero
30 giugno 2014 - 16:43
3
E' cambiato poco o niente. I numeri in più compensano quelli in meno. Se le autostrade italiane non fossero uno sfacelo ci sarebbero molti meno morti e feriti. Servirebbe una manutenzione costante della rete autostradale.
Ritratto di TurboCobra11
30 giugno 2014 - 16:46
Tutto ciò dimostra come il Tutor in costante espansione in realtà non conta nulla, funziona a far rallentare il pazzo che correrebbe anche nei tratti dove è impossibile, ma nulla più, infatti con un aumento dei Tutor, gli incidenti sono stabili. Infatti, se andiamo tutti a 130 e non di più, certo si riduce la gravità e la parte di rischio per la velocità, ma poi se nessuno controlla i pazzi, e son tanti, che ti arrivano quasi appoggiati al paraurti quindi distanza di sicurezza che si va a fare benedire, sfanalamento continuo a parte, le revisioni delle auto sono la maggior parte farlocche, con controllo degli organi meccanici che si tramuta in paga, occhiatina e via il bollino, gente che gira con gomme lisce, per non parlare della pressione che a guardarci sarà il 5% degli automobilisti, tutto questo con pattuglie 0(zero), hai voglia di mettere tutor e far statistiche, quando poi per il resto le autostrade sono un Far West all'italiana. ...Saluti
Ritratto di Moreno1999
30 giugno 2014 - 19:41
4
A livello stradale siamo indietrissimo...e le nostre autostrade sono pure tra le più care!
Ritratto di zero
30 giugno 2014 - 20:12
11
Comunque, c'è da notare che quella foto è vecchissima. La A3 SA-RC è diventata un luogo comune, ma in realtà non ha più nulla a che vedere con l'immagine che gran parte degli italiani hanno di lei. Su 430 km complessivi di tracciato, 330 km sono pienamente operativi e altri 15 (quelli tra Bagnara e Scilla) li stanno collaudando proprio in questa settimana per aprirli entro la fine di luglio. Un'altra quarantina di chilometri (il tratto in Basilicata) è in stato avanzatissimo e credo proprio che tra qualche mese verrà collaudato e aperto al traffico. Tra l'altro, quasi sempre non c'è percezione di cosa si stia realmente facendo lì: l'autostrada non è stata semplicemente ammodernata o allargata... E' stata proprio costruita ex novo, a volte demolendo le vecchie strutture e costruendo le nuove, a volte costruendo le nuove strutture più a monte o più a valle del vecchio tracciato. Il tutto con un numero impressionante di gallerie e viadotti, sempre realizzati ex novo. Insomma, i cantieri di costruzione della nuova A3 sono stati aperti 9 anni fa (nel 2005): considerata l'orografia complessissima del tracciato, non è proprio malaccio.
Ritratto di Moreno1999
30 giugno 2014 - 20:25
4
...è sulla prova delle 4 suv di ottobre o novembre 2012, quindi un anno e mezzo/due anni fa.
Ritratto di onavli§46
30 giugno 2014 - 21:16
un tratto della Salerno Reggio Calabria, che dici?
Ritratto di zero
30 giugno 2014 - 23:17
11
Sì, infatti... Avevo immaginato circa due anni fa, anche in base alla targa (EM...) della Mazda in primo piano. Il fatto è che, ormai da circa quattro anni a questa parte, nuove tratte vengono aperte con cadenza semestrale: alcune subito prima dell'esodo estivo e altre subito prima delle festività natalizie. Per cui, 18/24 mesi sono già tanto tempo e chi, per esempio, ha percorso la A3 l'estate scorsa, ad agosto di quest'anno troverebbe ulteriori evoluzioni. Lo stesso dicasi per chi la percorrerà a dicembre 2014: troverà aperte tratte che solo tre-quattro mesi prima erano ancora cantierate. Dico questo perché lo provo continuamente sulla mia pelle, percorrendo la A3 in tutta la sua interezza e in entrambe le direzioni tantissime volte l'anno (la prossima tra un paio di giorni in direzione Sud).
Ritratto di vinsex
4 luglio 2014 - 11:57
Bella veramente... l'ho percorsa ultimamente ed è nuovissima... gallerie ben fatte e viadotti nuovi.... poi è vero che tutti questi anni non so quanta gente ci abbia mangiato sopra però anche la zona dove costruirla non era così semplice... ogni due km un viadotto una galleria.... ci sono pro e contro
Ritratto di zero
30 giugno 2014 - 23:54
11
A proposito di A3, posto un video trovati sul tubo. Si percorre la carreggiata sud-nord del tratto subito successivo allo sbarco in Calabria dalla Sicilia: è ancora a doppio senso di marcia perché la carreggiata nord-sud è quella che stanno collaudando in questi giorni e che sarà aperta al traffico prima della fine di luglio. https://www.youtube.com/watch?v=vpABXW1iGlY
Ritratto di zero
30 giugno 2014 - 23:59
11
Un altro video (ma solo dal minuto 1:38 perché prima si vede la vecchia A3 oggi declassata a tangenziale di salerno) mostra invece il tratto campano della A3 in direzione Sud. https://www.youtube.com/watch?v=MckNCVY34ds
Pagine