NEWS

Una proposta per vietare le segnalazioni di tutor e autovelox

08 luglio 2017

Il disegno di legge avrebbe lo scopo di vietare le segnalazioni sui cartelli luminosi, nelle app e nei navigatori satellitari per un presunto loro pericolo.

Una proposta per vietare le segnalazioni di tutor e autovelox

VIA GLI AIUTI - Le insegne luminose (qui sopra), i siti internet e le app per smartphone che avvertono sulla presenza dei sistemi per la misurazione della velocità potrebbero diventare illegali in Italia, complice un decreto legge che intende metterli al bando. È quanto scrive La Repubblica, che ha sentito sull'argomento anche il Procuratore Generale di Roma Giovanni Salvi. Secondo i promotori, la proposta sarebbe motivata da questioni riguardanti la sicurezza: una segnalazione prima di un autovelox, che arrivi dallo smartphone o da un pannello luminoso, potrebbe indurre gli automobilisti ad effettuare manovre pericolose e creare confusione sulla strada. L’idea allo studio avrebbe lo scopo di azzerare questi fenomeni, portando così gli automobilisti ad essere più disciplinati e rispettosi dei limiti di velocità.

PERCORSO LUNGO - Oggi in Italia è del tutto lecito segnalare la presenza di autovelox, tutor e degli altri misuratori di velocità, se è vero che molte amministrazioni locali pubblicano regolarmente la lista delle strade in cui effettueranno le misurazioni. Secondo le indiscrezioni, il disegno di legge intenderebbe però vietare i siti, le pagine Facebook, le applicazioni (fra cui Coyote e Waze) e gli avvisi di qualsiasi genere che mettano in guardia le persone al volante sulla “minaccia” imminente. Chi non fosse d'accordo faccia sentire alta la sua voce...

> Aggiornamento del 9 luglio 2017 - Secondo quanto afferma il Sole 24 Ore le voci riportate qui sopra sono infondate. Il governo non starebbe pensando di abolire le segnalazioni degli autovelox, norma peraltro contenuta nel comma 6-bis dell’articolo 142 del Codice della strada, ma si appresterebbe ad emanare una direttiva che, in sostanza, chiarisca alle forze dell'ordine come applicare meglio le norme esistenti.





Aggiungi un commento
Ritratto di Rav
8 luglio 2017 - 12:32
3
Finchè la gente continuerà ad inchiodare davanti a qualsiasi cosa, il vero pericolo non è la segnalazione, ma la testa del conducente. Con gente che inchioda sotto i tutor oppure frena ai 30 davanti ad autovelox con palesi cartelli che dicono "limite 90km/h" non ha alcun senso levare (o mettere) avvisi di tutor o autovelox attivi perchè la gente non li legge e non ragiona.
Ritratto di gilrabbit
10 luglio 2017 - 12:03
La scora settimana ho percorso la provinciale 348 da Parma ad Asola. Sono 60 kilometri con almeno 50 autovelox alcuni anche su palo e i limiti spaziano dai 50 ai 70 ai 90. Io per non saper ne leggere ne scrivere mi sono divertito ad inchiodare appena ne vedevo uno e passavo davanti a 20 all'ora. Io vengo da un'altra città e chissà se nella mia vita ripasserò per quella strada ma chi ci abita dovrebbe incaz@zarsi con quelle amministrazioni comunali che piazzano autovelox a gogò magari ricordandosi del sindaco che li ha messi al momento del voto. Non lo fanno?^ Contenti così? E sti c@@i...io freno e ti garantisco che nella guaida non sono un incapace anzi mi sono passate sotto le ruote le strade di tutta l'europa e solo in Italia assistiamo a questa vergogna che serve solo a taglieggiare qualche distratto sprovveduto!!!
Ritratto di decokalo
10 luglio 2017 - 13:23
Giusto, ma cosa succede quando si passa sotto un autovelox a 90 e ti arriva per magia il verbale che si è passati a 96 con simpatica aggiunta che è maggiorato essendo orari notturno???? Gli autovelox sono tutti e dico tutti taroccati, qualcuno lo ha capito a proprie salate spese.... lo stesso navigatore mi segnalava la velocità del mio tachimetro,ed invece ben 5 verbali stessa velocità rilevata stessa spesa, stesse maledizioni . Vergogna.
Ritratto di Dani_070898
8 luglio 2017 - 13:34
Ma dai ma smettetela buffoni di m**** politici del ca***. Sicurezza stradale, CHE BUFFONI falsi, ma qualcuno bruci quel parlamento. L'ennesima presa per il c*** nei confronti dei cittadini. Solo per fare più soldi buffoni. La sicurezza stradale in Italia non è mai interessata a nessuno perché se davvero fosse questo l'interesse iniziate a riparte le strade che fanno SCHIFO SCHIFO SCHIFO. Riparate le buche, i guadrail, la segnaletica, l'illuminazione. Togliere cartelli incrementa la sicurezza che enorme buffonata da truffatori. Sì, garantisce la sicurezza di gonfiare le casse dello stato e di avere più soldi da mangiare, perché almeno quei soldi andassero dove dovrebbero andare ma no invece no nemmeno quello. Vergognatevi, la gente un giorno si ribellerà davvero.
Ritratto di Tonio K.
8 luglio 2017 - 14:03
I sistemi di rilevamento della velocita' dovrebbero sempre essere segnalati con chiarezza. Ormai, tra fissi e mobili, ce sono talmente tanti che la loro presenza e' un sufficiente deterrente. Io ormai non vado piu' forte di abitudine. Invece gli agguati sono una cosa stupida e odiosa, quasi sempre attuati per far cassa (e per di piu' con la sfacciata falsissima scusa della sicurezza), e seguendo il ragionamento beota dei "promotori" ancora piu' pericolosi perche' li' davvero c'e' il rischio di inchiodata quando il radar e' visto all'ultimo istante! Sarebbe interessante che pubblicaste i nomi dei promotori, cosi' se ne potra' tenere conto...
Ritratto di Fr4ncesco
8 luglio 2017 - 14:30
2
Da me ci sono tutte le aiuole ben potate, tranne dove c'è un autovelox. Lì stranamente c'è un cespuglio...Il problema non è tanto di quelli di segnalarli o no, i limiti ci sono e vanno sempre rispettati, il problema è il cds che prevede limiti ASSURDI che le amministrazioni locali per ignoranza, per strafottenza, perchè non vogliono responsabilità, applicano o lasciano alla membro di cane. Ma tanto i politici girano con le auto blu esenti da multe, mentre noi tra buche e ponti che crollano siamo quelli da spennare.
Ritratto di basti73
8 luglio 2017 - 15:34
E io che pensavo che fosse l' ennesimo sistema per inc.... per fare cassa, ma i nostri cari politici hanno ben specificato che è solo per la nostra sicurezza. Ora sono più tranquillo.
Ritratto di Strige
8 luglio 2017 - 16:54
Mettete un autovelox ogni 100 metri. Ogni 3 spenti, 1 attivo (a rotazione e 24h su 24h)....e vedete che la gente che guida smette di frenare. A londra, una via vicino casa, ha un autovelox ogni 150 metri...per 2 km....
Ritratto di Dirk
8 luglio 2017 - 19:57
Vero ma poi le multe non le incassano. L'autovelox spesso sono messi per far cassa.
Ritratto di Strige
8 luglio 2017 - 20:21
Non capisco la frase, scusa....non le incassano??? A me pare che le incassano eccome. Io metterei la prima multa per eccesso di velocita' a 50euro e poi la seconda a 1000euro...cosi' facciamo passare la voglia di fare i furbi.
Pagine