NEWS

È crisi anche per il settore dell'auto usata

30 marzo 2010

Le vendite di auto usate dall’inizio dell’anno sono calate rispetto al 2009, sia per la mancanza di incentivi statali sulla rottamazione usato su usato, sia per le eccessive tasse che gravano sul passaggio di proprietà.

IL NUOVO SALE, L’USATO SCENDE - Il 2010 non è iniziato affatto bene per il mercato dell'auto, che ha subito forti cali nelle vendite di auto nuove. Anche il mercato dell'usato non se la passa bene. Nel mese di gennaio di quest’anno, infatti, i trasferimenti di proprietà sono calati del 10,75% rispetto al 2009, e a febbraio è stato registrato un meno 7,33% sullo stesso mese del 2009. Questo è quanto è emerso dal convegno “Auto usata: mercato dimenticato”, organizzato dal Centro Studi Promotor e dalla facoltà di Scienze Statistiche dell’Università di Bologna, in collaborazione con CarNext, società specializzata nella vendita delle auto usate

PROBLEMI STRUTTURALI
- Questo calo nelle vendite dell'usato, secondo il direttore del Centro Studi Promotor Gian Primo Quagliano, è dovuto non solo alla mancanza di incentivi, ma soprattutto a elementi di debolezza strutturale che lo condizionano pesantemente; in particolare rimane aperta la questione delle quotazioni dei veicoli usati e quella dell’eccessivo peso della tassazione (specialmente l’imposta sui passaggi di proprietà, di cui abbiamo parlato anche qui). Le aziende che operano nel settore si "arrangiano" come possono: per esempio la CarNext ha dichiarato di aver prorogato per tutto il 2010 gli incentivi alla rottamazione usato su usato per tutti i suoi clienti. Chi acquisterà un’auto dalla CarNext Euro 4 con rottamazione di un usato Euro 0, 1, 2 o 3, non pagherà la tassa sul trasferimento di proprietà (clicca qui per sapere quanto vale questa tassa).

Aggiungi un commento
Ritratto di Silence800
30 marzo 2010 - 15:48
1
Buoni questi incentivi fra usati, ma possibile che comunque se vari non usano questi sconti o per via delle tasse di passaggio c'è tutto questo calo?? E' pur vero che noi italiani paghiamo tutto (fra un pò anche l'aria che respiriamo), ma ora non credo che una tassa di passaggio possa fermare l'idea di comprare un'ottima auto usata... La vera ragione più plausibile secondo me è del fatto che la gente si fida sempre meno dell'usato in generale e preferisce optare direttamente al nuovo.
Ritratto di ben83
30 marzo 2010 - 17:50
Di certo scegliere un'auto usata diventa una delle cose piu difficili da fare, ma avendo pazienza e girando si trovano ottimi affari... Certo che se le tasse di possesso fossero più basse, si incrementerebbe di più questo mercato che via via tende a diminuire grazie a tutte le "agevolazioni" statali sul nuovo. Degli incentivi su chi compra usato non guasterebbero di certo..
Ritratto di El bocia
30 marzo 2010 - 18:46
Ragazzi, diciamo la verità...l' usato è in calo 1-perchè il prezzo delle auto nuove è calato 2-perchè i prezzi sono troppo alti. Non raccontiamoci che 450 euro di passaggio "bloccano" l' acquisto perchè non è vero...il fatto che i concessionari mettano sempre il prezzo che vogliono (sempre superiore del 10-15% rispetto alle quotazioni che siano eurotax o 4ruote) e dell' usato che dai in permuta tolgono in media sempre il 30-40% del valore fa precipitare le vendite. Penso che molta gente se ne sia accorta e se non abbassano i prezzi è giusto che non vendano, così imparano ad essere onesti.
Ritratto di emy82vts
30 marzo 2010 - 18:47
concordo con te el bocia!!
Ritratto di oldsteve69
31 marzo 2010 - 11:37
quoto
Ritratto di herm52
30 marzo 2010 - 19:13
Oltre la fobia di essere difronte a auto vetture con contachilometri tarrocato o addiritura con telaio raddrizzato o ripristinato con taglio e saldatura c'è anche il gioco dell'iva. Es.: Il professionista acquista l'auto nuova valore commerciale 30000 euro togliendo l'iva 20% il prezzo scende a 24000 euro; iva pagata da noi contribuenti. Dopo un anno la permuta per l'acquisto di un'altra autovettura il deprezzamento per la valutazione dell'usato c.a. 10000 euro viene calcolato su 30000 cioè 20000 e non sui 24000 senza iva che deprezzato sarebbe 14000 applicando poi il 20% di tasse al momento dell'acquisto dell'usato l'iva sarebbe di 2800 Euro che sommato ai 14000 il prezzo dell'usato sarebbe 16800 euro, cioè 3200 euro di differenza Ti pare poco? E tutti zitti.
Ritratto di Pablo
31 marzo 2010 - 13:28
E vero il mercato è pieno zeppo di auto usate di ogni tipo. Se non si vende neanche piu l'usato vuol dire che le tasche degli italiani sono quasi vuote, poi bisogna dire che le spese attorno all'auto variano da città a città e sono troppo spesso sproporzionate agli stipendi. Poi c'è il discorso che oggi ti "devi" comprare almeno un euro 4 se no è inutile. Comunque per me l'affare è cercare una berlina/ammiraglia di 2/3 anni che da un listino di 30/40 mila euro la paghi quasi la metà... La gente non compra piu perchè sfiduciata dall'attegiamento del governo sulla benzina e dalla mancanza di interventi nei confronti delle assicurazioni.
Ritratto di maverick1980
31 marzo 2010 - 17:31
La gente non compra più perchè non ha più i soldi!si fa fatica ad arrivare a fine mese , come si fa a cambiare l'auto ogni 2 anni?la disoccupazione e la precarietà sono all'ordine del giorno , poi si domandano come mai il mercato è fermo , e non solo quello dell' auto!invece di fare polemiche , i nostri cari politici , perchè non iniziano a fare qualcosa di concreto per l' Italia?destra o sinistra fanno entrambe schifo!chissà come mai quando c'è da auto aumentrasi lo stipendio sono tutti daccordo!che vergogna!
Ritratto di maverick1980
31 marzo 2010 - 17:31
La gente non compra più perchè non ha più i soldi!si fa fatica ad arrivare a fine mese , come si fa a cambiare l'auto ogni 2 anni?la disoccupazione e la precarietà sono all'ordine del giorno , poi si domandano come mai il mercato è fermo , e non solo quello dell' auto!invece di fare polemiche , i nostri cari politici , perchè non iniziano a fare qualcosa di concreto per l' Italia?destra o sinistra fanno entrambe schifo!chissà come mai quando c'è da auto aumentrasi lo stipendio sono tutti daccordo!che vergogna!