NEWS

Dieci milioni di Toyota RAV4

di Paolo Alberto Fina
Pubblicato 16 aprile 2020

Storico traguardo per la suv della quale la Toyota ha realizzato cinque generazioni, a partire dal 1994. Due milioni gli esemplari giunti in Europa.

Dieci milioni di Toyota RAV4

NORD AMERICA, TERRA PROMESSA - Svelata nel 1994, la Toyota RAV4 è stata fra le prime suv compatte ad arrivare sul mercato. Da allora si è imposta in tutto il mondo e ha saputo affermarsi come uno fra i modelli di maggior successo della casa giapponese, che alla fine di febbraio 2020 ne ha venduto l’esemplare numero 10 milioni. Di questi, circa 2 milioni hanno raggiunto l’Europa, sebbene il mercato principale sia di gran lunga quello nord americano: nel 2019, l’anno migliore nella sua storia, la RAV4 ha raggiunto le 535.000 immatricolazioni in Nord America, le 133.000 in Europa e le 127.000 in Cina. Alla luce di questo importante traguardo, ripercorriamo la storia della Toyota RAV4 e delle sue 5 generazioni.

> PRIMA GENERAZIONE

Il progetto della Toyota RAV4 prese il via nel 1989, quando la casa giapponese “fiutò” le potenzialità delle suv (all’epoca un tipo di carrozzeria poco diffuso) e iniziò a sviluppare un modello più compatto di quelli sul mercato, disponibile con trazione anteriore o integrale e un pianale di derivazione automobilistica, con parti condivise con le berline Corolla e Carina. La RAV4, il cui nome significa Recreational Activity Vehicle: 4-wheel drive (veicolo per le attività ricreative con 4 ruote motrici), fu lanciato a maggio del 1994 in Giappone. Due le varianti: a 3 porte, lunga 369 cm (anche con la capote posteriore in tela), e a 5 porte, di 415 cm. La carrozzeria ha forme morbide e dettagli ispirati al mondo dei fuoristrada, come gli ampi fascioni non verniciati e la ruota di scorta esterna. Il motore è un benzina 2.0 da 129 CV.

SECONDA GENERAZIONE

La seconda Toyota RAV4 arriva a metà 2000 e ha dimensioni maggiori: la lunghezza della 3 porte cresce a 388 cm, mentre la 5 porte arriva a 419 cm. A cambiare è pure l’altezza, che passa da 164 a 170 cm. La carrozzeria rompe con il passato e diventa più spigolosa, come denotano i fari e la parte sopra i passaruota, meno sinuosa e avvolgente. Resta la ruota di scorta all’esterno, ma l’impressione è di una suv dallo stile più rivolto alla strada del vecchio modello. Oltre ai motori benzina, di 1.8 (125 CV) e 2.0 litri (150 CV), c’è un turbodiesel 2.0 da 115 CV.

TERZA GENERAZIONE

Nel 2006 la Toyota lancia sul mercato la terza generazione della RAV4, il cui stile è evoluto rispetto al precedente modello: il frontale, sempre di aspetto massiccio, è più scolpito, mentre i fanali posteriori si sviluppano anche lateralmente. La ruota di scorta esterna è disponibile solo per alcune versioni e questo conferisce alla RAV4 un look ancora più “stradale”. Non c’è più la variante con 3 porte, e quella con 5 porte raggiunge i 440 cm di lunghezza. I motori sono il benzina 2.0 da 152 CV, oltre al turbodiesel 2.2 nelle versioni da 136 e 177 CV.

QUARTA GENERAZIONE

La quarta generazione della Toyota RAV4, svelata a fine 2012, cresce ancora in lunghezza (misura 461 cm) e ha un look più moderno e di rottura: la mascherina è meno estesa, le fiancate sono levigate ed i fanali si sviluppano orizzontalmente. È assente la ruota di scorta esterna. Per la prima volta, oltre ai motori benzina 2.0 e diesel 2.2, arriva il sistema ibrido: debutta nel 2016 ed è composto dal benzina 2.5, al quale si affiancano un motore elettrico (per la versione 2WD) o due motori elettrico (per la 4x4). Per entrambe, la potenza complessiva è di 197 CV.

QUINTA GENERAZIONE

Il 2018 è l’anno della quinta generazione della Toyota RAV4, più corta di 1 cm e con un look ancora più distintivo: a risaltare sono l’ampia mascherina, che torna a sviluppo orizzontale, i passaruota squadrati e il lunotto inclinato. Basata sul pianale delle berline Corolla e Prius, ha il passo maggiorato di 3 cm e gli sbalzi della carrozzeria ridotti. In alcuni Paesi esteri ci sono i benzina 2.0 e 2.5, mentre in Italia si può avere solo l’ibrido, evoluto rispetto al precedente: il benzina è sempre di 2.5 litri, ma la potenza sale a 218 CV per la versione con un motore elettrico e a 222 CV per quella con due. Entro fine 2020 arriverà anche l’ibrida plug in, con le batterie ricaricabili dall’esterno e 306 CV.

Toyota Rav4
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
82
77
50
52
78
VOTO MEDIO
3,1
3.097345
339




Aggiungi un commento
Ritratto di Hypercar_
16 aprile 2020 - 15:24
Ho la quarta generazione. Affidabile, comoda e sicura. Certo, andando avanti nel tempo ha perso la sua anima da fuoristrada, però ci sarà un motivo se ne hanno vendute 10.000.000. Veramente una vettura valida.
Ritratto di deutsch
16 aprile 2020 - 16:31
4
ha fatto bene a perde l'anima dei fuoristrada perchè nessun la uso in tal modo. la gente vuole macchine con aspetto importante (da suv) senza tutto l'aggravio dei fuoristrada di una volta, quali marce ridotte, telaio a longheroni e spesso anche al trazioni integrale
Ritratto di Hypercar_
16 aprile 2020 - 20:57
Concordo. Anche noi la usiamo per percorsi urbani
Ritratto di deutsch
17 aprile 2020 - 11:29
4
esatto come tutti tant'è che ormai anche la trazione integrale sta sparendo sui modelli sotto i 4.5m
Ritratto di Andre_a
16 aprile 2020 - 19:54
9
A me sembra che l’anima da fuoristrada non ce l’abbia mai avuta, già la prima generazione era basata su un pianale automobilistico ed era disponibile a due ruote motrici. Su quest’ultimo punto trovo abbastanza ironico che il nome significhi Recreational Activity Vehicle: 4-wheel drive.
Ritratto di Alfiere
16 aprile 2020 - 20:11
1
Era disponibile ANCHE a 2 ruote motrici, ma la 4wd era l'offerta principale. Cosa c'è di ironico?
Ritratto di supermax63
16 aprile 2020 - 20:14
Ogni tanto bisognerebbe riflettere prima di scrivere a vanvera... RAV4 anche nelle Versioni Ibride si può scegliere 2WD o 4 WD
Ritratto di Andre_a
16 aprile 2020 - 20:29
9
A me un “Recreational Activity Vehicle: 4-wheel drive” a due ruote motrici suona strano, avrebbero potuto chiamarlo Rav2. Mi sembra come fare una Lancia Delta Integrale a trazione anteriore: certo, la Delta a trazione anteriore è sempre esistita, ma non si chiamava certo Integrale.
Ritratto di supermax63
16 aprile 2020 - 20:53
Ovviamente, dieci milioni di esemplari venduto contraddicono la sua affermazione. RAV 4 disponibile 2 WD o 4 WD anche Ibrido. Non è così difficilre da capire
Ritratto di Andre_a
16 aprile 2020 - 21:18
9
Cosa c’entrano le vendite col nome? Quando si compra una macchina si guarda l’insieme, non credo ci si fermi al nome. E l’auto è indubbiamente valida, ha anticipato i tempi e oggi li sta cavalcando. A me non piacciono i suv, quindi soggettivamente non mi piace neanche lei, ma oggettivamente è ottima, i consumi raggiunti dall’ultima generazione sono spettacolari. Se vogliamo essere pignoli fino in fondo, comunque, anche la dicitura 4-wheel drive è scorretta, dato che descrive veicoli a trazione integrale inseribile, mentre la quella permanente è detta all wheel drive, o awd.
Pagine