NEWS

La Volkswagen T-Cross arriva nel 2018

8 aprile 2016

La suv di piccole dimensioni della Volkswagen è prevista per il 2018 e c'è già chi prova ad immaginare come sarà.

La Volkswagen T-Cross arriva nel  2018
CATEGORIA SCOPERTA - Chi tardi arriva male alloggia: chissà se il detto si applicherà anche alla Volkswagen che solo nel 2018 farà esordire la suv di piccole dimensioni anticipata alla concept T-Cross Breeze presentata al recente Salone di Ginevra. La casa tedesca sarà una delle ultime a realizzare un'auto in uno dei “segmenti” in maggiore crescita del mercato, oramai occupato stabilmente da Renault Captur, Peugeot 2008 e Nissan Juke, solo per fare alcuni esempi. Tardi o no la strada verso l'arrivo nelle concessionarie è ancora lunga, ma il disegnatore slovacco Jan Kamenistiak ha realizzato un rendering piuttosto efficace (qui sopra) sulla base della concept T-Cross Breeze e degli esemplari di test che iniziano a circolare su strada nei giorni scorsi.
 
BASE MODULARE - Le linee della carrozzeria della Volkswagen T-Cross (il nome non è detto sia quello definitivo) saranno molto razionali e geometriche, inserite nei canoni tipici della Volkswagen, ma l’andamento della mascherina sancirà un punto di svolta rispetto alla produzione corrente: la griglia si allungherà verso i fari anteriori e seguirà pertanto uno sviluppo più orizzontale. L’automobile dovrebbe misurare circa 420/430 cm, avrà un corpo vettura a cinque porte e utilizzerà l'ormai onnipresente base meccanica MQB, di tipo modulare, già destinata a innumerevoli modelli del gruppo Volkswagen. Il motore si troverà quindi in posizione anteriore trasversale e la trazione sarà anteriore o integrale. Rimane da confermare l’arrivo di una variante ibrida o elettrica, mentre è sicuro l’utilizzo del benzina 1.0 TSI e del diesel 1.6 TDI. Optional il cambio automatico a doppia frizione.
Volkswagen T-Roc
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
45
47
40
28
89
VOTO MEDIO
2,7
2.72289
249
Aggiungi un commento
Ritratto di Vrooooom
8 aprile 2016 - 11:01
Mo me lo segno!
Ritratto di Damiano Mariastella
8 aprile 2016 - 11:16
beh, come seconda o terza macchina la posso prendere in considerazione, non male per il traggitto casa - spesa o giù di lì.
Ritratto di Pagani_Z
8 aprile 2016 - 12:42
1
E chissene frega
8 aprile 2016 - 11:22
Banalotta e in ritardo: Flop in vista.
Ritratto di NeroneLanzi
8 aprile 2016 - 11:34
Beh, non è detto. Ci sono altre vetture nel segmento I0 delle quali si era detto che arrivavano in ritardo e poi invece si sono ritagliate una quota interessante. Come estetica, il modello su cui stanno lavorando (che chiamano ancora T-ROC) al momento è molto più simile alla Cross Breeze, per cui davanti ha quegli squircle a led. Cambia un po' la parte alta che è un po' più complessa rispetto a quella di questa ricostruzione.
9 aprile 2016 - 12:06
Il problema non sono gli stilemi ma la linea in sé, banale e fin troppo noiosa per giunta identica a quella della q2 poi non dimentichiamoci che tra poco arriverà il Toyota CH-R col quale francamente sia la vw che la gemella Audi patiscono vistosamente il confronto: Noia e banalità contro una fortissima carica di personalità. Per me non c'è proprio paragone. A questo giro stravince Toyota.
Ritratto di AMG
9 aprile 2016 - 12:47
Per la Volkswagen sono daccordo.. Sembra insipida e arriva davvero tardi sul mercato (a tal proposito la moda sta tenendo più di quanto ci si aspettasse) però non si può mai dire, per me anche la Tiguan che hanno appena pensionato sembrava molto sciatta e banale. La CH-R sembra prometti bene, ma bisogna vedere il risultato finale, che risulti originale (inevitabile) ma non troppo, e senza difetti. Devo dire che il Q2, citato in campo, mi ha sorpreso. Senz'altro è un modello che non mi piace devo dire, tuttavia sul campo dell'originalità non so come avrebbero potuto fare di meglio. Spezza la linea dei suv e si distacca anche dal recente Q7, per richiamare con i fanali posteriori quell'audi A3 di qualche generazione fa e rinnovare l'idea di suv by Audi. Non trovo che sia simile alle altre Q. Però trovo comunque che il risultato sia un po' cinese, con troppi fronzoli, segno (come la stessa fascia/categoria) che è più l'apparenza che gli importa della sostanza
Ritratto di v8sound
9 aprile 2016 - 15:08
La CH-R in effetti ha una fortissima carica di personalità, però questo potrebbe rivelarsi un limite. E' però un modello che, in fatto di design, più di altri necessita di essere visionato dal vero.
9 aprile 2016 - 15:20
Personalità strabordante può rivelarsi un limite quando a proporla e' un marchio dai piccoli numeri e poco diffuso ma dal momento che si parla di Toyota, brand decisamente mainstream, dubito ci possano essere problemi da questo punto di vista.
Ritratto di v8sound
9 aprile 2016 - 17:19
Non sono d' accordo, direi piuttosto che quando un' auto ha un design molto personale e fuori dagli schemi convenzionali divide e basta, indipendentemente dai volumi di vendita assoluti del marchio. Potrebbe attirare nuovi clienti che diversamente acquisterebbero altro, ma al contempo allontanare una parte di clientela fidelizzata che però non ne apprezzano il design. Poi ci sono aspetti più razionali da valutare: linee particolari spesso impediscono lo sfruttamento ottimale degli spazi, altre volte limitano la visibilità, ecc. Considera che qui discutiamo tra appassionati di auto, il mercato è diverso
Pagine