NEWS

Volvo Concept Recharge: due passi nel futuro

Pubblicato 01 luglio 2021

Anticipa le Volvo elettriche dei prossimi anni, che nasceranno su una piattaforma specifica in grado di garantire più spazio interno e maggiore capacità di carico.

Volvo Concept Recharge: due passi nel futuro

UNA SPECIFICA PIATTAFORMA - Con la Volvo Concept Recharge la casa svedese ha voluto anticipare i contenuti che troveremo sulle sue future auto elettriche, che non saranno ricavate da modelli con motore termico (come la XC40 Recharge), ma saranno basate su una specifica piattaforma, concepita esclusivamente per i modelli a batteria. Questo garantirà maggiore spazio all’interno dell’abitacolo e un ingombro ridotto del motore, che sarà posizionato direttamente alle ruote invece che all’interno del cofano anteriore.

UN NUOVO APPROCCIO - La Volvo Concept Recharge sposa in pieno questo nuovo “paradigma” definendo inedite proporzioni, con un passo decisamente più lungo rispetto ai modelli attuali e sbalzi ridotti. Nella Concept Recharge l’impiego della nuova piattaforma ha consentito ai progettisti di riposizionare i sedili, ottimizzare il profilo del tetto e abbassare il cofano della vettura, pur mantenendo una posizione di guida rialzata. Queste scelte progettuali hanno consentito di eliminare tutto il superfluo e proporre uno stile più razionale caratterizzato da superfici levigate. Tra le novità estetiche si nota la mancanza della classica mascherina Volvo nella parte frontale al centro della quale si trovo il logo della casa affiancato dai fati con disegno delle luci a martello. Inediti anche i fanali posteriori, sottili, verticali e a forma di L.

RAZIONALI E MINIMALISTI - L’interno della Volvo Concept Recharge è elegante e minimalista: spicca il grande schermo touch verticale di 15 pollici, che costituisce il fulcro del nuovo sistema multimediale. Per quanto riguarda i sistemi di assistenza alla guida, la Concept Recharge, così come i futuri modelli elettrici, potrà contare su un sensore LiDAR, realizzato dalla società tecnologica Luminar, collocato in posizione ottimale sul tetto così da rilevare i dati sull'ambiente esterno.





Aggiungi un commento
Ritratto di bebbo
1 luglio 2021 - 11:17
Molto incinesita. Meglio la linea dei modelli attuali.
Ritratto di Pierre Cortese
1 luglio 2021 - 12:48
1
La S60 è attualmente, a mio avviso, la più bella segmento D premium sul mercato.
Ritratto di domila
1 luglio 2021 - 13:04
Pierre Cortese anche per me è una delle migliori. E questo riguarda anche la V60.
Ritratto di fastidio
1 luglio 2021 - 13:18
6
La V60 è davvero l'unica station in commercio degna di nota..
Ritratto di Quello la
1 luglio 2021 - 14:43
Sono d'accordo. Le linee della serie 60 sono solide, affascinanti, quasi sportive. Se non costassero un botto un pensiero ce lo farei
Ritratto di Miti
1 luglio 2021 - 19:40
1
Quello la ... sembrate Giulio. La Volvo è roba cinese !!!!!
Ritratto di Andrea Doria
2 luglio 2021 - 03:04
@fastidio. Bella, certamente, ma non penso sia l'unica degna di nota; basti pensare alla BMW G21, Serie 5, A6, Insignia e 6. Ovviamente secondo i miei gusti, ma la fascinosa V60 non è sola.
Ritratto di fastidio
2 luglio 2021 - 13:32
6
@Andrea Doria A parere mio te le smonto tutte :o) G21 non mi convince del tutto, ha perso un pò di eleganza e non propone nulla di nuovo rispetto alla F, forse potrei considerarla solo in allestimento Msport e colore grigio topo (io ho avuto tutte le serie 3 dalle E30 fino all'attuale F31 ma farò fatica a passare alla G); Serie 5 mi è sempre piaciuta tanto, l'ultima è troppo imborghesita nella linea, insomma troppo da anziano; A6 forse è l'unica che mi piace ma stesso problema della 5 e dimensioni un pò eccessive; Insigna e 6 le trovo anonime, potrei forse inserire la 508 che come linea mi piace molto ma non credo che potrei mai passare a una Peugeot. Qundi a fine carriera della mia F31 penso che potrei considerare la Volvo anche se poi sotto sotto so che cadrò lo stesso sulla serie 3, avevo lo stesso dubbio anni fa con la F31 e devo dire che poi mi sono trovato più che bene, unica cosa mi piacerebbe passare al 6 cilindri.
Ritratto di Andrea Doria
2 luglio 2021 - 15:01
@fastidio. Effettivamente le ha smontate :) e sui gusti personali, alzo le mani. Però, condivido riguardo la G20 sulla mancanza di novità: mi piace, ma non mi farei nessun problema a cercare un usato F30 o F31... Anche in vista di pensionare la mia Astra, e ho nel mirino proprio una F30. Poi, A6 ed Insignia, oltre ad essere due auto completamente diverse, sono effettivamente dei transatlantici, anche se per me non sarebbe un problema gestirne gli ingombri.
Ritratto di fastidio
8 luglio 2021 - 13:49
6
@Andrea Doria Con la F31 io mi trovo benissimo, meglio anche della tanto decantata E91 ma forse perchè ho un allestimento più ricco e il cambio automatico e qualche cavallo in più. Ormai la F30 la puoi trovare a cifre abbordabilissime e vista la poca differenza con la G credo invecchierà bene!
Pagine