Pubblicato il 15 dicembre 2011

Listino prezzi Lada Niva non disponibile

Qualità prezzo
4
Dotazione
2
Posizione di guida
4
Cruscotto
3
Visibilità
4
Confort
3
Motore
3
Ripresa
1
Cambio
3
Frenata
3
Sterzo
2
Tenuta strada
5
Media:
3.0833333333333
Perché l'ho comprata o provata
Ho comprato la Niva (secondo semestre 2008) in quanto il mio mestiere (archeologo) richiede spesso e volentieri un'auto adatta a percorrere percorsi molto accidentati (pietraie,sterrati e anche piccoli guadi a volte) e il bisogno di una discreta capacità di carico (anche se con sedili posteriori abbattuti) per trasportare l'attrezzatura. Ovviamente un fuoristrada ideale per questa occupazione sarebbe stato un Land Rover Defender o un Pick Up giapponese (inarrestabili e con capacità dei carico "infinita"): ma ho optato per la Niva in quanto i costi di gestione (bassa cilindrata e serbatoio Gpl nascosto) sono ampiamente più bassi rispetto alla concorrenza. Inoltre, gli spostamenti a "lungo raggio" che non sono rari nel mio caso, non "dissanguano il portafoglio". La totale assenza di optional non è per me un problema visto l'uso previsto per quest'auto. L'autoradio era prevista nel prezzo ma l'ho sostituita in quanto necessitavo di un navigatore che ho istallato subito dopo l'acquisto. Certamente un airbag mi avrebbe dato una maggiore tranquillità nei percorsi autostradali.
Gli interni
Gli interni sono giustamente spartani ma non li definierei ne poveri ne scadenti. La tappezzeria dei sedili ad sempio, spesso "maltrattata" da attrezzatura e vestiti sporchi di terra e fango,è ancora in ottime condizioni e con una rapida pulizia (con smacchiatori) diventa praticamente come nuova (ne strappi ne scuciture). La strumentazione è essenziale, esteticamente "vintage" ma trattandosi di un progetto di quasi 30 anni fa, non lo vedo come un difetto. Le plastiche (anch'esse spesso maltrattate) resistono e non danno segno di scricchiolii o imperfezioni di assemblaggio. Lo spazio a bordo non manca per il guidatore e il passeggiero seduto davanti, mentre il divanetto posteriore è comodo per due adulti (ma non c'è molto spazio per le gambe se i sedili anteriori son "tirati" indietro al massimo). Il bagagliaio è abbastanza capiente, nella media se si considera la grandezza del veicolo. Il serbatoio del Gpl è nascosto nel vano sottostante, quindi non toglie spazio mentre la ruota di scorta è posizionata nel cofano anteriore.
Alla guida
Trattandosi di un fuoristrada, in autostrada non si può pretendere "la luna". L'accelerazione non permette di effettuare molti sorpassi se non si è già lanciati ad una certa velocità ma senza troppi problemi si può viaggiare a ridosso dei limiti di legge. In città, le ridotte dimensioni non ne limitano l'uso ed avendo il servosterzo non si ha difficoltà nel manovrare. La visibilità è buona anche grazie alla generosa altezza da terra. Nel misto si può notare la grande stabilità della vettura che nonostante il peso elevato e l'assenza dell esp,resta in traiettoria senza troppi problemi. Il consumo medio che ho accertato è molto buono considerando il peso e la scarsa aerodinamicità del mezzo: andando a benzina è di 9,5 km/l mentre a Gpl è di 8,5 Km/l. In fuoristrada la Niva è praticamente inarrestabile e con l'aiuto delle ridotte si affrontano salite innevate senza paura; pietraie,torrenti e pozze di fango si attravesano praticamente ad occhi chiusi.
La comprerei o ricomprerei?
Ricomprerei quest'auto semplicemente perchè credo sia l'unica sul mercato adatta per questo genere di lavoro. Certo,di fuoristrada ce ne sono...ma se si vuole aver consumi ridotti (grazie anche al Gpl) e spese di gestione contenute (pochi cavalli e basse cilindrate), credo che i vari Land Rover e Pick Up non vadano poi tanto bene (provate a farvi 600 km con un Defender o una Patrol... i benzinai ringrazieranno!). Quindi, senza eccessive pretese, ho trovato in quest'auto il giusto compromesso. Le uniche "avversarie" che ho preso in considerazione sono state la Daihatsu Terios (che a Gpl mi costava il doppio) e la Suzuky Jimny (piccola, scomoda e comunque più costosa). Purtroppo il mercato non offre molta scelta. Fino ad ora la Niva non ha dato alcun tipo di problema (salvo un anabbagliante fulminato) e considerando quanto l'ho pagata (auto km 0 pagata 10500 euro a Novembre 2008) va che è una meraviglia! Avevo qualche dubbio inizialemtne visto che si tratta di un progetto russo datato ma,come già detto, problemi (nonostante i maltrattamenti subiti) non ne ho avuti. Quindi riassumendo, ho scelto la Lada Niva perchè: - ottime doti fuoristradistiche (necessarie per il lavoro) - prezzo basso rispetto alla diretta concorrenza - Gpl dalla casa, bassa cilindrata (quindi costi di gestione accettabili anche affrontando lunghe percorrenze) - buona abitabilità all'interno Difetti da me riscontrati sono: - ripresa scarsa in autostrada - sterzo poco preciso dopo i 120 km/h - dotazione (assenza di airbag)
Lada Niva 1.7 Mpi Dual Fuel
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
2
2
2
2
1
VOTO MEDIO
3,2
3.22222
9
Aggiungi un commento
Ritratto di gig
27 dicembre 2011 - 20:18
Dettagliata e scorrevole. Se avessi esigenze di spazio e di trazione sarebbe la prima auto che andrai a vedere
Ritratto di fabri99
27 dicembre 2011 - 20:45
4
Per prima cosa ti faccio i complimenti,per la prova e per l'auto ma sopratutto per il tuo lavoro(archeologo), che mi ha particolarmente affascinato. Io avrei considerato anche la DR5, forse più SUV da strada, rispetto alla Niva, molto fuoristrada. Ancora complimenti e, visto che natale ormai è passato, Buon anno!
Ritratto di 19miki90
28 dicembre 2011 - 20:24
2
non credo che la dr5 possa arrivare dove un archeologo necessiti di andare!
Ritratto di fabri99
29 dicembre 2011 - 14:24
4
E forse hai ragione ma magari neanche la Jimni e la Terios Possono arrivarci. SALUTI
Ritratto di Zack TS
29 dicembre 2011 - 14:54
1
no aspetta la terios è un bel macinino in fuoristrada......solo che come ha detto nella prova costa di più.....anche la jimni si arrampica molto bene, ce l'ha un mio amico e la domenica va a fare di proposito escursioni su terreni difficili e dice che va bene (in più ha montato un assetto ancora più votato all'off road)
Ritratto di fabri99
30 dicembre 2011 - 14:18
4
Come ho scritto, non sapevo se fossero dei bei macini da fuoristrada.
Ritratto di Cinque porte
27 dicembre 2011 - 21:08
Questa auto è unica nel mercato!
Ritratto di IchLiebeCorsa84
27 dicembre 2011 - 21:12
E mitica anche la Niva. Che dire... una fuoristrada coi controc*glioni, fatta per gente che in fuoristrada ci va per davvero. Di sicuro non è una macchina per Kekke, vista l'assoluta mancanza di dispositivi moderni per il confort e la sicurezza; bisogna avere due maroni così per vivere un'automobile del genere. Una piccola correzione: il "Progetto Niva" non ha "quasi 30 anni", ma risale addirittura all'inizio degli anni 70, quando gli ingegneri sovietici decisero di studiare un fuoristrada su base Lada 2101 (Fiat 124): in effetti si notano alcuni particolari della 124 come ad esempio le maniglie delle portiere. Ancora complimenti. P.S. Se dovessi avvistare qualche X5 o qualche ML in difficoltà ti avviso così ci pensi tu!!!!
Ritratto di condor1
28 dicembre 2011 - 15:51
e si perche se una macchina ha dispositivi moderni per confort e sicurezza e guidata da kekke, si quindi tutte le moderne vetture sono giudate da kekke.Certo., le vere macchina sono quelle senza dispositivi di sicurezza e con confort zero. P.S chi ha x5 o ml non la sprega nel fuoristrada.!!!!!bhahahah
Ritratto di 19miki90
28 dicembre 2011 - 20:26
2
Non lo impiega fuoristrada perché poi non ne esce più hehe Se non sbaglio in prova di Clarkson hanno dovuto chiamare un trattore a liberarlo!
Pagine
listino