PRIMO CONTATTO

Mercedes AMG GT Coupé: più rabbiosa che lussuosa

La nuova coupé Mercedes-AMG GT S sfida la Porsche 911 puntando su prestazioni mozzafiato e su una guidabilità da sportiva di gran razza. Certo, il comfort risente di un’impostazione rivolta più alle prestazioni che alle “coccole”.

20 novembre 2014
  • Prezzo (al momento del test)

    € 144.600
  • Consumo medio

    9,4 km/l
  • Emissioni di CO2

    219 grammi/km
  • Euro

    6
Mercedes AMG GT Coupé
Mercedes AMG GT Coupé 4.0 V8 S
Tradizione e innovazione
 
Con la nuova Mercedes AMG GT, la Mercedes ha creato un concentrato di grande ingegneria e di alta tecnologia per dare vita a una nuova supersportiva di alta classe la cui missione è di andare ad insidiare l’ormai storica leadership della Porsche 911. E questo compito, estremamente arduo, giustifica appieno il grande sforzo progettuale che vale la pena di esaminare nel dettaglio. Come la sua avversaria, anche la nuova AMG GT nasce da una matrice stilistica che ha le sue radici in quel magico ventennio ( dai primi anni 50 alla fine dei 60) in cui nacquero le più belle vetture sportive di sempre. In questo caso il riferimento è alla Mercedes 300 SL, il cui stile è già stato ripreso dalla precedente SLS, rispetto alla quale la AMG GT appare più slanciata, filante e muscolosa. Nel suo progetto tutto è ispirato alla massima razionalità ed efficienza ingegneristica volta al conseguimento della più gratificante combinazione fra lusso e prestazioni massime (questa volta con maggiore accento sulle seconde). 
 
Concentrato di tecnologia
 
Per contenere il peso entro limiti da vera supersportiva, la costruzione della scocca e della carrozzeria è in alluminio, rivettato e incollato secondo la più rigorosa tecnica aeronautica. Il risultato finale è una coupé due posti di 4,54 metri di lunghezza del peso di 1570 kg. Il gruppo propulsore nel suo assieme è il gioiello della corona. Il motore è un nuovo V8 di 4.0 litri biturbo che, in pratica, rappresenta il raddoppio del quattro cilindri 2.0 turbo da 360 CV delle A e CLA 45 AMG, nella sua cilindrata un autentico campione in fatto di potenza specifica. Di questo, il nuovo V8 della Mercedes AMG GT condivide le misure di alesaggio e corsa fortemente “sottoquadre” (83 mm per 92), l’elevato rapporto di compressione e l’alimentazione a iniezione diretta. La novità (quasi) assoluta è rappresentata dall’uscita dei condotti di scarico (e quindi dalla posizione dei due turbocompressori) al centro della V dei cilindri: conseguentemente, quelli di aspirazione qui sono all’esterno della stessa V. I tecnici della Mercedes giurano che si tratta di una soluzione di straordinaria efficacia e razionalità: la sensazione è che sia stata in parte mutuata dall’esperienza raccolta attraverso la realizzazione del propulsore di F1 (ma una analoga soluzione era già stata applicata dalla General Motors nel turbodiesel Duramax di 6,2 litri). 
 
“Cavalleria” a scelta
 
Il nuovo V8 4.0 biturbo viene proposto in due livelli di potenza: 462 CV per la Mercedes AMG GT e 510 per la AMG GT S. La differenza è ottenuta semplicemente variando la pressione di sovralimentazione: da 1,1 bar per la prima a 1,2 bar per la seconda. Il propulsore è abbinato a un impeccabile cambio a sette marce, robotizzato a doppia frizione: tale unità è collocata posteriormente, in blocco con il differenziale, al fine di ottenere una equilibrata distribuzione (47/53) dei pesi fra i due assi, fondamentale per garantire all’autotelaio qualità dinamiche al massimo livello. La connessione fra motore e gruppo cambio-differenziale è realizzata da un albero di trasmissione in fibra di carbonio, altro pezzo di alta raffinatezza tecnologica. L’adozione di un sistema di lubrificazione a carter secco ha permesso di abbassare significativamente il baricentro del gruppo propulsore e di tutta la vettura, e anche questo contribuisce a migliorare le doti di agilità, neutralità e tenuta alle accelerazioni laterali in curva. L’autotelaio vanta sospensioni a quadrilateri deformabili e freni anteriori Brembo corsa con pinze a sei pistoncini. 
 
Emozioni assicurate
 
Nella prova su strada della Mercedes AMG GT, rispettando i limiti sulla autostrada 101 che ci ha portato da San Francisco a Monterey, ovviamente non sono emersi problemi di sorta, a parte un navigatore “disinformato” sulla reale posizione della vettura e una notevole rumorosità di rotolamento delle ruote che filtrava nell’abitacolo. La vettura è elegante, super performante al minimo tocco di acceleratore e sempre molto composta. Ma, per verificare questo, la prova sul circuito di Laguna Seca è stata una conferma definitiva: il tracciato californiano è una pista micidiale, sulla quale abbiamo potuto portare la AMG GT S al limite. Selezionando la posizione Sport+, la vettura opera al massimo della sua potenzialità, ma con un significativo intervento del sistema Esp che tiene sotto controllo le reazioni più corsaiole. La vettura ha un potenziale velocistico massimo di 310 km/h e sul semi-rettilineo di Laguna Seca ne abbiamo “visto” una notevole percentuale. Il potenziale di questa versione (l’unica disponibile per il test) è impressionante, sia in progressione di accelerazione e risposta in potenza a tutti i regimi, sia in velocità massima. Selezionando la posizione Race (disponibile solo sulla GT S), l’Esp viene annullato e bisogna tenere sotto controllo il retrotreno: che, se si “martella” sull’acceleratore come si poteva fare impunemente con la posizione Sport+, saluta la compagnia. Il recupero di assetto è però pronto, soprattutto una volta realizzato che siamo tornati alla guida di una vettura “normale”, priva di assistenze elettroniche, e dominare 510 CV su una pista come Laguna Seca è sicuramente gratificante. La Mercedes AMG GT è veloce, confortevole, ha grandi doti di tenuta alle accelerazioni laterali in curva e uno sterzo preciso e sicuro, una pregevole virtù per una vettura in cui prestazioni elevatissime si miscelano a un livello di finitura secondo la tradizione della Mercedes. La velocità massima e, soprattutto, le ottime doti di erogazione la qualificano come una delle più brillanti protagoniste della scena, con in più consumi specifici che la casa promette come contenuti (in media, 9,4 litri/100 km). I prezzi, IVA inclusa, variano tra i 125.200 euro della GT e i 161.633 della versione speciale “di lancio” GT S Edition 1; tra le due si colloca la GT S “normale”, con 144.600 euro. 
 
Secondo noi
 
Pregi
> Finiture. Di primo livello, sia per i materiali usati sia per l’esecuzione.
> Guidabilità. Fino a poco tempo fa, un comportamento dinamico così performante era riservato a vetture solo da corsa.
> Prestazioni. Accelerazione, frenata e velocità sembrano non finire mai: anche in circuito.
 
Difetti
> Comfort. Anche a velocità “codice”, in autostrada, nell’abitacolo il rumore non è basso.
> Controlli elettronici. Solo sulla GT S, la posizione Race li annulla: una scelta appagante in pista, ma alla portata solo di guidatori molto esperti. E da evitare su strada aperta.
> Navigatore. Non proprio “puntuale” nel seguire gli spostamenti della vettura...

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 3982
No cilindri e disposizione 8 a V
Potenza massima kW (CV)/giri 375 (510)/6250 giri
Coppia max Nm/giri 650/1750-4750
Emissione di CO2 grammi/km 219
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 7 (robotizzato) + retromarcia
Trazione posteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 310
Accelerazione 0-100 km/h (s) 3,8
Consumo medio (km/l) 9,4
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 454/193/128
Passo cm 263
Peso in ordine di marcia kg 1570
Capacità bagagliaio litri 350
Pneumatici (di serie) 265/35 R19 - 295/30 R20

 

Mercedes AMG GT Coupé
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
152
53
18
12
20
VOTO MEDIO
4,2
4.19608
255
Aggiungi un commento
Ritratto di Ivan92
20 novembre 2014 - 14:13
6
Ci voleva proprio qualcosa del genere dalla Mercedes, per quanto mi riguarda su una vettura del genere preferisco avere la guidabilità nei pregi piuttosto che il comfort e per quanto riguarda il navigatore oserei dire che in Europa dovrebbe funzionare benissimo (come su tutti i recenti modelli Mercedes), per il resto mi aspetto la solita "fregatura" che da qui a breve uscirà una versione ancora più performante e potente così da far pentire (se così vogliamo dirlo) gli eventuali clienti di queste due versioni (è solo un mio presentimento) anche se leggendo la prova questa vettura risulta già perfetta così. Per la redazione, c'è un errore per quanto riguarda le emissioni all'inizio dell'articolo, (2019 grammi/km al posto di 219)
Ritratto di cicciononno
14 dicembre 2014 - 16:08
Guarda che c'è scritto 219 g/km e non 2019 g/km
Ritratto di Ivan92
14 dicembre 2014 - 22:09
6
L'errore dei 2019 g/km è stato corretto 23 giorni fa.
Ritratto di SuperMaserati
20 novembre 2014 - 14:44
Mi piace la linea ma a differenza del suo modello precedente è distante anni luce dalla linea esagerata e fantastica della 300sl. Ha perso tutto il fascino che aveva la SLS dove sono gli enormi motori? E le porte a ali di gabbiano? è scomparsa tutta la sua linea estrema adesso è come una super- SLK.
Ritratto di Ivo Protrkic
20 novembre 2014 - 14:53
Allora la Mercedes-Amg GT non è un erede della SLS. E come se fosse completamente un nuovo modello. L'erede della SLS uscirà molto più tardi! sempre se la rifaranno.
Ritratto di hulk74
20 novembre 2014 - 15:11
Nulla da dire! Ma non so se sarebbe la mia scelta, potendomi permettere certe spese. Piuttosto non capisco il commento negativo sui controlli elettronici.
Ritratto di MatteFonta92
20 novembre 2014 - 17:48
3
Assolutamente fantastica, tra questa e la Jaguar F-Type Coupé ammetto che non saprei scegliere! I difetti elencati nell'articolo poi mi sembrano assolutamente irrilevanti... come il rumore del motore, per esempio: a questi livelli il sound di un V8 è pura musica, non vedo come possa pregiudicare il comfort!
Ritratto di Mattia Bertero
20 novembre 2014 - 17:57
3
Un missile su quattro ruote, con ineccepibile qualità tecniche. La linea esterna mi piace molto, sembra richiamare un aspetto vintage anni 50. Gli interni però...lasciatemelo dire...ma sono bruttissimi!!! Pesanti, in totale contrasto con la "morbidezza" della carrozzeria, ed anche lontano alla tradizione Mercedes fatta di linee pulite ed armoniose. Un piccolo passo falso che non intacca però le qualità di questa strabiliante vettura, sempre secondo il mio parere personale, non vorrei che qualcuno si arrabbiasse...
Ritratto di fabri99
20 novembre 2014 - 21:16
4
Non so perchè, ma non sono convinto. E' sicuramente un'ottima auto, sembra anche all'altezza per piacere di guida e prestazioni e comunque hanno fatto un lavoro notevole. Ma non sono convinto. Come idea, innanzitutto, mi sembra troppo forzata: non era necessaria, hanno già fatto una volta una super sportiva, la SLS, che ci ha fatto sognare, pur non essendo un successone, ma poi basta. Non ci vuole per forza, inoltre, se proprio la volevano fare, e a me fa sempre piacere quando creano modelli nuovi, soprattutto sportive, potevano cercare qualcosa di completamente diverso dalla SLS, non solo farla scendere in gamma, da rivale della 458 a rivale della 911. Dovevano trovare forme nuove, secondo me dovevano puntare un po' di più sul comfort di una GT, con linee più simili a una coupè derivata da una berlina, o comunque meno acquattata e più muscolosa. Potevano cambiare, non fare il solito cofano lungo con coda corta, si sono almeno risparmiati le ali di gabbiano, ma mi da l'impressione di una SLS compattata. Gli interni non mi piacciono come design, e nemmeno molto il posteriore, ma va a gusti e comunque in generale è molto bella esteticamente. Però non è niente di nuovo, mi sa di SLS in piccolo, ma, visto che hanno già fatto la SLS, questa non ha molto senso. Ripeto, dovevano fare qualcosa di diverso, pur essendo una bella auto, notevole. La SLS era una parentesi nel mondo delle supercar che si fa una volta ogni cento anni, non deve avere eredi ne essere assolutamente ripresa. Almeno, io la vedo così, anche per questo, preferisco nettamente le rivali.
Ritratto di iceman699
20 novembre 2014 - 21:49
Quando bmw farà un'auto del genere voleranno i cavalli..
Pagine