PRIMO CONTATTO

Audi A5 Sportback: la coupé con tre porte in più

Deriva dalla A5 coupé a due porte, ma è una berlina a cinque porte dalla linea dinamica e con un baule grande e funzionale. La versione base ha una discreta dotazione: peccato che i sensori di parcheggio si paghino a parte. Il motore 2.0 TDI da 170 CV è provvisto di dispositivo Start&Stop e promette consumi contenuti

31 agosto 2009
  • Prezzo (al momento del test)

    € 38.330
  • Consumo medio

    19,2 km/l
  • Emissioni di CO2

    137 grammi/km
  • Euro

    5
Audi A5 Sportback
Audi A5 Sportback 2.0 TDI 170 CV
Una berlina con l’aria da sportiva
 

 

L’impronta aggressiva è quella della A5 coupé, ma la Sportback bada alla funzionalità: ha cinque porte e un bagagliaio più capiente di 25 litri, pratico e ben accessibile grazie alla presenza del portellone.

La versione base non costa poco ma ha una dotazione completa (ci sono i poggiatesta anteriori attivi, i fari allo xeno e i cerchi in lega di 17 pollici, anche se mancano i sensori di parcheggio); aggiungendo 2.400 euro si possono avere gli allestimenti Ambiente (ottimizzato per il comfort) oppure il più sportivo Advance. Chi “ha famiglia” tenga presente che l’omologazione è per quattro persone.

Il motore è un turbodiesel common-rail 2.0 da 170 CV, dotato di sistema Start&Stop (che lo spegne se ci si ferma al semaforo o in colonna, e lo riavvia automaticamente quando si preme il pedale della frizione).
 

Alcuni comandi “distraggono”
 

 

I sedili anteriori sono confortevoli e trattengono bene il corpo in curva; comodo anche il divano posteriore, ma chi è più alto di 185 cm sfiora il soffitto con la testa. Rivestimenti gradevoli al tatto e finiture accurate contraddistinguono la plancia, che, però, in particolari condizioni di luce crea riflessi sul parabrezza.

Peccato che i comandi del climatizzatore e del sistema MMI (una manopolona-joystick con la quale si gestisce la maggior parte delle funzioni di bordo) siano posizionati troppo in basso: distraggono lo sguardo dalla strada.

È comoda e si comporta bene
 

 

Il motore, abbinato a un ottimo cambio, è scattante e fluido: già da 1700 giri la spinta è notevole e gli 8,7 secondi dichiarati dalla Casa per passare da 0 a 100 km/h sono credibili (come pure la punta velocistica di 228 km/h).

Notevole la silenziosità, favorita sia dall’efficace aerodinamica sia dal fatto che a velocità autostradale il turbodiesel “ronfa” ad appena 2300 giri al minuto. Ci sono parsi comunque ottimistici i consumi “ufficiali” (19,2 km/l in media), anche considerando la presenza del sistema Start&Stop.

Il comportamento su strada non ha nulla da invidiare rispetto a quello del modello a due porte, visto che l’assetto è equilibrato e le sospensioni ben tarate garantiscono ottime doti di stabilità e tenuta senza imporre sacrifici in termini di comfort.

 
Secondo noi
 

 

> PREGI
Baule. Capacità e sfruttabilità sono notevoli, e l’ampio portellone rende agevoli le operazioni di carico e scarico.
Linea. Frontale aggressivo, fiancata slanciata e coda spiovente danno luogo a un insieme riuscito.
Motore. Fornisce una spinta omogenea e generosa, oltre a essere molto silenzioso.

> DIFETTI
Comandi. Attenzione a non distrarsi quando si agisce sui pulsanti del clima o sulla manopola del sistema MMI, posti troppo in basso.
Riflessi. In pieno sole la plancia si riflette sul parabrezza: un fenomeno fastidioso.
Visibilità. I montanti posteriori e il lunotto fanno vedere poco in manovra, e i sensori di parcheggio si devono pagare a parte.

SCHEDA TECNICA

 

 

Cilindrata cm3 1968
No cilindri e disposizione 4 in linea (turbo diesel)
Coppia max Nm/giri 380/1750-2500
Potenza massima kW (CV)/giri 125 (170)/4400
Emissione di CO2 grammi/km 137
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 471/185/139
Passo cm 281
Peso in ordine di marcia kg 1530
Capacità bagagliaio litri 480/980
Pneumatici (di serie) 225/50 R 17
Due le versioni a benzina, entrambe con alimentazione a iniezione diretta del carburante: si tratta della 2.0 TFSI, con motore sovralimentato da 211 CV, e della 3.2 FSI V6, mossa da un aspirato da 267 CV. Rispettivamente, costano 44.180 e 48.780 euro. Le turbodiesel sono tre: oltre alla 2.0 TDI da 170 CV del nostro test, ci sono la 2.7 TDI V6 con 190 CV (da 41.030 euro) e la 3.0 TDI V6 (da 48.930 euro) con 239 CV. Quest’ultima e le due a benzina hanno la trazione integrale “quattro” e il cambio robotizzato a 7 marce “S tronic” con doppia frizione.
Versione Prezzo Alim cm³ CV/kW km/h 0-100 km/l CO2 kg
2.0 TFSI quattro S tronic 44.180 B 1984 211/155 241 6,6 13,5 172 1615
3.2 FSI V6 quattro S tronic 48.780 B 3197 267/196 250 6,6 10,7 216 1650
2.0 TDI 38.330 D 1968 170/125 228 8,7 19,2 137 1530
2.7 TDI V6 41.030 D 2698 190/140 235 8,2 16,7 159 1620
3.0 TDI V6 quattro S tronic 48.930 D 2967 239/176 250 6,1 15,2 174 1720
VIDEO
loading.......
Audi A5 Sportback
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
33
23
18
7
23
VOTO MEDIO
3,3
3.346155
104
Aggiungi un commento