PRIMO CONTATTO

BMW Serie 2 Gran Tourer: sette posti, grande guida e… grande prezzo

La BMW Serie 2 Gran Tourer è la prima monovolume della casa con tre file di sedili (l’ultima è di fortuna e si paga a parte). Gradevole e fluido il 2.0 turbo a benzina da 192 CV. Ma il listino non è… “popolare”.

29 aprile 2015
  • Prezzo (al momento del test)

    € 36.300
  • Consumo medio

    16,9 km/l
  • Emissioni di CO2

    114 grammi/km
  • Euro

    6
BMW Serie 2 Gran Tourer
BMW Serie 2 Gran Tourer 220i M Sport Automatica 7 posti
Cresce nelle dimensioni
 
La BMW Serie 2 Gran Tourer deriva dalla Serie 2 Active Tourer, da cui si distingue per la maggiore lunghezza (456 cm anziché 434) e per i due posti in più, per un totale di sette (che, però, si pagano a parte e a caro prezzo, 900 euro). Già in vendita (sarà nelle concessionarie dal 6 di giugno), la BMW Serie 2 Gran Tourer propone cinque motori. I due a benzina sono il tre cilindri 1.5 da 136 CV e il quattro cilindri 2.0 con 192 CV dell’auto del test. Le unità a gasolio includono un solo tricilindrico, il 1.5 da 116 CV,  e i 2.0 da 150 e 190 CV, quest’ultimo unicamente con il cambio automatico a otto marce e la trazione integrale. I prezzi non sono bassi: dai 28.550 euro della 218i Gran Tourer a benzina da 136 CV ai 45.150 della 220d Gran Tourer xDrive Luxury da 190. La scelta è fra cinque allestimenti: l’M Sport dell’auto che abbiamo guidato è quello più sportivo e si differenzia per il kit estetico per la carrozzeria, i sedili in pelle con supporto regolabile per le cosce e l’assetto sportivo con ruote di 17”. Si pagano a parte il navigatore (da 970 euro), il cambio automatico a otto marce (da 2.150) e, stranamente, perfino il lettore di cd (120).
 
Spaziosa, ma non troppo
 
L’interno della BMW Serie 2 Gran Tourer è realizzato con cura, ha numerosi portaoggetti e ricalca quello della Serie 2 Active Tourer. La posizione di guida è confortevole; nella M Sport, le finiture in alluminio aggiungono un tocco “racing”. Il passo più lungo della BMW Serie 2 Gran Tourer rispetto a quello della Active Tourer (278 cm invece di 267) offre maggior agio ai passeggeri della seconda fila (anche se chi siede al centro è penalizzato dalla forma della seduta e dal mobiletto fra i sedili). Comunque, il divano scorre di 13 cm, ha lo schienale (diviso in tre parti) reclinabile all’indietro e, con una comoda leva, si ripiega muovendosi in avanti per facilitare l’accesso ai due strapuntini. Questi ultimi fuoriescono dal fondo del baule, non sono molto ampi e costringono a viaggiare con le “ginocchia in bocca”; chi è più alto di 170 cm, poi, sfiora con la testa il soffitto. La capacità del baule, invece, non delude affatto e varia fra l’allestimento a cinque e a sette posti. Nel primo caso il vano è più grande (da 645 a 1905 litri) e dotato di doppio fondo; nel secondo la capienza (da 145-560 a 1820 litri) diminuisce per via dei due strapuntini ripiegati nel pavimento. Comunque, anche viaggiando in sette, il bagagliaio della BMW Serie 2 Gran Tourer non si annulla del tutto: resta lo spazio per due trolley.
 
Le curve? tutte sue
 
La BMW 220i Gran Tourer M Sport ha un’agilità che non ci si aspetterebbe da una monovolume, e si guida bene. Lo sterzo è piuttosto diretto, i freni potenti e, favorita dall’assetto sportivo (di serie nella M Sport) e dai cerchi di 18” (850 euro), l’auto resta ben salda sulle quattro ruote. E ci si può divertire ancora di più, inserendo la modalità Sport delle tre selezionabili con il manettino: il 2.0 turbo diventa più rabbioso, ma resta sempre omogeneo (non è un motore cattivo), il cambio automatico (2.310 euro con le palette al volante) è più sollecito nei passaggi di rapporto mentre la servoassistenza si fa più consistente. Ma stiamo pur sempre parlando di un’auto da famiglia: il comfort è più che buono, sia per l’efficacia delle sospensioni sia per l’isolamento acustico dell’auto. La nota dolente? La visibilità non è il massimo: i larghi montanti del tetto la limitano anteriormente, nelle svolte, e nelle retromarce. Infine, i consumi calcolati dal computer di bordo: sono ragionevoli, circa 12 km/l.
 
Secondo noi
 
PREGI
> Motore. Ha un bel carattere, ma non è scorbutico.
> Cambio. Quello automatico vale la spesa: è efficiente.
> Guida. Risulta facile e divertente.
 
DIFETTI
> Prezzo. Anche considerando che si tratta di un prodotto di qualità, è salato.
> Ultima fila. Non offre molto spazio.
> Visibilità. Si rivela un po’ difficoltosa.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1998
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 141 (192)/5000 giri
Coppia max Nm/giri 280/1250
Emissione di CO2 grammi/km 114
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 8 (automatico) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 222
Accelerazione 0-100 km/h (s) 7,6
Consumo medio (km/l) 16,9
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 456/180/164
Passo cm 278
Peso in ordine di marcia kg 1495
Capacità bagagliaio litri 145/560-n.d./1820
Pneumatici (di serie) 205/55 R17

Valori riferiti alla versione con cambio automatico, ruote di 18” e sette posti

BMW Serie 2 Gran Tourer
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
21
20
23
36
59
VOTO MEDIO
2,4
2.421385
159
Aggiungi un commento
Ritratto di Mattia Bertero
29 aprile 2015 - 18:18
3
Ho visto una Serie 2 ultimamente dal vivo e confermo la mia opinione: non mi piace proprio. Sa molto poco di BMW, come qualità generale naturalmente siamo al top. E poi scusate una cosa: questa vettura è nata per essere una monovolume, ma se non è spaziosa più di altre (anzi) a che cosa serve???? A questi punti spendi qualcosa di più e inizi a pensare ai SUV della Serie X come la X1 oppure la X3, tanto penso che chi può permettersi questa Serie 2 può permettersi anche altro più caro...
Ritratto di Moreno1999
29 aprile 2015 - 18:36
4
Una delle peggiori BMW mai viste fin'ora
Ritratto di Gordo88
29 aprile 2015 - 18:37
Com' è strano vedere una monovolume a 7 posti marchiata bmw però ormai ci si abitua a tutto quindi.. Per il resto auto valida con interni ben fatti ma non so se sarà apprezzata dal mercato con un prezzo così alto rispetto alle concorrenti( generaliste)
Ritratto di MatteFonta92
29 aprile 2015 - 18:37
3
Tecnicamente è un'auto valida, però esteticamente lascia parecchio a desiderare... già di per sé non è una vettura molto aggraziata, se poi ci aggiungiamo qualche dettaglio simil-sportivo la linea diventa qualcosa di imbarazzante. Oltretutto è un'auto completamente estranea alla filosofia BMW, quindi non so neanche perché a Monaco abbiano deciso di produrre un'oscenità del genere...!
Ritratto di M93
29 aprile 2015 - 18:47
Dal punto di vista tecnico, qualitativo e motoristico nulla da eccepire, ma a livello estetico la reputo molto discutibile e ben poco riuscita, ancor più della "normale" Serie 2 Active Tourer. Il prezzo è elevato, sopratutto considerando la dotazione di serie non certo ricca.
Ritratto di ferrariforever
29 aprile 2015 - 18:48
Vista dal vivo, devo dire che è un obbrobrio!!! Speriamo che non conquisterà tanti clienti!
Ritratto di Robx58
29 aprile 2015 - 18:57
11
36.300 euro è il prezzo di listino del modello base 2.0i, perchè l' M sport costa ( sito BMW ) €.38.610 più vernice, cerchi da 18, terza fila di sedili, navigatore ecc...( come l'esemplare del servizio ) si arriva tranquillamente a 45.000 euro, sinceramente, io con quei soldi, ci comprerei una BMW, e no questo obbrobrio, che di BMW ha solo il marchio!
Ritratto di NelSeprio
29 aprile 2015 - 21:10
Una delle cose piu brutte che abbia mai visto
Ritratto di Sportingheart
30 aprile 2015 - 08:43
Ma un marchio considerato premium, che ha una precisa connotazione nel panorama automobilistico, può mettere il proprio marchio su di una roba del genere???? Fa a pugni con la filosofia stessa della casa.....Anche se il prodotto è ottimo senza ombra di dubbio, a mio avviso è una caduta di stile, come lo sarà il passaggio alla trazione ant. per BMW serie 1. Beh visto che le future Alfa Romeo dovrebbero essere un qualcosa di diverso da quelle viste negli ultimi 25 anni e visto che appunto hanno BMW nel mirino, ma soprattutto visti i buoni propositi, e considerando il fatto che la prossima Giulietta potrebbe essere l'unica segmento C a traz post; ben vengano auto come questa serie 2 gran tourer, che a mio avviso macchiano un pò il prestigio di una casa, quale BMW. Poi sicuramente venderà molto, ma ipo non acomprerei mai un monovolume BMW.......
Ritratto di follypharma
30 aprile 2015 - 09:14
2
in europa non credo vendera' molto, e' chiaramente una auto fatta per la cina ... vederla mi fa pensare : dai, i Suv non sono poi cosi' male allora .... Per quanto MI riguarda e' semplicemente improponibile... sono curioso de vedere il mercato se la premia
Pagine