PRIMO CONTATTO

BMW Z4: motore da lode, guida da… sette

La BMW Z4, lievemente aggiornata, rimane una delle spider più ricche di personalità: motore e cambio sono entusiasmanti, ma nella guida richiede un minimo di assuefazione.

22 aprile 2013
  • Prezzo (al momento del test)

    € 61.280
  • Consumo medio

    11,1 km/l
  • Emissioni di CO2

    210 grammi/km
  • Euro

    5
BMW Z4
BMW Z4 sDrive35i
Pochi ritocchi e un nuovo motore

BMW Z4

La BMW ha lavorato di cesello per rinnovare la sua BMW Z4: del resto, non serviva nulla più di una leggerissima rinfrescata, per un modello che vanta una personalità decisa, un grande fascino e forme che, a quattro anni dal debutto, sono ancora attuali. Oltre ai colori e ai relativi abbinamenti, sia negli interni sia di carrozzeria (l’auto che abbiamo guidato era arancio con il tetto nero), le innovazioni riguardano i fari (allo xeno, con luci diurne a led) e l’introduzione di mostrine cromate sui parafanghi anteriori, vicino al marchio BMW. Ampliata anche la possibilità di scelta per i cerchi in lega. Ma le novità più sostanziose riguardano i motori più piccoli: adesso il quattro cilindri turbo 2.0 è disponibile anche nelle versione da 156 cavalli, oltre che in quelle da 184 e 245 cavalli, e tutti sono omologati Euro 6. Nessuna variazione, invece, per i sei cilindri biturbo 3.0, con 306 o 340 cavalli; proprio quest’ultimo equipaggiava la BMW Z4 sDrive35is protagonista del nostro test.
 
Fatta molto bene 
BMW Z4
 
Considerando il tipo di vettura, l’accesso alla BMW Z4 è abbastanza facile anche per chi non è agilissimo: una volta dentro, ci si ritrova seduti in basso, ben distesi e “incastonati” tra la porta e l’alto tunnel centrale. Lo spazio per testa e gambe è buono, mentre chi ha un fisico “abbondante” apprezzerebbe qualche centimetro in più in larghezza. La visibilità è ok in tutte le direzioni; due piccoli difetti riguardano il retrovisore esterno sinistro, che blocca un po’ la visuale nelle curve strette, e i tergicristallo, di vecchio tipo (hanno ancora il telaio di supporto a vista) e rumorosi. Impeccabili, invece, la finiture: sedili in pelle, plastiche gradevoli alla vista e al tatto e un ampio inserto in alluminio, sulla plancia, che include gli originali e comodi pomelli del climatizzatore (automatico, ma non bizona). Molto ben realizzata anche la capote in alluminio, che si apre e chiude al comando di un tasto: servono 19 secondi, e l’operazione può essere effettuata anche in movimento, fino a 40 km/h. Quando il tetto si ripiega va a occupare parte del bagagliaio, riducendone la capacità a soli 180 litri; altrimenti, lo spazio non è male (310 litri). Segnaliamo che si può avere anche un’utile botola di collegamento con l'abitacolo, per caricare gli sci: costa 240 euro.
 
Un sei cilindri che entusiasma
BMW Z4
 
Chi ama la guida non può che rimanere deliziato dal sei cilindri biturbo della BMW Z4 sDrive35is. Sempre pronto a riversare cavalli in gran quantità sulle ruote posteriori, questo “3000” vanta una progressione dolce e facile da gestire quando si sta leggeri con l’acceleratore, ma sfodera un allungo molto deciso quando gli si chiede tutto; un cambio di ritmo sottolineato dal rombo che si alza di un’ottava e diventa un ululato rauco e metallico, da vera purosangue. Difficile trovare motori che “suonano” meglio di così. A fargli da ottima spalla c’è il cambio robotizzato a doppia frizione e sette rapporti, incluso nel prezzo: fulmineo sia negli innesti sia nel rispondere ai comandi del guidatore (due levette sul volante consentono di cambiare in “manuale”), quando si accelera a fondo lascia percepire le cambiate con un piccolo “calcio” nella schiena, che in realtà non è per nulla fastidioso e, anzi, accresce l’impressione di uno scatto fuori dal comune. E non è solo un’impressione: la casa dichiara 4,8 secondi per balzare a 100 orari partendo da fermi (oltre a 250 km/h di velocità massima, limitata elettronicamente). Nel caso foste interessati anche una valutazione sui consumi, sappiate che, a fronte degli 11,1 km/litro dichiarati, dopo il test il computer di bordo ne segnava circa 8: non un gran risultato, ma a un motore così si può perdonare una sete un po’ esagerata.
 
Buono il comfort  
BMW Z4
 
Prestazioni così elevate non devono far temere un comportamento adatto solo a fachiri: basta selezionare la posizione Comfort delle sospensioni elettroniche, premendo il tasto a fianco della leva del cambio, per ottenere una risposta abbastanza dolce quando si passa sullo sconnesso. E questo, nonostante la vettura che abbiamo guidato avesse i cerchi in lega di 19” (1.010 euro, di serie ci sono quelli di 18”). Anche la rumorosità è più che accettabile: a 130 orari, in autostrada, il sei cilindri gira buono buono a 2700 giri, praticamente senza far sentire la sua presenza; e i fruscii aerodinamici sono contenuti.
 
Aderenza elevata, ma feeling migliorabile
BMW Z4
 
Per avere pienamente “in mano” la BMW Z4 occorre abituarsi al fatto di essere seduti così indietro rispetto alle ruote anteriori; passateci il paragone, ma sembra un po’ di essere al comando di un piccolo motoscafo. Basta qualche chilometro, comunque, per trovarsi a proprio agio. Sulle strade bagnate del nostro test abbiamo potuto apprezzare la notevole capacità delle gomme posteriori di trasmettere sull’asfalto i 340 cavalli, il fatto che le sospensioni riescano a mantenere ben “piatta” la vettura anche nella guida un po’ decisa e la notevole precisione dello sterzo; peccato, però, che diventi fin troppo duro quando si sceglie la modalità Sport, e che manchi di quella fluida “naturalezza” di risposta che caratterizza i servosterzi elettrici più recenti. Fastidioso, poi, l’attimo d’incertezza che si riscontra accelerando (anche molto dolcemente) in fase di inserimento di curva: prima di assestarsi, la vettura stringe un po’ la traiettoria, diminuendo la precisione di guida e la “fiducia” del guidatore. 
 
Ricca, ma con qualche svista
BMW Z4
 
La BMW Z4 sDrive35is ha di serie molti accessori di pregio, che abbiamo già citato: tuttavia, per i 61.280 euro del suo prezzo di listino, ci si aspetterebbe un po’ più di generosità da parte della casa tedesca. Per esempio, si pagano a parte gli specchietti sbrinabili e ripiegabili elettricamente (260 euro), i sensori di parcheggio (anche davanti: 810) e il navigatore (con schermo a scomparsa di 8,8”: 2.860 euro). I prezzi della Z4 partono dai 36.950 euro della sDrive18i, da 156 cavalli, e che ha di serie i fari allo xeno, la capote elettrica e i cerchi di 17”. 
 
Secondo noi
BMW Z4
 
PREGI
> Finiture. Di alto livello, sia per i materiali sia per le lavorazioni.
> Linea. Non ha perso il suo smalto, e rimane molto personale.
> Motore. Un agnellino o una tigre ruggente? Scegliere è un piacere riservato al piede destro del guidatore.
 
 
DIFETTI
> Dotazione. Si pagano a parte alcuni accessori ormai presenti anche su molte utilitarie.
> Spazio. In larghezza, i centimetri non sono tanti. 
> Sterzo. Potrebbe dare un feeling più “naturale”. 

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 2979
No cilindri e disposizione 6 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 250 (340)/5900 giri
Coppia max Nm/giri 450/1500
Emissione di CO2 grammi/km 210
Distribuzione 4 valvole
No rapporti del cambio 7 (autom. seq.) + retro
Trazione posteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 424/179/128
Passo cm 250
Peso in ordine di marcia kg 1525
Capacità bagagliaio litri 180/310
Pneumatici (di serie) ant. 225/40 R18, post. 255/35 R18

 

 

BMW Z4 sDrive35i
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
16
9
5
2
3
VOTO MEDIO
3,9
3.942855
35
Aggiungi un commento
Ritratto di padoin
22 aprile 2013 - 16:31
sicuramente la migliore nella sua categoria.. il motore è in uso da qualche anno ormai, specie nella versione da 306 cv, ma sembra nn avere avversari.. brutto solo il colore della vettura in prova.. ma si sa che in fatto di gusti cromatici i tedeschi lasciano a desiderare
Ritratto di Chromeo
22 aprile 2013 - 17:04
Peccato solo per la guida, ed il motore un 3.0 340 CV li dovrebbe produrre senza turbo questa ne ha addirittura 2, nel complesso è molto buona, peccato però che non producano più la M e le versioni coupè
Ritratto di MatteFonta92
22 aprile 2013 - 17:25
3
Davvero una splendida auto, l'unica BMW con una linea abbastanza originale, ha persino il quadro strumenti diverso dalle altre BMW! E, considerando il marchio, è una cosa abbastanza inusuale, ma direi che ci voleva proprio. Io comunque continuo a preferire la Z3... anche se ormai è un'auto abbastanza vecchiotta, conserva ancora gran parte del suo fascino.
Ritratto di Flavio Pancione
22 aprile 2013 - 19:20
7
Comunque credo anche che la Z4 è una buona,anzi bellissima succeditrice .
Ritratto di MatteFonta92
22 aprile 2013 - 21:52
3
Non lo metto in dubbio, la Z4 è davvero bella (anche se con questo restyling è diventata leggermente più anonima), ma la Z3 aveva un fascino particolare, tutto suo... questa Z4 è bellissima, ma secondo me non al livello della Z3.
Ritratto di Flavio Pancione
23 aprile 2013 - 15:59
7
con la coda tronca era molto particolare, adesso la Z4 è piu tradizionale, peccato .
Ritratto di MatteFonta92
23 aprile 2013 - 18:19
3
La più bella, secondo me, era la Z3 M Coupé, con il motore da 3.2 litri derivato dalla M3 dell'epoca... una vera bomba! :-)
Ritratto di fabri99
22 aprile 2013 - 18:01
4
La Z4 per me è un'auto stupenda, bellissima, cattiva ma anche comoda... I motori sono fantastici, gli interni pure, pur essendo un po' freddi... Alla guida non delude e, anche se potrebbe essere meglio e dovrebbe esserlo, non è assolutamente male... Un'eventuale versione M sarebbe la mia auto ideale, cattiva e potente, stupenda e capace anche di regalare qualche soddisfazione... E qualche derapata. Si può desiderare altro??? Ah, sì, una Z8 rivale di 911 magari??? Beh, poco ma sicuro, preferirei che BMW si concentrasse su una Z8, piuttosto che su una X8... $$aluti ;)
Ritratto di marcoveneto
22 aprile 2013 - 19:06
bella è bella pero secondo me ha perso il fascino che aveva la z3..forse è un po "lasciata li" da bmw..probabilmente sarà anche quella che vendono meno infatti..
Ritratto di carmelo.sc
22 aprile 2013 - 22:34
Bellissima, è una delle poche spider che anche col tetto chiuso da un figurone.. Nonostante sia un modello uscito 4 anni fa sembra che sia stata presentata ieri! Poi il 3.0 sei cilindri della BMW è un motore con la M maiuscola!
Pagine