PRIMO CONTATTO

BMW Serie 5: gelosa della sorella maggiore

La nuova BMW Serie 5, più grande e lussuosa ma meno originale della vecchia, ha diversi dispositivi finora riservati alla Serie 7. Del resto, con lei condivide buona parte della meccanica. A suo agio, su strada come in pista, la 535i che abbiamo provato in Portogallo.

26 gennaio 2010
  • Prezzo (al momento del test)

    € 58.540
  • Consumo medio

    11,7 km/l
  • Emissioni di CO2

    199 grammi/km
  • Euro

    5
BMW Serie 5
BMW Serie 5 535i Futura
Anche con quattro ruote sterzanti

La nuova BMW Serie 5 ha ben poco del modello che va a sostituire. La troveremo nelle concessionarie dal 20 marzo, ma chi vuole può già ordinarla “a scatola chiusa”. La linea è forse un po’ meno originale della Serie 5 uscente, ma non manca d’eleganza e dinamismo. Per la prima ricorda molto la Serie 7, mentre le nervature sul cofano e lungo le fiancate danno la sportività della “piccola” Serie 3. Ma non è solo nei particolari raffinati che il nuovo modello della Casa di Monaco si ispira alla sorella maggiore.

Da lei, ad esempio, eredita anche sospensioni e sterzo. Quest’ultimo si può avere anche con lo Active Steering: cambia il rapporto tra i giri del volante e la sterzatura delle ruote in base allo stile di guida. Scegliendo quest’optional (da 1.760 euro) anche le ruote dietro girano (fino a 2,5°), proprio come sulla Serie 7.

Dentro c’è più spazio, ma non tutti stanno comodi

Alla maggiore lunghezza rispetto al vecchio modello (ora tocca i 490 cm, sei in più di prima) si associa un aumento del passo di 8 centimetri: allontanare le ruote dietro da quelle davanti, vuol dire dare alla linea più slancio e, soprattutto, offrire ai passeggeri della nuova BMW Serie 5 più spazio per le gambe.

In effetti, dietro sembra quasi di stare su una limousine, ma non pensate di poter viaggiare in tre sul divano: il tunnel per la trasmissione è tra i più ingombranti tra le auto di questo segmento e toglie comodità al passeggero centrale; mentre, davanti, l’abitacolo avvolge fin troppo guidatore e “co-pilota”.

Dotazioni di alta tecnologia. Ma pagando

Come la carrozzeria, la plancia della nuova BMW Serie 5 riesce a sposare eleganza e sportività. E anche in questo caso le forme estrose del vecchio modello sono solo un ricordo: linee pulite, quasi essenziali, che mettono in risalto i comandi, ben gestibili dal guidatore (nonostante in qualche caso i tasti siano un po’ affollati).

Sobrio anche il cruscotto, su cui notiamo il ritorno dell’utile termometro dell’acqua e uno “sfizioso” econometro che segnala quanto si sta consumando, ma anche quanta potenza si sta recuperando in frenata. Sull’ingombrante consolle della vettura del test spicca la corta leva del cambio automatico ZF a otto marce (sempre “rubato” alle Serie 7), un optional da 2.370 euro. Alla sua sinistra i tasti per variare su quattro livelli (comfort, normal, sport e sport+) la risposta degli ammortizzatori a controllo elettronico, abbinabili all’eventuale barra antirollìo attiva (3.030 euro insieme); gli stessi tasti modificano le impostazioni del già citato Active Steering, oltre che di cambio automatico e acceleratore.

Prestazioni da “rischio patente”

Con gli oltre 300 cavalli (306, per la precisione) del sei cilindri biturbo della BMW 535i c’è di che divertirsi: la spinta è subito decisa, l’allungo sembra interminabile, mentre l’ottimo isolamento acustico riduce la percezione della velocità. E così basta un nulla per trovarsi ben oltre i limiti consentiti dal Codice senza rendersene conto, a meno di non avere l’Head-up display (1.400 euro) sul parabrezza, che ci mette “sotto gli occhi” la nostra intemperanza. In curva si può entrare con grinta: anche grazie ai tanti sistemi elettronici sopra citati, l’auto non si scompone.

Lo sterzo è preciso, la frenata decisa. Del resto, delle sue doti ci ha dato prova in pista, sul celebre circuito portoghese dell’Estoril, dove con questo motore (e nonostante gli oltre 1700 kg di peso) la BMW Serie 5 esce dalle curve con agilità impressionante. Pure in città il sei cilindri della nuova Serie 5 si rivela esuberante: partendo da fermi, a causa del convertitore di coppia, dapprima sembra che l’auto tardi a muoversi, così viene quindi istintivo accelerare più del dovuto, facendo “balzare” la Serie 5 in avanti.

Invece, se usata con piede di velluto, questa trasmissione può aiutare anche a ridurre i consumi: a 50 km/h si viaggia già in sesta marcia. E in autostrada, a 130 km/h, in ottava la 535i si tiene a soli 2.000 giri, a vantaggio anche del comfort.

C’è solo l’imbarazzo della scelta

Se è a una Serie 7 in miniatura che pensate, allora è sulla più “ricca” delle BMW Serie 5 che dovete puntare, la 550i: un’unica versione superaccessoriata da 75.540 euro, sotto il cui cofano batte un otto cilindri biturbo a benzina con 407 cavalli e ben 600 Nm di coppia.

Se invece di cavalli ve ne bastano meno, c’è la 528i (a partire da 47.540 euro) da 258 cavalli o la 523i da 204 (da 44.500 euro in su). Entrambe in quattro allestimenti, dalla “base” alla Futura, passando per la Eletta e la Business; e così anche per le due versioni a gasolio inizialmente a listino: la 525d da 204 CV e la vivace 530d da 245 CV.

Mentre la 520d, spinta da un quattro cilindri con “soli” 184 cavalli, e che promette percorrenze medie di 20 km/litro, arriverà a metà anno. Come tutte le altre BMW Serie 5, si fa aiutare a “bere” meno anche da funzioni come il recupero di energia in frenata, le prese d’aria che si chiudono quando non serve raffreddare il motore, il distacco del compressore del climatizzatore (ora anche quadrizona, 480 euro per la Futura). Insomma, prestazioni sì, ma cercando di non sprecare.

Secondo noi

PREGI
> Comandi. Tutto è a portata di mano. Basta poco a prendere confidenza con questo desiderabile “giocattolo”
> Elettronica. Aiuta a sfruttare fino in fondo le prestazioni che motore e struttura della macchina riescono a dare.
> Motore. Stimolati, i suoi abbondanti 300 cavalli sanno dare forti emozioni. E non ci è sembrato neppure troppo assetato.

DIFETTI
> Abitabilità. Dietro si sta comodi, ma solo in due. E davanti ci si sente fin troppo “avvolti”.
> Optional. Fanno salire il prezzo, e di molto. E già in partenza non è certo un’auto che costa poco.
> Personalità. Ha forme molto meno originali rispetto al vecchio modello. Non che siano brutte, ma…

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 2979
No cilindri e disposizione 6 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 225 (306)/5800
Coppia max Nm/giri 400/1200-5000
Emissione di CO2 grammi/km 199
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 8 (aut.-seq.) + retromarcia
Trazione posteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 490/186/146
Passo cm 296
Peso in ordine di marcia kg 1775
Capacità bagagliaio litri 520
Pneumatici (di serie) 225/55 R 17
Tanta la potenza su tutte le versioni. Per non rinunciare alle prestazioni c'è la 550i. Se invece si vuole risparmiare qualcosa in termini di consumi, ci sono le versioni a gasolio: la 523d e la più potente 530d. La versione più economica in assoluto è la 523i.
Versione Prezzo Alim cm3 CV/kW km/h 0-100 km/l CO2 kg
523i 44.540 B 2.996 204/150 238 7,9 13,1 177 1725
523i Eletta 48.590 B 2.996 204/150 238 7,9 13,1 177 1725
523i Business 46.490 B 2.996 204/150 238 7,9 13,1 177 1725
523i Futura 51.440 B 2.996 204/150 238 7,9 13,1 177 1725
535i 51.640 B 2.979 306/225 250 6 11,7 199 1760
535i Eletta 52.990 B 2.979 306/225 250 6 11,7 199 1760
535i Business 53.590 B 2.979 306/225 250 6 11,7 199 1760
535i Futura 58.540 B 2.979 306/225 250 6 11,7 199 1760
528i 47.540 B 2.996 258/190 250 6,6 12,8 182 1710
528i Eletta 48.890 B 2.996 258/190 250 6,6 12,8 182 1710
528i Business 49.490 B 2.996 258/190 250 6,6 12,8 182 1710
528i Futura 54.440 B 2.996 258/190 250 6,6 12,8 182 1710
550i 75.540 B 4.495 407/300 250 5 9,6 243 1905
525d 47.490 D 2.993 204/150 136 7,2 16,1 162 1765
525d Eletta 49.140 D 2.993 204/150 136 7,2 16,1 162 1765
525d Business 49.740 D 2.993 204/150 136 7,2 16,1 162 1765
525d Futura 54.690 D 2.993 204/150 136 7,2 16,1 162 1765
530d 50.540 D 2.993 245/180 250 6,3 15,3 166 1790
530d Eletta 51.890 D 2.993 245/180 250 6,3 15,3 166 1790
530d Business 52.490 D 2.993 245/180 250 6,3 15,3 166 1790
530d Futura 57.440 D 2.993 245/180 250 6,3 15,3 166 1790
BMW Serie 5
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
119
48
18
6
25
VOTO MEDIO
4,1
4.064815
216
Aggiungi un commento