PRIMO CONTATTO

BMW Serie 6 Cabrio: bella da guidare, nonostante la visibilità

Lussuosa ed elegante, la più grande delle cabriolet BMW è cresciuta fino a sfiorare i cinque metri di lunghezza. Malgrado ciò, al volante è piacevole, tranne che per la visibilità dal posto guida (critica in alcune situazioni).

22 marzo 2011

Listino prezzi BMW Serie 6 Cabrio non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 93.650
  • Consumo medio

    12,7 km/l
  • Emissioni di CO2

    185 grammi/km
  • Euro

    Euro 5
BMW Serie 6 Cabrio
BMW Serie 6 Cabrio 640i Futura
L’eleganza non esclude la grinta

Quest’ultima edizione della grande cabriolet della BMW, che arriverà nelle concessionarie il prossimo weekend, è cresciuta ancora. E non di poco: ci sono 7 cm in più in lunghezza (489 in totale) e 4 in larghezza (e arriviamo a 189). Ma non c’è bisogno del metro: le misure imponenti della nuova BMW 640i Cabrio balzano subito all’occhio. Il cofano anteriore è una piazza d’armi, che termina in un muso reso aggressivo dalla posizione molto bassa della mascherina sdoppiata, tipica della casa tedesca. Spettacolari i fari: sono bixeno, con le luci diurne a doppio anello e la fascia superiore a led. La coda, più classica rispetto a quella del vecchio modello, è larga e possente, con i sottili fanali a L e i due tubi di scarico ai lati del massiccio paraurti a dare ulteriore grinta. La fiancata è lineare ed elegante, col parabrezza molto inclinato all’indietro, i finestrini bassi in rapporto all’altezza delle porte, e la capote in tela che s’inserisce armoniosamente nell’insieme. Quest’ultima si apre (in 19 secondi) e si chiude (in 24) al tocco di un pulsante, e ha la particolarità del lunotto verticale in vetro, azionabile separatamente, che rientra nella carrozzeria subito dietro i sedili posteriori. Grazie alla presenza di due “pinne” che si prolungano verso la coda, nella vista laterale la forma del tetto è simile a quella di una coupé. A proposito di coupé: la versione chiusa della nuova Serie 6 arriverà in autunno.

Dietro si sta scomodi

Le porte sono ampie ed entrare e uscire non è certo un dramma, anche a capote chiusa. Ma un po’ di agilità serve: la BMW 640i Cabrio è alta solo 137 cm (uno in meno del vecchio modello), e bisogna decisamente “calarsi” nell’abitacolo. Davanti, comunque, si sta comodi: sono ampie le regolazioni elettriche delle poltrone anteriori e del volante, gradevole da impugnare. Lo spazio è più che sufficiente per una sportiva, benché il tunnel sia alto e faccia da netto divisorio fra i lati destro e sinistro dell’abitacolo. Dietro ci possono stare anche due adulti, ma non comodi: i sedili sono un po’ infossati e lo spazio per le gambe, se chi è davanti si allunga, si riduce praticamente a zero. Per il resto, gli interni sono BMW al 100%: eleganti, nella loro essenzialità, con la grossa manopola a fianco della leva del cambio che gestisce buona parte dei comandi, e molte informazioni che passano sul grande schermo centrale (ad alta definizione) di 10,2 pollici; quest’ultimo poteva però essere integrato meglio nella plancia. E le finiture? Non abbiamo trovato elementi fatti “di fretta”, o con materiali di qualità meno che buona, neppure nel bagagliaio (che ha una capacità dignitosa: 300 litri a capote aperta, 350 se la si richiude). A un prezzo simile, d’altronde, ci sarebbe da stupirsi del contrario.

Vederci, a volte è un problema

Purtroppo, malgrado la nostra prova si sia svolta il primo giorno di primavera, il tempo non è stato clemente: la pioggia a catinelle ci ha costretto a tenere sempre chiusa la capote. E qui sono venuti fuori i problemi di visibilità della BMW 640i Cabrio: i montanti anteriori sono massicci e nelle curve strette danno fastidio, ma è soprattutto quando si deve guardare di tre quarti posteriore che la capote molto estesa crea un ampio angolo buio. Una volta in viaggio, comunque, abbiamo avuto modo di apprezzare il notevole isolamento acustico del tetto: le gocce di pioggia si sentono solo sul parabrezza e, prendendo velocità, anche il rumore aerodinamico risulta ben poco fastidioso, mentre il sei cilindri ronza “lontano” (a 130 km/h è a soli 2200 giri). Si tratta di una macchina poco affaticante nei lunghi viaggi.

Uno sterzo che dà sicurezza

E quando la strada si fa impegnativa? Precisiamo che la BMW 640i Cabrio che abbiamo guidato aveva i cerchi di 19” (1.600 euro) e le quattro ruote sterzanti (di serie). Ebbene, tenendo conto che la vettura è pesante (1840 kg a vuoto) e ingombrante, e quindi una grande agilità non si può pretendere, se la cava molto bene. La tenuta di strada è buona anche sul viscido, e il controllo della trazione è rapido nel rimettere in riga la coda quando si esagera con il gas. Ineccepibile la risposta dello sterzo: in velocità è una “roccia”, molto preciso e privo del seppur minimo alleggerimento; inoltre, è sempre progressivo, e diretto quanto basta per un’auto che non nasce certo per correre. Altrettanto valido il cambio, un automatico a otto marce “morbido” e rapido negli innesti, che risponde senza ritardi anche quando viene la voglia di usarlo in manuale, con le levette dietro il volante o con la leva sulla consolle; inoltre, premendo il tasto del sistema Driving Dynamic, si può passare da Normal a Sport e Sport +, e il cambio privilegerà l’uso delle marce “alte” (più comfort e meno consumo) o di quelle “basse” (per avere più sprint). Finiamo con il motore: il “3000”, con turbo e iniezione diretta di benzina, ha 320 cavalli. Logico che abbia un tiro possente, ma è anche molto regolare: lo 0-100 in 5,7 secondi dichiarato dalla casa non ci pare per nulla lontano dal vero, mentre la punta massima di 250 km/h è senz’altro raggiungibile, tant’è che è autolimitata. Questo sei cilindri è anche silenzioso quando si va a spasso, magari a capote aperta, ma tira fuori una gran bella “voce” quando si tira. Dove può migliorare è nella risposta alle accelerate brusche ai bassi regimi: in questi casi, il 3.0 non è molto pronto.

Per 93.650 euro potevano aggiungere i fendinebbia

Meccanica, finiture e prestigio del marchio rendono giustificabile il prezzo prossimo ai 100.000 euro della BMW 640i Cabrio. Tuttavia, come spesso accade per le vetture tedesche, per avere una dotazione proporzionata al tipo di auto occorre aggiungere altri quattrini. E non ci stiamo riferendo a sfizi puri e semplici, come i tasti in ceramica (600 euro), ma a dotazioni che influiscono sulla sicurezza, e che sono presenti di serie anche in vetture che costano decisamente meno: dai sensori della pressione dei pneumatici (310 euro) ai fendinebbia (220 euro), dal sistema che avvisa se si cambia inavvertitamente corsia ai sensori dell’angolo cieco dei retrovisori esterni (600 e 700 euro, rispettivamente). Consigliabile, perché molto valido, anche il sistema Night Vision: guidando al buio, una telecamera “termica” scruta lontano e avvisa della presenza di persone sulla strada, prima ancora che siano illuminate dai fari. Costa 2.250 euro.

Secondo noi

PREGI
> Cambio. Otto marce che entrano rapide e fluide.
> Interni. Sono eleganti e ben rifiniti.
> Sterzo. La risposta è molto valida in ogni condizione di guida.

DIFETTI
> Dotazione. Alcuni accessori importanti per la sicurezza dovrebbero essere inclusi nel prezzo.
> Motore. La sua prontezza non è il massimo: nelle “affondate” dell’acceleratore a bassa velocità, c’è qualche istante di ritardo prima che la vettura scatti.
> Visibilità. Verso il tre quarti posteriore è fortemente limitata dalla massiccia capote.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 2.979
No cilindri e disposizione 6
Potenza massima kW (CV)/giri 235 (320)/5800
Coppia max Nm/giri 450/1300-4500
Emissione di CO2 grammi/km 185
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 8 (automatico sequenziale) + retromarcia
Trazione posteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 489/189/137
Passo cm 286
Peso in ordine di marcia kg 1915
Capacità bagagliaio litri 300/350
Pneumatici (di serie) 225/55 R 17
La nuova BMW Serie 6 Cabrio è disponibile con soli due motori sovralimentati: sono un 3.0 a sei cilindri in linea da 320 CV della 640i e un 4.4 V8 da 408 CV. Entrambi sono abbinati alla trazione posteriore e al cambio automatico a otto rapporti.
Versione Prezzo Alim cm3 CV/kW km/h 0-100 km/l CO2 kg
640i 87.000 benzina 2.979 320/235 250 5,7 12,7 185 1840
640i Futura 93.650 benzina 2.979 320/235 250 5,7 12,7 185 1840
650i 102.250 benzina 4.395 408/300 250 5,0 9,3 249 1940
650i Futura 106.850 benzina 4.395 408/300 250 5,0 9,3 249 1940
BMW Serie 6 Cabrio
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
29
22
12
4
12
VOTO MEDIO
3,7
3.65823
79
Aggiungi un commento
Ritratto di audi94
22 marzo 2011 - 16:03
1
quanto è bella!!! O_O
Ritratto di BMW97
21 novembre 2011 - 22:18
vista dal vivo... è stupenda..
Ritratto di linxiaqingfeng
19 marzo 2012 - 06:45
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di Claus90
22 marzo 2011 - 16:50
Un'auto da fighetti è bellissima cosa dirle di più.Però la cosa che mi fa incavolare di più è che la maggior parte delle volte queste super auto si perdono sugli accessori basilari che vanno pagati a parte è vero chi spende 100.000 euro ha i soldi ma è seccante aggiungere quello che dovrebbe essere di serie.
Ritratto di Renault90
22 marzo 2011 - 18:16
Concordo pienamente con te, auto da 100.000 € e mettono optional che auto come la tata nano ad esempio ti offre di serie, anche se nonostante tutto e bella niente da dire sulla linea.
Ritratto di davitonin
22 marzo 2011 - 17:37
1
fino alla portiera, impeccabile; dopo, avendo il posteriore moooolto lungo e il passa ruota più piccolo, sembra quasi di rimorchiare un carrettino, appare più equilibrata coperta ;)
Ritratto di Claus90
22 marzo 2011 - 17:44
è vero
Ritratto di Fede97
22 marzo 2011 - 19:38
non sono un amante della BMW ma finalmente ha capito che si bisogna mettere i led a vista, bene! ma non penso che altre cabrio facciano di meglio sulla visibiltà, cioè forse sì, ma non più di tanto
Ritratto di galeotto
22 marzo 2011 - 19:43
a me quella vecchia sembra piu bella e originale. poi secondo me la nuova serie 3 sarà uguale ma piu piccola e quindi perche comprare un auto piu pesante costosa e meno sportiva?
Ritratto di Mister Grr
22 marzo 2011 - 21:31
della serie diamo i numeri...a me piace molto di più aperta che chiusa...mi sembra la classica auto da sfoggiare sui lungomare esclusivi o nei paesi petroliferi.
Pagine