PRIMO CONTATTO

Chevrolet Camaro Cabrio: e sei al centro dell’attenzione

Questa americana non ha solo una linea massiccia e grintosa: dal doppio scarico emette un rombo che non lascia indifferenti. Poderosa la coppia del suo V8 da 432 cavalli, abbinato, però, a un cambio manuale duro e impreciso.

22 settembre 2011

Listino prezzi Chevrolet Camaro Cabrio non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 44.370
  • Consumo medio

    7,1 km/l
  • Emissioni di CO2

    329 grammi/km
  • Euro

    Euro 5
Chevrolet Camaro Cabrio
Chevrolet Camaro Cabrio
Non ama le mezze misure

Esagerata, in tutto. Nelle linee: muscolose, cattive, quasi sfacciate. E nel motore: un V8 di ben 6200 cm3 che scarica la sua grande forza sulle ruote posteriori. Oltre che per l’aspetto, la Camaro intimorisce anche per le sue generose dimensioni: 484 cm la lunghezza di questa coupé a quattro posti che, in realtà, offre un’abitabilità di poco superiore a quella di una 2+2. Insomma, la Chevrolet Camaro è una autentica “muscle car”, una di quelle grosse coupé americane, come la Ford Mustang o la Dodge Charger, che alla fine degli anni 60 facevano impazzire tanti americani Ora, proprio nell’anno del centenario della Chevrolet, la casa di Detroit ha deciso di portarla anche in Europa, a un prezzo concorrenziale, a partire da 39.325 euro per la coupé e da 44.370 per la cabrio. Le vendite, attraverso un gruppo di circa 30 concessionarie Chevrolet specializzate, cominceranno in ottobre.

Potenza tonante

Giunta alla quinta generazione, questa Chevrolet mantiene intatti tutti i caratteri tipici della prima Camaro del 1967, con il frontale reso inconfondibile dai due fari tondi alle estremità, il cofano e la coda lunghi, i montanti posteriori larghi e le ruote quasi esagerate (i cerchi in lega sono di 20 pollici). La Cabrio, che abbiamo provato in Svizzera, ha una linea meno coinvolgente della coupé, ma una volta aperta la capote elettrica (bastano 20 secondi) sfodera grande fascino e rende ancor più emozionante la guida, accompagnata dal tuono del V8 che si scatena a ogni accelerata.

Sa emozionare e rilassare

Sotto il cofano anteriore c’è l’otto cilindri a V di 90 gradi, con due valvole per cilindro e un albero a camme centrale, capace di sfoderare 432 cavalli e la bellezza di 569 Nm di coppia massima a 4600 giri. Le prestazioni vengono di conseguenza: la casa parla di 250 km/h di punta massima e di uno scatto da fermo a 100 km/h in 5,4 secondi. Dati molto verosimili, vista la forza e la rapida progressione con cui l’auto guadagna velocità. In effetti, chi cerca emozioni non resterà deluso: affondando con forza il piede sull’acceleratore si troverà quasi senza fiato, con la forza d’inerzia che lo schiaccia contro lo schienale. Tuttavia, la Chevrolet Camaro non è un dragster da lanciare soltanto in rettilineo: ci ha dimostrato che sa far divertire anche quando le curve s’inseguono una dopo l’altra, o sulle strade di montagna, dove si apprezzano la corposa coppia del V8, la precisione dello sterzo e l’efficacia dei freni e delle sospensioni (progettate per andare incontro ai gusti degli europei in termini di guidabilità, e offrire maggiore rigidità e stabilità laterale). Ma non è tutto qui. Quando si vuole andare a passeggio, il motorone della Camaro si mette… in poltrona: gira fluido, senza incertezze, ed emette un piacevole borbottio. Occhio, però, a scansare le buche: le sospensioni rigide consigliano strade lisce.

Va anche a metà cilindri

Va detto che tanta grazia non è accompagnata da un cambio all’altezza di una vettura ad alte prestazioni come la Chevrolet Camaro. È duro da azionare e impreciso negli innesti, e usandolo in modo sportivo tende a impuntarsi. Con 2.020 euro, comunque, si può avere quello automatico a sei marce, al quale è abbinato anche il sistema di gestione attiva del motore (Active Fuel Management) che esclude automaticamente quattro cilindri quando è bassa la richiesta di potenza, consentendo di ridurre il consumo di carburante.

La velocità è sul parabrezza

Come la linea della carrozzeria, anche l’abitacolo è stato progettato con un occhio al presente e uno al passato. Gli interni della Chevrolet Camaro hanno molti dettagli che ricordano quelli delle “Chevy” degli anni d’oro. Basta guardare il cruscotto dalle linee squadrate, con i due strumenti circolari, la plancia quasi verticale o il tunnel centrale alto e largo. Bene anche sotto l’aspetto delle finiture: i materiali sono di qualità e gli assemblaggi abbastanza curati. Anche la dotazione non delude. Di serie troviamo sei airbag, cerchi in lega di 20”, interni in pelle, radio con comandi al volante, sedili anteriori elettrici riscaldabili e sensori di parcheggio posteriori. C’è pure l’Head Up Display (HUD), che proietta sul parabrezza alcune informazioni, come la velocità e le stazioni selezionate con la radio, per permettere a chi guida di tenere sempre gli occhi sulla strada.

Secondo noi

PREGI 

> Linea. L’aspetto minaccioso e tutto muscoli è l’anima della Camaro, ciò che la rende unica. Se si cerca un’auto diversa da tutte le altre, che si faccia notare ovunque, questa americana è la scelta giusta.
> Motore. Il V8 a 16 valvole ha una personalità unica: tanta coppia e un rombo coinvolgente che “ti entra dentro”.
> Prezzo. È inferiore a quello di tante sportive anche meno potenti; in aggiunta, quest’auto offre una buona dotazione e finiture ben curate.

DIFETTI 

> Accessibilità posteriore. Quando l’auto è chiusa, entrare dietro è faticoso: la capote è bassa e lo schienale del sedile anteriore avanza poco.
> Cambio. Il manuale a sei marce è duro negli innesti e nella guida sportiva tende a impuntarsi.
> Visibilità. Quella posteriore è scarsa a causa del lunotto basso e dell’ingombro sui fianchi della capote.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 6.162
No cilindri e disposizione 8
Potenza massima kW (CV)/giri 318 (432)/5900
Coppia max Nm/giri 569/4600
Emissione di CO2 grammi/km  
Distribuzione 2 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 (manuale) + retromarcia
Trazione posteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 484/192/139
Passo cm 285
Peso in ordine di marcia kg 1858
Capacità bagagliaio litri 222/290
Pneumatici (di serie) n.d.
La Camaro Cabrio è disponibile solo con un 6.2 V8 aspirato. La versione abbinata al cambio manuale può contare su 432 CV, quella con l'automatico, invece, viene depotenziata a "soli" 405.
Versione Prezzo Alim cm3 CV/kW km/h 0-100 km/l CO2 kg
6.2 V8 Automatica 46.000 benzina 6.162 405/298 250 4,9 n.d. n.d. 1862
6.2 V8 44.370 benzina 6.162 432/318 250 4,7 7,1 329 1858
6.2 V8 Edizione Speciale 45th Automatica 46.000 benzina 6.162 432/318 250 4,7 7,1 329 1862
6.2 V8 Edizione Speciale 45th Automatica 48.000 benzina 6.162 432/318 250 4,9 7,1 329 1862
Chevrolet Camaro Cabrio
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
22
5
5
0
0
VOTO MEDIO
4,5
4.53125
32
Aggiungi un commento
Ritratto di Mister Grr
22 settembre 2011 - 12:55
Speriamo.
Ritratto di ForzaPisa
22 settembre 2011 - 18:03
purtroppo no. Non è solo questione di prezzo. Ad esempio, io faccio pochissimi km l'anno e potrei anche permettermi un'auto che fa 4 km/l... il problema è che poi mi "ammazzano" con bollo e assicurazione...
Ritratto di Mister Grr
22 settembre 2011 - 22:56
fosse un 3.0, avrebbe un gran bell'appeal. Dovrebbero chiedere a fiat di fare un twinair decaturbo, sai che risparmio?
Ritratto di FEDINO88
26 settembre 2011 - 13:42
Se ci fosse un 3.0 secondo me andrebbe bene con le vendite, anche perchè un bel 250/270 cv di 3.0 benzina comunque darebbe una bella spinta alla macchina e il prezzo sarebbe ancora un pò più basso.
Ritratto di mirkograna
10 novembre 2011 - 12:44
no non è un problema....questa auto è bella xkè si chiama muscle car...il problema sarebbe se invece fosse stato un 3.0....xkè semplicemente non sarebbe più un muscle car....
Ritratto di Big Lune V6
24 settembre 2011 - 13:53
1
... dovrebbe fare (in media) circa il doppio e comunque, come già succede, molti degli acquirenti del vecchio continente la trasformeranno a gas!!! Non capisco perchè non abbiano importato anche il V6 (forse non potendo caricare troppo il prezzo hanno preferito lasciar perdere?)...
Ritratto di hornet72
23 settembre 2011 - 12:27
Perche no! Se la gente invece di acquistare sempre le solite Slk o Z4, si potrebbe indirizzare su questa valida cabrio, che è un icona nel campo automobilistico internazionale.
Ritratto di Sbyro87
22 settembre 2011 - 12:57
molto bella, ma poco appetibile vista la cilindrata :-)
Ritratto di Al86
22 settembre 2011 - 13:34
Il titolo dovrebbe essere "E sei amico del benzinaio", comuque è un'auto fantastica, basta solo una parola per descriverla "americana", enorme motore V8 aspirato (non proprio l'ultimo grido in fatto di tecnologia, ma va bene così), sound unico, linea muscolosa, oltretutto questa è l'unica che mi piace di più "dell'originale", e forse anche l'unica Muscle Car americana a non aver "pali della luce" come sospensioni posteriori, il problema è chei suoi pregi sono anche i suoi limiti (e peccato per il cambio manuale poco preciso), per quanto riguarda la visibilità e l'accessibilità posteriore, sono difetti comuni a tutte le cabrio.
Ritratto di ilovenaples89
22 settembre 2011 - 15:57
e pensare che la camaro e la mustang sono auto per neopatentati americani...16enni
Pagine