PRIMO CONTATTO

Citroën DS5: spinge meglio ma non graffia

Il nuovo 2.0 turbodiesel da 181 CV rende la Citroën DS5 più brillante, ma non basta a farne un’autentica sportiva. Migliorabile il cambio automatico.

14 marzo 2014

Listino prezzi Citroën DS5 non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 37.650
  • Consumo medio

    22,2 km/l
  • Emissioni di CO2

    118 grammi/km
  • Euro

    6
Citroën DS5
Citroën DS5 2.0 BlueHDi 180 CV So Chic Automatica
Già Euro 6
 
Via di mezzo fra una monovolume sportiva e una wagon, la Citroën DS5 si distingue per l’aspetto personale che, a quasi tre anni dal debutto, non si rivela invecchiato: niente aggiornamenti estetici, quindi, in occasione dell’adozione di questo nuovo motore 2.0 turbodiesel. Forte di 181 cavalli, questa è l’unità a gasolio più potente disponibile per la questo modello: l’omologazione secondo le norme antinquinamento Euro 6 ha richiesto consistenti interventi, soprattutto all’impianto di scarico. Al catalizzatore e al filtro antiparticolato, già utilizzati per i motori Euro 5, questo 2.0 aggiunge quindi un terzo filtro che, tramite iniezioni periodiche di additivo AdBlue (un preparato a base di urea), abbatte le emissioni di ossido d’azoto. Il serbatoio di questo liquido (17 litri) va rifornito ogni 20.000 km.
 
Oltre 30.000 euro
 
Già in vendita, la Citroën DS5 2.0 BlueHDi è proposta soltanto con il cambio automatico a sei marce. Gli allestimenti sono quattro, proposti in una “forbice” di prezzi non eccessivamente “aperta”: si va dai 35.150 euro della Chic (di serie, cerchi in lega di 17”, climatizzatore bizona, cruise control e fendinebbia), ai 41.650 della Sport Chic (aggiunge gli interni in pelle, il navigatore con la retrocamera e i sedili anteriori riscaldabili). La So Chic del test costa 2.500 euro in più della “base” Chic, rispetto alla quale ha in più i cerchi in lega di 18”, i sedili parzialmente in pelle, gli indispensabili sensori posteriori di distanza (dietro si vede davvero poco) e il bel tetto panoramico diviso in tre parti. La quarta variante (Business, pensata per chi fa molti chilometri per lavoro ed equipaggiata con il navigatore di serie) si colloca appena sotto la versione più cara.
 
Salotto accogliente
 
Rifinito con cura e luminoso grazie al tetto in cristallo, l’abitacolo della Citroën DS5 si presenta moderno e spazioso. La plancia è sinuosa e poco invadente, mentre la disposizione dei comandi nella consolle, pur singolare, risulta pratica (ricercato l’orologio analogico). Riuscito anche il cruscotto digitale diviso in tre elementi anche se, prima di riuscire a leggerlo bene al primo colpo d’occhio, un certo periodo d’assuefazione è necessario. Il baule ha una buona capienza (468 litri con tutti i sedili in uso, 1288 a divano ripiegato), ma la soglia di carico è un po’ troppo alta da terra (77 cm).
 
Il motore è fluido, il cambio no
 
Già dopo pochi chilometri la Citroën DS5 2.0 BlueHDi So Chic Automatica mette in luce le qualità del nuovo motore a gasolio: è regolare nel funzionamento e, a qualsiasi regime, pronto nelle risposte. Tuttavia, con 181 cavalli (e vista l’indole sportiva dell’auto) ci saremmo aspettata una maggiore verve. Comunque, l’apprezzabile tempo dichiarato per coprire lo “0-100” (9,2) secondi ci è sembrato verosimile, come la velocità massima di 220 km/h. Migliorabile, invece, il cambio: si tratta un tradizionale automatico con convertitore di coppia (dotato anche della modalità sportiva e di quella per affrontare al meglio i fondi scivolosi, attivabili con due tasti) che, però, non si segnala per una particolare fluidità di funzionamento. C’è pure la modalità manuale, per selezionare le sei marce muovendo la leva del cambio in avanti e all’indietro: stupisce, quindi, che una vettura di carattere così dinamico sia priva delle levette dietro il volante. 
 
Tiene bene, ma è dura
 
Non manca, invece, un assetto solido che, insieme alle ruote di ben 18”, contribuisce a garantire alla Citroën DS5 2.0 BlueHDi So Chic Automatica una notevole tenuta di strada e una buona agilità, anche se a scapito del comfort: le sconnessioni dell’asfalto non vengono granché filtrate. I freni sono potenti mentre lo sterzo non delude (anche se nella guida impegnata lo si vorrebbe un po’ più preciso e diretto). Non male, infine, i consumi: alla fine del test, svolto su ogni tipo di percorso, il computer di bordo indicava una media di 13 km/l.
 
Secondo noi
 
Pregi
> Interni. Sono moderni e spaziosi
> Originalità. L’aspetto della carrozzeria è gradevole e inconfondibile.
> Tenuta di strada. Risulta sempre sicura.
 
Difetti
> Cambio. Un “onesto” automatico, ma si può far di meglio.
> Comfort. Viene in parte limitato dalla taratura dura delle sospensioni.
> Visibilità. Specie dietro, è carente.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1997
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 133 (181)/3750 giri
Coppia max Nm/giri 400/2000
Emissione di CO2 grammi/km 118
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 (autom.) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 453/187/158
Passo cm 272
Peso in ordine di marcia kg 1540
Capacità bagagliaio litri 468/1288
Pneumatici (di serie) 205/60 R16

 

Citroën DS5
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
86
40
22
8
6
VOTO MEDIO
4,2
4.185185
162
Aggiungi un commento
Ritratto di 200mph
14 marzo 2014 - 18:27
decisamente migliore rispetto al 2.0 Gti D della Golf.
Ritratto di Nicola Cavarzere
17 marzo 2014 - 12:44
Perche?
Ritratto di Fulgaste
10 gennaio 2016 - 18:19
ESTETICAMENTE.? I GUSTI SONO I GUSTI,MA NELLE PRESTAZIONI NON PENSO PROPRIO TE LO POSSO ASSICURARE.
Ritratto di M93
14 marzo 2014 - 19:28
Bellissima e originale questa vettura. Con questo nuovo motore è sicuramente più scattante, ma non si possono certo pretendere prestazioni da sportiva, vista la categoria e il prezzo, non esagerato, anche alla luce della dotazione completa e delle finiture curate.
Ritratto di salvospak
14 marzo 2014 - 19:40
Bellissimo questo interno! A mio avviso è l'interno più bello di sempre di tutti i segmenti dell'auto! Sinuoso, mix di tasti ben differenziati nelle funzioni, vivace grazie ai colori; tecnologico e moderno non cade nel pacchiano come fa Honda, nonostante è "aeronautico"... Quanto a interni, di bellezza cito anche quello della nuova serie 6, peugeot 308 e audi TT (ovviamente di quest'ultima solo l'interno!)
Ritratto di PariTheBest93
14 marzo 2014 - 20:07
3
Un incrocio fra una monovolume sportiva e una vagon? Forse fra una monovolume e una vagon sportiva è più plausibile ;) Non ho mai visto monovolumi sportivi, che fra qualche anno saranno una nuova moda al posto dei suv? Comunque auto favolosa davvero fuori dagli schemi...
Ritratto di fabri99
15 marzo 2014 - 15:56
4
Non so se ve la ricordate, la mitica Zafira OPC... Ormai è fuori produzione, ma quella bomba montava lo stesso motore della vecchia OPC e aveva 241 cavalli, non mi pare ci sia mai stato un altro monovolume con queste prestazioni, ma questa Zafira era davvero cattiva...
Ritratto di PariTheBest93
15 marzo 2014 - 16:44
3
C'è anche una certa Espace F1 del 1995 con 800cv se è per questo ;) http://it.wikipedia.org/wiki/Renault_Espace#Espace_F1 .... Resta il fatto che le monovolume "sportive" sono solo delle mosche bianche... Anche se non conoscevo questa zafira OPC, il modello attuale però ha pure un modello con il 2.0 biturbo da 194cv... Quindi tornando all'articolo la ds5 è meglio definirla un incrocio fra una monovolume e una wagon sportiva ;)
Ritratto di fabri99
15 marzo 2014 - 17:38
4
Visto che non ho la tua e-mail e che di solito segui il mio blog...e visto che potrebbe interessarti, ho trovato il link per vedere in streaming la 24h di Sebring... http://www.imsa.com/camera/united-sportscar/4-corvette-c7r Ovviamente, io sto guardando la C7-R! :) Per la Espace, beh, e il Ford Transit Supervan???
Ritratto di PariTheBest93
15 marzo 2014 - 18:11
3
Ti ringrazio ma di solito non seguo le competizioni, tranne qualche gara di F1, questa 24h proprio non la conoscevo...
Pagine