PRIMO CONTATTO

Dacia Logan MCV: ampia, vivace e parca (pure nelle finiture)

La Dacia Logan MCV è generosa di spazio, anche nel bagagliaio, ma essenziale nell’allestimento. Brillante ed economo il 1.5 turbodiesel common-rail.

10 ottobre 2013
  • Prezzo (al momento del test)

    € 12.050
  • Consumo medio

    26,3 km/l
  • Emissioni di CO2

    99 grammi/km
  • Euro

    5
Dacia Logan MCV
Dacia Logan MCV 1.5 dCi 90 CV Lauréate
Più attenta alla forma
 
Nella nuova Dacia Logan MCV, che conserva pressoché inalterate le dimensioni della precedente (da 447 cm di lunghezza passa a 449), la casa romena ha deciso di curare molto di più la forma della carrozzeria. Che ora, più aggraziata e gradevole, non manca di personalità: il frontale è squadrato e piuttosto massiccio, i parafanghi anteriori e posteriori sono meglio marcati. Più “leggera”, invece, la parte posteriore: i montanti del tetto e il lunotto, piuttosto inclinati, danno slancio alla linea, senza per questo penalizzare la capacità di carico, che si colloca ai vertici della categoria.
 
Ospitale anche per cinque 
 
Ampio e facilmente accessibile l’abitacolo. Davanti c’è spazio in abbondanza, ma anche la zona posteriore della Dacia Logan MCV è accogliente: lo spazio per le gambe e per la testa non manca e il divano (largo 130 cm e piuttosto piatto) è abbastanza ampio da ospitare bene pure il passeggero centrale. Apprezzabile la quantità di portaoggetti: ce n’è anche uno sopra la plancia, e non manca un pratico pozzetto alla base della consolle. La natura di auto low cost si nota chiaramente in alcuni dettagli della finitura, come i pannelli delle porte montati con viti a vista e privi di un qualsiasi rivestimento in tessuto. Le plastiche sono rigide ma assemblate con una certa cura: in marcia, non abbiamo avvertito scricchiolii. La versione Lauréate, guidata nel test, ha la consolle impreziosita da una cornice di colore grigio lucido e le bocchette di aerazione con una bordatura cromata. Ben integrato, al centro della plancia, il navigatore di 7”, dal quale si gestisce anche la radio (con ingressi Aux e Usb, ma senza lettore cd, mancanza non da poco): viene fornito come optional, ma a prezzo “stracciato” (per la Lauréate, 100 euro). Vale la pena ordinarlo, anche perché è intuitivo, ben leggibile e pratico da usare. Un po’ vecchio stile i comandi a manopola del “clima”, che non è di serie nemmeno sulla Lauréate: costa 690 euro (ma, a nostro giudizio, avrebbe dovuto essere di serie). Decisamente poco pratici i pulsanti degli alzavetro elettrici, nella parte bassa della consolle e poco raggiungibili. Passando al bagagliaio, oltre a una capacità ai vertici della categoria (da 573 a 1518 litri), si apprezzano la forma regolare del vano, la soglia di carico bassa e la notevole altezza (dal pavimento al tetto, 90 cm). Anche qui, visibilmente low cost le finiture: la parte interna del portellone ha ampie zone in lamiera non rivestita. 
 
Il motore brilla, il cambio meno
 
Nella guida, la Dacia Logan MCV si rivela una vettura comoda: le sospensioni sono piuttosto morbide e assorbono bene le asperità della strada (il rollio, però, è piuttosto avvertibile), e il motore turbodiesel è ben isolato (nemmeno a freddo lo si sente granché). Lo sterzo, invece, non è il massimo in fatto di precisione e prontezza (ma, d’altronde, la vettura non ha certo velleità da sportiva). La trasmissione si fa apprezzare per la leggerezza del pedale della frizione, meno per la corsa un po’ lunga della leva del cambio (che, in ogni caso, si rivela ben manovrabile). Valido il brillante e poco assetato 1.5 turbodiesel common-rail da 90 cavalli (è disponibile anche nella variante da 75 cavalli, che costa 500 euro di meno), piuttosto vivace e pronto nelle riprese. Non male anche lo scatto (secondo la casa la vettura passa da 0 a 100 km/h in 12,1 secondi) e la velocità massima (173 km/h). Nonostante la buona vivacità, si è rivelato molto parco nel nostro test: secondo il computer di bordo abbiamo percorso 20 km con un litro di gasolio (il dato di omologazione parla di 26,3 km/l).
 
Secondo noi
 
PREGI

> Motore. Garantisce prestazioni vivaci senza consumare troppo gasolio.
> Prezzo. Per una moderna station wagon da famiglia, è davvero basso.
> Spazio. L’abitacolo è accogliente anche per cinque persone e il vano di carico è davvero ampio.
 
DIFETTI

> Alzavetro. Quelli anteriori si trovano nella parte bassa della consolle centrale: una posizione difficilmente raggiungibile.
> Dotazione. Il lettore di cd non è disponibile in abbinamento al navigatore, e il climatizzatore è a pagamento per tutte le versioni.
> Finiture. Alcuni particolari denotano molto la natura low cost della macchina.
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1461
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 66 (90)/3750 giri
Coppia max Nm/giri 220/1750
Emissione di CO2 grammi/km 99
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 449/173/155
Passo cm 263
Peso in ordine di marcia kg 1670
Capacità bagagliaio litri -
Pneumatici (di serie) 185/65 R15

 

VIDEO
Dacia Logan MCV 1.5 dCi 90 CV Lauréate
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
4
17
13
4
5
VOTO MEDIO
3,3
3.255815
43
Aggiungi un commento
Ritratto di Peppe
10 ottobre 2013 - 16:08
Non mi sarei mai aspettato la voce "finiture" tra i difetti! ma daii, è una sw media con un moderno turbodiesel che costa 12mila euro (meno di una Panda multijet), cosa volevate??
Ritratto di gioverde1
10 ottobre 2013 - 16:20
I 7 posti, i 7 posti
Ritratto di PariTheBest93
10 ottobre 2013 - 18:57
3
C'è la lodgy per quelli a prezzi simili
Ritratto di Kendall
9 novembre 2013 - 07:33
Sono Dello stesso parere
Ritratto di Kendall
9 novembre 2013 - 07:33
Sono Dello stesso parere
Ritratto di miscone
10 ottobre 2013 - 16:20
1
tutto sommato niente male. Per chi vuole spendere poco e avere cmq una sw è la scelta giusta. Senza stare a pensare alle prestazioni e alle mode .... p.s. carino di questo colore.
Ritratto di MatteFonta92
10 ottobre 2013 - 16:31
3
Il 1.5 dCi ho avuto modo di provarlo e confermo che si tratta di un ottimo motore: regolare, silenzioso e molto parco nei consumi. Invece, mi lascia un po' basito che le finiture siano state messe tra i difetti... ok, magari non sarà rifinita come una VW, ma alla fine si tratta di un'auto low-cost! Stessa cosa riguardo alla dotazione... per quel prezzo è difficile pretendere di più!
Ritratto di cris25
10 ottobre 2013 - 16:54
1
giustamente qualcosa di troppo deve essere pur sottotono, in fin dei conti stiamo parlando di una wagon, cheesteticamente e nelle forme interne risulta niente male e provvista dei principali sistemi di sicurezza, al prezzo di una C1. Quindi è normale che ci siano molti elementi che denotano l'impostazione della vettura, non ci si può meravigliare.
Ritratto di Rey
10 ottobre 2013 - 17:09
2
è una vettura che bada al prezzo e quindi giustificata per le plastiche e i dettagli poco curati, per chi ha una famiglia numerosa e non può permettersi una vettura premium è un'ottima scelta soprattutto in questo periodo di crisi, peccato solo il clima che non è di serie ma non credo che faccia balzare il prezzo alle stelle.... il frontale ricorda un pò la fabia del metà anni 2000 ma accettiamolo ugualmente, il motore è ottimo renault pluritestato ed affidabilissimo che esiste da sempre
Ritratto di Flavio Pancione
10 ottobre 2013 - 17:27
7
.
Pagine