PRIMO CONTATTO

Ferrari SF90 Spider: divertirsi su strada con 1030 CV è possibile

È la Ferrari di serie più potente di sempre e la prima, in tanti anni, ad essere dotata di un vistoso alettone. La Ferrari SF90 XX Spider è nata per eccellere tra i cordoli, ma impressiona anche su strada grazie a un’elettronica sofisticatissima e sospensioni non eccessivamente rigide. Dimenticatevi, però, a casa le valigie…
Pubblicato 13 aprile 2024
  • Prezzo (al momento del test)

    € 870.000
  • Consumo medio (dichiarato)

    13,9 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    178 grammi/km
  • Euro

    6d
Ferrari SF90 Spider
Ferrari SF90 Spider XX 4.0 V8 biturbo
La prima con l’alettone

È una delle vetture di serie più veloci sul pianeta, è super esclusiva e altrettanto costosa, ma, sopratutto, porta al debutto concetti mai visti prima d’ora su una Ferrari di serie: la SF90 XX Spider sarà prodotta in soli 599 esemplari (tutti già venduti) e incarna una nuovo modo di divertirsi nell’universo delle supercar del Cavallino. Insieme alla versione coupé (la SF90 XX Stradale) è la prima Ferrari stradale ad essere denominata XX, quel programma che da una ventina d’anni porta tra i cordoli i clienti più facoltosi di Maranello con vetture costruite appositamente per la pista, senza i vincoli omologativi delle vetture stradali. La Ferrari SF90 XX le targhe invece le ha, reinterpretandone però la filosofia. E così le linee sinuose della SF90 Spider da cui deriva sono state stravolte con pannelli della carrozzeria completamente nuovi (in materiale composito) pensati per massimizzare il carico aerodinamico che, grazie al nuovo alettone fisso al posteriore (non si vedeva su una Ferrari stradale dai tempi della F50), tocca i 530 kg alla velocità di 250 km/h. 

Stile e funzione

Per ottenere un simile risultato gli uomini della Ferrari hanno eliminato il bagagliaio anteriore (ma non se ne sente un granché la mancanza, visto che era minuscolo, 74 litri) e ruotato di 180 gradi il radiatore dedito alla parte elettrica del sistema ibrido per creare un particolare condotto a S - denominato S-Duct - che incanala l’aria dal frontale verso la parte superiore della vettura. In questo modo l’aria calda in uscita dal radiatore non viene più spinta verso il basso e questo ha permesso di rendere ancora più efficiente il fondo della vettura, quasi del tutto chiuso. Nuovi elementi aerodinamici li ritroviamo anche nei passaruota dotati di estrattori per far evacuare l’aria “turbolenta” intrappolata nella zona delle ruote, mentre, al posteriore, l’azione dell’alettone si combina con quello dello shut-off gurney: si tratta di un elemento mobile nella parte alta della coda si alza e si abbassa a seconda che sia necessario aumentare il carico aerodinamico o diminuirlo quando si viaggia in rettilineo ad altissime velocità. 

Come è cambiata

Dal punto di vista estetico, la Ferrari SF90 XX Spider presenta un design unico anche per la parte posteriore dove al posto dei quattro fanali della SF90 Spider si trova una sottile barra luminosa a led che funge anche da luce di stop e, appena più in basso alle estremità, da indicatore di direzione. L’abitacolo è essenziale, “a nudo”: per risparmiare peso sono stati eliminati tutti i rivestimenti non necessari e i sedili a guscio in carbonio sono di nuovo disegno e ancora più leggeri (1,5 chili in meno per sedile) dei precedenti. Quasi del tutto assenti i portaoggetti, limitati a un portabicchieri al centro e una piccola tasca tra gli schienali: non è chiaramente un’auto pensata per fare viaggi, anche brevi, ma solo per il puro divertimento di guida. Quanto alla tecnologia, ritroviamo come sull’auto da cui deriva, un grande cruscotto digitale configurabile attraverso i comandi tattili sulle razze del volante e un piccolo schermo al centro orientato verso il passeggero. Ci sono tutte le funzioni più importanti, ma non è dei sistemi più intuitivi con cui interfacciarsi. 

Qualche cavallo in più

Ma veniamo alla parte meccanica della Ferrari SF90 XX Spider, perché anche sotto alla carrozzeria ci sono diverse novità: è aumentata leggermente la potenza del sistema ibrido, che ora può contare su 30 cavalli in più (in totale sono 1030): 17 arrivano dal V8 biturbo rivisto con nuovi pistoni e nuovi profili per le camere di combustione, 13 dalla parte elettrica (aggiornata nel software) composta da tre motori elettrici, uno collocato tra l’otto cilindri e il cambio doppia frizione a otto marce, gli altri due frontalmente per dare trazione alle ruote anteriori. Inutile dire che le accelerazioni tolgono letteralmente il fiato: bastano 2,3 secondi per scattare da 0 a 100 km/h e appena 6,7 secondi per raggiungere i 200 km/h. La velocità massima è di 320 km/h, leggermente inferiore a quella della SF90 Spider “normale” a causa delle nuove appendici aerodinamiche.

Una calibrazione specifica, poi, è stata riservata anche allo sterzo, alla trasmissione, mentre gli ammortizzatori a controllo elettronico sono specifici per questa applicazione. Per quanto riguarda la parte ibrida, la Ferrari SF90 XX Spider lavora allo stesso modo della SF90 Spider: grazie a una batteria da 7,9 kWh posta dietro i sedili, si possono percorrere fino a 25 km a zero emissioni (e a trazione anteriore, perché nella modalità puramente elettrica lavorano solo i due motori frontali). La batteria si ricarica da una presa posta specularmente al tappo del serbatoio, ma il modo più veloce per farla tornare al 100% non è attaccarla alla spina, bensì guidare con brio nelle modalità di guida più sportive, dove tra l’azione della frenata rigenerativa e quella del V8 non si rischia mai di rimanere a corto di corrente.

Che sospensioni!

Ma come si traducono tutte queste novità nell’esperienza di guida? Accelerazione a parte, mettendosi al volante della Ferrari SF90 XX Spider si ha immediatamente la sensazione di essere alla guida di un’auto più vicina al mondo delle corse che non quello delle normali auto stradali. Si sente praticamente tutto, dalle più leggere imperfezioni della strada al rumore dei piccoli sassolini che sbattono sotto il fondo, mentre non appena si spalanca un po’ di più il gas, la sinfonia dell’otto cilindri e il suono di aspirazione dei turbocompressori si fanno percepire con forza.

Quando i rettilinei lasciano spazio alle curve, la Ferrari SF90 XX Spider sorprende sotto ogni punto di vista, a partire dalle sospensioni: già perché nonostante siano molto rigide (il rollio è stato ridotto del 10% rispetto alla SF90 Spider) e pensate per l’utilizzo in pista, riescono ad assorbire a dovere anche tutte le asperità del manto stradale senza far mai scomporre la vettura anche quando ci sono importanti avvallamenti. E così si può premere sul pedale del gas con maggiore confidenza, sicuri di non trovarsi a gestire improvvise “scodate”. Il merito di questo comportamento, ovviamente, va anche all’elettronica che decide quanta potenza darvi in ogni momento in maniera molto fluida e mai con bruschi tagli di coppia. 

Si frena anche in curva

Rispetto all’auto da cui deriva migliora, poi, anche il feeling al pedale del freno: l’impianto carboceramico, derivato dalle vetture che corrono il campionato monomarca Ferrari Challenge arrestano questa supercar “in un fazzoletto”, ma al tempo stesso sono ben modulabili e grazie al sistema di anti bloccaggio dei freni proprietario “Abs Evo” (che gestisce in maniera predittiva le pinzate dei dischi sulle singole ruote in maniera indipendente) è possibile portare la frenata in ingresso curva garantendo un forte senso di stabilità anche quando ci si avvicina al limite. Lo sterzo è molto preciso, leggermente meno reattivo di altri comandi recenti del Cavallino, ma pensato per la guida tra le curve alle altissime velocità di cui è capace questa Ferrari SF90 XX Spider

Passerà alla storia

Il meglio della tecnologia oggi disponibile su una Ferrari si trova su questa SF90 XX Spider e il risultato è esaltante: nonostante la complessità tecnica di una vettura mossa da ben quattro motori, il risultato è una guida appagante e persino semplice, una volta “fatta l’abitudine” all’enorme potenza disponibile sotto il piede destro. E anche in questa variante spider (con il tetto in carbonio che si ripiega in soli 14 secondi fino a 45 km/h) non si avverte mai alcun ammanco di rigidità. Difetti? Difficile trovarne, se non per quelli ovvi di una supercar così estrema, come la mancanza di spazio per oggetti e bagagli e la rumorosità. Un’auto speciale che costa moltissimo, ma dal sicuro futuro valore collezionisti.

SECONDO NOI

PERCHÉ SÌ
  • Design
    Non è tra le Ferrari più eleganti di sempre, ma l’ispirazione corsaiola della carrozzeria e delle sue appendici aerodinamiche dona alla vettura uno stile unico, molto aggressivo e funzionale.
  • Motore
    Il V8 biturbo abbinato a tre motori elettrici spinge con una vigorosità impressionante a tutti i regimi e tutte le velocità. Le accelerazioni tolgono il fiato.
  • Sospensioni
    Nonostante sia un’auto pensata per divertirsi in pista, le sospensioni lavorano bene anche sui fondi stradali regolari, mantenendo le ruote sempre ben attaccate all’asfalto.
PERCHÉ NO
  • Bagagliaio
    Non c’è. Per fare spazio alle nuove componenti aerodinamiche è stato eliminato. Ma non se ne sente la mancanza: era sufficiente solo per ospitare i cavi di ricarica.
  • Comandi al volante
    Non sono dei veri pulsanti, ma dei comandi a sfioramento. Sono migliorati rispetto al passato perché ora prevedono delle piccole scanalature sulle razze per identificarli meglio, ma restano comunque poco adatti a una vettura così sportiva.
  • Portaoggetti
    Sono molto piccoli, limitati a una tasca tra gli schienali, un porta bicchiere e delle reti minuscole sulle portiere. Persino riporre il telefono è cosa ardua. 

SCHEDA TECNICA

Motore termico  
Carburante benzina
Cilindrata cm3 3990
No cilindri e disposizione 8 a V di 90°
Potenza massima kW (CV)/giri 586 (797)/7500 giri
Coppia max Nm/giri 804/6000
   
Motori elettrici anteriori (2)  
Potenza massima kW (CV)/giri 99 (135)/n.d.
Coppia max Nm/giri 85/n.d.
   
Motore elettrico posteriore  
Potenza massima kW (CV)/giri 150 (204)/n.d.
Coppia max Nm/giri 266/n.d.
   
Potenza max complessiva kW (CV)/giri 757 (1030)/n.d.
Coppia max complessiva Nm/giri n.d.
   
Emissione di CO2 grammi/km 178
No rapporti del cambio 8 (robotizzato a doppia frizione)
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima km/h 320
Accelerazione 0-100 km/h 2,3 s
Consumo medio km/l 13,9 (ciclo WLTP, partendo con batterie cariche)
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 485/200/123
Passo cm 265
Peso in ordine di marcia kg 1660
Capacità bagagliaio litri 0
Pneumatici (di serie) 255/35 R 20 ant. - 315/30 R 20 post.

VIDEO

Ferrari SF90 Spider
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
101
12
4
6
10
VOTO MEDIO
4,4
4.413535
133
Aggiungi un commento
Ritratto di forfEit
13 aprile 2024 - 10:30
Phev che, comunque va sottolineato, pian piano stanno a occupare vari tasselli, una volta fuori dal discorso incentivi d'acquisto a carico della collettività (dove altre tecnologia, prendendo maggiori bonus, risultano magari più appetibili)
Ritratto di RaptorF22Stradale
13 aprile 2024 - 13:10
1
Difetti bagagliaio ??? Hahahahahahaha
Ritratto di Luca F
13 aprile 2024 - 21:21
"tra i difetti la rumorosità". Il rumore su una Ferrari un difetto, santo cielo...
Ritratto di BZ808
13 aprile 2024 - 11:00
A elencare dei difetti ne sa troppo di volpe che non arriva all'uva...
Ritratto di giocchan
13 aprile 2024 - 16:03
Vabbè, qualcosa dovevano pure mettercela... io mi aspettavo una roba tipo "visibilità" o "sospensioni scomode sul pavè", con "Portaoggetti" mi hanno spiazzato :DDD
Ritratto di BZ808
13 aprile 2024 - 17:00
X-)))
Ritratto di No lavatrici
13 aprile 2024 - 11:36
Finalmente una Macchina.....dopo cessi,furgoni,lavatrici,cassoni, cassonetti e porcherie con le ruote di ogni genere e tipo..... FINALMENTE UNA MACCHINA!!!!!!!!!
Ritratto di giocchan
13 aprile 2024 - 16:04
Ha un motore elettrico e una batteria (nemmeno piccola) pure questa... formalmente è un'ibrida plugin. Però stai tranquillo, e stanotte dormi lo stesso.
Ritratto di giocchan
13 aprile 2024 - 16:07
Mi correggo, i motori elettrici sono tre (due davanti da 135cv e uno dietro da 204cv)
Ritratto di pierfra.delsignore
15 aprile 2024 - 14:15
4
Power train ibrida, formalmente plugin ma studiata ovviamente come nelle corse di durata per avere il massimo da tutti e 4 i motori, uno termico e tre elettrici, magari prima di commentare leggere è troppo difficile?
Ritratto di Oxygenerator
16 aprile 2024 - 08:09
Da uno che di nick ha “ no lavatrici “ ??
Ritratto di No lavatrici
21 aprile 2024 - 17:03
Gente pirl@ ne conosco.....ahahahah
Ritratto di pierfra.delsignore
22 aprile 2024 - 14:51
4
Anche gente che manco legge gli articoli
Ritratto di Volpe bianca
13 aprile 2024 - 12:42
Spettacolare, anche se ha perso lo "sguardo" Ferrari, senza marchio direi che assomiglia più a una Corvette. Ridicolo il plug-in.
Ritratto di nik66
15 aprile 2024 - 06:51
concordo, anche a me sembra più una corvette che una ferrari, per la prima volta non ho dato 5 volanti ad una ferrari, personalmente ha una linea troppo "estremizzata" sulla sportività poer essere anche stradale
Ritratto di PONKIO 78
15 aprile 2024 - 21:36
Volpe ho pensato la stessa cosa, sembra proprio un Corvette… peccato ci sono Ferrari davvero molto belle con linee uniche….
Ritratto di Gordo88
13 aprile 2024 - 12:50
1
Questa versione spider della sf90 xx la rende più "stradale" della stradale stessa.. un pò più pesante ma godibile anche en plein air senza avere sempre la fissa del tempo sul giro.. l' estetica è comunque molto aggressiva ed anche dentro l' abitacolo ci si sente come in una macchina da corsa, deve essere un' esperienza fantastica poterla guidare!!
Ritratto di Tistiro
13 aprile 2024 - 13:13
Ma basta con sti suv...
Ritratto di Tistiro
13 aprile 2024 - 13:16
Aaahh questa è una SEV! sport enjoyment veicol!
Ritratto di RaptorF22Stradale
13 aprile 2024 - 13:17
1
Hahaha
Ritratto di giocchan
13 aprile 2024 - 16:08
^_^
Ritratto di Beppe_90
13 aprile 2024 - 13:17
Difetti?? Si uno solo.. i motori elettrici che non servono a nulla!! Cioè limano 1,5 kg sui sedili quando poi aumenti il peso per le batterie… che senso ha? nessuno.. del resto gran macchina
Ritratto di Gordo88
13 aprile 2024 - 14:00
1
In questo caso hanno uno mero scopo prestazione sia nella prontezza ai bassi che nella potenza assoluta..
Ritratto di Beppe_90
13 aprile 2024 - 23:08
Gordo88 e un cane che si morda la coda… più e leggera e più accelerazione si ha anche ai bassi.. . se tu aumenti peso è normale che ci vuole più potenza per muovere una massa più pesante.. non credo abbia il turbo lag della uno turbo hehehe ;)
Ritratto di Gordo88
14 aprile 2024 - 12:18
1
L' aggravio di peso è limitato rispetto alla potenza fornita.. il sistema ibrido consente partenze brucianti e la trazione 4x4 che con 1000cv è necessaria a scaricare tutta la potenza, guardati un video di accelerazione della sf90 "normale"..
Ritratto di panettonesupercharged
13 aprile 2024 - 15:07
Questa è la versione estrema della SF90 stradale, ci sta sia piena di cose che non hanno senso
Ritratto di pierfra.delsignore
15 aprile 2024 - 14:16
4
Non power train ibride, senza quelli pure le prestazioni degradano. Vaglielo a spiegare a tutti quelli che corrono nel WEC.
Ritratto di Goelectric
13 aprile 2024 - 13:35
Sia chiaro, non posso permettermi nemmeno il porta targa di quest auto, quindi vedetela come la volpe e l uva, ma a me, le nuove ferrari, o meglio da quando c'è manzoni, non mi piacciono. Se togli il cavallino può essere tranquillamente una corvette, o una di quelle supercar di qualche start up pakistana, poi chiaro che qui parliamo del non plus ultra dell auto, però questo è il mio inutile pensiero
Ritratto di lovedrive
13 aprile 2024 - 21:03
effettivamente non è subito riconoscibile come ferrari. e poi 1000 cv? non stiamo esagerando? almeno questa costa parecchio e cosi chi la compra non andra in giro come un matto.
Ritratto di andrea10
15 aprile 2024 - 12:16
Esteticamente sicuramente l'era moderna ha portato linee troppo poco personalizzabili secondo me. La Roma effettivamente è molto bella ed iconica di queste moderne , ma anche li sembra ci siano influenze "esterne". La sp3 Monza fa paura , secondo me il top mai creato
Ritratto di Sherburn
15 aprile 2024 - 15:45
Condivido!
Ritratto di fastidio
16 aprile 2024 - 12:49
8
@Goelectric Pienamente d'accordo, pare una Hot Wheels di quelle realizzate di fantasia.
Ritratto di giocchan
13 aprile 2024 - 16:16
Vedendo il listino Ferrari: termiche pure sono rimaste solo la Roma/Roma Spider (entrambe 4 posti) e la Purosangue (che è un SUV 4 posti)... per il resto, ci sono 296 GTB/GTS (ibride plugin) e la SF90 Spider/Stradale (ibride plugin). Le classiche due posti secchi termiche con motore centrale sono sparite.
Ritratto di Andre_a
13 aprile 2024 - 17:37
Ci sarebbe anche la 812 tra le Ferrari termiche pure. Non sarà a motore centrale, ma non dimentichiamocela
Ritratto di giocchan
13 aprile 2024 - 18:18
Vero - avevo preso per buono il listino di alvolante... in realtà vedendo quello di 4ruote ci sono molti più modelli: 488, 812, F8, Portofino... anche se alcune di esse sono indicate come "a esaurimento scorte".
Ritratto di Andre_a
13 aprile 2024 - 21:42
Io avevo guardato sul sito Ferrari: la 812 c'è, anche se solo in versione scoperta, invece 488, Portofino ecc. non ci sono
Ritratto di v458
13 aprile 2024 - 17:38
Finalmente c'è la possibilità di guidare una Ferrari a trazione anteriore!
Ritratto di AZ
13 aprile 2024 - 17:56
Prezzo onesto e consumi accettabili. Difetti? Il superbollo.
Ritratto di Quello la
13 aprile 2024 - 18:51
Sei sempre il top, caro AZ!
Ritratto di probus78
13 aprile 2024 - 18:14
Peccato non possa accedere agli incentivi...
Ritratto di Andre_a
13 aprile 2024 - 21:45
Dubito fortemente che ci si possa divertire in strada con un'auto da 1000 cavalli larga 2 metri. In pista di sicuro ci si diverte (anche se il minimo errore lo paghi caro) in strada meglio roba molto più piccola.
Ritratto di Fortesque
14 aprile 2024 - 18:46
Vorrei avere 6 mesi per dimostrare che i tuoi dubbi sono fondati. :-)
Ritratto di andrea10
15 aprile 2024 - 12:15
:-D
Ritratto di Andre_a
15 aprile 2024 - 12:19
Si, quello anch'io :D Ma credo su strada sia più una gioia di possederla che non un "puro" piacere di guida
Ritratto di Fortesque
14 aprile 2024 - 00:30
Clamorosa!
Ritratto di AlvolANO
14 aprile 2024 - 09:44
Non male per essere una Corvette
Ritratto di erresseste
14 aprile 2024 - 09:55
Speriamo rientri negli incentivi.. :-))))
Ritratto di Plk_123
15 aprile 2024 - 09:43
Rumorosa e senza bagagliaio? Un auto con così tanti difetti non la comprerò mai, molto meglio un Doblò elettrico! ;-)
Ritratto di andrea10
15 aprile 2024 - 12:15
Mamma mia ....
Ritratto di Nonmenefreganiente Dellevostreopinioni
15 aprile 2024 - 12:21
anche questa volta a Maranello gliel'hanno appoggiata piano...
Ritratto di Alsolotermico
15 aprile 2024 - 13:05
Ferrari le sempre Ferrari!!!..
Ritratto di mika69
15 aprile 2024 - 14:00
Tecnica non si discute. Estetica troppo tamarra e americaneggiante. Ferrari negli anni ci aveva abituato a vedere coniugati sapientemente estetica e tecnica, mantenendo quell'eleganza che aveva sempre contraddistinto il marchio anche nei modelli più estremi. Un decadimento di stile a mio avviso.
Ritratto di CalogeroSiciliano
15 aprile 2024 - 14:04
Il prodotto Italico non si batte,una vera opera d'arte su ruote di ispirazione corsaiola. Orgoglioso e fiero di essere italiano! Viva le automobili Italiane! VIVA IL MADE IN ITALY!
Ritratto di GiaZa27R
15 aprile 2024 - 15:45
4
peccato sia leggermente fuori budget, altrimenti un pensierino... ed il portaoggetti piccolo, anche quello discrimina parecchio
Ritratto di Velocissimo
15 aprile 2024 - 18:13
Non va neanche a spingerla.
Ritratto di TDI_Power
3 maggio 2024 - 08:38
Senza Diesel scaffale
Annunci