PRIMO CONTATTO

Fiat 500C: è costoso vedere il cielo

Non è una vera e propria cabriolet perché mantiene i montanti del tetto, ma ha una capote in tela che si apre elettricamente e permette di viaggiare scoperti, eventualmente “abbattendo” anche il lunotto; quando è chiusa offre un comfort paragonabile a quello della 500 con carrozzeria chiusa. È ben dotata ma costa cara.

11 agosto 2009
  • Prezzo (al momento del test)

    € 18.450
  • Consumo medio

    23,8 km/l
  • Emissioni di CO2

    110 grammi/km
  • Euro

    5
Fiat 500C
Fiat 500C 1.3 16V Multijet 75 CV Lounge
Il piacere di guidare “en plein air”

La fortunata citycar torinese diventa ancora più esclusiva con questa versione “C”, che sta per “Cabrio”. A voler esser precisi si tratta di una “decappottabile”, dato che la carrozzeria non ha perso l’arcata dei montanti laterali, che in questo caso offrono sostegno alla capote in tela (che si può avere nera, rossa o bianca).

L’apertura è elettrica e si attiva premendo un tasto davanti allo specchietto oppure tramite il telecomando: la vettura si scopre in 10 secondi; l’operazione è possibile sino a 60 km/h, mentre ad andature superiori si può aprire solo in parte (cioè senza ripiegare anche il lunotto). Il prezzo, 18.450 euro, è elevato: basti pensare che la Lounge 1.3 Multijet “chiusa” costa 3.500 euro in meno. La versione Rock, con interni in pelle, costa 20.650 euro, mentre per risparmiare c’è la versione 1.2 a benzina (16.600 euro).

Il lunotto è piccolo, ma ci sono i sensori

L’interno non presenta differenze rispetto a quello della 500 “chiusa”, ma cambia il lunotto, più piccolo: la visibilità in manovra è peggiore, ma ci sono i sensori di distanza di serie. Materiali e finiture sono di buona qualità. Il volante e il sedile regolabili in altezza permettono a chiunque di trovare la corretta posizione di guida. Notevole la dotazione di airbag, che comprende quelli per la testa dei passeggeri anteriori e per le ginocchia del guidatore. Il bagagliaio è simile a quello della 500 standard, però non c’è il portellone e l’accesso è più stretto.

Non costringe a rinunciare al comfort

Se si viaggia con la capote chiusa si gode di un buon isolamento: la vettura è silenziosa. Il comfort è apprezzabile anche con il tetto aperto, visto che i vortici d’aria non sono eccessivi (il parabrezza è un po’ più “allungato” rispetto a quello della versione standard, e dotato di un deflettore). Il piccolo turbodiesel Multijet da 75 CV è abbastanza vivace, anche perché è abbinato a un cambio preciso e “veloce” (oltre che comodo, grazie alla leva in posizione rialzata, nella consolle) e a una frizione molto morbida. Le sospensioni hanno una risposta “solida”, quasi sportiva, e aumentano il piacere di guida nelle strade ricche di curve.

Secondo noi

> PREGI
Airbag. Di serie ci sono anche gli airbag per la testa e per le ginocchia. E per avere l’ESP bastano 250 euro.
Cambio. La frizione “leggera” non affatica nemmeno nel traffico, e il cambio è rapido e preciso.
Guida. Dà gusto: l’assetto è quasi sportivo, il motore non potentissimo ma pronto.

> DIFETTI
Baule. Non brilla per capacità e ha lo sportello d’accesso più piccolo di quello della 500 standard.
Prezzo. Costa cara, anche nella versione “d’accesso” col motore 1.2 a benzina.
Spazio per la testa. Chi siede dietro si trova con la testa quasi a contatto della capote.

SCHEDA TECNICA





Cilindrata cm3 1248
N. cilindri e disposizione 4 in linea
Coppia max Nm/giri 55(75)/4000
Potenza massima kW (CV)/giri 145/1500
Emissione di CO2 grammi/km 110
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori tamburi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 455/163/149
Passo cm 230
Peso in ordine di marcia kg 1020
Capacità bagagliaio litri 182/530
Pneumatici (di serie) 185/55 R 15
I motori, tutti Euro 5, sono i medesimi della versione con carrozzeria chiusa, ma la gamma della 500C si differenzia per quanto riguarda gli allestimenti, ridotti a due: Lounge e Rock. Quest’ultimo, più ricco, costa 2.200 euro in più del Lounge ma prevede anche gli interni in pelle e i fari bi-xeno. La versione d’accesso è costituita dalla 1.2 Lounge, con motore a benzina da 69 CV, offerta a 16.600 euro. Parte invece da 18.600 euro la 1.4 16V da 100 CV. Infine, c’è la diesel 1.3 Multijet da 75 CV protagonista del nostro test: è la più equilibrata e anche quella che consuma meno.
Versione Prezzo Alim cm³ CV/kW km/h 0-100 km/l CO2 kg
1.2 Lounge 16.600 B 1.242 69/51 160 13,4 19,6 119 905
1.4 Rock 18.800 B 1.242 69/51 160 13,4 19,6 119 905
1.4 16V Lounge 18.600 B 1.368 100/74 182 11,0 15,9 140 970
1.4 16V Rock 20.800 B 1.368 100/74 182 11,0 15,9 140 970
1.3 16V Multijet Lounge 18.450 D 1.248 75/55 165 13,0 23,8 110 1020
1.3 16V Multijet Rock 20.650 D 1.248 75/55 165 13,0 23,8 110 1020


VIDEO
loading.......
Fiat 500C
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
63
38
25
5
24
VOTO MEDIO
3,7
3.71613
155
Aggiungi un commento