Fiat

Fiat
500C

da 17.600

Lungh./Largh./Alt.

355/163/149 cm

Numero posti

4

Bagagliaio

182/530 litri

Garanzia (anni/km)

2/illimitati
In sintesi

Aggiornata a luglio 2015 nei paraurti e nelle luci (come la versione chiusa), la Fiat 500C più che una cabriolet è una “convertibile”: ha la capote in tela, ma conserva le arcate dei montanti laterali in acciaio. Per “scoprirla”, basta premere un pulsante e attendere dieci secondi; in aggiunta, fino alla velocità di 60 km/h è possibile reclinare anche il lunotto (che è in vetro e dotato di sistema di sbrinamento elettrico). Decisamente più costosa della versione chiusa (la maggiorazione è attorno ai 3.500 euro), la 500C ne riprende l’impostazione dell’abitacolo, ben rifinito e omologato per quattro, anche se realmente comodo soltanto per gli occupanti dei due posti anteriori. Da segnalare che la diversa forma della coda ha fatto “sparire” il portellone posteriore, sostituito da un piccolo (e molto meno pratico) sportello. Analoghi a quelli della 500 “normale” i motori previsti per la Fiat 500C (a esclusione della versione bi-fuel): il 1.2 da 69 CV e il 0.9 TwinAir turbo da 85 CV. Anche per la 500 convertibile, la Fiat offre un’amplissima possibilità di personalizzazione estetica attingendo a un ricco catalogo specifico.

Versione consigliata

Data la mancanza di un tetto in metallo, la parte inferiore della carrozzeria della Fiat 500C è stata irrobustita e il peso è un po’ lievitato: per questo è preferibile orientarsi sulle 0.9 TwinAir, che sono brillanti e hanno consumi abbastanza contenuti. Ciò detto, chi ha una guida tranquilla può optare benissimo per una più economica (e fluida) 1.2. Quanto alla dotazione di serie, già la meno costosa Pop offre l'indispensabile.

 

Perché sì

Comfort La capote in tela offre un valido isolamento termico e acustico: quando è chiusa non si notano grosse differenze rispetto al tetto in lamiera.

Sospensioni Pur senza penalizzare il comfort, esaltano la guidabilità: fra le curve l’auto resta “piatta”.

Sicurezza Notevole la dotazione di airbag: c’è anche quello per le ginocchia del guidatore.

Praticità La 500C è esclusiva e sfiziosa, ma non tanto meno pratica della sorella “chiusa”.

 

Perché no

Baule La capienza è quella (appena sufficiente) della “berlina”, ma la praticità è inferiore perché l’apertura è più piccola.

Posti dietro I passeggeri più alti hanno poco spazio per le gambe e sopra la testa.

Prezzo La “base” 1.2 Pop costa il 25% in più dell’omologa versione “chiusa”: una differenza sensibile.

Visibilità posteriore Scarsa col piccolo lunotto in posizione, si annulla a capote tutta aperta; meglio affidarsi ai sensori (di serie).

 

Fiat 500C
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
64
38
25
5
24
VOTO MEDIO
3,7
3.72436
156
Photogallery