PRIMO CONTATTO

Ford Transit Custom: col nuovo diesel scatta in silenzio 

I nuovi motori Ford 2.0 EcoBlue sostituiscono sotto il cofano del Transit Custom i 2.2 di origine PSA: già in regola con le norme Euro 6, la variante da 105 CV è vivace, silenziosa ed esente da vibrazioni fastidiose. Poco originale, però, il design del veicolo.

1 giugno 2016

Listino prezzi Ford Transit Custom non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 26.983
  • Consumo medio

    16,1 km/l
  • Emissioni di CO2

    161 grammi/km
  • Euro

    6
Ford Transit Custom
Ford Transit Custom 2.0 EcoBlue Diesel 105 CV Van 270 Passo Corto 3 posti Entry
Passo in avanti

Alla robustezza, alla affidabilità e alla conosciuta capacità di carico del Ford Transit Custom, ora la casa aggiunge più tecnologia per la sicurezza, propulsori efficienti e un bel taglio ai costi di gestione. Il cuore della novità è il nuovo Diesel 2.0 EcoBlue, che sostituisce il precedente 2.2 di origine PSA. Con questo motore, il commerciale da una tonnellata del marchio americano promette consegne più risparmiose e "green" grazie al trattamento SCR dei gas di scarico con l'additivo AdBlue, che abbatte in maniera significativa il contenuto di NOx. Ampia, come da tradizione per il modello (disponibile solo con la trazione anteriore), la proposta di versioni: tra furgonato e combi, passo corto e lungo, sono 141 le varianti differenti, con prezzi che partono dai 26.068 euro (20.750 euro + Iva) del Van 250 passo 105 Cv corto a 3 posti in allestimento Entry. Da settembre, poi, l'offerta si allargherà con la disponibilità tra gli optional del cambio automatico. 

Più verve, maggiori risparmi

Primo di una nuova famiglia di motori a gasolio, il nuovo 2.0 è proposto in tre differenti potenze: 105 CV, 130 e 170. Il secondo propulsore dovrebbe confermarsi quello più richiesto per il Ford Transit Custom. Per questo primo test, però, abbiamo scelto il meno potente, per verificarne l'efficacia alla luce della coppia incrementata sino a 360 Nm, 10 in più rispetto al precedente 2.2 di livello intermedio. Come gli altri propulsori, anche questo 105 CV porta al debutto nuovi iniettori piezoelettrici a otto fori, capaci di effettuare sino a sei iniezioni per ciclo e di polverizzare il carburante in maniera più diffusa e, quindi, efficace. Il suo turbocompressore può raggiungere i 240.000 giri al minuto, e l'iniezione common-rail lavora a pressioni massime di circa 2.000 bar. Grazie anche all'adozione dello Stop&Start i valori dichiarati per emissioni e consumi medi sono di 161 g/km e 6,6 l/100 km: riduzioni calcolate nel 13% rispetto alla precedente unità, e che secondo la casa possono tradursi in un risparmio in carburante di circa 1.600 euro ogni 130.000 km. Da annotare, poi, tra i vantaggi economici della nuova proposta anche un taglio dei costi di gestione legato all'allungamento di 10.000 km degli intervalli di manutenzione, portati a 2 anni o 60.000 km. 

A bordo si bada al sodo

Le modifiche estetiche introdotte con il cambio di motore sono minime sia all'esterno sia all'interno: il nuovo modello, che continua a non brillare per originalità e personalità,  si riconosce esternamente per una lamina orizzontale cromata nella parte inferiore del paraurti e per la presenza del serbatoio supplementare per l'AdBlue, subito sotto quello per il gasolio. La cabina del nuovo Ford Transit Custom (a sua volta, non particolarmente brillante nel design) si conferma ampia e ariosa. La plancia convince nell'utilizzo di tutti i giorni per i tanti vani portaoggetti, bibite compresi. Lo schermo del sistema multimediale Sync 1 è cresciuto a 4", mentre per il momento il più sofisticato Sync 2 non è previsto neppure come optional. Le poltrone anteriori sono sufficientemente comode, anche se l'imbottitura non è abbondantissima e non offrono un contenimento laterale superlativo. 

Confortevole in autostrada

Accomodati al volante del Ford Transit Custom, appena messo in moto il motore balza subito all'orecchio l'assenza di... rumore. Il nuovo propulsore è decisamente più silenzioso rispetto all'unità a gasolio 2.2 impiegata nel passato, anche a freddo. Una "educazione" che si apprezza nell'utilizzo a 360 gradi, in particolare in autostrada, e che va a vantaggio del relax di guida. Quanto a vibrazioni, poi, siamo a livelli automobilistici. Con il 105 CV, a vuoto il Transit Custom va via spedito in qualsiasi condizione di utilizzo: il motore è elastico e si può già inserire la sesta marcia a soli 1.000 giri, anche se per riprender velocità da tale regime diventa indispensabile ricorrere al cambio. A proposito del quale, occorre rimarcare che l’automatico, prezioso per ridurre lo stress nel lavoro convulso di tutti i giorni, non sarà disponibile che diversi mesi più avanti. Il motore spinge bene e con omogeneità dai 1.500 ai 3.500 giri senza mai essere troppo presente in cabina. Anzi, proprio l'elevata silenziosità è una delle qualità che staccano il Custom dalla concorrenza: in autostrada si viaggia a 130 km/h con il propulsore che ruota a 2.500 giri e appena si sente, coperto dai fruscii generati dagli specchietti. Con il crescere dell'andatura il volante perde un po' di consistenza, ma nel complesso la sua nuova taratura appare azzeccata, soprattutto nell'utilizzo extraurbano. Il comportamento dinamico risulta anche più sicuro grazie all'integrazione dei sistemi di ausilio: tra gli altri, l'allarme anticollisione integrato dalla frenata automatica con riconoscimento dei pedoni e l'avvisatore di superamento involontario della corsia. Ci sono anche il controllo della velocità di crociera adattativi, che utilizza un radar frontale per mantenere una distanza prestabilita rispetto al veicolo che precede, e l'inedito sistema Side Wind Stabilisation, che aziona i freni su un lato del veicolo per ridurre il rischio di sbandate dovute a improvvise raffiche di vento o agli spostamenti d'aria che si creano quando si sorpassa un camion. Al termine del test, con una zavorra pari al 75% della portata utile, abbiamo letto sul computer di bordo 9,8 km/l: non male, anche se lontano dal dato dichiarato dalla casa (16,1 km/litro). In queste condizioni, a conti fatti, anche il motore “piccolo” si è rivelato ok per consegne non eccessivamente gravose e prevalentemente in pianura.

Secondo noi

Pregi
> Comfort. Motore silenzioso, tecnologie per la sicurezza e climatizzazione efficiente.
> Costi di gestione. Consumi interessanti e tagliandi più distanti. 
> Rapidità. Nonostante le dimensioni, nella variante da 105 CV scatta bene nel traffico. Ok la visibilità anteriore.

Difetti
> Cambio automatico. Per avere la nuova unità a sei rapporti bisognerà aspettare ancora qualche mese. 
> Design. Questo modello continua a non brillare per lo stile. 
> Ergonomia. La plancia ha un'impostazione démodé e lo schermo centrale (seppur cresciuto) continua a essere piccolo.

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1996
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 77 (105)/3500 giri
Coppia max Nm/giri 360/1375-2000
Emissione di CO2 grammi/km 161
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) n.d.
Accelerazione 0-100 km/h (s) n.d.
Consumo medio (km/l) 16,1
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 497/227/202
Passo cm 293
Peso in ordine di marcia kg 2016
Capacità bagagliaio litri 724/6000
Pneumatici (di serie) 215/65 R16
Ford Transit Custom
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
5
7
6
1
0
VOTO MEDIO
3,8
3.842105
19
Aggiungi un commento
Ritratto di TheFocusDriver
1 giugno 2016 - 20:03
2
Un buon furgone, che non sembra stia replicando (almeno in Italia) i successi delle precedenti edizioni.
Ritratto di LOL25
1 giugno 2016 - 22:32
Capisco che non sia un mezzo creato per correre, ma nonostante tutto 105 cv mi sembrano veramente pochi per un furgone di quelle dimensioni, soprattutto a pieno carico
Ritratto di TheFocusDriver
2 giugno 2016 - 09:56
2
Sono motori improntanti all'efficienza, e poi ha comunque 360Nm ;)
Ritratto di finvale
2 giugno 2016 - 10:11
Magari anche le auto avessero una manutenzione così dilatata nel tempo e/o nel kmtraggio. Sarebbe un bel risparmio.
Ritratto di manuel1975
2 giugno 2016 - 16:01
ottima coppia anche se 105 cv sembrano pochi, sarebbe interessante sapere quanta coppia hanno quelli da 130 e 170 cv.
Ritratto di IloveDR
3 giugno 2016 - 12:48
4
che bellissimo!!!
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
6 giugno 2016 - 14:19
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di manuel1975
6 ottobre 2016 - 00:01
Per me i furgoni di queste dimensioni devono avere 120 cv con 400Nm di coppia e 150 cv e 450 Nm di coppia. 105 cv e 360 Nm sono pochi meglio se messi su una focus o una c-max in versione eco
Ritratto di Conocia
8 aprile 2017 - 17:37
Ho comprato per la mia attività, il nuovo ford transit custom 2,0 105cv van H1 L1, immatricolato il 16/02/2017. In un mese e mezzo ho percorso 3000km, nella norma. Mi trovo benissimo, soddisfatto in tt, comfort d guida, il motore spinge bene nonostante i suoi 105cv, il cambio manuale favoloso e preciso, ottimo il vano d carico con la vasca d protezione e come optional ho montato anche il portapacchi esterno ripiegabile se nn serve, comodissimo. Dopo tanti pregi ed elogi x questo mio nuovo furgone, noto una gravissima pecca, almeno secondo me, nonché la mancanza dei parasassi o passa ruota anteriori! Può sembrare una minchiata ma nn lo è! Vengo da un Fiat Scudo 2,0 jtd che ho posseduto X 10 anni e mi sn trovato bene. Fiat Scudo che ho comprato usato nel 2006 era immatricolato anno 2002. Il Fiat Scudo anno 2002 possedeva i parasassi e protezione motore! Nel 2017 in Ford i parasassi nn sono previsti nel l'allestimento entry, questo mi è stato detto dal concessionario. La protezione motore é un optional che costa 199€? Su un furgone comprato nuovo X 20000,00€? In Ford nn stanno bene ragazzi. Se voglio montare i parasassi e protezione al motore i pezzi mi costano circa 400€ + lavoro!!! Come ho detto prima, i passaruota possono sembrare una minchiata, ma nn è così. Ora ho i fendinebbia e varie spinette alloggiate in prossimità delle ruote anteriori soggette ad acqua e fango! Nn pretendo che mi durino una vita, ma come diventeranno tra dieci anni? O quante volte avrò problemi in 10 anni? A mio avviso per una casa automobilistica come Ford, è veramente schifoso risparmiare su due pezzi d plastica sagomata. Triste conclusione, la gente si lamenta per le auto o mezzi italiani! W IL MADE IN ITALY SEMPRE!!!
Ritratto di Matadorr
15 dicembre 2017 - 11:30
Furgone che piace come design ma veramente scomodo a causa del saltellare ad ogni buca, molto meglio i furgoni Fiat