PRIMO CONTATTO

Ford Focus: ha imparato a spegnersi da sola

Da febbraio, la Focus ECOnetic avrà il 1.6 a gasolio che si spegne automaticamente al semaforo e si riavvia da solo, insieme ad altre soluzioni che la rendono meno assetata. Un altro passo avanti verso la riduzione della CO2.

16 dicembre 2009
  • Prezzo (al momento del test)

    19.000  circa
  • Consumo medio

    26,3 km/l
  • Emissioni di CO2

    99 grammi/km
  • Euro

    4
Ford Focus
Ford Focus 1.6 TDCi 110CV DPF Econetic 5 porte
Tre novità per non sprecare

Avevamo visto la Focus 1.6 TDCi ECOnetic al Salone dell’auto di Francoforte, lo scorso settembre, e ora l’abbiamo provata sulle strade della Costa Azzurra, per verificare come va la versione a basse emissioni della media tedesca (sarà nelle concessionarie dal prossimo febbraio a partire da circa 19.000 euro). In sostanza, si tratta della ben nota Ford Focus 1.6 TDCi a gasolio da 109 cavalli a cinque porte, debitamente modificata per consumare meno e ridurre le emissioni di CO2 (ma resta ancora Euro 4).

Le tre novità si chiamano “auto-start-stop”, sistema di “ricarica rigenerativa intelligente” e “Fead”, acronimo inglese di “trasmissione frontale ausiliaria”. In pratica, il motore della Focus 1.6 TDCi ECOnetic si spegne automaticamente quando ci si ferma al semaforo o in coda, appena si mette il cambio in folle. Per ripartire, basta una leggera pressione sul pedale della frizione o su quello dell’acceleratore: immediatamente il motore si riavvia, prima ancora di avere inserito la marcia.

Corrente dalle frenate

Dal canto suo, il sistema di “ricarica rigenerativa intelligente” della Focus 1.6 TDCi ECOnetic recupera l’energia in frenata, trasformando la forza cinetica in corrente elettrica, che ricarica la batteria, diminuendo così il consumo di carburante. Il Fead, infine, si occupa di ridurre la tensione della cinghia dell’alternatore, limitandone l’usura e la rumorosità, e (a detta della Ford) perfino abbassando i consumi di carburante, grazie al miglioramento dell’efficienza del sistema.

Viaggia più vicina al suolo

Altri interventi sulla Focus 1.6 TDCi ECOnetic hanno riguardato il motore (con la messa a punto degli iniettori e la modifica del sistema di aspirazione); il cambio (l’olio per la trasmissione è a bassa viscosità e le marce alte, ovvero la terza, la quarta e la quinta, sono state allungate per abbassare i consumi). In fatto di miglioramenti dell’aerodinamica, l’assetto è stato abbassato di 10 mm davanti e di otto dietro; mentre la mascherina è stata smussata ai bordi per ridurre la resistenza all’aria. Infine, un contributo ad abbassare i consumi viene anche dai pneumatici “scorrevoli”, ossia a basso attrito di rotolamento.

Vizi e virtù non cambiano

Vista da fuori, la Focus 1.6 TDCi ECOnetic non si distingue dalle altre Focus , e anche l’abitacolo non cambia: davanti si viaggia bene; il posto guida è comodo e ben studiato e la plancia è razionale. Lo spazio non manca, sia nei posti anteriori sia sul divano, dove si sta abbastanza bene anche in tre. Apprezzabili le finiture, discreti i materiali, però continuano a non convincere i comandi sulla consolle centrale: piccoli e poco sporgenti, rendono difficile trovare quello giusto al primo tentativo.

Dà i voti alla tua guida

È dal cruscotto che arrivano le novità più importanti: il nuovo sistema Ford Eco Mode dà dei veri e propri consigli di guida al guidatore per aiutarlo a consumare meno carburante, visualizzandoli sullo schermo del computer di bordo, tra il tachimetro e il contagiri. Per esempio, suggerisce quando è il momento di inserire la marcia superiore o quella inferiore. Inoltre dà dei voti (da uno a cinque) in relazione a tre parametri: i cambi di marcia, la fluidità di guida e il comportamento in autostrada e su strade extraurbane. Questi punteggi compaiono sullo schermo sotto forma di petali di fiore che si illuminano progressivamente; in totale i fiori sono tre, uno per parametro, con cinque petali ciascuno. Solo con una guida molto virtuosa si riesce a far illuminare tutti e 15 i petali.

Non si ingozza di gasolio

Durante la guida in città abbiamo apprezzato la rapidità del sistema auto-start-stop quando spegne e riavvia il motore della Focus 1.6 TDCi ECOnetic. Non giuriamo che per l’accensione siano sufficienti 0,3 secondi (come dichiara la Ford) ma, di sicuro, tutto avviene in un attimo. La Casa assicura che l’auto-start-stop riduce il consumo medio di carburante e le emissioni di CO2 del 5%, un valore che sale fino al 10% in città, in quando il dispositivo entra in funzione più spesso. Da parte nostra possiamo dire che, cercando di guidare nel modo più “risparmioso” possibile, nel ciclo misto abbiamo percorso 22,2 chilometri con un litro di gasolio (così indicava il computer di bordo); non poi molto meno di quanto dichiara la Ford (26,3 km/l). Tra i difetti che la ECOnetic eredita dalla Focus “normale”, ci sono la lunga corsa della leva del cambio e la scarsa visibilità posteriore: due aspetti che hanno il loro peso se si intende usare la macchina soprattutto in città, dove parcheggiare non è mai facile e si usa di continuo il cambio.

Secondo noi

Pregi
> Silenziosità. Quando la vettura si arresta, il motore si spegne automaticamente e nell’abitacolo scende un piacevole silenzio: tutto si ferma (a parte la radio, che si apprezza ancora di più in assenza di “rumori di disturbo”).
> Motore. In qualunque condizione di guida non alza troppo la voce, ed è brillante: i cavalli non si fanno pregare.

Difetti
> Comandi. Come su tutte le Focus, i tasti del climatizzatore e della radio sulla consolle sono molto piccoli: è difficile “centrare” quello giusto al primo colpo.
> Sistema auto-start-stop. Quando al semaforo o in coda il motore si spegne, smette di funzionare anche la ventola del climatizzatore. In certe condizioni (lunghe soste in coda e molta umidità) può creare qualche problema: i vetri tendono ad appannarsi. Comunque, il sistema si può escludere premendo un pulsante sulla consolle.

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1560
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 80 (109)/4000
Coppia max Nm/giri 240/1750
Emissione di CO2 grammi/km 99
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilati
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 434/184/150
Passo cm 264
Peso in ordine di marcia kg 1263
Capacità bagagliaio litri 396/1258
Pneumatici (di serie) 196/55 R 15
Per chi vuole spendere poco c'è la 1.6 16V a benzina. Ma le versioni che offrono il miglior rapporto prezzo prestazioni sono quelle a gasolio. Se si vuole inquinare e consumare poco c'è la 1.6 TDCi da 90 CV. La 2.0 TDCI offre un piglio più sportivo senza incidere troppo sui consumi. Per chi invece punta tutto sulle prestazioni ci sone le due versioni più estreme: la la ST da 226 CV e la RS da 305 cavalli.
Versione Prezzo Alim cm3 CV/kW km/h 0-100 km/l CO2 kg
1.6 16V Ikon 3p 16.500 B 1.596 101/74 180 11,9 15,0 159 1152
1.6 16V Titanium 5p 18.500 B 1.596 101/74 180 11,9 14,3 167 1174
1.8 FlexyFuel Ikon 3p 17.750 BE 1.798 125/92 198 10,3 14,3 167 1232
1.8 FlexyFuel Titanium 5p 19.750 BE 1.798 125/92 198 10,3 14,3 167 1232
2.5T ST 3p 26.500 B 2.521 226/166 241 6,8 10,8 224 1317
2.5T RS 3p 35.000 B 2.521 305/224 263 5,9 10,6 225 1393
1.6 TDCi Ikon 3p 17.750 D 1.560 90/66 177 12,6 22,2 118 1260
1.6 TDCi Titanium 5p 19.750 D 1.560 90/66 177 12,6 22,2 118 1260
1.6 TDCi Ikon 3p 18.500 D 1.560 109/80 188 10,9 22,2 119 1263
1.6 TDCi ECOnetic 3p 18.850 D 1.560 109/80 191 10,9 23,3 115 1263
1.6 TDCi Titanium 5p 20.500 D 1.560 109/80 188 10,9 22,2 119 1263
2.0 TDCi Ikon 3p 19.750 D 1.997 136/100 203 9,3 18,2 144 1303
2.0 TDCi Titanium 5p 21.750 D 1.997 136/100 203 9,3 18,2 144 1303
Ford Focus
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
0
0
VOTO MEDIO
0,0
0
0
Aggiungi un commento