PRIMO CONTATTO

Mazda 6 Wagon: sportiva più da vedere che da guidare 

I piccoli aggiornamenti non hanno cambiato l’aspetto grintoso della Mazda 6 Wagon, che nella guida si rivela più confortevole che “cattiva”. Come per il vecchio modello, si apprezzano il baule capiente e la ricca dotazione, ma le finiture, seppur migliorate, non sono il massimo. In vendita da settembre. 

15 maggio 2010
  • Prezzo (al momento del test)

    € 32.000
  • Consumo medio

    18,5 km/l
  • Emissioni di CO2

    143 grammi/km
  • Euro

    5
Mazda 6 Wagon
Mazda 6 Wagon 2.2 CD 180 CV Sport
Trova le differenze

Lunga 479 centimetri, la Mazda 6 Wagon 2.2 CD Sport è una famigliare spaziosa e con un baule enorme (da 519 a 1751 litri), ma che dissumula bene le sue notevoli dimensioni con una carrozzeria aggressiva e ben proporzionata. Distinguere il nuovo modello, in vendita da settembre, dal vecchio non è facile. Fuori, le modifiche (che riguardano anche la berlina) si limitano alla presa d’aria nel paraurti anteriore, ora con un andamento simile a quello della mascherina; quest’ultima guadagna un listello più spesso che incornicia il marchio Mazda, mentre i fendinebbia, da rettangolari, diventano rotondi. Dietro, la novità sono le finiture cromate dei fanali. 

Buon rapporto prezzo/dotazione

I prezzi della nuova Mazda 6 non si discostano troppo da quelli attuali, e sono allettanti visto che la dotazione comprende la garanzia di tre anni o 100.000 chilometri. Si parte da 22.100 euro per la Mazda 6 berlina con il motore 1.8 a benzina (120 cavalli): di serie ha gli airbag per la testa, il “clima”, l’Esp e la radio. La più costosa (32.000 euro) è la versione del nostro test: la Mazda 6 Wagon 2.2 CD Sport con il 2.2 turbodiesel da 180 CV, ereditato (come il resto della gamma) dal modello in via di sostituzione e, come gli altri motori, ora a norma Euro 5. Ricco l’equipaggiamento: comprende pure i sedili in pelle, i fari bixeno e le ruote di 18 pollici. Per quel che riguarda gli altri propulsori, si può scegliere fra il 1.8 da 120 CV e il 2.0 da 155 CV(abbinabile al cambio automatico a cinque marce) entrambi a benzina, oppure il turbodiesel 2.2 nelle versioni da 129, 163 o 180 cavalli.  

Comoda, ma con qualche caduta di stile

Anche all’interno della Mazda 6, modifiche dettaglio: nuove monopole cromate per il climatizzatore, elementi satinati per plancia e pannelli porta, finitura nera lucida della consolle. Nel complesso, un abitacolo accogliente e dalla chiara impostazione sportiva (soprattutto per il cruscotto “a binocolo”), ma con finiture che, per quanto migliorate, lasciano ancora desiderare in alcuni dettagli. Uno fra tutti: il portaoggetti di fronte al passeggero anteriore, non refrigerato e costruito con materiali più adatti a un’utilitaria che a una wagon di questo livello. In compenso, lo spazio abbonda: quattro persone viaggiano comode, grazie ai sedili morbidi e larghi, e all’insonorizzazione curata. Il posto di guida, ampiamente regolabile, ha comandi intuitivi: fa eccezione lo stretto schermo in cima alla console centrale, dove è facile confondere le informazioni sul funzionamento del “clima”, tanto sono ravvicinate e scritte in piccolo. 

Il baule si amplia senza fatica

Migliori le finiture del grande bagagliaio: quello della Mazda 6 Wagon 2.2 CD Sport misura 109 centimetri in profondità, che salgono a 208 se si reclina il divano. Operazione che non richiede sforzi, basta tirare una delle leve sul fianco del baule e lo schienale si reclina da solo, creando un piano (completo di ganci fermavaligie) perfettamente piatto; e la soglia di carico è ad appena 60 cm da terra. 

È brillante, ma non sportiva

La linea della Mazda 6 Wagon 2.2 CD Sport lascerebbe supporre un comportamento stradale sportivo; invece, pur essendo in grado di sostenere andature brillanti, quest’auto mostra un occhio di riguardo per il comfort. Di davvero sportivo ha soltanto il cambio, veloce e secco nell’inserire le sei marce. Lo sterzo (migliorato) offre la “giusta consistenza” e una buona precisione, ma non è diretto, e le sospensioni (hanno una nuova taratura più morbida) privilegiano il comfort. Pur molto brillante, nemmeno il motore mostra mai veramente gli artigli, anche se garantisce una spinta omogenea e vigorosa che si traduce in una ripresa appagante quando si accelera ai bassi regimi e con una marcia alta inserita.  

 
Secondo noi

PREGI
>Bagagliaio. Grande, ben rifinito e con il comodo sistema di sgancio automatico del divano per ampliare la capacità di carico.
>Cambio. Secco e veloce nell’inserire le marce, ha anche una leva dall’escursione breve.
>Dotazione. L’auto ha tutto di serie, ma il prezzo è ragionevole. 

DIFETTI
>Finiture. Seppur migliorate, in alcuni dettagli non sono ancora al livello delle migliori concorrenti.
>Sterzo. Visto l’aspetto sportivo della vettura, ce lo saremmo aspettato più diretto e pronto.
>Strumentazione. Lo schermo alla sommità della consolle centrale è stretto e si legge con difficoltà. 

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 2184
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 132 (180)/3500
Coppia max Nm/giri 400/1800-3000
Emissione di CO2 grammi/km 143
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 479/180/149
Passo cm 273
Peso in ordine di marcia kg 1510
Capacità bagagliaio litri 519/1751
Pneumatici (di serie) 205/60 R 16
La Mazda 6 viene offerta con i già conosciuti motori a benzina, il 1.8 da 120 CV e il 2.0 da 155 CV, e il 2.2 turbodiesel declinato in tre livelli di potenza (129, 163 e 180 CV), tutti aggiornati per rispettare la normativa antinquinamento Euro 5. In vendita da settembre, sarà disponibile in cinque allestimenti: "base", Experience, Executive, Luxury e Sport. Quest'ultimo è disponibile solo per la 2.2 CD più potente.
Versione Prezzo indicativo Alim cm3 CV/kW km/h 0-100 km/l CO2 kg
1.8 da 23.500 B 1798 120/80 190 11,8 15,2 157 1350
2.0 DISI da 26.050 B 1999 155/114 211 10,4 14,3 161 1390
2.2 CD da 25.000 D 2184 129/95 193 10,9 19,2 139 1490
2.2 CD da 28.500 D 2184 163/120 211 9,2 18,5 143 1500
2.2 CD Sport 32.000 D 2184 180/132 216 8,7 18,5 143 1500
Aggiungi un commento