PRIMO CONTATTO

Mercedes M: dà il massimo solo con costosi accessori

Tutta nuova, la spaziosa Mercedes Classe M con il 2.1 a gasolio stupisce per le prestazioni sia su strada sia nel fuori strada, ma soltanto se si acquistano due “pacchetti”, che fanno lievitare parecchio il prezzo già elevato.

8 settembre 2011

Listino prezzi Mercedes M non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 58.500
  • Consumo medio

    16,7 km/l
  • Emissioni di CO2

    158 grammi/km
  • Euro

    Euro 6
Mercedes M
Mercedes M 250 BlueTEC Sport
È grande e pesante ma agile

Già in vendita e con consegne da fine novembre, la terza generazione della grossa suv tedesca (480 cm di lunghezza) mette l’accento sulle doti dinamiche, migliorate rispetto al passato. Un aspetto preannunciato dalle marcate nervature nelle fiancate che danno slancio alla carrozzeria, e confermato dalla Mercedes M 250 BlueTEC Sport del nostro test. Quest’ultima, pur essendo quella con meno cavalli (204), aiutata delle sospensioni pneumatiche Airmatic (optional da 2.040 euro, di serie per le versioni più potenti) e dal pacchetto On&Offroad (altri 2.280 euro) su strada mette in mostra una sorprendente agilità per un “macchinone” pesante oltre due tonnellate; e nel fuori strada ci è sembrata inarrestabile.

Non è regalata

Tuttavia, con questi due optional il prezzo già elevato della  Mercedes M 250 BlueTEC Sport (la meno costosa fra le Mercedes M), passa da 58.500 a 62.820 euro. Non pochi considerando che la dotazione di serie non comprende accessori irrinunciabili per una suv di lusso come i rivestimenti in vera pelle (da 2.580 euro) anziché in simil pelle e tessuto, oltre al climatizzatore trizona (804 euro), invece di quello bizona, utile per rinfrescare come si deve l’enorme (e comodo) abitacolo. Invece, non richiedono sovrapprezzo il navigatore, i sensori di distanza e sistemi come l’Attention Assist (capisce quando il guidatore sta per avere un colpo di sonno e lo avvisa con una vibrazione del volante) o il Active Parking Assist: individuato uno spazio adeguato, quest’ultimo parcheggia l’auto da solo girando lo sterzo (chi guida deve semplicemente accelerare o frenare). In alternativa, con 9.000 euro in più l’allestimento Premium aggiunge: il raffinato impianto multimediale Comand (con navigatore, radio e ampio schermo di 7” in cima alla consolle) e lo sportivo pacchetto AMG con dischi freno forati (si raffreddano meglio), ruote di 20” e spoiler anteriore. Sino a febbraio è anche disponibile la Edition 1 a “tiratura limitata” che, per 6.390 euro in più rispetto alla Premium, offre anche gli interni in vera pelle.

Il cambio automatico è di serie

Per quanto riguarda i motori, oltre alla  Mercedes M 250 con il 2.1 turbodiesel che abbiamo guidato, c’è anche quella con il 3.0 V6 sempre a gasolio e con 258 cavalli (prezzi da 63.650 euro a 77.960), cui si aggiunge la versione a benzina con il 3.5 V6 che di cavalli ne sfodera 306 (da 60.830 euro a 76.220). Tutte le Mercedes M hanno il cambio automatico a sette rapporti e la trazione integrale.

Interno più ricercato

Chi apprezza l’atmosfera austera e di “ben fatto” da sempre punto di forza delle vetture tedesche non rimarrà deluso dall’interno della  Mercedes M 250: rispetto al passato, i dettagli sono persino più curati. Per esempio, c’è un’elegante fascia in alluminio (proposta anche in legno di vari tipi) che attraversa la plancia; mentre la consolle sfoggia inediti cornici argentate per le bocchette di ventilazione e i comandi di radio e navigatore. L’insieme dà una sensazione di lusso, senza trascurare la comodità dei numerosi e capienti portaoggetti. Più scomodo, invece, il largo bracciolo fisso fra i sedili anteriori: muovendo il volante lo si urta facilmente. Tornando agli aspetti positivi della  Mercedes M 250, lo spazio abbonda e non solo per i passeggeri (in cinque si viaggia bene), ma pure per i bagagli: notevole la capienza di 690 litri del baule, che aumentano a 2010 abbassando il divano.

Il motore è “giusto giusto”

Sulle strade tortuose si fa presto a dimenticasi delle dimensioni e del peso notevoli della Mercedes M 250 BlueTEC Sport: ci si muove con un’agilità quasi da berlina. Gran parte del merito va alle sospensioni pneumatiche che non solo variano in tempo reale la taratura in funzione dello stile di guida ma, con un tasto, permettono di scegliere due logiche di funzionamento (Comfort e Sport). Nel secondo caso l’assorbimento delle asperità è comunque di buon livello e l’inserimento in curva molto più rapido. A completare il positivo quadro dinamico, c’è il cambio automatico morbido e abbastanza rapido nell’inserire le sette marce, specialmente nella modalità Sport; le altre due sono quella manuale mediante le levette al volante (che, però, non aggiunge nulla al piacere di guida) e la Economy, per ridurre i consumi.

Ok pure lo sterzo, leggero e preciso anche se, vista la reattività della  Mercedes M 250, un po’ più di prontezza non sarebbe guastata. Per quanto riguarda il 2.1 turbodiesel, 204 cavalli sembrano molti, ma con oltre due tonnellate di macchina da muovere, si rivelano appena sufficienti. Lo scatto, anche dai bassi regimi, non delude (merito delle due turbine che lavorano efficacemente); ma, anche se i 9 secondi dichiarati per coprire lo “0-100” ci sembrano verosimili (come pure la velocità massima di 235 km/h), non aspettatevi di rimanere “incollati al sedile”. Più difficile da ottenere la media di 16,7 km/l omologata dalla casa, ma lo verificheremo con una prova su alVolante.

Nessun problema se finisce l’asfalto

Nel fuori strada leggero la  Mercedes M 250 se la cava benissimo ma, per lanciarsi in percorsi impegnativi è indispensabile il pacchetto On&Offroad: con una manopola alla base della consolle si possono scegliere sei programmi di guida, di cui due per affrontare i terreni più impervi (le altre sono per la guida su strade normali, per quella sportiva, per quella sulla neve e per quando si traina un rimorchio), che prevedono le marce ridotte, il bloccaggio del 100% del differenziale centrale e diverse tarature per Abs ed Esp. Inoltre, questo pacchetto va abbinato alle sospensioni pneumatiche Airmatic che, agendo sulla manopola fra i sedili anteriori, consentono di variare (su quattro posizioni) l’altezza del veicolo da terra.

Nel percorso “off road” previsto nel nostro test, la  Mercedes M 250 non ha avuto difficoltà a superare pendenze dell’80%, dossi che avrebbero fermato parecchie suv (con il pacchetto On&Offroad la distanza massima fra il suolo e il fondo dell’auto è di ben 28 cm, anziché 25), pietraie e guadi profondi 60 cm (non più di 50 senza l’On&Offroad). Prestazioni notevoli, fra l’altro ottenute con poco impegno da parte del guidatore e con un certo comfort per i passeggeri.

Secondo noi

PREGI
> Agilità. Per un “macchinone” del genere la maneggevolezza non è niente male.
> Cambio. Morbido e piuttosto rapido nei passaggi di marcia.
> Spazio. Abbondante sia per i passeggeri sia per i bagagli.

DIFETTI
> Bracciolo. Nella guida, quello fra i sedili anteriori dà fastidio.
> Prezzo. È elevato, e la dotazione va integrata.
> Sterzo. Vista la buona agilità dell’auto, lo si vorrebbe più pronto.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 2.143
No cilindri e disposizione 4
Potenza massima kW (CV)/giri 150 (204)/4200
Coppia max Nm/giri 500/1600-1800
Emissione di CO2 grammi/km 158
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 7 (automatico sequenziale) + retromarcia
Trazione Integrale
Freni anteriori Dischi autoventilanti
Freni posteriori Dischi autoventilant
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 480/193/180
Passo cm 292
Peso in ordine di marcia kg 2.075
Capacità bagagliaio litri -
Pneumatici (di serie) 235/65 R 17
 
Versione Prezzo Alim cm3 CV/kW km/h 0-100 km/l CO2 kg
350 BlueEFFICIENCY Sport 60.830 benzina 3.498 306/225 235 7,6 11,8 199 -
350 BlueEFFICIENCY Premium 69.830 benzina 3.498 306/225 235 7,6 11,8 199 -
250 BlueTEC Sport 58.500 gasolio 2.143 204/150 210 9,0 16,7 158 -
250 BlueTEC Premium 66.540 gasolio 2.143 204/150 210 9,0 16,7 158 -
350 BlueTEC Sport 63.650 gasolio 2.987 258/190 224 7,4 14,7 179 -
350 BlueTEC Premium 71.570 gasolio 2.987 258/190 224 7,4 14,7 179 -
Mercedes M
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
36
22
21
9
19
VOTO MEDIO
3,4
3.43925
107
Aggiungi un commento
Ritratto di Dragon 88
8 settembre 2011 - 10:58
Un auto con tanti pregi e con un motore turbodiesel che seppur con soli 4 cilindri riesce a dare la giusta spinta e a far avere consumi accettabili. Il prezzo purtroppo è elevato e in effetti i 58000€ della versione base sono esagerati: con lo stesso prezzo fino a poco tempo fa si poteva acquistare la precedente ML, ma in versione 350 CDI (3.0 turbodiesel da 231 cv)...
Ritratto di audi94
8 settembre 2011 - 11:06
1
gli interni sono molto belli e raffinati... ma negli esterni, secondo me, c'è stato un grandissimo passo indietro... muso troppo spigoloso, fiancara pesante e posteriore moscio... bha... secondo me il migliore rimane sempre il grande q7 di audi... saluti!
Ritratto di Dalp25
8 settembre 2011 - 11:44
molto meglio il q7 anche secondo me... poi vorrei vedere quanti tra gli aquirenti di questi suv fanno fuoristrada sul serio.... al massimo qualche sentiero sterrato non di più
Ritratto di Fede97
8 settembre 2011 - 12:10
nonè male ma è solo il prezzo però che è elevato, ma si sa, i tedeschi non sono come gli americani
Ritratto di probus78
8 settembre 2011 - 12:18
le case automobilistiche continuano nelle ridicole dichiarazioni sui consumi "omologati". Io mi vergognerei a continuare a prendere in giro così le persone. Mi chiedo quando la finiranno con queste omologazioni farsa e dichiareranno consumi veri on the road. La mia critica non è alla Mercedes, ma riguarda tutti.
Ritratto di Sprint105
9 settembre 2011 - 10:09
hai ragione, sarebbe ora che la case dichiarassero consumi più vicini alla realtà
Ritratto di Dragon 88
9 settembre 2011 - 10:49
Quando si decidono a dichiarare dei consumi "reali", facendo appunto test su percorsi cittadini, extraurbani e in autostrada e non sul banco rulli. Giusto per fare un esempio, la nuova Mercedes CLS in versione 63 AMG avente più di 500 cv, ha un consumo dichiarato di 10,1 a litro, cioè in teoria quello di una Golf GTI (che ha sui 300 cavalli in meno), non so se ridere o piangere.
Ritratto di querelle61
13 settembre 2011 - 10:41
...non soddisfatti del consumo dichiarato di 14,7 km/litro per la classe C 3,5 litri V6 a benzina, adesso "sparano" 16,7 km/litro per questo SUV. Forse lo stesso motore 2.1 da 204 CV montato su di una Classe A o B potrebbe ottenere quel risultato, naturalmente col piede "leggero". Ma pensare che lo possa ottenere spingendo oltre due tonnellate di peso, perdipù con trazione integrale e cambio automatico, è una pura presa in giro. Un pò più di serità da questo punto di vista non guasterebbe affatto. Del resto, anche i consumi dichiarati della BMW Serie 1 sono stati "sbugiardati" clamorosamente proprio da AlVolante, in quanto superiori di ben il 45%. Per il resto, un gran bel mezzo, costoso come si conviene ad una Mercedes.
Ritratto di jb007
8 settembre 2011 - 12:32
nn capisco xke c'era bisogno di sostituirla.l'altra a me piaceva di +.era anke abbastanza attuale...ma,ormai un'auto la si sostituisce dopo solo un mese...
Ritratto di Sbyro87
8 settembre 2011 - 12:53
l'hanno voluta aggiornare per tenere testa alla Grand Cherokee...saluti
Pagine