PRIMO CONTATTO

Opel Astra GTC: due porte in meno. E tanto in più

Questa nuova tedesca ha un gradevole aspetto da coupé, è maneggevole, tiene bene la strada e col 1.6 turbo a benzina sa dare soddisfazioni alla guida, senza mai mettere in difficoltà. Peccato che il suo piccolo lunotto lasci vedere poco nelle manovre.

17 novembre 2011

Listino prezzi Opel Astra GTC non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 24.350
  • Consumo medio

    14,3 km/l
  • Emissioni di CO2

    164 grammi/km
  • Euro

    Euro 5
Opel Astra GTC
Opel Astra GTC 1.6 Turbo Cosmo S
Ha sospensioni perfezionate

L’Opel Astra GTC non è semplicemente la versione a tre porte della berlina tedesca. È un’auto tutta nuova: ha una carrozzeria più lunga di cinque centimetri, più larga e bassa di tre e una linea sportiva, con i fari e la mascherina più sottili, il parabrezza molto inclinato e il lunotto piccolo, tutti elementi che la fanno sembrare un’autentica coupé. Anche sotto il profilo dinamico, i progettisti della Opel hanno cercato di differenziare il comportamento stradale della GTC, per darle un carattere marcatamente sportivo. Rispetto all’Astra a cinque porte, la distanza minima dal suolo della GTC è stata ridotta di 15 mm, e pure le dimensioni del telaio sono leggermente cambiate, con un aumento del passo di un centimetro (da 268,5 a 269,5). La carreggiata anteriore è più larga di 4 cm (ne misura 158,4), quella posteriore di 3 cm (158,8). Questo ha consentito di adottare cerchi sportivi con diametro maggiorato (di 19 o di 20 pollici), per una migliore stabilità e tenuta di strada. A cambiare, poi, sono soprattutto le sospensioni anteriori, che hanno uno schema McPherson “riveduto e corretto”, con il gruppo molla-ammortizzatore collegato a una struttura supplementare, invece che al mozzo, per migliorare la risposta delle ruote in curva, diminuire le ripercussioni della coppia sullo sterzo e far lavorare meglio le sospensioni, anche sullo sconnesso (leggi qui la nostra prova in anteprima dei prototipi della GTC).

È coupé, ma si viaggia bene anche in quattro

La plancia della Opel Astra GTC è identica a quella della berlina, elegante e curata nei materiali e nelle finiture. Peccato mantenga anche l’affollamento dei tasti nella consolle centrale: sulle prime si resta disorientati nella ricerca del pulsante giusto. La posizione di guida è comoda: il volante è ben regolabile; il sedile sportivo e la pedaliera sono ben allineati. Anche lo spazio non è male (la GTC è omologata per cinque): davanti è abbondante, come sulla berlina, anche per chi è di statura elevata e pure dietro, nonostante il tetto che scende parecchio verso la coda, c’è sufficiente agio per la testa, e le gambe non soffrono (in larghezza, però, si sta comodi solo in due). Solo l’accesso al divano è un po’ penalizzato: per salire ai posti dietro si deve fare qualche contorsione (ma chi ha intenzione di acquistare una coupé, questo difetto l’ha già messo nel conto). Grande il baule per una “tre porte” lunga quattro metri e mezzo: si va da una capacità minima di 380 litri, a una massima (con il divano in due parti ripiegato) di 1165 litri.

Non sacrifica il comfort

Le modifiche all’assetto e al telaio hanno fatto bene alla sportiva tedesca. Su strada, la Opel Astra GTC dà parecchie soddisfazioni a chi ama la guida. L’assetto ribassato e le sospensioni raffinate la rendono piacevole, anche quando si forza il ritmo. La tenuta di strada è sempre sicura, lo sterzo preciso e diretto, e nei cambi improvvisi di traiettoria la macchina si mostra molto rapida, con spostamenti di carico limitati. Quello che stupisce, però, è che a fronte di un comportamento molto più brillante rispetto alla berlina, il comfort della GTC non lascia a desiderare; anzi, resta di buon livello: le sospensioni svolgono un ottimo lavoro sullo sconnesso, e nell’abitacolo filtra poco rumore.

Passa leggera da una curva all’altra

Il 1.6 turbo a benzina della Opel Astra GTC è un motore equilibrato, ben accordato con lo spirito sportivo della GTC, ma anche fluido ai bassi regimi e poco rumoroso. Con i suoi 179 cavalli non è mai cattivo, anzi risulta bene educato, pur mantenendosi pieno a ogni regime: in sostanza, non presenta evidenti buchi di erogazione e ha una buona progressione, che non mette mai in difficoltà e soddisfa anche nella tranquilla guida di tutti i giorni. Il cambio manuale ha sei marce ben rapportate e offre un’apprezzabile manovrabilità (anche nelle veloci scalate), però la corsa della leva non è breve. Sulle strade molto tortuose abbiamo potuto apprezzare la facilità di guida, unita alla sicurezza che la macchina trasmette quando si alza un po’ il ritmo. Nei tornanti e nel traffico urbano, poi, si scopre la notevole maneggevolezza della GTC, che curva in un fazzoletto e risponde rapida a ogni sollecitazione dell’acceleratore e dello sterzo. E con le sospensioni attive Flex Ride (di serie sulla Cosmo S, unica versione disponibile col 1.6 turbo), si può modificare il comportamento stradale: normale, turistico (con una taratura più morbida degli ammortizzatori) o sportivo (che rende più reattivo lo sterzo e più pronta la risposta del motore). Gli 8,3 secondi dichiarati dalla Opel nella classica prova dello “0-100” ci sono parsi verosimili; per il consumo, invece, rimandiamo alla prova strumentale che pubblicheremo su alVolante. Scarsa la visibilità posteriore, per via del lunotto piccolo e della forma della coda, con i montanti larghi e il tetto che scende parecchio. Peccato che per avere i sensori di parcheggio anteriori e posteriori si debbano scucire 525 euro. Non sono pochi, ma è un sacrificio da fare.

In concessionaria tra qualche settimana

L’Opel Astra GTC è già prenotabile, ma sarà in consegna da gennaio, con il 1.4 turbo a benzina da 120 e 140 cavalli (a partire da 19.850 euro), il 1.6 turbo a benzina da 179 cavalli e il 2.0 CDTI a gasolio da 165 (26.350 euro). A febbraio si aggiungerà la 1.7 CDTI turbodiesel, nelle due versioni da 110 e 131 cavalli (da 21.850 euro). Su tutte (a eccezione della 1.6 turbo) c’è il sistema Stop&Start, che spegne automaticamente il motore quando ci si ferma a un semaforo o in coda. Il cambio automatico a sei marce sarà disponibile sulla GTC 1.4 da 140 CV e sulla 2.0 CDTI. Infine, la OPC da 280 cavalli, con il 2.0 a iniezione diretta di benzina, verrà presentata al Salone di Ginevra nel marzo prossimo.

Secondo noi

PREGI
> Guida. Al volante dell’Astra GTC ci si diverte, soprattutto quando si guida su strade tortuose, che mettono in luce la buona maneggevolezza dell’auto e l’elevata tenuta di strada. Ottimo lo sterzo: preciso e diretto.
> Interni. Per essere una coupé, l’Astra GTC ha un abitacolo spazioso (quattro adulti stanno comodi). Curate le finiture.
> Motore. Il 1.6 turbo a benzina è adatto all’auto, perché non fa mancare una giusta dose di brio, ma è anche regolare nell’erogazione della potenza e poco rumoroso.

DIFETTI
> Accessibilità. Il tetto che scende deciso verso la coda e l’assenza delle porte posteriori rendono difficoltoso l’accesso al divano (ma è un difetto comune a molte coupé).
> Consolle. I tasti per comandare la radio e il “clima” sono piccoli e troppo vicini tra loro: le prime volte è facile confonderli.
> Visibilità. Il lunotto è piccolo e i grandi montanti posteriori del tetto ostacolano la visuale in manovra.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1.598
No cilindri e disposizione 4
Potenza massima kW (CV)/giri 132 (179)/5500
Coppia max Nm/giri 230/2200-5400
Emissione di CO2 grammi/km 164
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 (manuale) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 447/184/148
Passo cm 270
Peso in ordine di marcia kg  
Capacità bagagliaio litri 370/1235
Pneumatici (di serie) 235/45 R 19
La Opel Astra GTC è disponibile con una gamma articolata di motori, tutti turbo. A benzina ci sono il 1.4 declinato in due livelli di potenza, 120 e 140 CV, e il 1.6 da 179 CV. L'alternativa diesel è rappresentata dal 1.7 CDTI da 110 e 131 CV (disponibili da febbraio) e dal 2.0 CDTI da 165. Nel corso del 2012 arriverà anche la versione sportiva OPC, dotata di un 2.0 turbo a benzina da 280 CV.
Versione Prezzo Alim cm3 CV/kW km/h 0-100 km/l CO2 kg
1.4 Turbo 120 CV Elective Start&Stop 19.600 benzina 1.364 120/88 192 10,9 16,9 139 1353
1.4 Turbo 120 CV Cosmo Start&Stop 21.850 benzina 1.364 120/88 192 10,9 16,9 139 1353
1.4 Turbo 140 CV Elective Start&Stop 20.850 benzina 1.364 140/103 201 9,9 16,9 139 1353
1.4 Turbo 140 CV Cosmo Start&Stop 22.850 benzina 1.364 140/103 201 9,9 16,9 139 1353
1.6 Turbo Cosmo S 24.350 benzina 1.598 179/132 220 8,3 14,3 164 1435
1.7 CDTI Elective Start&Stop 21.850 gasolio 1686 110/81 n.d. n.d. 22,2 119 n.d.
1.7 CDTI Cosmo Start&Stop 23.850 gasolio 1686 131/96 n.d. n.d. 22,2 119 n.d.
1.7 CDTI Elective Start&Stop 22.850 gasolio 1686 110/81 n.d. n.d. 22,2 119 n.d.
1.7 CDTI Cosmo Start&Stop 24.850 gasolio 1686 131/96 n.d. n.d. 22,2 119 n.d.
2.0 CDTI Cosmo S Start&Stop 26.350 gasolio 1.956 165/121 210 8,9 20,4 129 1463
Opel Astra GTC
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
74
48
19
4
6
VOTO MEDIO
4,2
4.192055
151
Aggiungi un commento
Ritratto di armyfolly
17 novembre 2011 - 16:46
MA CHI LO PAGA IL CAMBIO GOMME??
Ritratto di Bracalone
17 novembre 2011 - 19:00
http://youtu.be/bsawMDKRVzk
Ritratto di cavalierebianco
18 novembre 2011 - 09:23
non stava in strada. L'hai mai guidata?
Ritratto di code8
18 novembre 2011 - 08:53
anche il bollo
Ritratto di Fede97
17 novembre 2011 - 16:50
è molto tirata erò in alcune immagini mi sembra che abbia delle porte piccole e che sia alta... che strano... comunque bella :D
Ritratto di gear90
17 novembre 2011 - 17:09
La adoro! L'Opel sta facendo grandi passi avanti negli ultimi anni... secondo me questa gtc è la coupè più bella in circolazione al momento! Poi dal giudizio di alVolante si evince anche che è dotata di un motore che sa far divertire! p.s. CHE CERCHI! :Q___
Ritratto di jb007
17 novembre 2011 - 17:42
uaoh,è STUPENDA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Ritratto di IloveDR
17 novembre 2011 - 18:02
4
no no, mi piace! Strano, spesso non apprezzo queste "coupè"!!!! Ciao
Ritratto di maverick1980
17 novembre 2011 - 18:23
A mio parere hanno copiato la Megane Coupè. La linea è quasi la stessa e anche il taglio del portello è molto simile.
Ritratto di C-M@T-tsi
18 novembre 2011 - 14:39
..se vuoi tirar fuori una coupè, la devi schiacciare e modificare da qualche parte... di conseguenza ne esce la "solita" apparente sagoma... anche le station wagon allora si copiano?!.. :)
Pagine