PRIMO CONTATTO

Seat Ibiza SC: sotto i guanti, gli artigli

La nuova Seat Ibiza SC 1.8 TSI Cupra ha un motore turbo da 192 CV che sa essere docile, ma anche molto cattivo. Peccato per diversi dettagli di aspetto piuttosto economico.

26 novembre 2015

Listino prezzi Seat Ibiza SC non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 21.500
  • Consumo medio

    16,7 km/l
  • Emissioni di CO2

    139 grammi/km
  • Euro

    6
Seat Ibiza SC
Seat Ibiza SC 1.8 TSI Cupra
La riconosci per i particolari neri
 
Diversa dalle altre Seat Ibiza a tre porte solo in qualche dettaglio (mascherina nera senza bordi cromati, sottili feritoie sopra il paraurti, cerchi di 17” e gusci degli specchi neri, terminale di scarico trapezoidale al centro del finto estrattore d’aria posteriore), la SC 1.8 TSI Cupra ha l’inconfondibile spirito sportivo, ma senza eccessi, delle versioni più spinte della casa spagnola. Anche dentro si respira un’atmosfera corsaiola, sottolineata dal quadro strumenti con il fondo scala a 280 km/h, dal volante a tre razze schiacciato in basso, dai sedili sportivi ben profilati e dalla leva del cambio corta. Peccato che alcuni materiali abbiano un aspetto un po’ povero e che per il passeggero anteriore manchi una maniglia nel soffitto: quella della porta è molto avanzata e, con una macchina così, in curva può davvero servire un punto in più al quale ancorarsi. Scomodo da raggiungere nelle emergenze il tasto delle frecce d’emergenza: è troppo in basso, davanti alla leva del cambio.
 
Sempre connessi
 
Come con le altre Seat Ibiza SC, anche sulla 1.8 TSI Cupra (studiata per piacere a un pubblico maschile e giovane) ci si può sempre connettere a internet, facendo dialogare il proprio smartphone o tablet con il sistema multimediale della macchina; insieme al MirrorLink, il sistema Seat FullLink supporta anche le funzioni di Apple Car Play e Android Auto. Nello schermo del navigatore è così possible fare apparire i contenuti del telefono, e attraverso app dedicate si hanno a disposizione alcune delle funzioni principali, come i file musicali, i video, i messaggi e la navigazione.
 
Una piccola bomba
 
Il punto di forza della Seat Ibiza SC 1.8 TSI Cupra è, però, il motore. Il 1.8 TSI turbo a iniezione mista (diretta e indiretta) di benzina ha 192 CV, 12 in più della vecchia Cupra (che era spinta dal 1.4 TSI da 180 CV). Notevole il valore di coppia massima, di 320 Nm (prima erano 250), compreso tra 1450 e 4200 giri. Silenzioso ed esente da vibrazioni  al minimo, il 1.8 tira fuori parecchia grinta se si preme con decisione sul pedale dell’acceleratore, accompagnato da un gratificante rombo cupo. Abbinato esclusivamente al cambio manuale a sei marce (che contribuisce a mantenere basso il peso della macchina, prima c’era solo il robotizzato a doppia frizione DSG), ha un funzionamento molto regolare, senza buchi di erogazione o incertezze, e sfodera un notevole allungo (il limitatore entra in funzione, gradualmente, a 7000 giri), dimostrando tutto il suo carattere sportivo. Nella prova in che abbiamo effettuato in Spagna, su un tratto di strada chiuso alla circolazione, abbiamo potuto apprezzare la prontezza del quattro cilindri, ma soprattutto la maneggevolezza della vettura e l’ottima tenuta di strada, specie se si seleziona (premendo il tasto alla base della console, a sinistra) la modalità Sport che indurisce la risposta dello sterzo e delle sospensioni rendendo l’auto ancor più reattiva e sicura nelle “esse” veloci. Non male il consumo medio registrato durante il test (prevalentemente su strade extraurbane, compreso il tratto di “prova speciale”), che si è attestato sui 10,6 km/l, letti sullo schermo del computer di bordo. Con una guida normale, certamente si può riuscire a fare di meglio, anche se i 16,7 km/litro “ufficiali” sembrano ben poco realistici.
 
In consegna da gennaio
 
La Seat Ibiza SC 1.8 TSI Cupra, che di serie ha una ricca dotazione di sicurezza (include utili dispositivi elettronici di ausilio alla guida dell’ultima generazione, come il differenziale elettronico XDS, il sistema di assistenza alle partenze in salita, quello di frenata anticollisione multipla e il rilevatore di stanchezza), è già ordinabile, ma sarà nelle concessionarie a gennaio.
 
Secondo noi
 
PREGI

> Dotazione di sicurezza. Di serie ci sono il sistema di frenata anticollisione multipla e quello che rileva la stanchezza del guidatore e lo avvisa.
> Guida. Sterzo preciso, sospensioni rigide, freni potenti e differenziale elettronico XDS che migliora la tenuta di strada in curva: la Cupra dà soddisfazioni rimanendo sempre ben controllabile.
> Motore. Il quattro cilindri 1.8 turbo è brillante e regolare: adatto per andare a spasso tranquilli, sa anche tirare fuori le unghie.
 
DIFETTI
 
> Comandi. Come per le altre Ibiza, il tasto delle quattro frecce è troppo in basso nella consolle.
> Dettagli. La plancia ha la parte centrale in plastica morbida; il resto, però, ha un aspetto un po’ economico.
> Maniglia al soffitto. Manca quella per il passeggero anteriore: nella guida un po’ allegra non ha alcun appiglio a cui aggrapparsi.
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1798
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 141 (192)/4300-6200 giri
Coppia max Nm/giri 320/1450-4200
Emissione di CO2 grammi/km 139
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 235
Accelerazione 0-100 km/h (s) 6,7
Consumo medio (km/l) 16,7
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 406/169/142
Passo cm 247
Peso in ordine di marcia kg 1185
Capacità bagagliaio litri 292/938
Pneumatici (di serie) 215/40 R17

 

Seat Ibiza SC
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
19
26
27
10
18
VOTO MEDIO
3,2
3.18
100
Aggiungi un commento
Ritratto di Ivan92
26 novembre 2015 - 17:45
6
Preferisco l'alternativa di Rüsselsheim
Ritratto di Ercole1994
26 novembre 2015 - 17:45
Sicuramente ora ha un motore più affidabile e durato del troppo pompato e mangia olio 1.4 TSI. In generale preferisco questa Ibiza, alla sua cugina tedesca Polo, soprattutto esteticamente!
Ritratto di Ale94
26 novembre 2015 - 18:19
Auto che sente il peso degli anni non l hanno mica capito! Preferisco la Polo piú curata e una linea che non invecchia rispetto a questa
Ritratto di faustopeano94
26 novembre 2015 - 18:42
ANCORA! Incredibile pinze freno rosse, proiettori anteriori e posteriori led, terminale di scarico dedicato, vernice bianco snow, specchietti all black, MirrorLink... Tutto da fighetti ma oh NON SONO RIUSCITI AD INTEGRARE LA FRECCIA NELLO SPECCHIETTO brava Seat! Per non parlare degli interni se non fosse per il tablet parrebbe da auto anni 90. Tornate a vendere Arosa e Marbella va! ci fate un favore
Ritratto di AMG
26 novembre 2015 - 18:47
In questo particolare e dedicato allestimento è gradevole. Accettabile, quasi piacevole. Riscontra comunque i difetti del suo modello base tuttavia mascherandoli e risollevandosi un poco. Buon risultato visto il punto di partenza. Spero in qualcosa di meglio da Seat in futuro. Come la Leon. Poi va detto che entrambe base sono tristi e smorte mentre solo con i fari e i cerchi la Leon è un'altra.
Ritratto di simopente
26 novembre 2015 - 19:06
3
L'interno era quello che più richiedeva un miglioramento e in parte ci sono riusciti già dalla strumentazione e cruscotto...per il resto a parte il motore è uguale a prima. Un altra auto che vedremo pochissimo in giro insieme a Polo gti, 208 gti, Fiesta st, Swift sport, Clio rs....peccato perchè negli anni 90 le piccole bombe se ne vendevano parecchie...purtroppo questo paese ora non invoglia proprio a comprarle.
Ritratto di SSS94
27 novembre 2015 - 21:26
della serie precedente di ibiza Cupra penso di non averne vista enmmeno una in giro...un peccato..però non sono d'accordo sul fatto che la gente non le compra perchè siamo in Italia...secondo me ,rispetto agli anni 90, sono cambiati i gusti degli acquirenti, soprattutto dei giovani fino a 30anni, i quali non desiderano più la macchina sportiva,ma la macchina più "cool" del momento, e alla fine la scelta ricade sempre su quei 4-5 modelli di tendenza: Golf, A1, A3, 500, Mini One, Polo normale...le altre auto non le tengono nemmeno in considerazione...quindi i soldi per comprare una delle auto da te citate molti ragazzi dalle mie parti li avrebbero anche, solo che ormai l'auto sportiva è vista come "demodè", 500 abarth a parte, e quindi comprano altro...poi il mio discorso è in generale, non voglio fare di tutta un'erba un fascio, ma la maggioranza dei miei coetanei è così...
Ritratto di simopente
28 novembre 2015 - 21:00
3
si anche la moda detta i gusti...ma ora credo si guarda di più ai costi di esercizio, consumi, costi....una volta bastavano 110-130cv, non badavi tanto alla benzina, al bollo...qua a torino posso dire di averne vista una di numero dei modelli che ho citato, forse arrivo a due Swift Sport e due Polo gti...negli altri paesi ho visto che sono molto più apprezzate...
Ritratto di SSS94
30 novembre 2015 - 18:56
i costi non centrano secondo me...chi spende 30mila euro per un'A3 nuova o 25mila per una Golf nuova non ha problemi a comprare un'auto da 20mila e mantenerla....
Ritratto di niko tsi
23 dicembre 2015 - 08:51
Parole sante...davvero ! Molte.persone nemmeno sono a conoscenza di certi modelli , conoscono solo mini , 50p e golf !! E vabbe...amen
Pagine