PRIMO CONTATTO

Ssangyong XLV: ok il motore, un po’ meno il cambio

La nuova crossover SsangYong XLV ha interni ampi e prestazioni soddisfacenti. La versione 4x4 offre maggiore mobilità, ma il cambio automatico non è un fulmine.

25 maggio 2016
  • Prezzo (al momento del test)

    € 26.750
  • Consumo medio

    15,9 km/l
  • Emissioni di CO2

    164 grammi/km
  • Euro

    6
Ssangyong XLV
Ssangyong XLV 1.6 e-XDi Limited Visual 4WD automatico
Anche a gpl

La nuova crossover di medie dimensioni SsangYong XLV ha un aspetto elaborato che non passa inosservato, offre un abitacolo ampio (anche in cinque non si sta male) e un buon baule (i 720 litri a divano su sono misurati al soffitto). La meccanica deriva da quella della più piccola Tivoli e offre una scelta fra tre “1600”: solo a benzina, anche a Gpl (128 CV per entrambi) o a gasolio (115 cavalli), come nella vettura del test. Tutte le unità sono abbinabili al cambio automatico (1.800 euro) e alla trazione integrale (altri 1.800 euro), entrambi presenti nell’auto che abbiamo guidato. Già in vendita, la SsangYong XLV ha prezzi compresi fra i 18.450 euro della 1.6 Start a benzina (di serie ha climatizzatore, cruise control, radio con Bluetooth, fendinebbia, sensori posteriori di distanza) e i 26.750 della 1.6 Limited Visual a gasolio del test (aggiunge anche fari bixeno, navigatore, ruote di 18”, sedili in pelle e riscaldabili, tetto apribile, oltre alla carrozzeria bicolore). In fase di lancio, le concessionarie praticano uno sconto di 2.000 sul prezzo di listino.

Avanti c’è posto

L’abitacolo della SsangYong XLV è molto spazioso e rifinito con una certa cura. Apprezzabile la disposizione dei comandi, anche se quelli nella consolle (per esempio, per il climatizzatore) sono un po’ in basso. La posizione di guida, rialzata, è comoda (morbido e non molto profilato il sedile), ma con qualche limite: manca la regolazione in profondità per il volante e quella a scatti per lo schienale è poco precisa. Bene la disponibilità di portaoggetti (comodo quello davanti al passeggero anteriore) e i pratici elastici dietro gli schienali anteriori: possono “fermare” gli oggetti più disparati. Come detto, il baule non è male e ha il fondo posizionabile su due altezze. Quando si sceglie quella più alta, però, sui lati restano due aperture: può capitare che, rovesciandosi, una borsa della spesa lasci rotolare il contenuto nel vano sottostante. Da rivedere anche la maniglia per aprire il portellone: è nascosta nell’alloggiamento della targa, in una posizione bassa e in cui si accumula sporcizia. 

Guidata in relax ti offre il meglio

Pensata più per la guida rilassata che per quella brillante (discreta, comunque, l’agilità), la SsangYong XLV 1.6 Limited Visual si fa apprezzare per la fluidità del motore a gasolio: ha prontezza ai bassi regimi, ma non un grande allungo. Dolce anche il cambio automatico che, però, non è dei più rapidi nei passaggi di marcia. Dispone di tre modalità di utilizzo (normale, per fondi scivolosi e per la guida sportiva), attivabili con un pulsante a sinistra del volante, e della funzione manuale. Quest’ultima, però, è scomoda e costringe a togliere una mano dal volante: i sei rapporti si innestano con un tastino sul lato sinistro della leva fra i sedili. Lo sterzo, la cui pesantezza si può regolare su tre impostazioni con il pulsante nella consolle, si mantiene sempre piuttosto leggero e ha una discreta precisione. Favorita dai generosi pneumatici di 18” e dalle quattro ruote motrici, la SsangYong XLV 1.6 Limited Visual ha una buona tenuta di strada. Normalmente la trazione è anteriore, e viene inviata anche al retrotreno solo se necessario. Con un altro tasto, a sinistra del volante, la ripartizione può venire bloccata al 50% fra ciascuno dei due assi. Ma questa coreana non è fatta per il fuori strada duro: i 17 cm fra il fondo della vettura e il terreno non sono molti. Quanto al comfort, a disturbare i passeggeri ci sono solo un certo rombo proveniente dal rotolamento dei pneumatici sull’asfalto e qualche difficoltà degli ammortizzatori posteriori nell’assorbire le sconnessioni più secche. Nel test su strade collinari e in autostrada secondo il computer di bordo la SsangYong XLV 1.6 Limited Visual non ha consumato troppo: circa 14 km/l. 

Secondo noi

Pregi
> Abitacolo. Realizzato con apprezzabile cura, è accogliente e spazioso
> Motore. Risulta morbido e pronto nell’erogazione.
> Prezzo/dotazione. La Suv coreana non costa troppo ed è bene equipaggiata.

Difetti
> Cambio. Quello automatico è un po’ lento e, nella modalità manuale, macchinoso.
> Fondo. Nella posizione più alta lascia dei buchi ai lati del baule.
> Posizione di guida. Manca la regolazione in profondità per il volante mentre quella a scatti per lo schienale è imprecisa.

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1597
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 85 (115)/3400-4000 giri
Coppia max Nm/giri 300/1500-2500
Emissione di CO2 grammi/km 164
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 (automatico) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 174
Accelerazione 0-100 km/h (s) n.d.
Consumo medio (km/l) 15,9
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 444/180/164
Passo cm 260
Peso in ordine di marcia kg 1535
Capacità bagagliaio litri 720*/1440
Pneumatici (di serie) 215/45 R18

 

*Misurata al soffitto.

VIDEO
loading.......
Ssangyong XLV
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
5
7
6
6
66
VOTO MEDIO
1,7
1.655555
90
Aggiungi un commento
Ritratto di paola.cipriani81
21 luglio 2016 - 15:08
Incuriosita sono andata a provarla… consiglio di farlo soprattutto a coloro che criticano vedendo solo le fotografie… il confort è ottimo, un sacco di cose utili e materiali molto buoni, anche il motore da soddisfazione… secondo me vale di più di quello che chiedono… andate a provarla
Ritratto di cosma.francy.13
21 luglio 2016 - 15:14
L’ho vista per strada, mi sembra spaziosa, e bicolore neanche tanto malvagia… in più di certo non la solita auto che hanno tutti.
Ritratto di francesca.bando
27 luglio 2016 - 14:15
Settimana scorsa l'ho vista dal vivo e non l'avevo riconosciuta.... a me PIACE!
Ritratto di Matteo1999
5 agosto 2016 - 05:08
3
Personalmente orrenda, in Ssangyong stavano facendo enormi passi avanti con la Rexton W, la Korando (a mio avviso bellissima) e la Tivoli. Peccato che questo sia un passo indietro di 50 metri!
Ritratto di Carrisi68
21 agosto 2017 - 12:09
Ho avuto modo di guidarla per parecchi chilometri in versione diesel nell’allestimento BE e devo dire che il motore 1600 diesel spinge abbastanza bene e non consuma tanto. Meno bene il cambio invece, poco fluido e con frequenti impuntamenti pur non utilizzandolo in una guida sportiva. Altra nota negativa sulla versione da me provata riguarda la mancanza dei sensori di parcheggio, sia posteriori che anteriori, che su un’auto commercializzata nel 2017 trovo assolutamente ingiustificabile. Alcuni dettagli poi lasciano alquanto a desiderare a livello di rifinitura e consistenza, come per esempio la leva del freno a mano che sembra quello di un’auto giocattolo da talmente è “leggera”. Potevano migliorare anche il disegno della plancia (sembra quello di un’auto di 10 anni fa) e l’allineamento dei pannelli della carrozzeria (si vedono senza prestare troppa attenzione i disallineamenti dei pannelli portiere). In definitiva penso che il vero problema di quest'auto sia in primis la linea che fa veramente pena, la qualità generale dell’auto ed il prezzo che è esageratamente troppo alto per la qualità che offre (soprattutto se la confrontiamo con la concorrenza).
Pagine