PRIMO CONTATTO

Suzuki Baleno: "Cuore” piccolo, bella guida

Con l’efficiente 1.0 turbo a benzina da 111 CV, la nuova Suzuki Baleno è piacevole tra le curve: agile e vivace in accelerazione e in ripresa.

11 novembre 2015
  • Prezzo (al momento del test)

    € 16.000*
  • Consumo medio

    22,2 km/l
  • Emissioni di CO2

    103 grammi/km
  • Euro

    6
Suzuki Baleno
Suzuki Baleno 1.0 BoosterJet S
*prezzo indicativo
 
Inconfondibile
 
La Suzuki Baleno, che riprende un nome già usato per un modello prodotto dal 1995 al 2002, sarà in concessionaria la prossima primavera, ma già ordinabile da dicembre esclusivamente dal sito internet della casa, in un allestimento specifico (denominato Web S) di ispirazione sportiva (spoiler anteriore e pedaliera specifica) e solo con il motore 1.0 da 111 CV. Noi abbiamo guidato la versione “normale” (che probabilmente sarà siglata Top): linea riuscita e personale, che non assomiglia a nessuna delle Suzuki oggi in produzione. Gli elementi che la caratterizzano sono i parafanghi marcati e il cofano, con una vistosa nervatura che si raccorda alla mascherina a forma di “V”. Il tetto spiovente, che termina con uno spoiler, e la base dei finestrini (impreziosita da una sottile cromatura) che risale verso la coda danno slancio al profilo; dietro, un fregio cromato alla base del lunotto (piccolo e inclinato, limita la visibilità) ospita l'obiettivo della retrocamera, che dà una grossa mano nelle manovre.
 
Ok per cinque
 
Nell’abitacolo della Suzuki Baleno, moderno ma un po' dimesso (il nero la fa da padrone), spicca la plancia “a onda”, realizzata con una certa cura. Le plastiche sono rigide, anche se gradevoli e accoppiate con cura (non abbiamo rilevato scricchiolii passando sulle buche). Inserti in color alluminio sottolineano le bocchette di aerazione, il tunnel e la parte centrale della plancia, che ospita lo schermo a sfioramento di 7 pollici, dotato di una porta Usb, che svolge anche la funzione di retrocamera e può essere connesso sia agli smartphone che utilizzano la tecnologia MirrorLink, sia agli iPhone, con l’applicazione Apple CarPlay. La leggibilità degli strumenti non è ottimale, specialmente il display di 4,2", al centro del cruscotto, che fornisce informazioni anche sui valori istantanei di coppia e potenza. L'abitacolo è accogliente: i sedili, non troppo morbidi, sono ben sagomati, ma il tessuto è piuttosto economico (anche se, almeno in apparenza, robusto). Complice il passo lungo (2,5 metri), alla Suzuki sono riusciti a ricavare uno spazio notevole anche per i passeggeri posteriori e un baule grande (355 litri, ma la soglia di carico è alta da terra79 cm e dentro c'è un gradino di 16). Non manca una nutrita schiera di portaoggetti (ampio quello alla base della consolle).
 
Motore sempre pronto
 
La nuova Suzuki Baleno, che sarà disponibile anche con un nuovo 1.2 Dualjet con un sistema ibrido che recupera energia, l'abbiamo guidata con il moderno (e inedito) 1.0 a iniezione diretta, dotato di turbocompressore: la potenza di 111 cavalli è notevole per la cilindrata, così come la coppia massima di 170 Nm. È un propulsore molto efficiente, oltre che poco rumoroso in tutte le condizioni d’uso, e che rende decisamente brillante la vettura senza pesare troppo sui consumi di carburante. I dati di omologazione parlano di una percorrenza media di 22,2 km/litro, con emissioni di CO2 pari a 103 g/km; nel nostro test (stando alle indicazioni del computer di bordo) ci siamo fermati a 18 km/l, un risultato più che buono, ottenuto con una guida poco attenta ai consumi. Lo scatto ci è sembrato pronto, complice anche la massa ridotta della nuova piattaforma (la casa non dichiara il tempo necessario per lo “0-100”), e la velocità massima dichiarata (200 orari), ci è sembrata del tutto alla portata della Suzuki Baleno. Sul piano dinamico, la vettura si comporta davvero bene. Le sospensioni sono ben tarate: un buon compromesso, che consente di passare sulle buche senza troppi scossoni, senza per questo concedere troppo al rollio in curva. Il cambio, manuale a cinque marce, è abbastanza preciso, ma è lo sterzo quello che ci è piaciuto ancora di più: non troppo demoltiplicato, consente sempre un buon controllo della vettura. Infine, una nota che riguarda la sicurezza: il cruise control adattativo mantiene la distanza impostata dal veicolo che precede.
 
Secondo noi
 
Pregi
> Guida. L’auto è ben piantata sulla strada e la carrozzeria non si corica troppo in curva. 
> Motore. Nonostante la cilindrata ridotta, spinge bene grazie al turbo e non è rumoroso. 
> Spazio. Più che buono, anche dietro, in rapporto alle dimensioni esterne.
 
Difetti
> Accesso al baule. Penalizzato dalla soglia di carico alta e dal gradino pronunciato.
> Plastiche. Quelle della plancia sono tutte rigide (su alcune rivali sono morbide).
> Visibilità. L’inclinazione del lunotto limita quella posteriore.
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 998
No cilindri e disposizione 3 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 82 (111)/5500 giri
Coppia max Nm/giri 170/2000-3500
Emissione di CO2 grammi/km 103
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 200
Accelerazione 0-100 km/h (s) n.d.
Consumo medio (km/l) 22,2
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 400/174/147
Passo cm 252
Peso in ordine di marcia kg 1005
Capacità bagagliaio litri 355/n.d.
Pneumatici (di serie) 185/55 R16

 

Suzuki Baleno
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
41
24
46
30
42
VOTO MEDIO
3,0
2.956285
183
Aggiungi un commento
Ritratto di AMG
11 novembre 2015 - 15:02
Non è male. L'unico difetto è che invecchierà molto precocemente
11 novembre 2015 - 15:28
Sono d'accordo: Meccanicamente ottima, Penso sarà appagante su strada, una linea più incisiva e "giap" sarebbe stata assai gradita però. Vedremo dal vero.
Ritratto di carmelo.sc
11 novembre 2015 - 15:34
Non mi piace per niente la linea, sembra una swift ingrassata e obesa...oltre al fatto che gia´ da nuova la linea (sopratutto il posteriore) sa di vecchio.
Ritratto di Ale94
11 novembre 2015 - 15:49
Che brutta esteticamente... Tra questa e la Celerio sono inguardabili.
Ritratto di gb08
11 novembre 2015 - 16:03
Non sarà di linea sconvolgente ma la meccanica è interessante come pure l'approccio nuovo di Suzuki. Potrebbe essere la prima di nuove unità più moderne come meccanica e piacevoli da guidare.
Ritratto di Mattia Bertero
11 novembre 2015 - 16:57
3
BALENO. Un gradino sopra la Swift. Esteticamente non mi dice molto anzi sembra fatta apposta per non essere appariscente. Come meccanica ci siamo, d'altronde le case giapponesi su questo campo sono i migliori al mondo.
Ritratto di theone87
11 novembre 2015 - 17:14
veramente il 3 cilindri riesce a spingerla a 200kmh??? cmq auto ben fatta e solida a mio avviso
Ritratto di rob_y
11 novembre 2015 - 18:05
no, no e no. tra Vitara, S-Cross, Celerio e questa, forse è il caso che si diano solamente a ciclomotori, scooteroni e moto.
Ritratto di @opelista71
14 novembre 2015 - 21:47
concordo rob_y.... Personalmente speravo nella Vitara nuova che avesse una 1 linea più sportiva accattivante e degli interni più pregati..e non plastiche colorate... La S-Cross idem per il discorso degli esterni ed interni... Celerio...meglio la Suzuki Splash
Ritratto di brunastro
12 giugno 2017 - 05:40
11
hai tralasciato moto d'acqua e motori marini
Pagine