PRIMO CONTATTO

Volkswagen ID.Buzz: lo guidi con due dita

Il Volkswagen ID.Buzz è un van elettrico che suscita immediata simpatia, si guida con facilità ed è ricco di tecnologia. Energico il motore da 204 CV, non tutti ben studiati i comandi.
Listino prezzi Volkswagen ID.Buzz non disponibile
Pubblicato 07 settembre 2022
  • Prezzo (al momento del test)

    € 68.500
  • Autonomia (dichiarata)

    417 km
  • Tempo di ricarica (dichiarato)

    7 ore 30' a 11 kW
  • Capacità batteria

    77 kWh
Volkswagen ID.Buzz
Volkswagen ID.Buzz Pro+
Nelle concessionarie da fine 2022

Arrivo previsto nelle concessionarie tra la fine del 2022 e l'inizio del 2023 per il Volkswagen ID.Buzz, il van e furgone elettrico che, a giudicare anche dall'interesse suscitato durante il nostro breve test, sembra destinato a diventare un oggetto di moda. Le forme, del resto, sono molto curate, appagano l'occhio e richiamano in parte quelle del primo Transporter del 1949, derivato dal Maggiolino e poi soprannominato Bulli. Ne ritroviamo le proporzioni, il frontale quasi verticale, con il grande logo al centro e il motivo a “U” evidenziato dalla tinta bicolore (di serie per la Pro+, a 1.975 euro per la Pro), e poi la fiancate e la coda pressoché piatte. Uno stile che è anche funzionale, dato che garantisce un ottimo sfruttamento degli ingombri e un coefficiente aerodinamico Cx di soli 0,285: molto buono per un'auto, è eccellente per un mezzo di questo tipo, e contribuisce a incrementare l'autonomia, tuttora caratteristica fondamentale per un mezzo a batteria.

In arrivo tante altre versioni...

Il Volkswagen ID.Buzz nasce sulla piattaforma modulare MEB, studiata apposta dal gruppo Volkswagen per i veicoli elettrici, e infatti presenta le caratteristiche tecniche già viste nella berlina ID.3 e nelle crossover ID.4  e ID.5 (nonché in altri modelli Audi, Cupra, Seat e Skoda). Questa prima edizione ha 204 CV, il motore e la trazione posteriori e la batteria da 77 kWh. In seguito è previsto l’arrivo anche di versioni con potenze diverse, 4x4 (bimotore) e con pila di 58 kWh; queste ultime faranno risparmiare 3-4.000 euro sul prezzo, a chi basta un'autonomia minore di circa il 20%. Quanto alla carrozzeria, l’ID.Buzz debutta in questa versione relativamente compatta (471 cm di lunghezza, con cinque posti oppure due nel furgone Cargo), ma l’offerta ma è destinata a espandersi con le versioni a passo lungo e a quelle con tre file di sedili (sia a sei posti sia a sette).  

In cinque senza problemi

L'abitacolo del Volkswagen ID.Buzz, accessibile attraverso ampie porte (con le posteriori laterali scorrevoli e motorizzate) è molto arioso, per merito anche dei grandi vetri; il parabrezza, decisamente avanzato, si raccorda ai finestrini con dei cristalli aggiuntivi, che migliorano la visibilità (mentre i retrovisori sono un po’ stretti). I due sedili, decisamente rialzati e comodi, dispongono di braccioli pieghevoli ancorati agli schienali; di serie ci sono quelli centrali, mentre aggiungendo i pacchetti Interni Style (da 1.450 euro) si ottengono quelli laterali (utili, perché quelli integrati nelle porte sono troppo alti). In cinque si possono affrontare lunghe trasferte: il divano è largo e solo leggermente più rigido nella zona centrale, con lo schienale che si può anche reclinare un po' all'indietro per favorire il relax, mentre il pavimento piatto lascia ampia libertà ai piedi. Il van che abbiamo guidato aveva gli interni con le plastiche e i rivestimenti chiari (sempre nei pacchetti Interior Style), più sporchevoli rispetto a quelli di colore grigio e nero di serie, ma in grado di rendere l'ambiente davvero allegro e accogliente, oltre che moderno. 

Piccolo cruscotto e grande display

Gli elementi tecnologici del Volkswagen ID.Buzz sono quelli tipici di tutte le Volkswagen ID, a partire dai display: il cruscotto ancorato al piantone dello sterzo, di soli 5,3” me comunque chiaro e con tutte le informazioni fondamentali, e il ricco schermo “touch” centrale di 12”, con i comandi a sfioramento (non proprio comodi) del “clima” automatico bizona e del volume audio sono inseriti in maniera armonica nella nuova plancia, dalle forme sinuose. Il selettore rotante per scegliere fra marcia avanti e indietro ora sbuca dal piantone invece che dal cruscotto: si raggiunge più agevolmente. Le bocchette dell'aria laterali, invece, sono un po' troppo lontane (oltre a non disporre di regolazione separata per portata e direzione del flusso) mentre i comandi “touch” delle luci (con relative spie) sono sulla sinistra, e restano nascosti. Bene i portaoggetti, con ampi vani nelle porte e nella plancia (quello centrale con due portabibita), ai quali si aggiunge il mobiletto fra due sedili, che ha una vaschetta superiore e due cassetti alle estremità anteriore e posteriore. L’ID. Buzz box (così si chiama) è asportabile facilmente, per portarlo all’esterno o per consentire a chi sta dietro di allungare le gambe. Infine, le finiture: nulla da ridire sulla precisione delle lavorazioni, e un plauso all'attenzione per l'ambiente con l'uso di materiali riciclati (e gradevoli) per i sedili e il rivestimento del soffitto. Ma tutte le plastiche sono rigide: in un mezzo da 68.500 euro (optional esclusi) l'impressione è che si sia risparmiato un po' troppo.

Bagagli no problem

Il portellone del Volkswagen ID.Buzz, enorme, è motorizzato e si apre (anche senza dover usare le mani) su un vano molto ampio: in proporzione, è stato riservato più spazio ai bagagli che ai passeggeri. Squadrato e ben sfruttabile, il bagagliaio vanta una capienza di ben 1121 litri a divano su: in pratica, il doppio che in una suv di lunghezza paragonabile. In caso di necessità, poi, il divano in due parti scorrevoli consente di guadagnare altri 15 centimetri in profondità. Abbassando gli schienali la capienza arriva a 2205 litri, ma con un gradino molto evidente: lo si può eliminare fissando al pavimento il pianale rialzato MultiFlex, incluso nel pacchetto Comfort Plus (736 euro), che consente anche di ottenere una superficie piatta lunga oltre due metri dove appoggiare dei materassini (in attesa della vera e propria versione camper, la ID.California prevista per il 2025). La soglia di accesso è a 63 cm da terra: non male, ma alcuni altri van (a motore anteriore) fanno anche meglio.  

Veloce e (quasi) silenzioso

In questo primo approccio, l'impressione alla guida è stata favorevole. Bene il comfort: le irregolarità dell'asfalto non provocano saltellamenti bruschi (le raffinate sospensioni posteriori a quattro bracci lavorano bene), la rumorosità aerodinamica e meccanica è minima (ma il rotolamento delle ruote sull’asfalto si fa sentire) e la marcia è molto fluida. Con 204 CV, la velocità cresce in fretta: i 10,2 secondi dichiarati dalla casa sembrano facilmente alla portata, come pure i 145 km/h di punta. A dar credito al computer di bordo, in un mix di strade urbane ed extraurbane affrontate “con calma” abbiamo ottenuto un consumo di 20,2 km/kWh. Praticamente quanto dichiara la casa. Di conseguenza, anche l'autonomia media di 417 km non dovrebbe essere lontana dalla realtà. Fra I modelli della famiglia ID, il Volkswagen ID.Buzz è quello che accetta la maggior potenza di ricarica alle colonnine rapide in corrente continua: 170 kW. Questo significa, secondo la casa e a patto di trovare un punto di “rifornimento” così potente (come sono quelli della rete Ionity), che la batteria della ID. Buzz può passare dal 5 all'80% in mezz'ora. Lo sterzo è molto leggero ma anche piuttosto preciso, e soprattutto vanta un raggio di svolta ridotto (11,1 metri), che aiuta in manovra e nel traffico. Potente la frenata, anche se al pedale dalla corsa lunga va fatta un po’ l'abitudine. E manca la funzione “one-pedal”, disponibile in altre elettriche e che permette di gestire i rallentamenti, fino a fermarsi, solo modulando la pressione sull'acceleratore. 

Il furgone si chiama cargo

I prezzi del ID.Buzz partono dai 47.000 euro (IVA esclusa) per il furgone Cargo a due posti, con la stessa meccanica e un vano di carico (separato) di 3,9 metri cubi. Per il trasporto dei passeggeri ci sono invece due versioni: la Pro (66.000 euro) e la Pro+ del test (che per 2.500 euro in più aggiunge le porte e il portellone motorizzati, il sistema multimediale più sofisticato con il navigatore e i validi fari antiabbagliamento a matrice di led). Entrambe hanno, fra l’altro, l’antifurto, i cerchi in lega di 19” (ma optional si arriva fino a 21”), la frenata automatica d'emergenza, il cruise control adattativo, il mantenimento in corsia, il “clima” automatico bizona, Apple CarPlay e Android Auto senza cavo e la retrocamera.  

Secondo noi

PREGI
> Maneggevolezza. Il volante si gira con due dita, il raggio di svolta è ridotto e lo scatto non manca.
> Personalità. Lo stile cattura l’occhio, anche dentro. 
> Sospensioni. Il comfort è buono, senza che la precisione di guida ne risenta.
> Tecnologia. Ci sono tanti sistemi elettronici che migliorano comfort e sicurezza; bene il sistema multimediale.

DIFETTI
> Comandi. Alcuni sono scomodi.
> Pedale del freno. La corsa piuttosto lunga e “spugnosa” richiede abitudine. E manca funzione “one-pedal”.
> Plastiche della plancia. In un veicolo così “modaiolo” (e non a buon mercato) ci aspettavamo materiali più raffinati.
> Rumore di rotolamento. In un abitacolo per il resto ben insonorizzato, il rombo proveniente dalle ruote si nota.

SCHEDA TECNICA

Motore elettrico trifase
Potenza massima kW (CV) 150 (204)
Coppia max Nm 310
Tipo batteria ioni di litio
Tensione - capacità n.d. - 77 kWh
Potenza max di ricarica dalle colonnine  
In corrente alternata -
In corrente continua -
Tempo di ricarica 7 ore 30' (a 11 kW)
   
Trazione posteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori tamburi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 145
Accelerazione 0-100 km/h (s) 10,2
Autonomia (km, ciclo WLTP) 423
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 471/199/194
Passo cm 299
Posti 5
Peso in ordine di marcia kg 2422
Capacità bagagliaio litri 1121/2205
Pneumatici (di serie) 235/55 R 19 ant. - 255/50 R 19 post.

VIDEO

Volkswagen ID.Buzz
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
35
15
11
7
27
VOTO MEDIO
3,3
3.25263
95
Aggiungi un commento
Ritratto di ziobell0
7 settembre 2022 - 00:46
spartano come la panda del 1980 ma costa 70K bel progrezzo!!
Ritratto di RubenC
7 settembre 2022 - 12:33
1
La Panda del 1980 aveva la guida semiautonoma, i fari LED matrix, il navigatore...? Però! Com'era avanti la Fiat!
Ritratto di Er sentenza
7 settembre 2022 - 13:48
Un navigatore costa 90€, la guida semiautonoma funziona solo nei sogni di chi non l'ha mai provata, i fari "led Matrix"....wow roba da sballo.....ma si, hai ragione, mi hai convinto....70k sono un prezzo onestissssimo per questo bidone....ehm volevo dire iper tecnologico stilosissimo furgone elettrico salva ambiente. Lol
Ritratto di Leonal1980
7 settembre 2022 - 16:16
4
non costa 90 € un Discovery Pro collegato all' ACC predittivo e connettivo con Car2x, sempre che sai di cosa parlo. Come non sai cos'è una guida assisitita di cui parlano e probabilmente non hai mai guidato di notte o con maltempo con un faro matrix.
Ritratto di Edo-R
7 settembre 2022 - 17:25
@Leonal sempre che non superi i 4-5 mila euro di optional considerando tutto. Qua stiamo parlando di qualche decina di migliaia di euro, manco fosse Porsche.
Ritratto di RubenC
7 settembre 2022 - 19:25
1
Er Sentenza, non ho detto che sia regalata, ma che il paragone con la Panda degli anni 80 è privo di senso.
Ritratto di Mc9
7 settembre 2022 - 06:21
Gli interni dei veicoli elettrici VW è un qualcosa di aberrante che spero di non vedere mai nemmeno su un auto a noleggio
Ritratto di Meandro78
7 settembre 2022 - 18:55
Lo vuole l'Europa
Ritratto di RubenC
7 settembre 2022 - 19:26
1
L'Europa adesso impone anche i design degli interni delle auto? Complotto!
Ritratto di Meandro78
7 settembre 2022 - 20:07
Ah, sei ancora vivo Rubinho? Ultimamente eri silente
Ritratto di Mc9
8 settembre 2022 - 03:13
Anche Audi è europea, eppure non si impegnano a pensare al peggio possibile per gli interni delle loro auto
Ritratto di alvola2023
7 settembre 2022 - 07:03
Devo essere onesto, a leggerne le caratteristiche, come poi (per la versione passeggeri) si possa arrivare a un prezzo d'attacco di 66k proprio mi sfugge. Bah...
Ritratto di luigigor
7 settembre 2022 - 11:23
anche il T7 e il T6.1 costano a partire da 65000. Il mecedes V250 pure. Ci metti AWD, sospensioni regolabili, HUD, lane keeping, cruise control adattivo, vetri antirumore e termoisolanti, isolamento acustico addizionale in cabina, motore da 200cv e vai tranquillo sugli 80-90mila. Neppurei tedeschi hanno questi soldi, credimi. Infatti le venditecalano e calano. Ma è una strategia: le case non riescono a produrre e sul poco che vendonovoglion guadagnare. COsì hanno tolto quasi tutti gli sconti, La VW completamente (prima faceva il 14-16% sul listino). Adesso invece niente, se lovuoi lo paghi a pieno prezzo.
Ritratto di alvola2023
7 settembre 2022 - 13:56
Probabilmente non staremo parlando della stessa cosa, ma a dire il vero il Multivan 2.0 TDI (7 posti) parte da un circa 50k, iva inclusa. Per quello che sono riuscito a vedere io da configuratore. Non regalato ugualmente, ma ci ballano comunque 15k da quest'altro ev.
Ritratto di Meandro78
7 settembre 2022 - 20:09
15k/50k fa un po' meno del 30%.
Ritratto di luigigor
9 settembre 2022 - 10:51
44952€): il base con 130cv benzina (ti voglio a far girare quel bidone con soli 130cv. Poi a benzina è rumorosissimo il 200cv sempre benzina costa 51907€ (il diesel 150cv 50700). 2 ruote motrici (ok, può forse andar bene in pianura padana) il T7 non lo offrono con AWD ancora. sospensioni passive. (sosp attive: non ha HUD (H£UD: 1243€) serbatoio piccolo vernice uni park assi: 654€ + telecamera post. 404€ sospensioni elettroniche: 1356€ vetri post. oscurati + isolamento acustico addiz. 672€ parabrezza riscaldabile 272€ porta post. elettrica 767€ aria cond. trizona 1285€ fanali intellig. 1368€ navi: 755€ pneumatici all season 279€ chiusura assistita porte laterali (manuali) 209€ sedili anteriori riscaldati 470€ totale: 60112. Mancano (nel T7 non sono ancora offerti): AWD ruote post. sterzanti serbatioio maggiorato Per non dire che un benzina non ha senso in un'auto fatta per lunghi viaggi e la VW non offre un diesel decente in questo momento (arriveranno probabilmente appena ci sarà chiarezza sulla Euro 7). 200CV sono pochini il serbatoio è piccolo (il T6.1 offre un serbatoio magiorato di 80L) Il Merdes V300 configurato in maniera simile parte da oltre 85000. Il T6.1 anche :-) A 44900 te lo danno si il T7, ma giraci tu con 110KW e non insonorizzato :-)
Ritratto di Leonal1980
7 settembre 2022 - 17:38
4
luigigor chi ti racconta che VW vende a prezzo pieno? sono eresie, io vendo VW e gli sconti sono invariati, solo alcune concessionarie in crisi che vendono poco hanno scelto di calare gli sconti nel poco pronta consegna, ma sono una minoranza. lo sconto variabile è della concessionaria, quelli della casa madre sono rimasti invariati.
Ritratto di luigigor
9 settembre 2022 - 10:52
varie concessionarie VW a cui ho chiesto a luglio: tutti gli sconti aziendali aboliti dalla casa madre.
Ritratto di bangalora
8 settembre 2022 - 09:30
A quel prezzo prendo mai, prendo il T1o T2 da restaurare e non mi costerà mai 70 mila bruscolini.
Ritratto di deutsch
7 settembre 2022 - 11:31
4
la versione passeggeri è con iva la cargo senza, il resto lo fa l'allestimento. tanti in ogni caso ma non è che il caravelle lo regalino e nemmeno gli atri furgoni elettrici simili
Ritratto di BZ808
7 settembre 2022 - 07:53
L'impressione è che sia molto più "de sgaggio" che da battaglia... magari non tutte le versioni sono così ma fa lo stesso effetto, con le dovute proporzioni, che fa la Defender nuova!
Ritratto di evilwithin
7 settembre 2022 - 07:58
Potrei sbagliarmi, ma quasi tutti i modelli VW con le famose "plastiche rigide" hanno avuto poi poco successo. E la famiglia ID ha questa sfortunata caratteristica. In effetti fino a qualche anno uno comprava VW anche perché a fronte di una spesa maggiore rispetto, per dire, a una giapponese, aveva la (fittizia) impressione di qualità data dalle plastiche morbide. Non è un elemento secondario in una VW. Se mi prendo una Golf IV di sesta mano a duemila euro, entrandoci ho una sensazione di maggiore prestigio che con questa...
Ritratto di Leonal1980
7 settembre 2022 - 17:40
4
la t-roc è tra le qauto più vendute, nella versione pre restyling e nella nuova ancora di più, luglio auto più venduta in europa..ah dimenticavo la prerestyling ha le plastiche rigide.. cavoli ti sbagli. e le ID non hanno le plastiche rigide.
Ritratto di lucaconcio
7 settembre 2022 - 21:58
2
Mah, le plastiche morbide della Golf IV presa a 2000 euro, diventate appiccicaticcie (meno di quelle della mia Stilo, ma comunque appiccicaticcie) non è che danno un idea di gran lusso... un difetto comune a tutte le auto dell'epoca e comunque la Golf IV romane una delle più riuscite, ma tant'è
Ritratto di lucaconcio
7 settembre 2022 - 21:59
2
Rimane, ovviamente, non romane
Ritratto di robertop
7 settembre 2022 - 08:24
70.000 per un prodotto che negli anni 70 era sinonimo di mobilità per tutti a basso costo. Lo dovrebbero marchiare Bugatti e non VW. Comunque un altro prodotto che qui in Italia non comprerà nessuno. E-ULYSSE non è entrato neanche nella classifica delle autovetture elettriche vendute negli ultimi 8 mesi, significa che, se ha venduto qualcosa, ha venduto meno di 11 mezzi.
Ritratto di Massi VT
7 settembre 2022 - 08:32
2
Sessantottomila euro. Sempre peggio, l'auto ormai in prospettiva anche breve sta diventando un autentico lusso - un miraggio per i più. "C'è vero progresso soltanto quando (la fregatura) è per tutti"
Ritratto di Oxygenerator
8 settembre 2022 - 09:44
@ Massi Ci hanno convinti del contrario, nel tempo, per venderle, ma l’auto privata, è sempre stata un gran lusso. Ci siamo abituati e la diamo per scontata. Addirittura due o tre a famiglia. Ma cosí, non è. Si usano 1300 kl di metallo e plastica derivata dal petrolio, per spostare spesso, dal punto A a B, una sola persona di 80 kl, nel viaggio a/r per il lavoro. Per far ciò, buttiamo nell’aria, nelle acque e nel cibo, una certa quantità di veleni, per via del fatto che bruciamo derivati del petrolio, per spostare questi famosi 1300 kg di automobile. Non sono un lusso. Sono uno stralusso.
Ritratto di underwood
7 settembre 2022 - 09:16
Assurda l'assenza dei tre sedili singoli posteriori e dell'isofix posteriore centrale, per il resto bisogna davvero capire a quali segmenti target sia rivolto (oltre alle flotte shuttle premium) secondo le analisi VW perché faccio fatica ad immaginarmeli visti i prezzi
Ritratto di Matteo1908
7 settembre 2022 - 09:28
2
RIDICOLO!!!
Ritratto di Alfiere
7 settembre 2022 - 11:26
2
Per l'hippie che ha vinto alla lotteria o è diventato vicepresidente della ditta di famiglia. Poi, rumore di rotolamente per 70K? si sono scordati di mettere due pannelli di dynamat, costava troppo?
Ritratto di Volpe bianca
7 settembre 2022 - 11:54
Per oltre 68k, almeno mettete un cruscotto decente e due freni a disco anche dietro...
Ritratto di Leonal1980
7 settembre 2022 - 17:42
4
nelle elettriche i freni dietro vanno e migliorano il tutto se a tamburo
Ritratto di Ceckone
7 settembre 2022 - 13:10
1) ma come riprende le forme del bulli? Ma se sembra un blindato colorato 2) ancora con ste plastiche stile Lupo. E te lo fanno pagare 70k? 3) e ancora con sto comando a sfioro..
Ritratto di 19andrea81
7 settembre 2022 - 13:15
Perfetta con il motore 1.8l ibrido e-CVT da 140CV sui 35.000€
Ritratto di Alvolantino
7 settembre 2022 - 13:40
5volanti! Il prezzo é adeguato alla sua tecnologia ⚡
Ritratto di Leonal1980
7 settembre 2022 - 17:43
4
concordo
Ritratto di Sgsilvio68
8 settembre 2022 - 10:50
1
@Leonal1980 : curiosità, fatto 100 i veicoli da te venduti sul nuovo, quanti sono quelli con il finanziamento ? L'Alfa Romeo conta di vendere l'80% delle Tonale a rate. Volevo capire se è proprio così. Grazie.
Ritratto di Trattoretto
7 settembre 2022 - 14:07
Se lo rimpicciolissero sarebbe l'ideale per l'utilizzo urbano-extraurbano. Perché sarebbe piccolo fuori e grande dentro.
Ritratto di Laf1974
7 settembre 2022 - 14:56
68,5K, non c'è nient'altro da aggiungere.
Ritratto di Mbutu
7 settembre 2022 - 15:42
Confermo il giudizio positivo sull'aspetto: moderno e fresco. Belli gli interni che sembrano spaziosi ed al passo coi tempi. Continuo a non comprendere la scelta dei tamburi posteriori: sicuramente saranno più che sufficienti in combinazione con la frenata rigenerativa ma sanno di "poverata".
Ritratto di Leonal1980
7 settembre 2022 - 17:45
4
bhe in realtà a parte il costo ridicolo che hanno negli anni come manutenzione, frenano meglio a bassa temperatura ( e non parliamo di sportive), in più rigenerano più energia e quindi aumentano la'utonomia , ideali per la funzione Brake
Ritratto di Mbutu
7 settembre 2022 - 18:23
Come ho detto non metto in dubbio la loro efficacia. E ne riconosco anche i pregi. Metto in dubbio l'opportunità. Per la cronaca, non sono i freni a rigenerare energia.
Ritratto di Volpe bianca
7 settembre 2022 - 22:55
@Leonal1980, strano però che Tesla non lo sappia e monti due dischi autoventilanti anche al posteriore... Ma anche la Ev6, quattro autoventilanti.
Ritratto di Andre_a
7 settembre 2022 - 23:35
9
Diciamo che, nell'utilizzo medio di una Tesla, il surriscaldamento dei freni è molto più probabile che non su questa. Per un'elettrica "tranquilla" preferirei i tamburi anche a parità di costo
Ritratto di madboy
7 settembre 2022 - 16:03
Bellissimo il nuovo bulli . Anche questo diventerà un icona della mobilità su ruote. Rapporto qualità prezzo eccellente. Fantastico!
Ritratto di Andrea Zorzan
7 settembre 2022 - 17:08
4x4 e camperizzata. Questa sarebbe la versione perfetta.
Ritratto di GinoMo
7 settembre 2022 - 17:50
prepara 140k€
Ritratto di Robx58
7 settembre 2022 - 17:36
13
70.000 euro per questo furgoncino da mercato? può avere anche la lavastoviglie con la vasca idromassaggio Jacuzzi, ma a cosa serve? Ma ci stiamo rimbecillendo tutti?
Ritratto di giulio 2021
7 settembre 2022 - 19:23
A me sta roba non piace proprio perchè se lo usi davvero allora devi spendere molto ma molto meno, se no tanto vale il jet privato e il resort extra lusso, questi Bulli nella mentalità tedesca esistono per le vacanze spartane, semi camperizzati, quindi non so non riesco a capire, sembra più un esercizio di stile e etica boh, come all ' opposto: il Maggiolino.
Ritratto di pokemon64
8 settembre 2022 - 08:11
3
Parafrasando il titolo dell'articolo: "lo guidi con due dita" posso solo dire che riesco a fare meglio; la lavastoviglie "la accendo con un dito". ;=)
Ritratto di Alex1111
8 settembre 2022 - 08:40
1
certo che la storia degli anni 60 sarebbe stata diversa. Liconico "Bulli" hippy venduto a 60 k ovvero a 120milionidilire 10 più 10 meno. Bello lD Buzz ma si è perso il senso della misura economica.
Ritratto di Walt60
8 settembre 2022 - 08:55
€ 68.500 per questo obbrobrio... se la deriva presa dal prezzo delle auto continuerà così, per continuare ad avere lettori questa rivista dovrà modificare il nome in: "alManubrio"
Ritratto di marioangelogiorgio
8 settembre 2022 - 09:03
Costa come un mini appartamento e ha i freni posteriori a tamburo?! Del progenitore si ispira alla linea, anche se i fari a mandorla non mi piacciono: ma quelli rotondi non li usa più nessuno? Il popolo a malapena si può permettere utilitarie e i costruttori europei si affollano nella fascia alta di mercato. Mah
Ritratto di alex_rm
8 settembre 2022 - 09:23
Per i nuovi hippi fricchettoni e gretini vari
Ritratto di Oxygenerator
8 settembre 2022 - 09:49
Molto bello e simpatico. Iconico. Se oltre ad una versione più lunga, ne facessero una più corta, sarebbe veramente utilizzabile in molti campi, anche in città.
Ritratto di ROBERTO MASSA
8 settembre 2022 - 10:27
Ma voi vivete qui come commentatori di tutto e sapete tutto? :-)
Ritratto di ROBERTO MASSA
8 settembre 2022 - 10:27
e vivete in un allegro anonimato vedo...
Ritratto di Sdruma
8 settembre 2022 - 11:48
3
Ripeto, un oggetto nato per spostare tutto e tutti, in viaggi lunghissimi in lungo e in largo; è diventato un veicolo costosissimo con un'autonomia ridicola e soprattutto, non utilizzabile dove si usavano una volta i vecchi T. Poi cristo santo 68.000 €. Mi ci faccio una Tesla 10 volte, almeno ho batterie nettamente migliori.
Ritratto di rodem
13 settembre 2022 - 22:59
Va bene elettrico, ma mettere una batteria ad un bidone non significa fare una bella automibile. Vw senza idee.