PROVATE PER VOI

Audi A1 Sportback: è economa, però ti spreme

Prova pubblicata su alVolante di
giugno 2012
Pubblicato 08 luglio 2013
  • Prezzo (al momento del test)

    € 19.830
  • Consumo medio rilevato

    17,5 km/l
  • Emissioni di CO2

    99 grammi/km
  • Euro

    5
Audi A1 Sportback
Audi A1 Sportback 1.6 TDI 90 CV Attraction

L'AUTO IN SINTESI

Più pratica dell’omologo modello a tre porte, l'Audi A1 Sportback è altrettanto compatta e ricercata nelle finiture. Con il 1.6 a gasolio da 90 CV si fa apprezzare più per i bassi consumi che per la grinta (i cinque rapporti del cambio, piuttosto spaziati, non aiutano), ma la guidabilità non delude nemmeno fra le curve. Peccato che la dotazione di serie non sia all’altezza del prezzo.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
2
Average: 2 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
3
Average: 3 (1 vote)
Cambio
3
Average: 3 (1 vote)
Frenata
5
Average: 5 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Dotazione
2
Average: 2 (1 vote)
Qualità/prezzo
2
Average: 2 (1 vote)

PERCHÉ COMPRARLA

Una piccola elegante e pratica
Con cinque porte e quattro posti (il quinto, a richiesta, non si paga), l'Audi A1 Sportback abbina le dimensioni compatte a una discreta praticità. La linea è gradevole e la qualità costruttiva elevata. Il 1.6 turbodiesel da 90 CV seduce più per i bassi consumi che per il brio, ma l’auto si fa apprezzare per lo sterzo preciso e per le sospensioni ben calibrate: sul misto, la guida è piacevole e sicura. Quel che delude, però, è la dotazione, povera nonostante questa tedesca costi più delle rivali.
 
Audi A1 Sportback
 
La lunghezza della carrozzeria è la stessa della versione “normale” (395 cm), ma la Audi A1 Sportback offre due porte in più: la maneggevolezza in città non cambia, e i passeggeri posteriori (due, oppure tre: il quinto posto è un optional gratuito) godono di un accesso più comodo. L’abitabilità, comunque, resta pressoché invariata, nonostante i circa due centimetri in più di “aria” sopra la testa dovuti allo specifico profilo del tetto. 
 
Il diverso taglio della coda non appesantisce la linea: nel confronto con la tre porte si nota solo l’aggiunta del terzo finestrino, peraltro piccolissimo; paragonabile anche la capacità del baule, appena al di sotto della media della categoria. Invariata pure la grinta: nel frontale spiccano l’ampia mascherina e i fari “accigliati”, dietro il finto estrattore alla base dello scudo (che ospita un paio di catarifrangenti esposti agli urti durante le manovre).  
 
Le sospensioni efficaci nel contrastare il rollio (ma un po’ secche sulle asperità pronunciate) e lo sterzo preciso rendono l’Audi A1 Sportback efficace fra le curve. Per contro il 1.6 a gasolio – abbinato a un cambio manuale con cinque marce piuttosto distanziate – è votato alla guida rilassata: 90 CV di potenza massima non sono molti, e più che altro si apprezza la regolarità con la quale vengono erogati. Contenuti i consumi, non altrettanto la rumorosità in accelerazione. 
 
Pur essendo l’allestimento d’accesso, l’Attraction è caro, ancor più se si considera che la dotazione standard non prevede accessori e dispositivi irrinunciabili in un’utilitaria di pregio, come i cerchi in lega, i fendinebbia, il cruise control e persino alcuni portaoggetti; da preventivare anche l’aggiunta dei sensori di distanza, che ovviano alla scarsa visuale offerta dal lunotto. Ci si consola con la qualità costruttiva e dei materiali, allineata a quella delle Audi di classe superiore.

VITA A BORDO

2
Average: 2 (1 vote)
Paghi anche i portaoggetti
Pur con qualche pecca di dotazione, gli interni della Audi A1 Sportback sono realizzati con materiali di qualità e ben rifiniti. La plancia, dal disegno pulito, supporta una strumentazione ben leggibile e comandi quasi tutti a portata di mano. L’abitabilità, però, è buona solo davanti, mentre dietro lo spazio non abbonda; a meno di optare per il quinto posto, si può avere un portaoggetti al centro del divano (ma si paga a parte, come altri ripostigli). Il baule non è fra i più ampi della categoria, ma risulta comodamente accessibile e privo di spazi inutilizzabili.
 
Audi A1 Sportback
 
Plancia e comandi
Rivestita in plastica morbida, la plancia dell’Audi A1 Sportback ha una linea sobria e gradevole; al centro c’è lo schermo del navigatore a scomparsa: è un optional che, nella variante più costosa, supporta pure le informazioni sul traffico e il Bluetooth. Originali le bocchette d’aerazione a forma di turbina, personalizzabili a pagamento scegliendo fra sette tinte. Anche la strumentazione, col pannello digitale fra i classici indicatori ad ago, ha un aspetto essenziale (un po’ di colore, almeno nel display, non avrebbe guastato), ma è, comunque, chiara e completa. Abbastanza intuitivi i comandi nelle razze del volante (permettono di gestire la radio, di serie, e il cruise control optional), un po’ troppo in basso quelli del climatizzatore (automatico con sovrapprezzo).
 
Abitabilità
Nel luminoso (soprattutto con gli interni chiari) abitacolo, davanti si è accolti su poltrone regolabili anche in altezza, comode e spaziose seppure poco contenitive. Dietro, invece, l’abitabilità rimane modesta: il passo è quello della tre porte, e quando si sale o si scende è d’intralcio il montante centrale, alquanto vicino al divano (che ha pure lo schienale troppo verticale). Se non si opta per il quinto posto, al centro della seduta posteriore si può avere il ripostiglio incluso nel pacchetto portaoggetti (optional) assieme al vano con sportello sotto il sedile di guida e alla serratura a chiave del cassetto di fronte al passeggero (comunque non refrigerato). Capienti le tasche nelle porte, utile il pozzetto nel bracciolo fra le poltrone anteriori (un altro optional).
 
Bagagliaio
Sebbene abbia un’altezza contenuta e una capienza inferiore alla media di categoria (270 litri col divano in uso), il baule dell’Audi A1 Sportback si sfrutta bene grazie alla bocca di carico ben sagomata: trovando gli incastri giusti, e tenendo conto del fatto che in alto la profondità si riduce, è possibile stivare i bagagli di una famigliola in gita. Il gradino tra la soglia e il pavimento è di soli 5 cm, cosa che con le valigie pesanti agevola. Brutto ma utile il cappio che collega il cordino della cappelliera al portellone. Abbattendo lo schienale, frazionato i­n modo asimmetrico, la capienza raggiunge i 920 litri e la profondità utile quasi un metro e mezzo, ma il pavimento non resta piatto.

COME VA

4
Average: 4 (1 vote)
Facile, parca e “tranquilla” 
Nel traffico la Audi A1 Sportback è maneggevole, ma nelle manovre in retromarcia mette in difficoltà: anche se la lunghezza della carrozzeria è inferiore ai quattro metri, i sensori sono un optional consigliato. Malgrado qualche limite di visibilità dato dal montante sinistro del parabrezza, fra le curve la guida è piacevole, ma più per la precisione dello sterzo e per la tenuta di strada che per il brio del turbodiesel, invero modesto. La souplesse di marcia, comunque, è notevole anche in autostrada, e se i rapporti lunghi del cambio penalizzano la ripresa, aiutano a tenere bassi i consumi e la rumorosità.
 
Audi A1 Sportback
 
In città
Con i suoi 395 cm di lunghezza l’Audi A1 Sportback svicola bene nel traffico; tuttavia, lo sterzo non è leggerissimo, e la scarsa visibilità posteriore fa un po’ penare nelle manovre in retromarcia. Meglio montare i sensori di parcheggio, che si pagano a parte. Il turbodiesel, anche se a freddo fa sentire il suo ticchettìo, ha un’erogazione fluida e corposa fin dai regimi inferiori. I consumi sono bassi: complice lo Start&Stop, che spegne e poi riavvia il motore quando ci si ferma al semaforo, nei percorsi cittadini la media supera abbondantemente i 14,7 km/l (contro i 22,7 dichiarati dalla casa). 
 
Fuori città
Anche se i 1160 kg di massa della Audi A1 Sportback non sono moltissimi, dai 90 CV non c’è da aspettarsi grande brio: colpa, in parte, anche dei rapporti del cambio decisamente spaziati (fanno sì che il regime del motore, e quindi la spinta, cali sensibilmente passando alla marcia superiore). Ma ci si consola con i consumi, visto che i 20 km/l sono sempre a portata di mano. L’assetto equilibrato, poi, rende la guida gratificante: fra le curve agilità e aderenza sono elevate e l’Esp, al limite, interviene con tempestività (senza essere prevaricante). Soddisfacenti anche i freni, sia per potenza, sia per tenacia. Poche le note negative: fra queste l’angolo cieco creato dal montante sinistro del parabrezza, che riduce un po’ la visuale nelle svolte strette.
 
In autostrada
Alle andature sostenute la lunghezza della quinta marcia penalizza le capacità di ripresa dell’Audi A1 Sportback (dopo un rallentamento, conviene scalare). In compenso, a 130 km/h nel rapporto più alto il turbodiesel lavora a soli 2400 giri: se ne giovano l’economia di carburante e la silenziosità di marcia. D’altra parte, al notevole livello di comfort contribuisce la ben calibrata taratura delle sospensioni, capaci di assorbire rattoppi e giunzioni dei viadotti senza risultare cedevoli nei curvoni veloci. Bene anche la stabilità, che non va in crisi nemmeno nelle manovre di emergenza, e lo sterzo, giustamente consistente e preciso in velocità.

QUANTO È SICURA

5
Average: 5 (1 vote)
Di serie, solo l’indispensabile
Esaminata dall’Euro NCAP nella versione a tre porte, la A1 ha ottenuto cinque stelle (il punteggio massimo): è un risultato che può far fede anche per la Sportback. La dotazione di serie contempla sei airbag e i controlli elettronici di stabilità e trazione, ma né il cruise control né i fendinebbia: lacune difficili da digerire, tenuto conto del prezzo di listino. Fra gli optional anche i fari allo xeno, una “chicca” poco diffusa fra le utilitarie.
 
Audi A1 Sportback
 
La scocca, progettata con l’intento di contenere il peso (ferma la bilancia ad appena 220 kg), è di concezione moderna ed è costruita con largo impiego di acciai altoresistenziali. Al passo coi tempi, ma non ricca, la dotazione di serie: include ovviamente l’Esp e i classici sei airbag (due frontali, due laterali e due per la testa estesi ai posti dietro), ma fa pagare a parte l’interruttore per disattivare il “cuscino” frontale destro (operazione necessaria qualora si installi un seggiolino per trasportare un bimbo), i fendinebbia e il cruise control (dispositivi ormai di serie anche nelle utilitarie più a buon mercato). Possibile anche aggiungere i fari bixeno, solitamente riservati a vetture di categoria superiore. L’Euro NCAP ha effettuato i crash test sulla carrozzeria a tre porte, ma i risultati possono in linea generale far fede anche per l’Audi A1 Sportback, dato che la piattaforma è la medesima: al punteggio globale di 5 stelle (il massimo) corrispondono valutazioni parziali eccellenti per quanto riguarda la protezione degli occupanti, sia adulti (90 punti percentuali), sia bambini trasportati su seggiolini Isofix (79 punti percentuali). Nella media (49%) il voto assegnato alla salvaguardia dei pedoni, di tutto rispetto gli 86 punti percentuali relativi all’efficacia dei sistemi elettronici di assistenza.

NE VALE LA PENA?

3
Average: 3 (1 vote)
Virtuosa, ma non generosa
La linea accattivante e anche la maneggevolezza – dato che le dimensioni non cambiano – sono quelle della A1 standard, ma le due porte in più fanno la differenza: abitabilità posteriore e baule non sono certo da piccola famigliare, ma la praticità è apprezzabile. Di buono ci sono pure qualità dinamiche superiori alla media, che, però, si sfruttano solo parzialmente dato il tranquillo temperamento del motore: a essere appagate sono più che altro le esigenze dell’economia. Elevato il prezzo: la piccola Audi è ben fatta, ma bisognosa di integrazioni sul fronte della dotazione.
 
Audi A1 Sportback
 
Materiali e finiture sono in linea con gli elevati standard della casa, e l’equipaggiamento di sicurezza quello che ci si aspetta in una vetturetta di classe quale va considerata questa tedesca. Grazie alle’aggiunta delle portiere posteriori, l’Audi A1 Sportback è meglio accessibile e più pratica della A1 normale: anche se dietro non è un salotto, permette a quattro persone di viaggiare con sufficiente comodità (ma non è un caso che il quinto posto sia a richiesta, seppur senza sovrapprezzo). La contenuta lunghezza della carrozzeria la rende spigliata in città, e le sospensioni solide (ma non troppo penalizzanti per il comfort) permettono di divertirsi fra le curve, complice la validità di sterzo e freni. Certo è che i pruriti sportivi sono raffreddati dal motore, regolare e davvero parco, ma non grintoso: i 90 CV non scalpitano, anche perché smorzati dai rapporti piuttosto distanziati del cambio. Per rimediare ci sarebbe l’automatico robotizzato S tronic con doppia frizione a sette marce, ma si tratta di un optional va a incidere su un prezzo di partenza che è già molto elevato. E che nemmeno comprende accessori che in un’utilitaria “premium” sono d’obbligo: passi per i sensori di parcheggio e per il “clima” automatico al posto di quello manuale, ma ai cerchi in lega, ai fendinebbia e al kit portaoggetti è effettivamente difficile rinunciare.

PERCHÉ SÌ

Consumi
Sia in città (complice l’efficiente sistema Stop&Start) sia nei percorsi extraurbani, il 1.6 TDI si accontenta di poco gasolio: con un pieno (45 litri) si può contare su un’autonomia di circa 800 chilometri.
 
Finiture
Gli interni, e in particolare la curatissima plancia, riflettono l’elevata qualità costruttiva dell’auto. Ben rifinito anche il bagagliaio, salvo che per l’antiestetico “cappio” del cordino che solleva la cappelliera quando si apre il portellone.
 
Frenata
Potente, ben modulabile e refrattario all’affaticamento, l’impianto frenante è di ottima qualità, come d’altronde testimoniano i contenuti spazi d’arresto rilevati. Nelle frenate d’emergenza, inoltre, la vettura mantiene un assetto neutro ed è facile da gestire.
 
Sterzo
La risposta del comando non stonerebbe in una piccola sportiva: non leggerissimo in manovra, ripaga con prontezza e precisione che si apprezzano nei percorsi “guidati”, e assicura la necessaria solidità anche ad andatura elevata.

PERCHÉ NO

Baule
La bocca d’accesso squadrata e la soglia poco più alta del pavimento facilitano le operazioni di carico e scarico, ma la capienza è inferiore alla media di categoria, e nella parte superiore del vano la profondità si riduce sensibilmente.
 
Dotazione
Questa Audi è fra le proposte più costose della sua categoria, ma fa pagare a parte il “clima” automatico, i fendinebbia, i cerchi in lega e i sensori di parcheggio: si tratta di accessori spesso di serie anche in rivali con meno pretese. 
 
Rapporti del cambio
La manovrabilità è buona, ma sarebbe stata necessaria una marcia in più per avere rapporti più ravvicinati: avrebbero consentito di sfruttare meglio la potenza a disposizione, e reso più brillante la guida senza incidere negativamente sui consumi.
 
Rumorosità
Prima di raggiungere la temperatura d’esercizio, il motore si fa sentire parecchio, e anche in accelerazione la sua voce invade distintamente l’abitacolo (che, invece, è efficacemente isolato rispetto al fruscio dell’aria e al rumore delle gomme).

SCHEDA TECNICA

Cilindrata cm31598
No cilindri e disposizione4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri66 (90)/4200
Coppia max Nm/giri230/1500-2500
Emissione di CO2 grammi/km99
Distribuzione4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio5 + retromarcia
Trazioneanteriore
Freni anterioridischi autoventilanti
Freni posterioridischi
  
Quanto è grande 
Lunghezza/larghezza/altezza cm395/175/142
Passo cm247
Peso in ordine di marcia kg1160
Capacità bagagliaio litri270/920
Pneumatici (di serie)205/55 R 15

 

 

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA RilevataDichiarata
in 5a a 3400 giri 183,1 km/h182 km/h
    
ACCELERAZIONESecondiVelocità di uscitaDichiarata
0-100 km/h11,5 11,6 secondi
0-400 metri17,9122,5 km/hnon dichiarata
0-1000 metri33,2155,7 km/h 
    
RIPRESASecondiVelocità di uscitaDichiarata
1 km da 40 km/h in 4a35,9151,2 km/hnon dichiarata
1 km da 60 km/h in 5a34,8144,8 km/hnon dichiarata
da 40 a 70 km/h in 4a9,6  
da 80 a 120 km/h in 5a14,2 non dichiarata
    
CONSUMO RilevatoDichiarato
In città 14,7 km/litro22,7 km/litro
Fuori città 20 km/litro29,4 km/litro
In autostrada 16,7 km/litronon dichiarato
Medio 17,5 km/litro26,3 km/litro
    
FRENATA RilevataDichiarata
da 100 km/h 35,9 metrinon dichiarata
da 130 km/h 60,9 metrinon dichiarata
    
ALTRI VALORI RilevatiDichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica 136 km/hnon dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede 10,3 metri10,6

 

 

Audi A1 Sportback
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
56
63
72
61
138
VOTO MEDIO
2,6
2.584615
390
Aggiungi un commento
Ritratto di MatteFonta92
8 luglio 2013 - 22:15
3
Esteticamente è carina... ma quale persona sana di mente spenderebbe 20.000 € per un'auto che alla fine è solo una Polo con una carrozzeria diversa??? Diamine, a quel prezzo ti puoi prendere una seg. C con già una discreta dotazione! Infatti, rimanendo in casa VW, con soli 200 € di differenza ti puoi portare a casa una Golf 1.2 TSI Comfortline... e aggiungendoci altri 850 €, hai anche le 5 porte.
Ritratto di Motorsport
9 luglio 2013 - 15:00
Per violazione della policy del sito.
Ritratto di luigi sanna
12 marzo 2015 - 22:31
5
...ma dovresti confrontare la Golf 1.6 diesel.... Cmq. Golf tutta la vita! Mio Padre ha la Polo, 1.6 diesel.... è piccolissima, tocchi ovunque, ginocchia, testa, assurda... La A1, penso sia uguale....
Ritratto di bigshaft
8 luglio 2013 - 22:44
...sia dal vivo che in foto, più mi domando come sia stato possibile disegnare un posteriore così brutto, per il resto non metto in dubbio la qualità generale di questa vettura
Ritratto di Jinzo
8 luglio 2013 - 22:46
Per violazione della policy del sito.
Ritratto di gio.G
8 luglio 2013 - 23:17
20
Ahahahahhahahahahahahahahahahahahahahah tu sei il solito poveretto frustrato ahahahhahah
Ritratto di Jinzo
9 luglio 2013 - 11:25
Per violazione della policy del sito.
Ritratto di FED 88
9 luglio 2013 - 11:36
sei un grande!!! ;)
Ritratto di gio.G
9 luglio 2013 - 12:36
20
Ahahahahhahahahahahahahahahaha
Ritratto di Subaru_Impreza
9 luglio 2013 - 15:31
Ovviamente chi dà contro agli anelli è un poveretto frustrato, mentre chi spende 40 milioni per un bidet è sveglio.
Ritratto di gio.G
9 luglio 2013 - 16:34
20
Questa non è una macchina da straccioni che non riescono nemmeno a riempire il serbatoio della loro Punto sole 55, questa è una delle utilitarie piu belle (o la piu bella) e se uno vuole il top dei top in questo segmento puo prendere questa. Magari non ha molto di serie ma la clientela che prende un Audi A1 ha anche i soldi per accessoriarla. Se uno può prenderla fa comunque un buon acquisto anche perche di pregi ne ha molti che non sto qui ad elencare. Provatela e la apprezzerete. Poi comunque fate un po la figura dei poveri invidiosi
Ritratto di Subaru_Impreza
9 luglio 2013 - 17:08
ahahahah la più bella?!?!?!? Dai , cerca di essere obiettivo per una volta: quest' auto è brutta da far paura, non è il fatto che sia un'audi una Fiat o una Hyundai, fa proprio cagare, una delle poche auto che mi fa ridere quando passa. E' palese, ci arrivi anche tu che hai 15 anni se ti spremi le meningi, che una A1 la può prendere solo il 18/20 enne per dire di avere l'audi con gli amici / ragazze, o al massimo la fìghetta sui 25/30 anni che la prende bicolore , S-line, col tettuccio per apparire ... lo sai meglio di me che quest'auto costa il doppio di quello che vale. Poveri invidiosi? Ma è una R8 o una A8 W12 per caso? E' il minimo sindacale che può offrire un'auto. Poi ti ripeto, non giudicare l'individuo dalla macchina, ma non stai capito. Se uno ha una Punto di 20 anni spesso è un poveraccio (economicamente, poi magari come persona è meglio di grandi capitalisti), ma a volte è uno benestante che se ne frega altamente della macchina, sono pochi ma ci sono e io ne conosco un paio.
Ritratto di gio.G
9 luglio 2013 - 17:33
20
Sei una contraddizione unica. Prima dici che l A1 se la compra solo il fighetto e la fighetta e poi vieni a dire a me di non giudicare l individuo dalla macchina? (allora non bisogna neanche fare il contrario).
Ritratto di Subaru_Impreza
9 luglio 2013 - 19:34
Io ho detto una cosa ben diversa, di non classificare "poveracci" quelli che hanno un'auto economica. Se invece un'auto come la A1 interessa ed è mirata verso una determinata categoria di persone, allora si può dire che è un'auto da ignoranti e da gente che bada all'apparenza (ti potrei fare esempi di amici e conoscenti). Ma non preoccuparti, anch'io alla tua età ragionavo in modo simile perchè non avevo mai guidato, ben presto se sei intelligente cambierai modo di pensare e rivaluterai quelle auto che ora ti sembrano "da poveracci" e capirai che altre che ora sembri idolatrare sono tanto fumo e niente arrosto. Il concetto che cercavo di esprimere è: se uno ha una Panda o una Punto vecchie, solitamente è perchè non si può permettere altro (non è una colpa, sappiamo che nella nostra società non viga la meritocrazia), a volte invece semplicemente non gli interessa nulla dell'automobile. Chi invece prende una A1 ha come obiettivo quello di non sentirsi inferiore agli altri, come te , da come parli, dal momento che spesso parli di vergogna quando parli di un'auto economica. Ricordati che chi ti giudica perchè guidi una Panda e non una Ferrari è lui una persona povera, di animo però, che è molto più grave.
Ritratto di fabri99
9 luglio 2013 - 18:53
4
Dici che chi la compra, ha anche i soldi per accessoriarla dopo, perciò non è un problema... Non stiamo mica parlando di una R8, che 10.000€ avanti e indietro non fanno la differenza, stiamo parlando di un'auto da 20k euro.. Se uno ha i soldi per comprare e accessoriare questa, perchè non passa al segmento superiore con la A3, sicuramente ha i soldi pure per quella... Invece no: conosco persone che non navigano nell'oro, ma si svenano per avere un'Audi, una BMW, una MB eccetera... Che magari possono permettersi un'auto da 10-15 mila euro, ma per avere l'Audi ne arrivano a spendere anche 20, ma dopo non ne hanno di soldi per accessoriarla... Ne conosco parecchi, certi che prendono la A4 base perchè non possono permettersela accessoriata ma vogliono l'Audi, perchè è quello che conta... Poi ci sono anche certi altri che, benestanti, cambiano l'auto magari una volta ogni cento anni, come un mio professore che tra centrali idroelettriche e vecchi palazzi, si potrebbe permettere pure una Ferrari ma gira con la 156 Crosswagon scassata di suo figlio perchè la sua Focus anni '90 è dal meccanico... Ma fattela una macchinina nuova no??? Non dico Ferrari, ma almeno una Focus nuova??? Gli ho chiesto perchè non se la compra e mi ha risposto che non gliene può fregar di meno di avere una macchina bella, si accontenta del suo vecchio catorcio... Chi si accontenta gode, no??? Ciao!
Ritratto di Subaru_Impreza
9 luglio 2013 - 19:40
Bravo, è esattamente quello che ho detto io ... ma la società di oggi te lo impone quasi e basta andare in giro per sentire i commenti della gente riguardo un'auto A e piuttosto di un'auto B, ovvero marchio, prezzo , immagine, stop. Molti addirittura la scelgono perchè piaccia alle donne quando le carichi e allora lì siamo proprio alla frutta. Chi si accontenta gode ... certo, peccato che oggi praticamente nessuno si accontenta. Il punto è che molti non si accorgono di non arrivarci mai alla fine, perchè di qualsiasi cosa dopo un po' ti abitui e ne vuoi una più bella e costosa. Per questo io valuto le auto in base a quello che ti trasmettono, perchè quello è l'unico fattore che non ti stanca mai.
Ritratto di Jinzo
10 luglio 2013 - 00:56
sfogare Gio.G di sicuro è il classico tipo IO SONO IO E VOI NN SIETE UN CAXXO.... facendo parte dei patrizi d'italia, mica puo abbassarsi ai livelli di un pebleo che nn conta nulla al mondo... lui che come tutti farebbe il gesto di maramaldo vedendo un uomo allo sbando... si vede che vota il nano impasticcato di cialis..o magari passa le mazzette per accessoriarsi l'audi
Ritratto di fabri99
10 luglio 2013 - 10:00
4
Jinzo, mi pare un po' strano che passi mazzette e voti il nano, credo abbia la mia età. Scusatemi se mi sbaglio, ma mi pare proprio così...
Ritratto di gio.G
10 luglio 2013 - 11:36
20
Ahahahahahah eccoti a qua a dire le tue belle v@cc@te che non ho neanche capito. Sono del 97, non vado a votare e non mi servono le mazzette per accessoriare le auto. Tu ne avresti bisogno tante mazzettebper un bravo psicologo ahah
Ritratto di fabri99
10 luglio 2013 - 09:42
4
Sono d'accordo con te... Probabilmente anche io in futuro mi svenerò, ma non per un'Audi, A1, TT o R8 che sia, ma probabilmente mi svenerò per una Nissan 370z, una Elise, una Caterham addirittura, non per una Audi o per una Polo con scritto Audi... Poi non nascondo che a me le auto tedesche piacciono, soprattutto Porsche e BMW, ma anche molto Mercedes... L'Audi ultimamente, sia per le linee sempre uguali(beh, non è che BMW sia irriconoscibile nemmeno lei ehh) che per il piacere di guida un po' minato dall'assenza della trazione posteriore(dipende anche da come funziona la AWD di quell'auto, ma preferisco sempre la TP)... Le Audi che mi piacciono molto e che vorrei, sono solo 2: la bella A5 e la altrettanto bella R8, della quale mi innamorai appena uscì... A breve me ne stancai, diventò un'auto troppo popolare, per idioti danarosi, vanitosi e cafoni... Rovinata dalla clientela, mi piaceva quando era esotica e rara, non quando le Audi sono diventate auto per "cocks"(Top Gear)... Certo, se ci fosse la Z8, alla R8 farebbe un c*lo così... Ma non c'è, purtroppo...
Ritratto di Moreno1999
15 febbraio 2014 - 13:54
4
...per aver citato la Caterham, piccolo marchio che nessuno conosce! Deve essere troppo emozionante girare in pista su una Seven! La linea retrò e le ruote senza passaruota la rendono troppo f*ga! La Caterham Seven è uno dei miei desideri... insieme alla Mazda RX8, alla Jaguar XK120, alla Mercedes Classe S, alla Mazda Miata 1989 e...un cane beagle xD
Ritratto di Rock86Rock
7 agosto 2013 - 09:21
Ma dove diavolo vivi???? I leasing??? I finanziamenti agevolati???? Così la gente si compra le auto che non può permettersi...sei talmente ingenuo che non so se ridere o piangere per te. Per lavoro ho sempre dovuto rapportarmi con molte persone, e le persone nel 90% dei casi sono almeno benestanti...altrimenti non potrebbe avere luogo il mio di lavoro. Comunque per dirti, secondo la tua testa da applestore, i più ricchi che ho avuto modo di conoscere sono dei "bavboni" pevkè non havno un Auvto con gli anelli. Ma normalissime e anche un tantino vecchie autovetture. Solo che la differenza col classico peracottaro che deve far vedere di avere i soldi e per questo gira col Q7......(e le slick da quanto son finite le gomme) è che loro, volendo non si comprano un Audi ma il concessionario completo. Ma proprio perchè per loro è come cambiarsi un paio di scarpe, non glie ne sbatte nulla. Ovviamente se poi capiti in garage non che si facciano mancare una Jaguar Xk o un quattroporte ma tutto quest' accanimento, questo si da poveracci di spirito non ce l' hanno mica.
Ritratto di napolmen
9 luglio 2013 - 08:52
pensa jinzo che le utilitarie dette premiun in germania nn vendono o meglio hanno una quota del emrcato bassa..mentre in italia beh.... detto questo e' la classica auto truffa in cui per un po' di brillocco dentro compri una scatoletta di tonno cn piu' acqua e meno tonno
Ritratto di siculo73
10 luglio 2013 - 08:49
non capisci nulla del mondo delle auto! se non te la puoi o vuoi permettere non necessariamente devi insultare chi le compra! come in ogni categoria di mercato ci sono prodotti di basso prezzo o di massa e altri che offrono di più costando di più... sali su una A1 e guidala x un giorno e se capisci qualcosa di auto capirai.... ovviamente il discorso vale anche x mini e altre auto blasonate che sicuramente costano un pò di più di quello che hanno, ma sono realmente migliori delle auto (valide) di massa...
Ritratto di gio.G
10 luglio 2013 - 11:40
20
Capiranno quando potranno averne una. Per ora rosicano e insultano chi c e l ha
Ritratto di Rock86Rock
7 agosto 2013 - 20:45
Forse quello che non capisce un ben amato .............. sei tu, non tanto perchè tu puoi permetterti e altri no, e quindi credi di, ma solo perchè non riesci a distinguere escrementi dalla cioccolata. Hanno lo stesso colore ma non sono la stessa cosa. Ora mi spieghi che diavolo ha di superiore un mini col motore 1600 da 90cv made in brazil rispetto a una Renault o un altra utilitaria???? te lo dico io, niente................se invece esistesse una superiorità effettiva ed oggettiva è un altro discorso, ma esiste solo per uno o due modelli e gli altri se li fanno pagare caro perchè esistono le fashion victims come te.
Ritratto di siculo73
8 agosto 2013 - 09:30
sono siculo problemi? vedo che sei particolarmente giovane e di conseguenza usi parole un pò pesanti ora venendo al discorso auto secondo me non esistono solo uno o due modelli superiori ma anche tanti altri, vero è purtroppo che sempre se li fanno pagare troppo in relazione a quel di più che offrono.. e poi non ti scaldare come fossimo allo stadio tu hai un pensiero ed io un altro.. la vita è bella anche x questo.
Ritratto di Rock86Rock
9 agosto 2013 - 22:34
Se volevo insultarti te ne saresti accorto. Comunque, era x dire che molto molto moltissimo (sempre) spesso, le tedesche vere e proprie che sono astronavi rispetto alle italiane.......non sono tutte, ma solo il Top di gamma. Tanto per entrare più nel dettagliato, su alcuni modelli spesso paghi il brand. Esempio, fra una Mini 1400 Tdi, e una Renault Clio 1500 dci, io preferisco la Renault tutta la vita. Visti anche i prezzi....che poi, alcune Audi, e alcune altre tedesche abbiano dei top di gamma spettacolari è vero, ma se vai a vedere il succo, quand' è la fine spesso sono solo chiacchere, tutto fumo e niente arrosto....poi ognuno si compra, e guida quello che vuole...ma se non ci fosse tutto quest' alone di superiorità presunto secondo me sarebbe meglio. Sopratutto perchè poi, spesso è soltanto presunto a parità di categoria.
Ritratto di Flavio Pancione
8 luglio 2013 - 23:52
8
Perchè comprarla? E' un utilitaria e in quanto tale dovrebbe mantenere basso il costo di accesso. Ok possiamo posizionarla nelle utilitarie "chic" ( davvero un segmento deplorevole ) ma a differenza della Mini dove tutto si può dire ma è pur sempre un icona ed è decisamente originale e sa il fatto suo , e a differenza della DS3 che per quanto bruttissima ha linee decise e personali quest' Audi A1 rimane spenta e con poco carisma.. e per di più è la più costosa in assoluto, insomma se l'unica caratteristica di rilievo sono le finiture interni da "grande" credo ci sia poco vantarsi... Credo ancora che negli ultimi tempi la migliore utilitaria è la 208, ma ripeto nel mondo delle utilitarie in quanto tali basterebbero ben pochi fronzoli, le auto vere sono altre e conviene salire di categoria a questi prezzi.
Ritratto di fabri99
9 luglio 2013 - 09:36
4
Sono d'accordo con te su questa A1, che io trovo pure piuttosto armoniosa ed equilibrata esteticamente, ma comunque un po' moscia, quasi si fosse sbiadita. La DS3 mi piace molto e anche la Mini, ma, tranne forse la francesina, non credo che le altre valgano il prezzo che costano... Anche la DS3 costa molto, ma almeno è molto carina e si distingue, è fatta per quello... Anche a me la 208 piace davvero molto, ma anche la ormai non nuovissima Fiesta mi piace, soprattutto ST... Comunque, come hai detto, alle utilitarie basterebbero pochi fronzoli, se no è meglio passare alla categoria superiore... E, appunto per questo necessitare pochi fronzoli, ho particolarmente gradito la proposta di Mitsubishi con la Space Star, un'ottima utilitaria che ha tutti i fronzoli di cui si ha bisogno e poco di più, ad un buon prezzo... E poi è molto curata come progetto: il CX è bassissimo, i consumi e le emissioni pure... Insomma, a me piace, certo non perchè me ne sono innamorato subito come per una Ferrari, ma perchè sviluppa il concetto di utilitaria che ultimamente s'è perso.... Ciao!
Ritratto di follypharma
9 luglio 2013 - 08:46
2
20000 euro per una utilitaria con poche prestazioni, poca personalita', interni nulla piu' che ben fatti, dotazione scadente, doti tecniche nella media di categoria, praticamente al 90% uguale alla polo che , oltre a essere piu' bella, e' piu' pratica e costa molto meno ... che dire ... il mondo e' bello perche' e' vario.... e ci sono anche auto cosi' e chi se le compra...
Ritratto di philii
9 luglio 2013 - 10:39
Ahahahahahah 20000 € e non ha neanche i CERCHI IN LEGA e i fendinebbia! Dai veramente, Audi tientela pure!
Ritratto di semirgerkhan97
9 luglio 2013 - 12:09
BELLISSSSSIMAA
Ritratto di Gino2010
9 luglio 2013 - 13:15
il rapporto prezzo/qualità è sfavorevole perchè si paga il blasone audi.Proprio così il blasone.I fiattari non lo sanno o fanno finta di non saperlo ma ormai nel mondo audi ha un blasone che l'alfa romeo si sogna.Un cinese o un indiano o un russo sarebbero disposti,avendone la possibilità ovviamente,a spendere 20.000 euro per questa A1 che non per una giulietta da 140 cv (a gasolio) full optional.
Ritratto di GiorgioBG68
9 luglio 2013 - 13:54
1
un tonto ovviamente lo farebbe, puoi giurarci. Chi invece sa far di conto, sicuramente non è così scemo da comprarsi sto aborto più rumoroso di un camion, e al prezzo, accessoriata almeno decentemente, e come ormai il mercato richiede,(tranne Audi perché sanno che posson fabbricare anche una merda e i boccaloni se la comprano lo stesso) di una berlina del segmento C, e questo senza essere Fiattari: basta semplicemente un neurone funzionante, di marche ve n'è a iosa dove scegliere. Ovviamente i bimbiminchia invece ragionano all'inverso, basta avere 4 anelli sulla mascherina, e la comprerebbero anche col motore di un Apecar, pagandola ovviamente a peso d'oro.
Ritratto di Subaru_Impreza
9 luglio 2013 - 15:34
Sai cosa significa blasone? Significa sostanzialmente immagine. Immagine appunto, non sostanza. E qui subentra il concetto che esprimo da mesi, chi prende un'audi non sa nemmeno cosa compra, ma sa che sarà apprezzato dalla gente che lo circonda e ciò lo fa sentire appagato.
Ritratto di Gino2010
10 luglio 2013 - 10:38
un'auto debba essere sottoposto ad un test dalla concessionaria per sapere se capisce o no di auto.Se hai soldi,se è maggiorenne,se ha la patente è già sufficente.Come dici tu sembra che uno deve fare una visita psichiatrica prima di comprare la macchina con lo psicologo che gli dice:ma vuoi comprare la A1?ma lo sai che altre case a quella cifra ti offrono molto di più?La vuoi comprare perchè vuoi avere successo con le donne?Forse sei un insicuro che cerca nell'auto quella considerazione che altrimenti non riesce ad ottenere.Già se ne vendono poche di auto, figurati cosa succederebbe se uno dovesse fare un test per verificare se capisce o no di auto.E se poi esce che non sa cosa è il cruise control che si fa?lo si rimanda a scuola guida e niente auto?Vorresti un mondo dove solo tu e gli altri fiattari presunti super esperti di auto possano essere ammessi all'acquisto perchè lucidi e consapevoli?le cose non vanno così.Chiediti invece perchè non c'è la stessa propensione all'acquisto per la mito.Non doveva avere il cuore sportivo?
Ritratto di kerium
9 luglio 2013 - 13:25
Blasone quest'auto?? Gino, leggiti i forum dei tuoi amici con quest'auto blasonata, forse è buona soltanto per prendere acqua quando piove o per avere i fari "Matrix" sempre appannati.... Aggiungo inoltre che in un articolo di AlV di qualche il motore di quest'auto "nuova di pacca" era da accendere quando una Punto 1.3 Mjt (di 6 anni) era già "passata dal via" tipo 40 volte
Ritratto di Gino2010
9 luglio 2013 - 15:23
prezzo/qualità è sfavorevole,ossia l'auto costa troppo per quello che vale ovvero offre troppo poco per quello che costa.Il mio giudizio su questa audi non è quindi lusinghiero.A questo punto la domanda sorge spontanea:alla audi sono mica cr.e.tini?No,non sono cr.e.tin.i .Sanno che si venderà con margini di guadagno consistenti.Ma attenzione.Non dagli esterofili italici come pensate voi.Io ho parlato di cinesi,indiani,russi ed infatti in cina audi nelle vendite ha superato mercedes.A questo punto è indubbio che audi abbia un blasone.Non ci sono altre spiegazioni.Magari in cina la venderanno ad un prezzo più basso e più accessoriata ma anche mercedes farà la stessa cosa e quindi le cose non cambiano.Se proponessimo in europa o altrove,non italia,troppo facile,una giulietta da 140 cv turbodiesel full optional a quel prezzo secondo te in quanti la preferirebbero a questa audi?Temo in pochi.Esperti magari,ma in pochi.
Ritratto di GiorgioBG68
9 luglio 2013 - 13:47
1
metteteci l'IPT e 4 accessori che anche la macchina più sfigata ormai ha di serie, non ovviamente Audi, e si va tranquillamente sull'ordine dei 23-24k euro, con un cesso di motore da 90 cv 1.6, e con neppure il cambio a 6 marce, il tutto per una parente della Polo ancora più brutta...ma chi è il tonto che la comprerà??? Gli Italioti, ovvio!! Vabé, se riescono a spendere 13k per quella scatoletta portasapone della Up!...tutto è possibile!!
Ritratto di SignorLoBorro
9 luglio 2013 - 15:24
2
Oscena,ridicola,e un prezzo da manicomio. Difatti vendute 3.
Ritratto di preoccupato
9 luglio 2013 - 15:47
questo folle che butta più di 20.000€ in questa specie di auto,priva dei sensori di posteggio,clima automatico,cerchi in lega,etc.etc.
Ritratto di anarchico
22 agosto 2014 - 13:02
E' quello che continuo a sostenere, il prezzo pubblicizzato non corrisponde al modello mostrato. E' inutile che mi facciano vedere Belen al prezzo di uno scorfano...
Ritratto di supermax63
9 luglio 2013 - 18:37
ed è molto semplice:basta non comprarla.
Ritratto di preoccupato
9 luglio 2013 - 21:38
daccordo.
Ritratto di carmelo.sc
9 luglio 2013 - 23:35
Questa a1 è un flop in tutti i sensi, oltre che bruttina e poco comoda costa troppo! Perfino in Germania non se ne vede manco una in giro...
Ritratto di Blackengine
10 luglio 2013 - 09:35
1
Ci ho viaggiato varie volte proprio sulla versione Attraction 1.6 90Cv. Dico solo che non ha di serie nemmeno le luci di cortesia nelle alette parasole e nel cassetto portaoggetti. Il motore è abbastanza rumoroso e vibra parecchio ma la macchina è ben insonorizzata. Quanto agli assemblaggi, sono buoni, ma non impeccabili (la sua soffre di alcune vibrazioni sulla portiera). Nonostante questo è un AUDI e quindi vende a prescindere da tutto...misteri della crisi U_U
Ritratto di leonardolori
10 luglio 2013 - 09:47
Io non posso far finta di nulla, leggendo i vostri commenti su la A1 ho notato solo una cosa che è l'occasione di risposte al limite dell'offesa a chi non condivide i giudizi positivi su qualsiasi cosa che a qualcuno non piace l'auto di cui si discute. Ognuno credo che possa dire i suo pensiero su qualsiasi cosa senza essere considerato uno scemo da chi non la pensa come lui. Nel campo delle belle auto ognuno è libero di giudicare secondo coscienza ciò che gli piace o non piace visto che i denari sono i suoi. Con l'occasione saluto tutti
Ritratto di domi2204
10 luglio 2013 - 11:01
delle audi più brutte mai prodotte, non riesco a decidere se è più brutta a 5 o a 3 porte, anche peggio della A2.
Ritratto di kerium
10 luglio 2013 - 16:35
Peggio della A2... noooooo! Peggio c'è soltanto al Cube o la Soul (nei tempi moderni e non nel 1940, dove ci vive ancora qualcuno...) Qui nessuno vuole offendere nessuno! Ma quest'auto come la UP? è indifendibile! Magari vende perché ha 4 anelli e 2 leds ma commercialmente parlando è un FIASCO TOTALE. Con pari (stessa) cifra se un non vuole un'auto italiana a prescindere o si vuole un minimo diversificare... vi sono autovetture MILLE volte meglio... ma dai?!
Ritratto di kerium
10 luglio 2013 - 16:40
Si può essere Vaggari e/o Tamarrok e/o oh, riga oh! oh, riga oh! fino allo spasmo ma del commento sopra se ne renderebbe conto anche un mattone! dai?!
Ritratto di Silvio Dante
11 luglio 2013 - 18:38
...che immane vaccata, ma chi hanno per prende ste decisioni mentecatte? topo gigio?
Ritratto di Silvio Dante
11 luglio 2013 - 18:38
...che immane vaccata, ma chi hanno per prende ste decisioni mentecatte? topo gigio?
Ritratto di Silvio Dante
11 luglio 2013 - 18:38
...che immane vaccata, ma chi hanno per prende ste decisioni mentecatte? topo gigio?
Ritratto di Bogio
22 agosto 2013 - 21:58
Importante e' girare in Audi poi se costa un botto e con quei soldi ti compri ben altro non importa
Ritratto di jokondor1968
2 settembre 2013 - 20:56
bruttina x essere audi
Ritratto di kerium
5 ottobre 2013 - 14:51
Il 1.3 MJT è 1000 volte meglio di questo motore da pena. Quest'auto è un vero obbrobrio! e piena di difetti (conclamati sui vari blogger di "Audifan" non la vorrei manco se me la regalassero
Ritratto di kerium
11 gennaio 2014 - 14:53
Soltanto un matto comprerebbe un'auto del genere ! Ho visto che una punto 1.3 Mtj di 6 anni più vecchia s'è letteralmente fumato quest'auto ! Per comprare quest'auto dovrebbero come minimo regalare una Skoda Roomster una Jeti e ci metto pure una UP?
Ritratto di TrainFed
9 aprile 2014 - 10:49
Mah , non capisco.. Da possessore posso dire che mi ci trovo molto bene , ha pregi e difetti , e di sicuro non è una macchina PERFETTA , come dai commenti pare volete che sia.. Esteticamente piace .. Non basatevi su questa in foto , non basatevi sui " coattelli " che la fanno di 3578644 colori diversi. Io posseggo una Sline 3 porte , cerchio 17 , pacchetto led , completamente nera , e posso assicurarvi che non è brutta come dite , il posteriore non è il massimo , ma bisogna farci l'occhio. Come detto , non è una RS6 , ne un Triciclo..
Ritratto di LettorePulleggiato
8 agosto 2015 - 10:14
sebbene immagino Audi abbia pensato la A1 (principalmente nella versione 3P) come il mezzo per il 18/20enne figlio/figlia di possessore di audi, senza volerlo hanno beccato appieno il profilo di seguito. prendiamo un single di mezza età, 35/40anni, buona disponibilità economica, niente figli, luogo di lavoro a breve/media distanza, che non considera l'auto come una prolungazione del proprio p**e, ma dall'auto vuole classe, eleganza, finiture di pregio, tecnologia, stile e differenziazione dalla massa, un guidatore che vuole un auto piccola, sotto i 4mt, dal buon rendimento e dai consumi contenuti, che non chiede prestazioni particolari, che per quelle ha la moto, ma che nel suo piccolo abbia tutte le comodità delle 5p e di un baule dove caricare il necessario, un autista che non vive di accelerate semaforo semaforo, ma, al contrario, ama la comodità di un cambio automatico silenzioso, velocissimo e facilissimo, un utilizzatore allergico a cruscotti manga o missili fotonici o circuiti di cibernetica che all'opposto ama la pulizia di una linea ben definita, uniforme, ricercata e curata nei dettagli. ecco, una persona del genere, sicuramente dai gusti molto particolari, ma anche sicuri e convinti, una persona che non ha bisogno di scendere a compromessi, sfoglia i cataloghi e si accorge che quasi nessuna casa automobilistica ha pensato ai sui gusti. l'alfa mito? bellissima, sarebbe stata la macchina giusta, 5 anni fa, ma ora è un pelo vecchia, poi ha solo 3p e la qualità interna ha qualche pecca. la mini? con quel cruscotto? ma stiamo scherzando? la mazda 3? grandiosa, superba, ma supera abbondantemente i 4mt e non ha i consumi ridotti come primo obiettivo e se l'interno è veramente di livello, l'esterno è un pelo pacchiano, roba che stanca presto. le varie utilitarie di massa tirate nelle loro versioni più ricche tipo una 208, C3, Polo, Y, Corsa? per quanto siano tirate a lucido sono nate per essere economiche e sotto sotto si vede. La DS3? interessante ma con troppi "ma", un interno che non regge il confronto con lo stile esterno, una linea un pò vecchia. la serie 1 della BMW? coda dall'estetica discutibile, motori grossi e poco parchi, e sopratutto 4.25mt come dimensione minima. Un audi A3? qui cominciamo a ragionare in termini di qualità, motori, finiture, ma è sempre 4.26mt, un sedile posteriore tanto bello quanto inutile per le necessità del suddetto cliente e un prezzo chiavi in mano che con il cambio automatico comincia ad essere importante. Inutili dire perchè quell'utente, scarterebbe a priori la golf, la giulietta, la leon, l'astra, la Rio o la V70. Alla fine, non rimane molto altro che la bellissima Audi A1 SPB TDI STRONIC, magari nello stesso colore di quella di questa prova, per essere anche sufficientemente discreta per passare ai più inosservata, ma con i fari xeno, per essere immediatamente riconosciuta da chi invece "vuole" riconoscerla. Ma se anche ci fossero state alternative dello stesso livello, il suddetto cliente, dopo aver provato e riprovato la macchina nei vari test ride, e averla confrontata con le sensazioni di altri test ride, non avrebbe dubbi.
Annunci

Audi A1 sportback usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Audi A1 sportback usate 201817.80018.6502 annunci
Audi A1 sportback usate 201919.90021.6205 annunci
Audi A1 sportback usate 202020.80022.3408 annunci
Audi A1 sportback usate 202120.80022.82010 annunci
Audi A1 sportback usate 202223.90025.4002 annunci
Audi A1 sportback usate 202324.50031.5909 annunci

Audi A1 sportback km 0

Prezzo minimoPrezzo medio
Audi A1 sportback km 0 202324.71824.7201 annuncio