PROVATE PER VOI

Audi A3: svelta in curva, pigra in ripresa

Prova pubblicata su alVolante di
gennaio 2013

Listino prezzi Audi A3 non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 28.500
  • Consumo medio rilevato

    17 km/l
  • Emissioni di CO2

    106 grammi/km
  • Euro

    5
Audi A3
Audi A3 2.0 TDI Ambiente
L'AUTO IN SINTESI

L'Audi A3 è una tre porte dalla linea elegante e dinamica, è cara ma offre adeguata qualità costruttiva. Le sospensioni ben tarate e lo sterzo preciso la rendono piacevole da guidare, come pure il potente 2.0 turbodiesel da 150 CV (davvero parco nei consumi, ma un po’ pigro in ripresa). Di serie c’è anche il sistema anti-colpo di sonno, ma alcune dotazioni che dovrebbero essere standard – come il “clima” automatico – si pagano a parte.

 

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
4
Average: 4 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
3
Average: 3 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
5
Average: 5 (1 vote)
Sterzo
5
Average: 5 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Dotazione
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Più che sul prezzo, punta sulla qualità
Elegante e sportiva, l'Audi A3 offre un abitacolo ben rifinito ma davvero comodo soltanto davanti: dietro non c’è tanto spazio per le gambe e il divano è poco imbottito al centro. Precisa e gratificante da guidare anche nei percorsi tortuosi, l’A3 è mossa da un 2.0 a gasolio da 150 CV: pur senza eccellere in ripresa è brioso, e pure economo. Completa, ma non ricca in rapporto al prezzo, la dotazione di serie.
 
audi a3
 
Fra le compatte poco sopra i 4 metri di lunghezza (in questo caso siamo a 424 cm), questa Audi A3 a tre porte è fra le più eleganti: lo stile tipicamente Audi non sarà il massimo dell’originalità, ma le linee pulite non stancano. E nemmeno manca qualche nota di sportività, nel frontale (con i fari sottili e dal profilo inferiore movimentato) e nella coda, contraddistinta dal lunotto di forma schiacciata e dal doppio terminale di scarico.
 
L’assetto dell'Audi A3 rappresenta un buon compromesso, dato che le sospensioni non troppo rigide rendono la marcia confortevole, eppure riescono a contrastare efficacemente il rollio: così fra le curve la guida è divertente, ben supportata pure dalla precisione dello sterzo (con servoassistenza elettrica) e dalla frenata potente e modulabile. Vigoroso il 2.0 a gasolio, che, però, non eccelle in ripresa perché la quinta e la sesta marcia sono lunghe (una scelta volta a favorire i consumi, effettivamente davvero bassi).
 
Nel rifinitissimo abitacolo dell'Audi A3 si viaggia comodi soprattutto davanti, mentre dietro lo spazio per le gambe non abbonda e il divano – rigido al centro – è sagomato per accogliere al meglio soltanto due passeggeri. Ricca la dotazione di sicurezza, che include anche l’airbag per le ginocchia del guidatore e il dispositivo che – tenendo sotto controllo i movimenti dello sterzo – previene i colpi di sonno.
 
A pagamento si possono aggiungere altri dispositivi ad alto contenuto tecnologico, come il radar che avvisa se la distanza dal veicolo che precede è insufficiente, o il sistema che aiuta a mantenere la propria corsia di marcia. Peccato che sia extra anche il “clima” automatico bizona (al posto di quello manuale): con quel che costa la Ambiente dovrebbe essere di serie, come lo sono gli indispensabili sensori di parcheggio posteriori e il cruise control.
VITA A BORDO
3
Average: 3 (1 vote)
Un ambiente raffinato
L’abitacolo è spazioso solo davanti, dove si viaggia su comode poltrone rivestite in finta pelle e tessuto; il divano, invece, è scomodo al centro e per i due passeggeri laterali l’agio per le gambe non abbonda. Oltre all’estetica rigorosa ed elegante, convincono le finiture e la razionale disposizione dei comandi, mentre in fatto di portaoggetti (alcuni a pagamento, e nessuno refrigerato) ci saremmo aspettati di meglio. Abbastanza versatile e ben rifinito il bagagliaio.
 
audi a3
 
Plancia e comandi
Il ponte di comando dell'Audi A3 è semplice nel design, ma raffinato nei materiali e in alcune soluzioni costruttive: per esempio le bocchette dell’aria hanno un pomello centrale che permette di ottenere un getto più o meno concentrato, e i comandi nella consolle (fra i quali il piccolo pulsante dell’hazard) sono ridotti al minimo indispensabile: radio, navigatore (con schermo di 5,8 o 7”, optional) e vivavoce Bluetooth si controllano da una manopola e da una tastiera fra i sedili (dove c’è anche il bottone per avviare il motore). Essenziale e completo il cruscotto, con schermo centrale a colori e indicatori con scala a led per il livello del carburante e per la temperatura dell’acqua.
 
Abitabilità
Davanti ci si siede su poltrone correttamente sagomate, contraddistinte dal piacevole rivestimento in finta pelle con parte centrale in tessuto traspirante; agevoli e ampie le regolazioni, ma quella del supporto lombare (l’unica elettrica) si paga a parte. Dietro lo spazio sopra la testa abbonda, quello per le gambe meno, e si sta bene soltanto in due: l’eventuale passeggero centrale fa i conti con l’imbottitura rigida del divano e ha il tunnel fra i piedi. Il cassetto di fronte al passeggero è ben fatto, ma piccolo e privo di serratura a chiave e di climatizzazione; per avere qualche ripostiglio in più si deve acquistare il pacchetto portaoggetti, che include pure un vano ricavato nella seduta posteriore.
 
Bagagliaio
In fatto di volume utile (365/1100 litri) l'Audi A3 non ha nulla da invidiare alle rivali e neppure alle berline a 5 porte di lunghezza simile. Inoltre, il vano vanta una forma regolare e una discreta distanza fra pavimento e cappelliera (si possono sovrapporre due grandi valigie senza difficoltà); previsti anche utili ganci appendiborsa. Peccato solo che la soglia sia di 15 cm più alta del piano di carico; in compenso, quest’ultimo rimane quasi piatto quando si reclina lo schienale (suddiviso 60:40).
COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
Soprattutto agile e confortevole
L'Audi A3non teme la città: è abbastanza compatta e maneggevole, e nelle manovre offre l’aiuto dei sensori posteriori di serie. Il meglio, però, lo dà fra le curve, soprattutto con l’Audi Drive Select impostato su Dynamic: stabile e pronta nel rispondere ai comandi, rassicura con una tenuta di strada quasi da piccola sportiva. Il tutto senza rinunciare al comfort, elevato anche nelle tratte autostradali. Promosso il turbodiesel: oltre a essere fluido e silenzioso, vanta un ottimo rapporto fra prestazioni e consumi.
 
audi a3
 
In città
Le dimensioni non sono tali da mettere in difficoltà nelle manovre, e alla scarsa visuale consentita dal lunotto rimediano (in parte) i sensori di distanza posteriori, giustamente offerti di serie; rimane, comunque, migliorabile anche la visibilità laterale, penalizzata dai voluminosi montanti. La buona agilità rende la guida dell'Audi A3 facile e gradevole, i comandi rispondono con la dovuta dolcezza e le sospensioni digeriscono senza problemi buche e pavé. Lo Stop& Start, che “mette a riposo” il turbodiesel nelle soste, aiuta a consumare poco (i 15 km/l da noi rilevati sono un risultato notevole).
 
Fuori città
Lo sterzo è solido e preciso, i freni potenti, la tenuta di strada elevata (gli interventi dell’Esp rari e sempre misurati): fra le curve ci si diverte, anche grazie al cambio dalla corsa corta e dagli innesti precisi, che aiuta a mantenere il turbodiesel nella zona d’erogazione migliore (ossia fra i 1800 e i 3000 giri, ma non delude nemmeno l’allungo). Con l’Audi Drive Select su Dynamic l’auto diventa più reattiva (il sistema varia la risposta di acceleratore e servosterzo, oltre che del cambio automatico e delle sospensioni elettroniche, se presenti); altrimenti, si possono impostare la modalità Comfort, la Auto (la vettura si adatta allo stile di guida), quella personalizzabile (Individual) o la Efficiency: quest’ultima è indicata per far calare i consumi ed “economizza” anche sul funzionamento del climatizzatore.
 
In autostrada
La quinta e la sesta marcia piuttosto distese obbligano a scalare per riprendere in fretta velocità dopo un rallentamento, ma giovano alla riduzione dei consumi (abbiamo sfiorato i 16 km/l) e al comfort acustico: in sesta, il 2.0 a gasolio “ronfa” sommessamente a 2150 giri col risultato che è addirittura difficoltoso percepire la reale andatura… Valide anche le sospensioni, capaci di assorbire efficacemente le irregolarità dell’asfalto ma pure di “tenere ferma” la carrozzeria quando si percorrono in appoggio le curve lunghe e veloci.
QUANTO È SICURA
5
Average: 5 (1 vote)
Come le grandi
Promossa dall’Euro NCAP con le cinque stelle corrispondenti alla valutazione massima, l’Audi A3 ha riportato anche voti parziali interessanti, in particolare a proposito della capacità di salvaguardia dei pedoni. Inoltre, la completa dotazione di serie può essere arricchita con dispositivi di assistenza – come il cruise control attivo o il sistema che aiuta a mantenere la corretta corsia di marcia – che sino a non molto tempo fa erano appannaggio esclusivo delle ammiraglie.
 
audi a3
 
Oltre all’Esp, ai sette airbag (incluso quello dedicato alle ginocchia di chi guida), ai fendinebbia e al cruise control, la dotazione di serie dell'Audi A3 comprende il dispositivo che – attraverso l’analisi dei movimenti dello sterzo – “intuisce” quando il guidatore è a rischio di colpo di sonno e lo avvisa. A pagamento si possono aggiungere i fari bixeno (anche a orientamento automatico) e pure numerosi dispositivi di ultima generazione, come il radar che avverte quando la distanza di sicurezza è insufficiente e rende adattativo il regolatore di velocità (azionando i freni se ci si avvicina troppo al veicolo che precede, e scongiurando i tamponamenti ad andatura inferiore ai 20 km/h). Disponibili pure il monitoraggio dell’angolo cieco dei retrovisori e l’Active Lane Assist, che funziona oltre i 65 km/h e – qualora si cambi corsia senza azionare la freccia – fa vibrare leggermente il volante ed effettua piccole correzioni di traiettoria agendo sul servosterzo elettrico: si basa su una telecamera in grado di riconoscere anche i segnali con i limiti di velocità. Sottoposta ai crash test Euro NCAP, la A3 ha ottenuto il punteggio massimo (5 stelle) con valutazioni specifiche del 95% per quanto riguarda la protezione dei passeggeri adulti, dell’87% per quella dei bambini che viaggiano su seggiolini Isofix e dell’74% per la tutela dei pedoni in caso di investimento (un valore superiore alla media); 86, infine, i punti percentuali assegnati ai sistemi di assistenza alla sicurezza.
NE VALE LA PENA?
4
Average: 4 (1 vote)
Vale (ma costa) molto
Per essere una tre porte di indole sportiva, l’Audi A3 offre un bagagliaio degno di questo nome. Valido il 2.0 turbodiesel, che compensa la pigrizia in ripresa con consumi molto bassi, e che quando si mette mano al veloce cambio manuale sfodera un brio che si sposa alla perfezione con le notevoli qualità di guida delle media tedesca. Certo è che i contenuti si pagano: l’ottima qualità delle finiture giustifica solo in parte il prezzo di listino, tanto più che qualche aggiunta alla pur buona dotazione è inevitabile.
 
audi a3
 
Chi pone la qualità costruttiva fra le caratteristiche prioritarie per la scelta di una vettura, non resterà deluso: i materiali e le finiture non hanno nulla da invidiare a quelli delle Audi di alta gamma. Tale considerazione vale anche per la dotazione di sicurezza, visto che di serie c’è più dell’indispensabile e che a pagamento (senza, peraltro, svenarsi) si può aggiungere quanto di più aggiornato l’elettronica offra in tema di dispositivi d’ausilio alla guida. Peccato che si debba metter mano al portafogli anche per avere ciò che nel costoso allestimento Ambiente – che è quello intermedio – ci aspetterebbe che fosse incluso nell’impegnativo prezzo di listino: ci riferiamo innanzitutto al “clima” bizona al posto di quello manuale, ma anche ai sensori per l’attivazione automatica di luci e tergicristallo. La base tecnica, comunque, è valida: il turbodiesel ha la potenza giusta per divertire e fa perdonare le modeste capacità di ripresa – dovute ai rapporti lunghi del cambio – con consumi da utilitaria, e le qualità di guida soddisfano anche gli sportivi. Che sono poi i clienti d’elezione di questa tedesca in versione a tre porte (per chi vuole più spazio dietro, c’è la cinque porte Sportback), che oltre al piacere di guida qui troveranno anche comfort e buona capacità di carico.
PERCHÉ SÌ

Finiture
Proprio come nelle Audi di alta gamma, gli interni sono impeccabili, sia per quanto riguarda i materiali, sia per la cura posta negli assemblaggi e nelle finitura (che non presenta difetti nemmeno nelle zone nascoste).

Guida
Gli amanti della guida sportiva apprezzeranno le notevoli doti di aderenza e la frenata incisiva; all’altezza della situazione la precisione dello sterzo (con servoassistenza elettrica regolabile) e le sospensioni (rigide al punto giusto ma efficaci sulle buche).
 
Motore
Di certo i cavalli non mancano, ma il turbodiesel convince soprattutto con l’erogazione fluida e regolare, distribuita in un arco di giri piuttosto ampio. Efficace l’insonorizzazione, degni di unità molto meno potenti i consumi.
 
Sicurezza
L’equipaggiamento di serie prevede più dell’indispensabile (per esempio, l’avviso anti-colpo di sonno), e i numerosi dispositivi opzionali di “aiuto” alla guida sono offerti a prezzi tutto sommato ragionevoli.

 

PERCHÉ NO

“Clima” automatico
Considerato il prezzo di listino di questa compatta, appare fuori luogo la scelta di offrirla con il climatizzatore manuale (ormai standard anche nelle utilitarie che costano meno della metà), facendo pagare a parte il controllo automatico bizona.

Portaoggetti
I vani per riporre i piccoli oggetti non abbondano, e alcuni sono optional. Inoltre, il cassetto di fronte al passeggero è privo di climatizzazione e in parte occupato dal modulo per caricare cd e schede sd (con file musicali e mappe per il navigatore).
 
Ripresa
Abbinare il brioso turbodiesel a un cambio con le marce superiori piuttosto distese è una scelta volta a privilegiare i consumi (e la silenziosità di marcia) a scapito della ripresa. Che data l’indole sportiva della A3, può essere giudicata soltanto discreta.
 
Tasto hazard
Ha dimensioni davvero ridotte, che se da un lato giovano alla “pulizia” dell’abitacolo, dall’altro ne rendono difficoltosa l’individuazione: non bisogna dimenticare che in caso d’emergenza l’azionamento delle “quattro frecce” dev’essere intuitivo anche per il passeggero.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1968
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 110 (150)/3500-4000
Coppia max Nm/giri 320/1750-4000
Emissione di CO2 grammi/km 106
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 424/178/142
Passo cm 260
Peso in ordine di marcia kg 1280
Capacità bagagliaio litri 365/1100
Pneumatici (di serie) 205/55 R 16

 

 

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 3550 giri   214,9 km/h 216 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 8,2   8,6 secondi
0-400 metri 16,0 141,2 km/h non dichiarata
0-1000 metri 29,3 176,9 km/h  
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 4a 37,6 161,9 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 34,6 152,2 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 5a 13,2    
da 80 a 120 km/h in 6a 12,3   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   15 km/litro 20,4 km/litro
Fuori città   18,9 km/litro 27,8 km/litro
In autostrada   15,9 km/litro non dichiarato
Medio   17 km/litro 24,4 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   36,5 metri non dichiarata
da 130 km/h   61,6 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   136 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,9 metri 10,7

 

 

Audi A3
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
61
79
84
65
82
VOTO MEDIO
2,9
2.92453
371
Aggiungi un commento
Ritratto di ilovemultijet
4 aprile 2013 - 21:19
2
bellissima la A3,però preferisco la sportback,la 3 porte non mi attira
Ritratto di ford 00
4 aprile 2013 - 21:45
Pienamente d'accordo con te :)
Ritratto di carmelo.sc
5 aprile 2013 - 00:17
La 3 porte col nuovo modello è diventata anonima e di una tristezza assurda..sopratutto la coda è davvero brutta, sembra quella di un'utilitaria economica..mille volte meglio il vecchio modello, questa messa accanto a un' astra GTC sembra un modello di 10 anni fa!!
Ritratto di Foofighter
5 aprile 2013 - 00:46
Era decisamente meglio la vecchia serie, soprattutto a livello di interni, più ricchi e meglio equipaggiati. Questa sembra nata vecchia, anche se il pianale ed i motori sono stati aggiornati esteriormente presenta una linea troppo simile al vecchio modello. Dovessi scegliere prenderei senza dubbio alcuno la nuova, splendida Mercedes Classe A, un capolavoro assoluto nella categoria.
Ritratto di Domenico79
5 aprile 2013 - 07:58
1
si ma 30 mila euro...manco il bizona sono vergognosi,e poi come potete leggere la prova non e' stata affatto impeccabile e per quello che costa sta macchina doveva andare moooolto ma moooolto meglio...
Ritratto di Guzzo78
5 aprile 2013 - 08:47
Questa vettura è talmente piatta che non mi suscita nessuna sensazione ... dovessi scegliere in questa categoria andrei o su Nuova classe A o volvo questa audi voto per la linea 3 !
Ritratto di MatteFonta92
5 aprile 2013 - 10:36
3
Non mi entusiasma... anche se devo dire che le auto di questo segmento le sto cominciando a preferire in versione a 3 volumi, hanno la coda più riuscita; la A3 sedan a mio parere è più bella, così come è bellissima la nuova Mercedes CLA, che ha una coda favolosa, molto più bella di quella della Classe A, che stilisticamente è il suo punto debole.
Ritratto di filkim
5 aprile 2013 - 19:34
Concordo con te, le "piccole"sedan sono ottime e rispecchiano perfettamente il family feeling delle varie case! Poi diciamocelo la CLA e la A3 sedan sono belle (anche più della classe C e della A4), costano meno, ti fanno fare una bella figura...Meglio di così!
Ritratto di MatteFonta92
5 aprile 2013 - 20:51
3
Sì, è vero... la CLA ha una coda a parer mio favolosa, anche più bella della Classe C... pure la A3 sedan penso sia più bella della A4, anche se non c'è moltissima differenza, ma anche in questo caso la differenza la fa la coda, che sulla A3 sedan è molto più bella e dinamica che sulla A4.
Ritratto di Flavio Pancione
5 aprile 2013 - 11:56
7
buona auto ma abbastanza banale, piatta e senza nessuna spiccata qualità. E' decisamente da prendere la splendida V40, o la Classe A che però ha un posteriore che secondo me può non piacere a tutti, o ancora per la qualità di guida e i motori una bmw serie 1, ma questa perchè si dovrebbe prendere??
Pagine
Annunci

Audi A3 usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Audi A3 usate 20122.90012.49032 annunci
Audi A3 usate 201311.50016.04065 annunci
Audi A3 usate 20147.60018.500100 annunci
Audi A3 usate 201512.95019.830121 annunci
Audi A3 usate 201614.50023.930119 annunci
Audi A3 usate 201716.70025.590194 annunci
Audi A3 usate 201822.45029.20097 annunci

Audi A3 km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Audi A3 km 0 201425.60026.7502 annunci
Audi A3 km 0 201625.80025.8001 annuncio
Audi A3 km 0 201722.90028.22021 annunci
Audi A3 km 0 201820.80027.240150 annunci