PROVATE PER VOI

BMW Z4: bella guida a caro prezzo

Prova pubblicata su alVolante di
settembre 2019
Pubblicato 22 giugno 2020
  • Prezzo (al momento del test)

    € 59.400
  • Consumo medio rilevato

    13,7 km/l
  • Emissioni di CO2

    139 grammi/km
  • Euro

    6d-TEMP
BMW Z4
BMW Z4 sDrive30i MSport Steptronic

L'AUTO IN SINTESI

La terza generazione della BMW Z4 vede il ritorno della capote in tela, dopo quella in metallo. Più agile dell’auto che sostituisce, è mossa da un vigoroso 2.0 turbo a quattro cilindri da 258 CV, abbinato a un ben tarato cambio automatico. Convincono montaggi e materiali, oltre all’insonorizzazione: usare quest’auto non è una “punizione” neppure in autostrada. Il prezzo è però elevato e la dotazione da integrare, specialmente per i sistemi di aiuto alla guida. Valido l’infotainment, mentre il cruscotto digitale ha ridotte possibilità di configurazione e una grafica non sempre ben leggibile.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
3
Average: 3 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
5
Average: 5 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
5
Average: 5 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Aiuti alla guida
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

Gli aiuti alla guida sono un optional

In questa terza edizione della spider tedesca, il pesante tetto metallico retrattile lascia il posto a una più leggera capote in tela. Rispetto alla precedente BMW Z4, il passo (cioè la distanza fra i centri delle ruote misurati lungo al fiancata) accorciato di 3 cm e la larghezza cresciuta di 8 la rendono agile e “attaccata” all’asfalto. L’auto, comunque, si conferma una sportiva lussuosamente rifinita e veloce. Il cofano anteriore lungo e l’andamento “nervoso” della fiancata esprimono una sportività esteriore che viene poi confermata dalla prontezza dell’auto nell’inserirsi fra le curve. Con l’efficace cambio automatico a otto marce e i 258 CV del 2.0 turbo a benzina più potente (l’altro ne eroga 197, il 3.0 a sei cilindri 340) la spinta è decisa (specie oltre i 3000 giri)e la guida facile. La trasmissione della BMW Z4 con convertitore di coppia è rapida, pur rispondendo con dolcezza. E per la selezione manuale delle otto marce ha le palette (che avremmo gradito più lunghe) dietro il volante. La M Sport è la più cara: si distingue per la caratterizzazione estetica più aggressiva firmata dal reparto corse della casa.

Quest’ultimo ha sviluppato anche il valido impianto frenante potenziato: dischi e pinze (le anteriori a quattro pompanti) sono più grandi, assicurano spazi d’arresto contenuti e non mostrano cali di rendimento neppure dopo un uso intenso. Disponibile in tre allestimenti, la BMW Z4 ha sempre di serie la capote elettrica, il cruise control, i fari full led e i sedili in pelle. I prezzi (già elevati: si parte da oltre € 50.000) non comprendono però il navigatore, che è un optional abbinato a un cruscotto digitale non così riuscito. E per avere una dotazione di aiuti alla guida più completa bisogna stanziare parecchie centinaia di euro extra per il pacchetto Driving Assistant e cruise control adattativo: l’equipaggiamento standard include solo la frenata automatica d’emergenza a bassa velocità e il mantenimento in corsia.

VITA A BORDO

3
Average: 3 (1 vote)
Bene la posizione di guida, non il cruscotto

Plancia e comandi
Bassa, distesa e col volante verticale, la posizione di guida della BMW Z4 è sportiva e le finiture sono di qualità. Nella M Sport, la corona del volante è più spessa. Fin troppo: impugnarla può non essere agevole. Il BMW Live Cockpit Professional (optional) abbina il più sofisticato sistema multimediale (con navigatore e monitor tattile di 10,3”) al cruscotto digitale: quest’ultimo, però, lascia poche libertà nella sua configurazione e non permette di modificare le dimensioni dei quadranti virtuali e delle mappe del navigatore (in particolare, non può neppure essere messo “a tutto schermo”). Inoltre, le lancette sono poco visibili e quella del contagiri “sale” al contrario. Utile l’head-up display (oltre mille euro), che proietta a colori nel parabrezza molte informazioni, mentre i pulsanti e lo schermo del “clima” nella consolle sono pratici. Non altrettanto i tasti (fra cui quelli per le cinque modalità di guida e per il freno a mano) sul tunnel: è facile fare confusione. Premuto il comando fra i sedili, in dieci secondi la capote si apre o si chiude automaticamente (anche viaggiando entro i 50 km/h), e rimane a vista dietro i sedili 

Abitabilità
I posti della BMW Z4 sono soltanto due, ma spaziosi, in larghezza come in altezza: anche persone alte 190 cm viaggiano bene. Comodi i sedili avvolgenti: il rivestimento che abbina Alcantara e pelle è di serie; quello tutto in pelle è senza sovrapprezzo. 

Bagagliaio
Tenendo conto che si tratta di una spider, il baule della BMW Z4 (grande e dalla forma regolare) è ben accessibile. Il vano, molto profondo, può accogliere anche una maxi valigia rigida, oltre ad alcune borse morbide. E c’è anche un elastico per bloccare i piccoli oggetti, nella parete destra. Dietro gli schienali c’è una mensola con retina per ospitare magari un giubbino o una giacca. E, anche se piccola, la botola comunicante col baule è utile.

COME VA

4
Average: 4 (1 vote)
A suo agio pure in autostrada

In città
Nel traffico si apprezzano la fluidità del cambio automatico e lo sterzo non eccessivamente pesante della BMW Z4; si fatica, però, a capire dove finisce il cofano e, con la capote su, dietro si vede poco. Pur con gli ammortizzatori a controllo elettronico (optional), l’assorbimento delle sconnessioni non è il massimo: è penalizzato dai pneumatici ribassati. Non preoccupanti gli 11,1 km/l rilevati. 

Fuori città
L’auto è agile e il differenziale meccanico autobloccante (optional) fornisce la giusta trazione alle ruote. Nelle due modalità più sportive, cambio e motore della BMW Z4 acquistano prontezza e le sospensioni s’induriscono. Lo sterzo è solido e preciso, ma l’avremmo preferito un po’ meno “filtrato” nel trasmettere quel che fanno le ruote. Nelle curve più strette si nota il fatto che è a demoltiplicazione variabile: oltre un certo grado di rotazione diventa più diretto. Non male i 15,2 km/l rilevati. 

In autostrada
Viaggiando a 130 km/h (quando si percorrono 14,1 km/l) a capote chiusa l’isolamento acustico della BMW Z4 è efficace e il motore, che in ottava marcia lavora a soli 2100 giri, non dà fastidio. Alla stessa andatura, con il tetto giù i vortici d’aria sono contenuti. “Secca”, ma stabile nel transitare sui giunti dei viadotti, l’auto è rapida nel riprendere dopo i rallentamenti.

PERCHÈ SÌ

FINITURE
Gli assemblaggi sono curati. Di ottima qualità la capote e i rivestimenti interni.

FRENI
Sono potenti e non si affaticano presto. 

GUIDA
Complice il rollio contenuto, fra le curve l’auto si muove con agilità e in maniera sempre omogenea e prevedibile. Elevata la tenuta di strada e a punto il cambio automatico.

PERCHÈ NO

CRUSCOTTO
È digitale, ma è poco personalizzabile e non fornisce in modo chiaro le informazioni.

PREZZO
Anche se salato, non include tutto il necessario. E se si pesca dalla lunga lista degli optional...

VOLANTE
Quello riservato ai modelli griffati “M” ha una corona spessa, che non aiuta a impugnarla.

SCHEDA TECNICA

Carburante benzina
Cilindrata cm3 1998
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 190 (258)/5000-6500
Coppia max Nm/giri 400/1550-4400
Emissione di CO2 grammi/km 139
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 8 (aut.-seq.) + retromarcia
Trazione posteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 432/186/130
Passo cm 247
Peso in ordine di marcia kg 1430
Capacità bagagliaio litri 281
Pneumatici (di serie) 255/40 R18 ant. - 275/40 R18 post
Serbatoio litri 52

 

Auto in prova equipaggiata con gomme Michelin Pilot Super Sport 255/35 R19 anteriori e 275/35 R19 posteriori (optional).

 

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 6450 giri   256,7 km/h 250 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 5,7   5,4 secondi
0-400 metri 14,0 162,7 km/h non dichiarata
0-1000 metri 24,4 208,6 km/h non dichiarata
       
RIPRESA IN DS Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 24,2 207,8 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 23,3 209,3 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 1,9   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 3,8   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   11,1 km/litro 13,5 km/litro
Fuori città   15,2 km/litro 18,5 km/litro
In autostrada   14,1 km/litro non dichiarato
Medio   13,7 km/litro 16,4 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   34,2 metri non dichiarata
da 130 km/h   57,4 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   134 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,9 metri 11

 

BMW Z4
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
62
29
21
16
14
VOTO MEDIO
3,8
3.767605
142


Aggiungi un commento
Ritratto di Ostacolo Mobile
22 giugno 2020 - 17:21
Motore da utilitaria, frontale oscemo (con la m). Sembra che abbia perso i copricerchi. Va bene per i semipoveri che vogliono sentirsi semiricchi. Piuttosto sego il tetto a una Duna col flessibile.
Ritratto di Alfiere
22 giugno 2020 - 19:05
1
Le sportive di questo tipo possono e spesso rendono meglio con motori di cubatura media. La M40i pesa 135 kg in piu...
Ritratto di AlexP82
22 giugno 2020 - 23:01
Hai ragione.Sono i classici mezzi dei "vorrei ma non posso".
Ritratto di AlexP82
22 giugno 2020 - 23:02
Volevo dire "versioni".
Ritratto di 82BOB
23 giugno 2020 - 09:26
Politicamente scorretto e cafone, ma mi ha fatto sbellicare dalle risate X-)))
Ritratto di FG
22 giugno 2020 - 17:24
BMW, come ti sei ridotta... la Z4 è brutta, con uno sterzo mediocre, un 4 cilindri tristissimo e pesa il 50% in più di una MX-5 (1500 kg contro 1000)... E se penso agli altri modelli, è pure peggio :(
Ritratto di Andre_a
22 giugno 2020 - 23:15
5
Sono due auto diverse, questa offre comodità che l’altra non ha: tetto elettrico, interni in pelle... tutte cose che purtroppo hanno un peso.
Ritratto di FG
23 giugno 2020 - 10:02
Sì, ma le prime spider BMW erano "semplici", vedi Z3. Ormai la BMW non ha più nulla di sportivo...
Ritratto di Andre_a
23 giugno 2020 - 10:47
5
Anche la Z3 partiva da oltre 1200kg fino ad arrivare, con le versioni più potenti ed accessoriate, a 1450, mentre la Mx5 dell’epoca si fermava a 960. Considerando quanto sono ingrassate le auto dagli anni 90 ad oggi, il peso della Z4 odierna non è neanche male. Ripeto, sono due auto diverse: anch’io preferisco la Mazda, ma per chi vuole fare più viaggi e meno track day probabilmente era meglio la Z3 ieri ed è meglio la Z4 oggi.
Ritratto di prisol
20 ottobre 2020 - 15:41
Ho la M40i ed è un'ottima auto, ben rifinita e che puoi guidare anche tutti i giorni senza spaccarti la schiena e con un baule devisamente capiente. Sicuramente se si cerca una sportiva estrema, meglio andare su altro (la Porsche è di sicuro meglio in termine di sportività pura). Tuttavia risulta comunque molto divertente da guidare..insomma, io mi ci trovo benissimo e conto di tenerla come pezzo da collezione.
Pagine
Annunci

Bmw Z4 usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Bmw Z4 usate 201523.30023.3001 annuncio
Bmw Z4 usate 201631.90031.9001 annuncio
Bmw Z4 usate 201941.50048.9504 annunci
Bmw Z4 usate 202048.89048.8901 annuncio

Bmw Z4 km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Bmw Z4 km 0 201951.90051.9001 annuncio